Dobbiamo aspettarci nuove basi militari russe in Africa?


L'apertura della base navale russa in Sudan non è passata inosservata nel mondo. Non solo Francia e Stati Uniti stanno mostrando un crescente interesse per questa regione, ma anche nuovi attori come Turchia, Cina e numerosi paesi del Medio Oriente. Ma perché i marinai della marina russa sul loro territorio verso il Sudan stesso, e dovremmo aspettarci le nostre nuove basi in altri paesi africani?


Nel dettaglio sul formato della presenza della nostra flotta a Port Sudan, noi detto prima. Possono esserci fino a quattro navi da guerra e oltre trecento dipendenti militari e pubblici. È stato in particolare stabilito che una nave con una centrale nucleare sarebbe in grado di fermarsi nel Mar Rosso, a cui includiamo solo incrociatori missilistici dei progetti Orlan, Pietro il Grande o Ammiraglio Nakhimov, un'arma formidabile. Secondo le informazioni aggiornate, il contingente russo, destinato a difendere la base, potrà schierarsi fuori dal proprio territorio. Sarà anche coperto da un sistema missilistico avanzato di difesa aerea. Non si sa quale esattamente, ma se è S-400, allora è forte. Oltre a tutto questo, molte armi saranno fornite alle truppe sudanesi, il che significa che saranno presenti anche i nostri esperti militari, che addestreranno i soldati locali a gestire i "fallimenti".

Tutto questo sembra carino, ma è chiaro che molte quattro navi e 300 russi non combatteranno lì, nel qual caso. I veri compiti sono ottenere l'opportunità per le navi della Marina russa di rifornire le scorte di carburante e di essere riparate, nonché di dimostrare la bandiera navale russa. È per questa bandiera che le autorità del Sudan ci hanno invitato nel loro paese. Non nascondono il fatto che stanno eseguendo il più multi-vettore politica disenza scommettere sull'uno o sull'altro. Tra i partner di questo paese africano ci sono Stati Uniti, Qatar, Turchia, Arabia Saudita, Cina e altri. L'obiettivo è farli competere tra loro per le migliori condizioni di investimento. In altre parole, gli interessi di Khartoum e Mosca coincidevano completamente.

Ma vale la pena contare seriamente sulla comparsa di basi militari russe in altri paesi del "continente nero"? La stampa occidentale ha suggerito che il Cremlino stia cercando di ottenere il consenso per lo spiegamento delle strutture del Ministero della Difesa russo in Mozambico, Repubblica Centrafricana, Eritrea, Somalia, Egitto e Madagascar. Le autorità della Repubblica Centrafricana sembrano aver persino offerto alla Russia di farlo da sole, ma per qualche motivo non sono cresciute insieme. Il motivo, infatti, può essere estremamente semplice.

Il Cremlino semplicemente non ha risorse sufficienti per creare e mantenere un'infrastruttura militare così sviluppata in un altro continente. Se il Sudan ha dato il permesso di aprire una base navale su base gratuita, altri stati africani chiaramente non sono stati così generosi. Devi pagare per tutto e il bilancio federale russo ha esaurito i soldi a causa del calo delle entrate degli idrocarburi. È anche molto spiacevole che nella Marina russa non ci siano così tante navi di superficie che potrebbero essere inviate da qualche parte attraverso diversi mari su base permanente senza pregiudizio per la capacità di difesa del paese. Il gatto ha gridato per le navi della zona di mare lontano, abbiamo dovuto anche negoziare in un accordo con il Sudan l'eventuale presenza di Pietro il Grande lì, e questa, per un secondo, è l'ammiraglia della Flotta del Nord. "Admiral Nakhimov" è ancora in fase di modernizzazione.

