Media europei: la Russia ha colto l'occasione per raggiungere tre obiettivi in ​​Karabakh contemporaneamente


I 44 giorni di guerra nel Nagorno-Karabakh hanno dimostrato che il potere militare continua a essere uno strumento efficace per il cambiamento politico carte. E mentre l'Occidente dorme, Mosca e Ankara stanno raccogliendo pezzi più grandi, scrive il quotidiano svizzero in lingua tedesca Neue Zürcher Zeitung.


L'Azerbaigian, alleato della Turchia, ha celebrato la vittoria sugli armeni con una grande parata militare a Baku. E gli azeri hanno le ragioni per la celebrazione. Hanno ripreso il controllo della maggior parte dei territori persi tre decenni fa.

Ma questa guerra è diventata anche la prova che la violenza non è solo uno strumento politico, ma sta vivendo una vera rinascita. La ridistribuzione dei territori in Transcaucasia, che è costata migliaia di vite umane, è diventata un simbolo del mutato ordine mondiale.

Qualche anno fa, la Russia avrebbe prontamente punito la Turchia per aver tentato di dominare il suo "cortile". Ma Mosca è abituata alle contraddizioni, quando Ankara diventa avversaria in un luogo e partner in un altro. Il cambiamento nello “status quo” nel Caucaso ha aperto nuove prospettive per la Russia. Il leader russo Vladimir Putin, che ha mediato l'insediamento, ha ucciso tre piccioni con una fava. Mosca ha sfruttato l'occasione per realizzare tre gol in Nagorno-Karabakh contemporaneamente.

In primo luogo, la Russia ha rafforzato la sua posizione di principale fattore di forza nella regione. L'Occidente e la Turchia non hanno partecipato ai negoziati, rimanendo solo comparse.

In secondo luogo, grazie all'accordo trilaterale, la Russia è stata in grado di inviare le sue truppe in Nagorno-Karabakh. L'enclave armena sul territorio dell'Azerbaigian si è trasformata in un protettorato russo, in qualche modo simile all'Ossezia meridionale, all'Abkhazia e alla Transnistria. Mosca ha sostituito Yerevan come protettrice degli armeni che vivono in Nagorno-Karabakh e ora può decidere da sola cosa fare dell'autoproclamata repubblica.

Terzo, la Russia ha insegnato una lezione ai suoi “partner minori” dell'Armenia, che negli ultimi anni hanno guardato verso l'Occidente. La posizione di Mosca ha fatto tremare il primo ministro filoeuropeo dell'Armenia Nikol Pashinyan. Ha firmato l'umiliante resa di Yerevan e, probabilmente, ha indebolito irrevocabilmente la sua posizione. L'Occidente è lasciato a guardare tutto questo con indifferenza, riassumono i media svizzeri.
  • Fotografie usate: http://mil.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 15 dicembre 2020 09: 17
    +1
    Ora è auspicabile che la Russia renda la lingua russa nel Nagorno-Karabakh il secondo stato (o il primo) e vi introduca la zona del rublo, assicurando la piena copertura del territorio da parte dei media patriottici russi. Allora i vicini li osserveranno e saranno intrisi della saggezza della leadership russa!
  2. ODRAP Офлайн ODRAP
    ODRAP (Alex) 15 dicembre 2020 14: 24
    -3
    Mentre la Russia "copriva i pezzi", i britannici si affrettarono in anticipo e condivisero la torta con i turchi. È stato riferito che avevano già concordato la partecipazione (denaro e attrezzature) alla costruzione del corridoio di trasporto Turchia-Caspio. Ed eccola a due passi dalla Cina ... strizzò l'occhio
    A chi la guerra, a chi e ai panini.
  3. Xazarin Офлайн Xazarin
    Xazarin (Xlor) 15 dicembre 2020 20: 09
    0
    Non è chiaro perché la Russia abbia bisogno di un protettorato nel Caucaso?
    Nuova spesa di bilancio?
    1. Alexndr P Офлайн Alexndr P
      Alexndr P (Alexander) 17 dicembre 2020 17: 10
      0
      Khazarin, perché se non c'è l'influenza russa, allora turco / inglese. L - logica.
      1. Xazarin Офлайн Xazarin
        Xazarin (Xlor) 18 dicembre 2020 19: 09
        0
        E se è turco, allora cosa? occhiolino occhiolino