L'unione di Russia e Armenia potrebbe diventare una "svolta" tanto attesa


Per tutti coloro che non molto tempo fa si sono espressi sarcastici sul "fiasco geopolitico della Russia nel Caucaso", la vita presenta una spiacevole sorpresa dopo l'altra. No, nessuno dubita nemmeno che l'idea originale di certe forze fosse esattamente questa: infliggere una sconfitta schiacciante e umiliante all'Armenia, "buttare fuori" il nostro Paese dalla regione, dimostrando il suo "fallimento" sia militarmente che politicamente. Ma tutto è andato un po 'diversamente, ma ad essere onesti, esattamente l'opposto.


Oggi Yerevan è pronta per il riavvicinamento a Mosca come mai prima d'ora. Quanto può essere vicino un simile riavvicinamento e cosa può portare a entrambi i paesi?

Perché l'Armenia ne ha bisogno?


Una sconfitta militare totale, infatti, solo grazie all'intervento di Mosca, che non si è tradotta in una catastrofe finale sotto forma di una completa occupazione del Nagorno-Karabakh da parte delle truppe azere e la loro uscita già ai confini armeni, ha fatto pensare a molti a Erevan. Come previsto, le prime reazioni alla sconfitta sono state dolore e rabbia, frustrazione e risentimento. Nonostante il fatto che alcuni abbiano cercato di incanalare questi sentimenti in un canale anti-russo, "gettando nelle masse" massime che "i russi avevano tradito", i veri colpevoli dell'incidente sono stati nominati piuttosto rapidamente. Inoltre, come locale politicaE, per la maggior parte, la gente comune ha mostrato unanimità, rara in questi casi, indicando le stesse persone: l'attuale Primo Ministro del paese Nikol Pashinyan e il suo entourage. Il funzionario di Yerevan ha dovuto compiere enormi sforzi per impedire che le proteste spontanee si trasformassero in una "rivolta" classica su vasta scala, che sarebbe certamente tanto insensata quanto spietata.

A proposito, la posizione di Mosca ha giocato un ruolo significativo qui, dove hanno chiarito che tali eccessi non erano categoricamente supportati. Pashinyan, nonostante l'impulso popolare dei suoi compatrioti, è riuscito a rimanere al potere per un po ', ma ora tutti capiscono che la partenza del leader che ha perso la guerra del Karabakh è solo questione di tempo. L'opposizione non vuole nemmeno ascoltare le sue proposte di elezioni anticipate, programmate dopo "ampie consultazioni" per il prossimo anno - le dimissioni immediate dell'ex leader del potere "Maidan" rimangono da parte sua richiesta numero 1. Allo stesso tempo, è di grande interesse per il nostro paese che una delle cose principali che i suoi oppositori incolpano di Pashinyan sia "il raffreddamento delle relazioni con la Russia".

In effetti, i rappresentanti di quasi tutte le forze politiche, che ora si sono uniti insieme per cambiare l'Armenia, concordano su una cosa: il suo ulteriore sviluppo e, in effetti, l'esistenza senza la più stretta collaborazione con il nostro paese non sarà solo problematica, ma piuttosto , impossibile. Non ci vuole un genio per rendersi conto dell'ovvio: solo i caschi blu russi nell'Artsakh stanno trattenendo Baku e Ankara dal continuare la guerra. Tuttavia, la durata del loro mandato è fissata a 5 anni, ei leader azeri e turchi stanno già trasmettendo con forza sulle prossime conquiste, chiamando quasi tutto il territorio dell'Armenia le loro "terre ancestrali". Ecco perché, ad esempio, il leader del partito Armenia Illuminata, Edmon Marukyan, ha recentemente chiesto la creazione di una seconda base militare russa nel Paese, nella regione di Syunik. Secondo il politico, nelle condizioni attuali, dopo la perdita della "cintura di sicurezza del Karabakh", è necessario proteggersi dalla minaccia azera.

