Bielorussia: tre errori principali e irreparabili del "Maidan"


Ogni domenica nastro Notizie necessariamente abbaglia con messaggi dalla Bielorussia: alcune persone sono andate di nuovo alla prossima "marcia" con un nuovo nome creativo, alcuni di loro hanno terminato la loro passeggiata in carri di risaia e stazioni di polizia. Detenuto ... Arrestato ... I manifestanti hanno cantato ... La polizia ha usato ...


In realtà, tutto questo sta già cominciando a somigliare a una serie infinita di "soap", i cui produttori lavorano per uno sceneggiatore decente, e quindi ogni nuovo episodio di un'azione noiosa e monotona è quasi copiato da quello precedente. Onestamente, voglio prendere il telecomando e accendere l'avanzamento veloce - fino alla fine.

Allo stesso tempo, in sostanza, il risultato di ciò che sta accadendo nella fase attuale è già stato predeterminato. Nessuno dice che l'indignazione bielorussa finirà domani o, diciamo, tra una settimana. Sì, almeno entro il nuovo anno ... I produttori stanno pagando per lo meno, il che significa che tutte le nuove "serie" sono avanti, lo stesso miserabile. In effetti, la "protesta" non ha, infatti, una sola possibilità di successo da molto tempo. L '"opposizione" bielorussa e, soprattutto, i suoi burattinai stranieri, hanno commesso una serie di gravi errori che rendono la loro posizione senza speranza e privano il "Maidan" locale di reali prospettive. Parleremo dei tre principali errori degli "zmagars".

1. Non ha interrotto il collegamento tra Minsk e Mosca


Bisogna ammettere che Alexander Lukashenko, con alcune delle sue azioni e la retorica aggressiva contro la parte russa, che ha preceduto le elezioni presidenziali senza successo, ha contribuito molto al successo dei suoi futuri avversari. I rapporti tesi al limite tra i due Stati membri dell'Unione Stato mettono in enorme dubbio la realizzazione di questo progetto in quanto tale. Gli incessanti rimproveri dell'ufficiale Minsk, che faceva sempre più nuove rivendicazioni a Mosca, sembravano aver praticamente sollevato il fuoco dei sentimenti anti-russi nella società bielorussa. Non restava che sferrare il colpo finale, e poi il “papà”, rimasto solo con l '“opposizione” sostenuta dall'Occidente, poteva essere preso a “mani nude”.

Dobbiamo rendere omaggio a coloro che hanno progettato e preparato la "rivoluzione colorata" bielorussa: la storia con i "wagneriani" è stata concepita su larga scala, con conseguenze su larga scala e di vasta portata. Ma perché è stato necessario affidare a Kiev le fasi più importanti della sua realizzazione ?! Il risultato è logico: i "servizi speciali" ucraini hanno fallito brillantemente tutto ciò che potevano. In definitiva, la provocazione, che avrebbe dovuto dividere Lukashenka e Putin in una lite, rendere Mosca e Minsk nemici, ha solo rafforzato il presidente bielorusso nell'opinione che l'Occidente vuole rimuoverlo, e se può fidarsi di qualcuno, fare affidamento su qualcuno, allora solo in Russia.

L'effetto si è rivelato esattamente l'opposto di quanto previsto, e ha colpito anche dolorosamente le relazioni tra Bielorussia e Ucraina, attraverso le quali avrebbero chiaramente organizzato il transito dei "quadri rivoluzionari" e tutto il necessario per le loro attività sovversive in questo paese. Non è stato così: il "padre", arrabbiato con la meschinità del vicino, ha chiuso ermeticamente il confine e, tra l'altro, ha fatto la cosa giusta. Separatamente, vale la pena menzionare una serie di dichiarazioni fatte da Svetlana Tikhanovskaya in merito alle relazioni bielorusso-russe. Da un lato, insiste instancabilmente sul fatto che li vede in teoria come "amichevoli e collaborativi". Tuttavia, il vero atteggiamento del sedicente "presidente" nei confronti del nostro paese può essere visto nelle sue parole completamente diverse.

