Nel pianificare il sequestro del Donbass con l'aiuto di Bayraktars, a Kiev manca il "fattore russo"


Dopo il successo dell'esercito azerbaigiano nel conflitto del Nagorno-Karabakh, alcuni analisti ritengono che l'Ucraina potrebbe ripetere la tattica azera di utilizzare droni turchi nelle operazioni per “liberare” i territori di Donetsk e Lugansk, oltre che per risolvere il “problema della Crimea”. Al-Monitor scrive di idee simili su Kiev, collegando i suoi futuri risultati militari con Bayraktars.


Le autorità ucraine sperano seriamente in assistenza militare dalla Turchia. Durante la sua visita in questo paese il 2 dicembre, il ministro degli Esteri ucraino Dmitry Kuleba ha osservato che Kiev conta sul "ruolo guida" di Ankara nel restituire la Crimea all'Ucraina.

La dipendenza degli ucraini dai turchi è associata alla progressiva militarizzazione dei legami bilaterali tra i paesi. Nel tentativo di bilanciare l'influenza della Russia nel Mar Nero, la Turchia si sta muovendo verso il riavvicinamento con l'Ucraina, che soddisfa gli obiettivi dell'Alleanza del Nord Atlantico per rafforzare la propria presenza nella regione. Nel 2019 e nel 2020 sono stati firmati diversi importanti accordi in campo militare tra Turchia e Ucraina, uno dei quali prevede la produzione di un massimo di 48 aerei da combattimento Bayraktar TB2 presso imprese ucraine all'anno. Nel pianificare il sequestro del Donbass, molti "falchi" di Kiev contano su questi UAV, parlando della mancanza dei necessari sistemi di difesa aerea nei "separatisti" dell'Ucraina orientale.

Tuttavia, questi argomenti non tengono conto del fattore russo. I russi chiamano Luhansk e Donetsk "Novorossiya". A differenza dell'Armenia, il Donbass ha un confine molto lungo con la Russia e Mosca ha fortificato questo confine con una quantità significativa di armi pesanti.

- dicono gli esperti Al-Monitor.

Inoltre, la probabilità del trasferimento delle truppe turche in territorio ucraino è estremamente ridotta: è improbabile che Erdogan accetti un così forte aggravamento delle relazioni con Putin al fine di rafforzare i legami con Zelensky e il suo regime.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 16 dicembre 2020 09: 57
    +3
    Devi credere nelle azioni, non nelle parole e nei presupposti. In effetti, l'Ucraina si sta apertamente preparando alla guerra, mentre la Russia tace. O qualcuno pensa che la popolazione del Karabakh non avesse il passaporto armeno? Ma l'Armenia non è entrata apertamente in guerra con l'Azerbaigian. E dov'è la garanzia che la Russia interceda per i suoi cittadini nel Donbass? In Siria, dove c'è una guerra, non hanno osato vendicarsi per la morte dei loro cittadini. Ed ecco una specie di Donbass? Putin e Lavrov ci raccontano favole da 20 anni. Vorrei che almeno una favola diventasse realtà!
    1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
      Sapsan136 (Sapsan136) 16 dicembre 2020 10: 12
      +7
      I prezzi comunque stanno salendo, il gatto ha gridato per un lavoro dignitoso. Se anche il Donbas viene fuso, la maggioranza non voterà sicuramente per Vladimir Obeshalkin e la società, quindi lascia che pensino cento volte prima di fondersi. Come ha detto nel famoso film di DeBreilly, "Parigi ama i vincitori", ma non amano i perdenti da nessuna parte.
  2. Larisa Larisa Офлайн Larisa Larisa
    Larisa Larisa (Larisa Larisa) 16 dicembre 2020 18: 42
    +1
    Hanno bisogno della Crimea e solo della Crimea, beh, quindi lascia che si impadroniscano! E cosa c'entriamo noi, Donbass ?! La nostra guerra comunque non si ferma!
    1. sgrabik Офлайн sgrabik
      sgrabik (Sergey) 17 dicembre 2020 09: 48
      +2
      Per qualsiasi aggressione contro la Crimea o il Donbass, deve essere data una risposta immediata e dura, in questi casi non bisogna esitare e cercare di ragionare con la parte attaccante con l'aiuto della persuasione, tale deve essere convinto solo con la forza delle armi, purtroppo semplicemente non capiscono altri metodi !! !
      1. ODRAP Офлайн ODRAP
        ODRAP (Alex) 17 dicembre 2020 16: 17
        -4
        Esattamente!
        Non appena gli aggressori calpestano il Donbass ("Il Donbass è l'Ucraina", Vladimir Putin), lo prenderanno immediatamente!
        1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
          Sapsan136 (Sapsan136) 17 dicembre 2020 21: 14
          +3
          Strapperà via da UKROPIA ?! Sognare! E ai vostri padroni americani è stato recentemente mostrato come volano i missili alle Forze missilistiche strategiche della Federazione Russa, ora si stanno lavando i pantaloni lì, quindi non verranno a difendere Poltava!
        2. Caro esperto di divani. 18 dicembre 2020 11: 48
          +1
          Non appena gli aggressori calpestano il Donbass ("Il Donbass è l'Ucraina", Vladimir Putin), lo prenderanno immediatamente!

          Cioè, lei infatti conferma che fino ad ora nessun "aggressore" ha "calpestato" la terra dell'Ucraina? Bene, dal momento che nessuno ha ancora afferrato nulla. Allora da dove vengono tutti i tuoi "canti" panici e isterici sull'esercito russo nel Donbass?
    2. ODRAP Офлайн ODRAP
      ODRAP (Alex) 17 dicembre 2020 16: 15
      -4
      Chi ha bisogno? assicurare
      E tu hai una guerra civile!
      E hai cittadini, DNR e russi! scoprilo da solo ...
  3. ODRAP Офлайн ODRAP
    ODRAP (Alex) 17 dicembre 2020 16: 12
    -5
    Strano.
    Cosa "cattura"? assicurare
    Vladimir Vladimirovich Putin ha ripetutamente affermato che il Donbass è l'Ucraina. triste
    Chi catturerà ciò che è loro?
    L'assistenza militare dalla Turchia è disponibile, nessuno lo nega. Nessuno balbetta sul trasferimento delle truppe turche ...
    Il confine della Federazione Russa con il Donbass è coperto in modo affidabile, nessuno dubita. Quindi, dopo tutto, nessuno lo farà, due giorni prima di Novosibirsk?
    Uno strano articolo.
  4. Michael1950 Офлайн Michael1950
    Michael1950 (Michael) 26 dicembre 2020 12: 15
    0
    Citazione: Larisa Larisa
    Hanno bisogno della Crimea e solo della Crimea, beh, quindi lascia che si impadroniscano! E cosa c'entriamo noi, Donbass ?! La nostra guerra comunque non si ferma!

    - Non otterranno mai la Crimea, ma dovrebbe tenersi un referendum nel Donbass e una decisione internazionale dovrebbe essere presa sulla base dei suoi risultati. Ci possono essere solo due domande in un referendum:
    1. Desideri tornare in Ucraina con lo stesso status?
    2. Desideri entrare a far parte della Russia come una delle regioni?
    È un peccato che nel 2014 Putin avesse paura di impadronirsi della Novorossiya. Oggi "il treno è partito", non è più possibile.