Tuttavia, un'altra forza politica, il partito dell'Alleanza, è andata molto oltre nelle sue proposte. Secondo l'opinione del suo capo Tigran Urikhanyan, nella situazione attuale non si dovrebbe solo approfondire la cooperazione con la Russia, ma creare uno Stato dell'Unione con essa. Il politico sottolinea che non si tratta affatto di "assorbimento" dell'Armenia da parte del nostro Paese, ma solo di "creazione di un'unione interstatale con la massima integrazione reciproca". I rappresentanti dell '"Alleanza" vedono alla base di ciò strutture già esistenti, come la CSTO e la EAEU. Allo stesso tempo, l'obiettivo principale dei politici armeni è "creare unità militari congiunte, almeno - forze di confine" e "proteggere i confini dell'Armenia e dell'Artsakh con la partecipazione delle forze armate russe". Abbastanza previsto.

Perché è la Russia?


Bisogna ammettere che dopo molti momenti ambigui (compresi quelli piuttosto spiacevoli) che hanno avuto luogo nel processo di creazione dello Stato dell'Unione con la Bielorussia, tale formulazione stessa causa, almeno, cautela. “Cosa, ancora una volta seccatura, promesse e promesse infinite e, successivamente, rivendicazioni esorbitanti incessanti? No, grazie ... ”- non sorprende se la proposta della parte armena provocherà proprio una simile reazione. Consentitemi di sostenere che le situazioni con Minsk e Yerevan sono del tutto incomparabili. È stato Alexander Lukashenko che un tempo poteva permettersi di "pompare diritti", richiedere infinite preferenze e vantaggi, e minacciare il Cremlino di "bloccare il transito", "trasformare il paese a ovest" e simili. Coloro che verranno dopo il completo inevitabile spostamento al potere di Pashinyan a Yerevan non avranno tali opportunità. L'amicizia con Mosca per qualsiasi leader armeno sarà una questione di vita o di morte per tutto il suo paese, esattamente finché l'Azerbaigian e la Turchia mostreranno i muscoli ai suoi confini. Cioè, sempre. Quindi tali momenti in questo caso sono molto probabilmente esclusi.

Sì, economico il vantaggio di una simile alleanza, francamente, non è visibile - il fatturato commerciale con l'Armenia oggi ammonta solo allo 0.3% nella struttura del nostro commercio estero. Tuttavia, nella situazione attuale, stiamo parlando di qualcosa di completamente diverso. Se la Russia in questo momento, sfruttando i frutti della sua stessa vittoria diplomatica del 9 novembre 2020, non comincia a rafforzare le sue posizioni nel Caucaso nel modo più deciso e globale, può accadere che andranno completamente perse molto presto. Allo stato attuale, l'Armenia è praticamente l'unico paese della regione con il quale è possibile non solo creare una forte alleanza politico-militare, ma anche semplicemente avere rapporti di buon vicinato.

Data la Georgia e l'Azerbaigian completamente ostili, che sono completamente e completamente sotto l'influenza di Ankara, semplicemente non c'è altra via d'uscita per noi. Piuttosto, non lo lasciano a noi. Le dichiarazioni fatte da Aliyev ed Erdogan alla "parata della vittoria" tenutasi non molto tempo fa a Baku, che portava rivendicazioni territoriali abbastanza specifiche agli stati vicini, ahimè, non dovrebbero essere percepite come un tradizionale vanto dei governanti orientali. La pensano davvero così e, cosa molto più pericolosa, intendono fermamente seguire la via dell'attuazione dei propri piani espansionistici, ignorando completamente gli altri. Delirante sia per la rinascita del porto ottomano, sia per la creazione del Grande Turan, il "sultano" appena coniato invece di parlare di "un popolo di due paesi", avendo acquisito il pieno controllo dell'Azerbaigian, oggi parla già di cinque paesi "con un popolo". Se Recep Erdogan non viene fermato nel Caucaso, ciò dovrà essere fatto quando accenderà le fiamme della guerra in Turkestan, su cui ora incombe l'ombra minacciosa di Ankara. Turkmenistan, Uzbekistan, Kazakistan ...