In effetti, la Russia, forse, vorrebbe prendere piede in Africa, ma la mancanza di risorse non permette di farlo. Oggi, il formato di presenza nel "continente nero" presuppone una strategia di basso coinvolgimento attraverso la vendita di armi a partner, contratti di compagnie militari private e basi così piccole dove possono stare solo poche navi da guerra.
  • Autore:
  • Foto utilizzate: Ministero della Difesa della Federazione Russa
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 4 dicembre 2020 18: 19
    +2
    Il Sudan sta adottando la politica “multi-vettore” di Gibuti, dove si trovano fianco a fianco le stesse basi di USA, Francia e Cina. Per uno stato povero, i pagamenti esteri sono una ricostituzione del bilancio, un'opportunità per qualcuno di mettere insieme il capitale e forse anche evitare un altro colpo di stato.
    Non c'è bisogno di copertura con un avanzato sistema missilistico di difesa aerea, questo è un punto di appoggio per la cui protezione non è necessario mettere in servizio un avanzato sistema di difesa aerea per la protezione del quale saranno necessari sistemi e personale speciali.
    Le armi obsolete e dismesse vengono vendute ai paesi del terzo mondo.
    Vengono riparati in basi a tutti gli effetti, e lì il personale potrà riposarsi e rifornire alcune scorte di navi.
    La scorta di forza tiene il passo con il potere economico e l'espansione economica, come gli Stati Uniti, i cui interessi coprono il mondo intero, o la Via della Seta marittima cinese, e gli interessi della Federazione Russa in Africa sono vaghi, sempre più in qualche modo pianificati, promettenti e molto vulnerabili, che possono essere giudicati dall'arroganza dei nostri partner occidentali che invadono senza paura le acque territoriali e imitano attacchi nucleari contro la Federazione Russa
  2. ODRAP Офлайн ODRAP
    ODRAP (Alex) 5 dicembre 2020 02: 20
    -3
    L'autore, qual è la base ?!
    Questa stazione di servizio differisce da VMB allo stesso modo del servizio di auto di un concessionario da un cavalcavia stradale ...
    Oppure, come un falegname da un falegname ... :))
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 5 dicembre 2020 08: 54
      -2
      Questo oggetto è una specie di base militare.
      1. ODRAP Офлайн ODRAP
        ODRAP (Alex) 5 dicembre 2020 11: 36
        -2
        Falegname, anche lui una specie di falegname. E qua e là un albero, in entrambe le mani, una vena tagliente ... Lo scarico è diverso. Questa sarà chiamata PMTO, non base navale.
        Il diavolo è nei dettagli.
      2. Volkonsky Офлайн Volkonsky
        Volkonsky (Lupo) 5 dicembre 2020 17: 37
        0
        Seryoga, dagli l'esempio di Tartus, (SAR), all'inizio c'era anche un PMTO, e ora è cresciuto fino a diventare una base navale a tutti gli effetti. A proposito, tra le nostre navi con un sistema di controllo nucleare, hai dimenticato tutti i nostri sottomarini nucleari, credimi, anche loro vogliono davvero espandere la loro regione di presenza dall'Oceano Indiano (stiamo parlando dei sottomarini nucleari della Flotta del Nord, SSGN e SSBN della Flotta del Pacifico possono arrivarci comunque)

        https://topcor.ru/17410-kljuchi-ot-afriki-rossija-vozvraschaet-svoe-prisutstvie-v-mirovom-okeane.html
        1. ODRAP Офлайн ODRAP
          ODRAP (Alex) 6 dicembre 2020 00: 35
          -2
          Chiavi per l'Africa ... :))
          Dai un'occhiata alla mappa. Un punto di rifornimento di navi, in mare, delimitato da un lato dalla Manica, dall'altro dallo Stretto di Bab, su entrambi i lati del quale ci sono basi navali a tutti gli effetti, e nemmeno amici ... Chi controlla gli ingressi al Mar Rosso, dimmi? E il corridoio di terra non può essere perforato, è un'imboscata.
          Anche se il btam si rivelasse improvvisamente una pista allagata, gli aerei potrebbero non lasciar passare molti, attraverso la loro rotta aerea.

          A proposito, ricordami quanto tempo ci è voluto dall'inizio dei lavori a Tartus all'ottenimento dello status di base navale?
          1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
            Volkonsky (Lupo) 6 dicembre 2020 00: 43
            0
            Dai, dai, dimmi, chi ci può proibire di attraversare lo stretto di Suez e Bab el-Mandeb?
            1. ODRAP Офлайн ODRAP
              ODRAP (Alex) 6 dicembre 2020 01: 35
              -2
              Signor Volkonsky, per favore, rispetti le Regole di comunicazione sul forum e contattalo.
              1. Il commento è stato cancellato
  3. 123 Офлайн 123
    123 (123) 6 dicembre 2020 13: 38
    +2
    Tutto questo sembra carino, ma è chiaro che molte quattro navi e 300 russi non combatteranno lì, se succede qualcosa.

    E cosa combatteranno lì? Costruiscono una base, non una fortezza.

    Il gatto piangeva per le navi della zona di mare lontano

    E perché dovrebbero essere navi della "zona di mare lontano"? Può essere corvette o RTO. La base è vicina, le condizioni sono abbastanza confortevoli.

    dovette persino negoziare in un accordo con il Sudan l'eventuale presenza di Pietro il Grande lì, e questa, per un secondo, è l'ammiraglia della Flotta del Nord. "Admiral Nakhimov" è ancora in fase di modernizzazione.

    Sarebbe piuttosto strano se nessuno cercasse di accordarsi sull'ingresso di navi nucleari. Credi che non ci siano altre navi e quindi sei costretto a inviare un'ammiraglia? Così è stato creato per lunghi viaggi. E "Nakhimov" non sarà in riparazione per sempre, l'accordo non è stato firmato per un anno.

    In effetti, la Russia, forse, vorrebbe prendere piede in Africa, ma la mancanza di risorse non permette di farlo.

    In effetti, vorresti scrivere di nuovo qualcosa di brutto, ma non funziona molto bene. Tutto è come al solito, le notizie sulla base, ma tra le righe appare chiaramente: siamo orfani e poveri, non abbiamo flotta, né economia, non abbiamo niente da fare lì.