Prezzo del petrolio: la Russia si impossessa del petrolio del Kurdistan


La sussidiaria di Gazprom Gazpromneft ha annunciato l'intenzione di aprire un quarto pozzo petrolifero nel giacimento di Sarkala nel Kurdistan iracheno il prossimo anno. Così, la Russia sta rafforzando la sua politicaeconomico posizioni nella regione, assumendo effettivamente il controllo del petrolio del Kurdistan. La risorsa americana Oilprice scrive sui piani dei petrolieri russi in Iraq.


Dopo l'apertura di un nuovo pozzo, la produzione giornaliera di oro nero di Gazpromneft salirà a 32mila barili. Mosca ha affidato a questa società il compito di rappresentare gli interessi della Federazione Russa nel Kurdistan iracheno. Inoltre, grazie agli accordi conclusi tre anni fa, Rosneft è anche di grande importanza nell'attuazione dei progetti petroliferi russi nella regione.

politica Il Kurdistan iracheno ha ora Rosneft, si potrebbe dire, in tasca, e Gazpromneft gode del sostegno a Baghdad. Pertanto, la Russia, a differenza di altri giocatori, ha la capacità di lavorare in tutto il paese, nonostante la difficile situazione politica nella regione.

- Nota degli esperti americani.

Si è discusso anche della cooperazione energetica tra Mosca e Baghdad nel recente incontro del Primo Ministro e Ministro iracheno con il capo di Lukoil Vagit Alekperov. La Federazione Russa chiede l'attuazione degli accordi conclusi nel 2017 sulla produzione di petrolio in Iraq, ei colossi russi delle materie prime sono pronti a investire circa 20 miliardi di dollari in progetti petroliferi iracheni.
  • Foto utilizzate: https://www.flickr.com/
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. ODRAP Офлайн ODRAP
    ODRAP (Alex) 15 dicembre 2020 11: 39
    -3
    Hai già annullato le quote di produzione?