Gli appetiti dei turchi non sono solo fantastici, sono enormi. Una delle aree in cui Erdogan ha di recente intensificato notevolmente i suoi sforzi è la creazione nelle regioni dell'Asia centrale e caucasica di un nuovo blocco politico-militare - una sorta di "NATO turca" guidata dalla Turchia, ovviamente. Cosa possiamo opporre a una simile alleanza, se queste idee, Dio non voglia, si avverassero? CSTO nella sua forma attuale? Non provarci nemmeno. Sono necessarie nuove alleanze come l'aria, e mentre le proposte per la loro creazione non vengono ascoltate da Mosca, ma da Yerevan, forse vale la pena approfittare di un'opportunità così unica. Il secondo potrebbe non essere introdotto ...

A proposito, perché un'associazione del genere non dovrebbe diventare, almeno, una tripla, includendo Russia, Bielorussia e Armenia? Per cominciare ... A Minsk, il livello di negoziabilità è appena aumentato in modo significativo, quindi perché non agire tenendo presente questo fattore? Alla fine, quanto si è parlato e continua ad essere che il crollo dell'URSS sia stata "la più grande tragedia del ventesimo secolo", che la Russia dovrebbe, come ai vecchi tempi, iniziare a "raccogliere terre" - esclusivamente per il libero arbitrio dei popoli che le abitano .. Quindi eccolo qui - il caso! Sì, certo, prendere l'Armenia sotto la sua protezione e il suo completo patrocinio (chiamiamolo il pane al pane), come è stato in tutti i secoli, impone una serie di obblighi alla Russia e la pone di fronte a certi rischi. Ma eccolo qui: una potenza mondiale o uno "stato regionale". Con la prospettiva di una sezione "mondo". La terza via nello stile: "la nostra capanna è al limite" non esiste nella realtà. E non è mai esistito. Scontri con la Turchia, se continua a seguire l'attuale corso imperialista-revanscista (ed è probabile che sia così), il nostro Paese non può in ogni caso evitarlo - perché ingannare noi stessi? La domanda è se qualcuno sarà dalla nostra parte quando dovremo affrontare Ankara e i suoi alleati.

E, a proposito, per quanto riguarda l'Armenia, ce ne saranno altri che lo vorranno molto rapidamente - se Mosca lo respinge. Come si è saputo di recente dai media francesi, il presidente locale Emmanuel Macron, durante un incontro con i rappresentanti della diaspora armena locale, ha criticato piuttosto duramente Nikol Pashinyan per il fatto di "non aver chiesto sostegno e consiglio" durante la crisi del Karabakh. Non si dovrebbe presumere che gli Stati Uniti, gli stati europei, la Francia in particolare, non abbiano i propri interessi nel Caucaso e nello specifico in Armenia. Così com'è. E per qualche strana coincidenza, vanno tutti completamente contro gli interessi della Russia.

L'Armenia filo-occidentale, che sarà costretta a interrompere i rapporti con il nostro Paese, per poi “nutrire” gradualmente Aliyev ed Erdogan dopo il Nagorno-Karabakh, conducendo trattative politiche con loro, non è assolutamente necessaria né alle persone che vi abitano né al nostro Paese. Negli anni della sua stessa indecisione, la Russia ha ricevuto più che sufficienti "non fratelli" e nemici ai propri confini. È giunto il momento di porre fine a tutto questo. L'unione di Mosca e Yerevan potrebbe diventare una "svolta" tanto attesa qui.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
42 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 28 dicembre 2020 09: 56
    -5
    Se Putin fosse uno statista, e non un "commerciante", l'Armenia, l'Ucraina, la Transnistria, la Georgia sarebbero stati a lungo parte della Russia o sicuramente fedeli. È più difficile con la Bielorussia, le economie sono diverse. Quindi lascia che Putin inizi con l'Armenia, ricrea l'Impero. Po chubasit. Mostra che qualcosa può fare a vantaggio della Russia. E se includi l'Armenia come Cecenia, in modo che abbia "munto" la Russia, è necessario nafig.
    1. Il commento è stato cancellato
  2. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 28 dicembre 2020 10: 07
    +6
    L'unione di Russia e Armenia potrebbe diventare una "svolta" tanto attesa