Il fatto che "tutti gli accordi raggiunti da Lukashenko con la parte russa saranno immediatamente cancellati dal governo democratico" ripete anche più spesso dei mantra ovviamente falsi sul "buon vicinato". In ogni caso, l'ultimo messaggio di questo tipo, in cui la creazione dello Stato dell'Unione è chiamato "il commercio dell'indipendenza", è apparso sul canale Telegram di Tikhanovskaya proprio la scorsa settimana. Così, l '"opposizione" bielorussa ei suoi leader si fanno figure assolutamente inaccettabili per Mosca e la incoraggiano a sostenere Lukashenka fino all'ultimo. Inoltre, il presidente ha riacquistato la simpatia di quei bielorussi che vedono il futuro del paese in un'alleanza con la Russia, che è anche importante.

2. "Siloviks" motivati ​​a resistere fino all'ultimo


È perfettamente chiaro a tutti che gli eventi a Minsk e in alcune altre città del paese non sono ancora passati da eventi abbastanza innocui e, per la maggior parte, pacifici a una fase di rivolte di massa, principalmente a causa della reazione estremamente dura ad essi da parte delle forze dell'ordine. ... I "siloviks" intendono chiaramente opporsi al "Maidan" fino alla fine, e allo stesso tempo hanno più volte chiarito che, se necessario, prenderanno le misure più estreme per prevenire qualsiasi tentativo violento di colpo di stato. E anche qui c'è un considerevole "merito" degli stessi leader dell '"opposizione".

Se inizialmente la stessa Tikhanovskaya ha cercato di condurre almeno una parvenza di dialogo con persone in divisa che tenevano il giuramento (anche se principalmente attraverso tentativi piuttosto rozzi di corrompere e distribuire promesse chiaramente irrealizzabili), allora più oltre, più i suoi messaggi sono indirizzati al “siloviki ", Ridotto a banali ricatti e tentativi di intimidazione. Così, recentemente il "presidente della Luce" ha annunciato la creazione di una sorta di "libro unificato per la registrazione e la registrazione dei crimini delle forze dell'ordine". Inoltre, il leader dell'opposizione ha dichiarato che intende fermamente "ottenere il riconoscimento internazionale della Direzione principale per la lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione (GUBOPiK) e l'OMON del Ministero degli affari interni della Bielorussia come organizzazioni terroristiche".

Ora, secondo lei, sarà irto di dipendenti che entreranno in alcune "liste di sanzioni". Ma in seguito, dopo la "vittoria della rivoluzione", furono "illuminati" da arresti e persino da "confisca di proprietà". Allo stesso tempo, Tikhanovskaya continua a trasmettere di una sorta di "amnistia", che presumibilmente attende il "siloviki" in caso di "tempestivo passaggio dalla parte del popolo" (tradimento del giuramento). Tuttavia, tali sue dichiarazioni sono ampiamente rinnegate dai suoi stessi colleghi nel "campo dell'opposizione". Ad esempio, lo stesso leader del KHP-BPF, Zenon Poznyak, insiste sul fatto che "ogni singolo poliziotto antisommossa dovrebbe essere arrestato", poiché "appartenere a questa unità implica responsabilità collettiva".

È chiaro che dopo che gli "zmagars" annunciano tali prospettive "rosee", che saranno inevitabilmente attuate in caso di vittoria del "Maidan", le forze di sicurezza bielorusse lo affronteranno fino all'ultimo e non si fermeranno letteralmente davanti a nulla, difendendo, compreso il proprio futuro così come le loro famiglie. Inoltre, hanno davanti agli occhi la sorte dei loro colleghi ucraini, i quali, dopo il colpo di stato compiuto in loco secondo schemi simili, sono stati non solo estromessi completamente dagli "organi", ma anche repressioni molto più gravi. Fino ad oggi, i combattenti del Berkut che languiscono nelle carceri ucraine sono una grande motivazione per l'OMON bielorusso a non ritirarsi o arrendersi. E le dichiarazioni estremamente dure degli "oppositori", che ancor prima della vittoria li minacciavano di persecuzioni e punizioni, non fanno che moltiplicare più volte questa motivazione.

