Putin ha chiesto al Ministero della Difesa di preparare una risposta al dispiegamento da parte dei paesi occidentali dell'INF


Lunedì 21 dicembre, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato in una riunione allargata del consiglio del ministero della Difesa che la Russia dovrebbe essere preparata per la possibile comparsa di nuovi sistemi d'arma di un potenziale avversario ai suoi confini.


Vladimir Putin ha osservato che Mosca non prevede di produrre e dispiegare missili a medio e corto raggio nella parte europea della Federazione Russa, tuttavia è necessario essere pronti, se necessario, a rispondere adeguatamente a tali iniziative dei paesi della NATO vicino ai confini russi.

Non ho dubbi che lo faremo, sia per quanto riguarda le basi dei corrispondenti sistemi che ci minacciano, sia per quanto riguarda i loro centri di comando e controllo.

- ha sottolineato il Capo dello Stato, chiedendo così al Ministero della Difesa di preparare una risposta chiara alle azioni del nemico.

Putin ha anche osservato che gli Stati Uniti, senza una buona ragione, stanno eludendo il rispetto di una serie di accordi internazionali, tra cui il Trattato Cieli Aperti, sul Trattato INF e INF. Nel febbraio del prossimo anno scade il termine del trattato sulla riduzione e limitazione delle armi strategiche offensive (START) e anche le prospettive per la sua estensione non sono ancora chiare.
  • Foto utilizzate: kremlin.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry D Офлайн Dmitry D
    Dmitry D (Dmitry Duyunov) 22 dicembre 2020 02: 29
    +1
    Forse non sono stato il primo a tracciare paralleli nella storia, ma una volta Nikita Sergeevich ha fatto lo stesso a Cuba. Non c'era limite all'indignazione.
    A proposito, sulle basi e sui punti di controllo è già stato, ma a quanto pare, la reazione non è quella che tutti si aspettavano ...
  2. Breard Офлайн Breard
    Breard (sergo) 22 dicembre 2020 16: 03
    +1
    Hmm ... "Putin ha chiesto ..."
    questo è già accaduto, Putin ha chiesto di superare la povertà, ha chiesto di eliminare la corruzione ... e in generale lo chiede spesso.
    Questo ricorda in qualche modo: "boh per aiutarci" o "Ho una proposta specifica, devo fare qualcosa"
    E il nostro più importante è il pastore di renne ... oh .... il ministro della Difesa - "Mi permetta di farlo, corri!" compagno