    L'unica domanda. perché ne abbiamo bisogno? richiesta Non siamo soddisfatti della Bielorussia, la cui economia è completamente datata alla Russia. O abbiamo molti soldi, non c'è nessun posto dove andare? Non abbiamo abbastanza soldi per le pensioni, tutti pensano a come altrimenti tagliarli. C'è povertà nel paese.
    1. Rashid116 Офлайн Rashid116
      Rashid116 (Rashid) 29 dicembre 2020 18: 17
      0
      Sono d'accordo con te, ti supporterò con un preventivo

      Whoa, di nuovo?
  3. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 28 dicembre 2020 10: 51
    + 10
    Personalmente, non ho bisogno di questo dalla parola "assolutamente". Abbiamo pochi armeni nella nostra città, o cosa?
    Ora, se nell'ambito dello stato sindacale potevano essere rimandati indietro, per costruire un futuro luminoso nella loro patria, allora - sì.
    Ma sono al contrario, tutti calpesteranno qui, ai parenti che si sono già stabiliti qui.
    Quanto durerà Mar Baghdasaryan?
    Spero che venga sottoposto a referendum. Per lo Stato dell'Unione con la Bielorussia, voterei "A FAVORE".
    Ma sull'Armenia - scusate, "contro". Questo per non parlare dell'economia, puramente personale.
  4. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 28 dicembre 2020 11: 26
    +6
    Non siamo ancora stufi di queste "confraternite"? La Russia è un paese enorme in termini di territorio, non possiamo dare un senso alle nostre terre e al nostro popolo, ovunque desolazione e devastazione, disoccupazione e povertà, non ci sono né i mezzi né la forza per equipaggiare tutto questo, e anche il nostro potere è "non di rango" ladri, così otteniamo un completo disordine e disperazione, tranne, ovviamente, il principato di Mosca, che, con la sua ricchezza, probabilmente oscurava il principato di Monaco ... Vaughn Father, gli è stato appena permesso dopo il Minsk Maidan, e sta già rialzando il naso, dicono, ora io stesso ho i baffi, e di nuovo gli daremo da mangiare, e stiamo anche pensando di mettere l'Armenia con Karabakh esplosivo sul collo della Russia, che, prima o poi, scoppierà in fiamme in modo che non sembri poco, perché è di fatto, Territorio azero.
  5. Sergey Latyshev (Serge) 28 dicembre 2020 11: 33
    -1
    Quanti di questi "potrebbero diventare" sono già stati qui !!!
    2 settimanali, minimo.
    E tutti si sono rivelati zilch.

    E che in Armenia, la Russia ha vinto tutti, tutti - scrivono su metà dei siti ...
  6. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 12: 03
    -2
    La posizione dell'autore in relazione all'Azerbaigian contraddice completamente la realtà.
    Quando si parla della vittoria politica della Russia nel Caucaso meridionale, non bisogna dimenticare di chi è stata ottenuta questa vittoria nel sangue. L'Azerbaigian ha assicurato la presenza della Russia nel Caucaso meridionale con la vita dei suoi soldati. Senza questa guerra, apparirebbe questo articolo?
    E a proposito, le forze di pace russe sono sul territorio dell'Azerbaigian. Se ricordate le parole del presidente V. Putin, allora "queste sono terre azere". Gli interessi di Russia e Azerbaijan coincisero e quindi si verificò questa situazione.
    Ebbene, il fatto che l'Azerbaigian sia caduto sotto l'influenza della Turchia, sono già stanco di dire che questo è fondamentalmente sbagliato.
    E inoltre. L'Azerbaigian non ha rivendicazioni territoriali sull'Armenia. Quello che ha detto I. Aliyev si riferisce alla storia. Lo stato armeno è stato fondato nel 1918 nelle terre azere. C'era una richiesta dall'Armenia di trasferire Yerevan ad essa e il governo azero nel 1918 acconsentì. Ma questo non significa che ora l'Azerbaigian rivendichi queste terre.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 28 dicembre 2020 13: 28
      +9
      L'Azerbaigian ha assicurato la presenza della Russia nel Caucaso meridionale con la vita dei suoi soldati.