3. Non ha tenuto conto delle specificità del paese


Tutte le "rivoluzioni di colore", sviluppate in un unico centro e da esso guidate, si ripetono il più possibile. Questa è la loro forza, ma questa, come dimostrano gli eventi in Bielorussia, è la debolezza di tali operazioni speciali. L'esperienza positiva di colpi di stato riusciti è riassunta e applicata nel prossimo "progetto". È solo spesso, senza tener conto delle specificità locali, delle sue sottigliezze e sfumature. Non c'è nulla di sorprendente in questo: l'intero "spazio post-sovietico" per i "sahib bianchi", che stanno cercando di rimodellarlo secondo i propri bisogni e piani geopolitici, è una sorta di "zona grigia" senza volto. Chiamare le cose con i loro nomi propri: territorio nativo. E non importa in quale lingua cantino gli aborigeni e quali dèi adorano - la cosa principale è che non sono come i "gentiluomini civili" che hanno i mezzi più sicuri per loro: un pesante mazzo di perline per spettacolo e una bella frusta dietro la schiena.

Il "Maidan" di Minsk è stato organizzato, come si suol dire, secondo i "classici del genere": "indignazione a livello nazionale" scoppiata dopo la "falsa elezione" del capo dello Stato, provocando poi apertamente le forze dell'ordine per la reazione più dura. Ciò avrebbe dovuto portare a un'escalation della violenza di strada e, di conseguenza, a un caos sanguinoso in cui il Paese sarebbe annegato. Tuttavia, inizialmente tutto non è andato secondo i piani - abituati a vivere per decenni sotto la protezione della polizia in una vera "riserva" che non conosce criminalità, i bielorussi, ovviamente, sono stati offesi dai manganelli e dal gas, ma non hanno lanciato pietre per lastricati in risposta e hanno preso d'assalto i dipartimenti regionali.

In generale, la storia con il "Belomaidan" è come un tentativo di fare una "Molotov cocktail" secondo la ricetta "nezalezhnoy" del 2014 - sembra che abbiano mescolato tutto bene, e scosso, e dato fuoco ... Ma non divampa in alcun modo - fuma, brucia, sibila, ma non dà una vera fiamma! Il motivo è semplice: gli ingredienti sono sbagliati. Non c'è rabbia accumulata dagli ucraini in bielorussi, nessuna loro incomprensibile brama di caos e autodistruzione, nessuna presunzione al di sopra del cielo, nessun inquietante nazionalismo delle caverne. Chiunque dica che sotto Yanukovich le persone vivevano male in Ucraina, mente senza Dio (soprattutto rispetto ai giorni nostri), tuttavia, anche allora lì non conoscevano strade, né pulizia, né l'ordine della Bielorussia. Sì, e non c'erano in questo paese tanti asserviti all '"Ovropa" e pronti a strisciare lì "anche una carcassa, anche un animale di pezza", anche sui cadaveri dei propri connazionali, come avevano fatto i vicini 6 anni fa. La brama dei bielorussi per una soluzione non violenta di tutte le questioni non poteva essere “superata”, nemmeno piangendo.

Di nuovo, il presidente è stato molto sfortunato. Lukashenko, nonostante tutti i suoi difetti, è stato privato di una delle cose principali: la codardia. E, cosa più importante, non ha affatto quelle "leve di influenza" attraverso le quali è stato così facile influenzare molti leader dello "spazio post-sovietico", costringendoli alla resa. Beh, non ha conti esteri e beni immobili, quindi prendilo! Ancora una volta, figure spiacevoli come gli oligarchi sono completamente assenti in Bielorussia. Con questo, tutto è uno con cui negoziare: con il Dipartimento di Stato, la Commissione europea o il diavolo calvo. E lo stesso, cosa accadrà al Paese.

Tentando di organizzare lo "sciopero generale" che si è trasformato in uno dei suoi più vergognosi fallimenti, Tikhanovskaya ha in qualche modo perso di vista il fatto che l'intera industria principale del paese è di proprietà statale. La vittoria del "Maidan" per queste imprese significherà la morte, e per i loro lavoratori - disoccupazione e povertà. E così - con tutto il resto. I manuali di formazione lanciati dai suoi curatori, cercando di rimanere il più a lungo possibile sulla contentezza dell'Occidente, potrebbero essere stati elaborati abbastanza bene. Tuttavia, gli errori di calcolo fatti a causa della mancanza di comprensione delle specificità locali hanno già, di fatto, reso la sua vittoria irraggiungibile. A meno che, ovviamente, Alexander Lukashenko non commetta errori meno gravi ... Ma questo è un argomento per una conversazione completamente diversa.
  • Autore:
  • Fotografie utilizzate: Centro per i diritti umani "Viasna" /spring96.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
21 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 7 dicembre 2020 11: 15
    +1
    Lukashenko, dalla parola furbo .... Quindi "cavalcherà" sulla Russia, chiedendo sempre più preferenze per se stesso, considerando la Russia una mucca da soldi, e il suo avventurismo politico è inesauribile.
    1. Amaro Офлайн Amaro
      Amaro (Gleb) 7 dicembre 2020 14: 45
      +1
      e lui "cavalcherà" sulla Russia ...