      E la Russia lo ha chiesto all'Azerbaigian? Se non ti dispiace per migliaia di tuoi figli, allora ci dispiace per i nostri. Ora sia i turchi che gli armeni e gli azeri moriranno sotto il fuoco. Male per tutti. Ma se tutto è lasciato al caso, prima elimineranno gli armeni e occuperanno l'Armenia, poi, lentamente, i turchi inghiottiranno l'Azerbaigian. E questo è buono se di nascosto. E poi la fede è diversa, più precisamente, una setta. Ma alla fine, la Russia dovrebbe combattere la Turchia. E al posto dell'Armenia e dell'Azerbaigian, ci sarebbe terra bruciata.

      Lo stato armeno nel 1918 fu creato nelle terre dell'Azerbaigian

      Non far ridere la gente. Lo stato azero è apparso nel 1918. Grazie alla Russia sovietica. Che "grazie" non aspetterà mai da nessuno, alcune affermazioni.
      Infatti: 3 stati indipendenti sono stati proclamati in Transcaucasia: la Repubblica Democratica Georgiana, la Repubblica d'Armenia e la Repubblica Democratica dell'Azerbaigian (principalmente sulle terre delle province di Baku ed Elizavetpol, il distretto di Zagatala dell'Impero russo).È tutto.
      Gli armeni hanno una lunga storia di statualità.
      Questa non è una mia invenzione.

      E potrebbe non essere andata così. Durante la seconda guerra greco-turca del 1920-22. i Greci raggiunsero Ankara. E, se non fosse per l'aiuto della Russia sovietica, la Turchia potrebbe non restare affatto. E anche in quel caso non ci sarebbe stato alcun problema con l'Azerbaigian. Un piccolo troncone del territorio dei tartari locali della provincia di Baku sarebbe rimasto nell'URSS. E l'Armenia diventerebbe uno stato malaticcio nel Transcaucaso. La parola "Azerbaigian" non esisterebbe in natura.
      Perché Lenin ne avesse bisogno, non ne ho idea. Forse ha deciso che un'Armenia forte sarebbe stata un problema più grande? Può essere. Ma è tempo che azeri e turchi si rendano conto che l'esistenza dei loro stati indipendenti è una catena di incidenti diretti da Lenin in una certa direzione. E sbarazzati della megalomania.
      1. Bakht Online Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 13: 54
        -3
        Prima di tutto, l'Azerbaigian ne aveva bisogno. E anche la Russia. Te l'ho detto: gli interessi coincidevano.
        Sul fatto che agli armeni sarebbe stato tagliato questo vecchio cliché armeno, che non corrisponde alla verità. Non ci sono mai stati piani del genere.
        Sulla storia. Sì, l'Azerbaigian è emerso nel 1918. Così come l'Armenia, tra l'altro. I riferimenti all'antichità non hanno alcuna utilità pratica. Se la statualità è stata persa millecinquecento anni fa (o anche più), di che tipo di statualità stai parlando?
        Ci sono documenti e lettere del 1918. Dove gli armeni hanno chiesto di trasferire loro la regione di Yerevan, perché non hanno una capitale. E la delegazione azera ha acconsentito. I. Aliyev ha parlato di questo.
        Per l'ennesima volta si parla delle province russe. Divennero russi nel 1828 sul sito dei khanati azerbaigiani, cioè per soli 90 anni. Per gli standard della storia, niente di niente.

        Questa è tutta storia. Vedi la realtà. L'impero russo è crollato nel 1917. Lo stato sovietico è crollato nel 1991. La disintegrazione degli stati è sempre associata alla perdita di territori. Da almeno 30 anni sono stati indipendenti. Che ti piaccia o no.
        Come risultato della guerra, l'Armenia non può ancora vivere senza la Russia. L'Azerbaigian non ha rivendicazioni territoriali né sull'Armenia né sulla Georgia. Al contrario, offre uno sviluppo economico comune. Tocca all'Armenia.

        Un mese o due fa, mi hanno espresso simpatia per la perdita della sovranità dell'Azerbaigian. Tutto è esattamente l'opposto. L'Armenia potrebbe perdere la sua sovranità o rimanere in rapporti amichevoli con l'Azerbaigian e la Turchia.
        1. Dmitry Petrovich Офлайн Dmitry Petrovich
          Dmitry Petrovich (Dmitry Petrovich) 28 dicembre 2020 14: 30
          +7
          Sì, l'Azerbaigian è nato nel 1918. Così come l'Armenia, tra l'altro. I riferimenti all'antichità non hanno alcuna utilità pratica.

          Raccontalo ai turchi con le loro rivendicazioni su Cipro, dove Ankara indica la Convenzione di Cipro del 4 giugno 1878, dove l'isola di Cipro è definita come parte dell'Impero Ottomano. Non fatevi illusioni, il mondo è cambiato da quando USA + NATO hanno iniziato a bombardare la Jugoslavia, senza alcun riguardo per il cosiddetto "diritto internazionale". Con le loro azioni, lo resettano e da allora è entrato in vigore un diritto: il diritto del forte.
          1. Bakht Online Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 14: 33
            0
            Come è iniziata la crisi di Cipro?
            Il mondo cambia continuamente. Sento costantemente affermazioni che il "diritto internazionale" (lo metti tra virgolette) non esiste. Questa è un'idea sbagliata. È spesso violato, ma finché funziona, la pace persiste. E un appello al "diritto dei forti" porta alle guerre.
            1. Dmitry Petrovich Офлайн Dmitry Petrovich
              Dmitry Petrovich (Dmitry Petrovich) 28 dicembre 2020 14: 36
              +6
              E cosa c'entra la crisi di Cipro? Ti ho fatto notare che pensi che i riferimenti all'antichità siano inutili - non è così, molti paesi lo usano a loro vantaggio se hanno abbastanza POTENZA.
              Il diritto internazionale limita solo gli stati deboli, uno stato forte come gli Stati Uniti ci sputa tutto il tempo e niente, tutti si asciugano e battono le mani.
              1. Bakht Online Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 14: 40
                -2
                Hai scritto di Cipro. La causa della crisi è l'espansione della Grecia. Per quanto riguarda i trattati conclusi nel XIX secolo, sono passate due guerre mondiali e non c'è più l'Impero Ottomano o un mucchio di altri. E non ho nemmeno scritto di "antica statualità". Ti esorto a guardare alla storia reale. Gli stati del Caucaso meridionale esistono de jure e de facto. E i loro confini sono stati definiti quando sono stati creati. Da questo esorto a procedere.
        2. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 28 dicembre 2020 14: 40
          + 12
          Dio non voglia che vorrei che l'ex Unione Sovietica si riunisse di nuovo.
          Ma vorrei che tutti si siedessero a casa e si costruissero un futuro luminoso. Non mi piace quando gli armeni che stavano scacciando i russi dall'Armenia immediatamente, senza sosta, si sono riversati in Russia per la residenza permanente e hanno iniziato a provare a trasformare Kaluga in Tashirgrad (c'era una storia del genere).
          Qualcuno ha le stesse associazioni con gli azeri. Tutti vengono e iniziano a insegnarci come dovremmo vivere. Come in URSS, i russi erano il popolo più oppresso, e ora questa epopea continua.
          Costruisci un paradiso in terra e vieni a trovarci, ne saremo felici.