      Va bene, la posizione geografica della Bielorussia obbliga la Russia. Bene.
  2. Dmitry Donskoy Офлайн Dmitry Donskoy
    Dmitry Donskoy (Dmitry Donskoy) 7 dicembre 2020 11: 20
    0
    Dittatore di Lukashenka
    1. Boriz Online Boriz
      Boriz (borizia) 7 dicembre 2020 11: 51
      +1
      Non è una cattiva opzione di questi tempi. È arrivato al potere in tempo. Quando Putin è diventato presidente, tutto era già sequestrato, diviso, l'esercito è stato abbassato sotto il piedistallo, ecc.
      Luka ha solo un piccolo paese. Il suo potere può essere mantenuto solo a spese di un vicino forte e amichevole.
      1. Dmitry Donskoy Офлайн Dmitry Donskoy
        Dmitry Donskoy (Dmitry Donskoy) 7 dicembre 2020 13: 05
        -2
        E la polizia antisommossa con i manganelli
        1. Boriz Online Boriz
          Boriz (borizia) 7 dicembre 2020 13: 14
          -1
          Sullo sfondo di quanto sta accadendo quest'anno negli Stati Uniti, Francia, Germania, Polonia, Kiev, le rivolte in Bielorussia si notano solo in Bielorussia e nella Federazione Russa. Gli altri se ne sono dimenticati da tempo. C'è un'altra eccezione: gli ucraini stanno facendo il lavaggio del cervello ai bielorussi nelle reti, consigliano di dare un'occhiata più da vicino alla "piazza" e di non incappare.
    2. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
      Alekey Glotov (alexey glotov) 8 dicembre 2020 07: 12
      -1
      Dittatore di Lukashenka

      È un figlio di puttana ovviamente ... ma è nostro figlio di puttana.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 7 dicembre 2020 12: 12
    +2
    Errori orribili ...

    Stare in piedi lungo le strade con i fiori nei fine settimana significa:

    Non abbiamo interrotto il collegamento tra Minsk e Mosca ...
    Motivato i "siloviks" a resistere fino all'ultimo ...
    Non ha tenuto conto delle specificità del paese

    È solo che i bielorussi non vogliono il sangue, e alcuni di loro sperano tutti di vederlo.
    1. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
      Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 7 dicembre 2020 22: 28
      +1
      Hai perfettamente ragione, molti vogliono il sangue ... ma il nostro zar lo desidera soprattutto.
      1. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
        Alekey Glotov (alexey glotov) 8 dicembre 2020 07: 14
        -1
        ma il nostro re desidera soprattutto.