          Ci sono documenti e lettere del 1918. Dove gli armeni hanno chiesto di trasferire loro la regione di Yerevan, perché non hanno una capitale.

          Gli armeni ti hanno scritto lettere perché c'erano problemi nello stato russo. Due anni dopo, lo stato russo è tornato.

          Così come l'Armenia, tra l'altro. I riferimenti all'antichità non hanno alcuna utilità pratica.

          Perché mi stai convincendo? Ho detto che questa è l'opinione di Inghilterra e Francia. Quindi discuti con loro.

          Questa è tutta storia.

          Ti sembra così. Hai doppi standard. 90 anni, secondo te, non bastano. E 28 anni, sono tanti?

          L'Armenia potrebbe perdere la sua sovranità o rimanere in rapporti amichevoli con l'Azerbaigian e la Turchia.

          Conserverà la sua sovranità solo in buone relazioni con la Russia. Semplicemente perché la Russia non ha bisogno dell'Armenia in quanto tale. La Russia ha bisogno di ordine nel Caucaso. Un'Armenia completamente indipendente non avrà relazioni amichevoli con la Turchia e l'Azerbaigian. Guarda attentamente ciò che è stato detto a Baku alla parata. È stato detto ad alta voce, alla telecamera e al microfono.
          Non ci si può fidare di voi (stati). La mentalità, però. Ogni individuo può essere una persona meravigliosa. In grandi quantità, non voltare le spalle. È inutile persuadermi. Ho servito per due anni come ufficiale nel battaglione edile sovietico. Ho visto abbastanza.
          Ho visto esperimenti nella creazione di bocche lungo linee etniche. A Solntsevo, una delle nostre unità aveva una compagnia di azeri e uzbeki. Com'è finito - è necessario raccontare separatamente e non qui.
          1. Bakht Online Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 14: 44
            -1
            Sei in disordine (scusa). Siamo anche favorevoli a che tutti costruiscano il proprio Stato entro i propri confini. Quindi non c'è bisogno di parlare di alcuna espansione in Armenia. 90 anni sono brevissimi per la storia. 30 anni sono ancora di più tre volte meno. Ma se nessuno crea province sulle nostre terre, allora questo periodo potrebbe aumentare.
            Se l'Armenia non costruisce relazioni NORMALI con i suoi vicini, allora è condannata. Non l'ho detto.
          2. marciz Офлайн marciz
            marciz (Stas) 2 gennaio 2021 01: 05
            -1
            Ho anche dato i miei due anni a VCO !!!!!))))))
    2. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) 28 dicembre 2020 14: 06
      +2
      La geografia politica è una questione molto fangosa e scivolosa, quando diversi stati indipendenti di recente formazione rivendicano contemporaneamente un pezzo di territorio ... anni a.C. - così si dice in Wikipedia, e c'è così tanto misto in termini etnici e geografici che è incomprensibile per la mente, e ora tutti e tutti rivendicano tutto e tutti, in conformità con il loro nuovo status e il potere del loro eserciti, indipendentemente da eventuali documenti storici, e così è stato da tempo immemorabile, quindi capire le assurdità odierne della "residenza" statale è un compito molto ingrato e spesso sanguinoso ...

      Citazione: Bakht
      Ma questo non significa che l'Azerbaigian ora rivendichi queste terre.