        Zelensky e Poroshenko non hanno bevuto sangue umano. Poroshenko l'ha preso sulla fronte Zelenskyj ha paura della stessa risposta.
  4. Dubina Офлайн Dubina
    Dubina (Dubina) 7 dicembre 2020 15: 15
    -3
    Non importa come l'autore metta il gufo sul globo, che tutto in Bielorussia tornerà alla normalità, ahimè, la canzone viene cantata. A breve termine, la Bielorussia si allontanerà dalla Russia. Non c'è attrazione nel "Progetto Civiltà Russa" e non c'è un progetto in sé, ma c'è Putin "eterno" con i suoi amici oligarchi.
    L'Ue (Europa) colpisce su tutti i fronti la Russia di Putin, che, a parte un salario minimo di 12 e una pensione di 000 rubli, non ha nulla da offrire.
    1. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
      Alekey Glotov (alexey glotov) 8 dicembre 2020 07: 15
      -1
      Menti un club ... non c'è attrazione nel mondo occidentale con le sue perversioni e le frodi elettorali.
      Il tuo mondo è marcio e puzza come carne marcia.
      1. Dubina Офлайн Dubina
        Dubina (Dubina) 8 dicembre 2020 10: 30
        -1
        Ebbene sì, anche Pietro il Grande ha cercato di adottare tutto il meglio dell'Occidente, non c'era nessuno di suo, tranne i boiardi, ma il loro ululato di "Russia, c'è una terza Roma!" Avremo più perversione, soprattutto nelle strutture di potere, dove gli uomini non sono i più intelligenti e non i più concentrati mentalmente adeguati.
        "..e falsificazioni alle elezioni ..", beh, votando ai bidoni della spazzatura e ai ceppi, l'Occidente non ci supera di certo, qui, lo ammetto, siamo i primi.
        Le persone come te non sono necessarie in Occidente, nemmeno sotto forma di donatori di organi, quindi combatterai a favore dell'Occidente con rabbia impotente, rendendoti conto che nella Russia impoverita di Putin la tua vita è sprecata.
        1. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
          Alekey Glotov (alexey glotov) 8 dicembre 2020 15: 54
          0
          La mia vita sta andando come dovrebbe e non ho bisogno del tuo West per niente ... vivi tu stesso nella spazzatura.La tua rabbia contro i russi non cambierà in alcun modo il loro atteggiamento nei confronti dell'Occidente ... niente di buono nel tuo mondo in dissolvenza è andato ... è rimasto un abominio.
          1. Dubina Офлайн Dubina
            Dubina (Dubina) 8 dicembre 2020 16: 58
            0
            Non hai bisogno della tua opinione, l'opinione di un patriota marginale dovrebbe essere considerata l'opinione di tutti i russi. Ci sono il 15% delle persone come te, questo è l'intero elettorato di Putin. È chiaro che non hai viaggiato oltre il tuo "Uryupinsk" convenzionale e non hai visto altro oltre alla tua discarica di provincia, ma giudica la vita in Occidente dalla scatola del cazzo.
            Smettila di guardare la TV, forse allora, se non diventi più saggio, almeno inizierai in modo critico sulla povera realtà che l'attuale governo ti ha fornito.
  5. RFR Офлайн RFR
    RFR (RFR) 7 dicembre 2020 21: 01
    +1
    Tutte queste rivoluzioni colorate sono tenute dai giovani, e anche in Bielorussia, e se Luka non viene rimosso nel prossimo futuro, tutto ciò continuerà ... Dobbiamo cercare un candidato normale, sono al potere del loro paese ...
    1. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
      Alekey Glotov (alexey glotov) 8 dicembre 2020 07: 17
      -2
      Dobbiamo cercare un candidato normale, sono al potere del loro paese ...

      Tikhanovskaya o cosa?
      Quando salirà al potere, annegherà la Bielorussia nel sangue insieme ai suoi sostenitori.
  6. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
    Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 7 dicembre 2020 22: 24
    +1
    E infatti, almeno nel sapere cosa sta succedendo qui ???
    1. Alekey Glotov Офлайн Alekey Glotov
      Alekey Glotov (alexey glotov) 8 dicembre 2020 07: 17
      -1
      E infatti, almeno nel sapere cosa sta succedendo qui ???

      Come quello che hai - il regime nazista di Bandera.
      1. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
        Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 8 dicembre 2020 23: 14
        -1
        Citazione: Alekey Glotov
        E infatti, almeno nel sapere cosa sta succedendo qui ???

        Come hai un regime nazista di Bandera.

        Sono passati 26 anni-1996/2020 e tra di noi, cosa ho avuto in questo periodo?, Ma iniziamo con una responsabilità:
        - 3 (TRE !!!) denominazioni !!!
        - aumento dell'età pensionabile !!!
        - Irremovibilità del potere !!!
        Ho bisogno di questo?
        Asset e questo è tutto ciò di cui ho bisogno ??? Non voglio che sia come in Russia ...
    2. Il commento è stato cancellato
  7. ODRAP Офлайн ODRAP
    ODRAP (Alex) 9 dicembre 2020 02: 38
    -3
    L'autore ha dimenticato di dire quanti bielorussi sono già stati uccisi e quanti sono scomparsi ...