      Ma tu capisci perfettamente, Bakhtiyar, che se un altro leader nazionale dell'Azerbaigian viene sostituito, uno più radicale, tutto può seguire di nuovo uno scenario sanguinoso, ma solo più terribile.
      1. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 28 dicembre 2020 14: 16
        +2
        Gli antenati degli armeni apparvero su questa terra circa 6 anni fa.
        Questo è chiaramente visibile negli studi genetici. Ebrei, arabi e armeni hanno l'aplogruppo semitico J2. Inoltre, la divisione è molto ben tracciata. Radicalmente, una volta per tutte (a differenza di ucraini, bielorussi e russi). Quindi, la separazione di ebrei e arabi J2 è avvenuta 4 anni fa. E la separazione degli armeni e dei futuri arabi / ebrei - 000 anni fa. Diviso e mai più mescolato.
        1. Bakht Online Bakht
          Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 18: 19
          0
          E allora? Cosa c'entra questo con lo stato di cose attuale? Questo è interessante solo per i genetisti. Non piu...
          In realtà, secondo altre fonti, i primi protoarmeni apparvero in Asia Minore dalla penisola balcanica 2500 anni fa. No valore pratico questa conoscenza astratta non ha.
      2. Bakht Online Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 14: 17
        0
        La descrizione più corretta è data nel libro Sumbat-zadeh "Azerbaijan - la formazione del popolo". Per quanto riguarda la "questione armena" sono guidato dallo scienziato americano McCartney "Sulla storia della questione armena". Per quanto riguarda la frase di I. Aliyev, fornisco un collegamento. Si possono trovare anche copie di lettere
        https://www.kavkaz-uzel.eu/forum/topics/1621

        Il 19 giugno 1918, il governo armeno si trasferì da Tiflis alla sua nuova capitale. Successivamente, il Primo Ministro della Repubblica dell'Azerbaigian Khoisky ha anche menzionato le ragioni della concessione di Irevan all'Armenia in un dispaccio datato 31 luglio 1918 al capo della delegazione azera ai colloqui a Istanbul, Rasulzade: Gli armeni rivendicheranno il Karabakh, poi si rifiuteranno di cedere loro Erivan "

        Per quanto riguarda lo scenario sanguinoso. Per qualche ragione, pensi che solo i turchi abbiano massacrato gli armeni. Nel 1914-1920, gli armeni massacrarono un milione e mezzo di musulmani. L'Armenia è praticamente l'unico paese al mondo con una popolazione monoetnica. Dove sono finiti i musulmani, tutti tacciono modestamente.
        La storia è storia. Attualmente, l'Azerbaigian propone una cooperazione economica con l'Armenia. Quello che succederà dopo è sconosciuto. È stato riferito oggi che gli armeni in Karabakh hanno attaccato una pattuglia azerbaigiana. Uno ucciso. Il gruppo armeno (6 persone) è stato distrutto. Chi taglierà chi?
    3. 123 Офлайн 123
      123 (123) 28 dicembre 2020 18: 15
      +3
      L'Azerbaigian ha assicurato la presenza della Russia nel Caucaso meridionale con la vita dei suoi soldati.

      Ebbene, non solo la loro, anche la parte armena non è priva di perdite. A proposito, che dire dell'elicottero abbattuto? C'è un'indagine?
  7. BoBot Robot - Free Thinking Machine 28 dicembre 2020 19: 43
    -5
    Sull'Armenia - così e così, ma gli Artsakh sono la nostra gente! Esclusivamente nostro! Hanno bisogno di costruire una base di mantenimento della pace per separarli dagli azeri!
  8. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 28 dicembre 2020 20: 25
    +1
    Qualcuno rimprovera gli armeni, alcuni azerbaigiani. Chi sarà la colpa alla fine?
    Certo, noi russi ...
  9. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 28 dicembre 2020 22: 47
    +1
    Non condivido l'entusiasmo generale.
    Pashinyan è effettivamente ancora al potere e dichiara persino allegramente che i disordini sono stati repressi, "il colpo di stato è fallito".
    Non ha senso pratico parlare di un serio riavvicinamento sotto l'attuale leadership dell'Armenia.
    Per quanto ne so, c'erano sostenitori del "Karabakh" per l'unione con la Russia.
    Il resto degli "alleati" sono fermi, leggi attentamente i programmi di questi partiti.

    Armenia luminosa o Armenia illuminata (Armenian Լուսավոր Հայաստան) è un partito politico fondato il 12 dicembre 2015.
    Il leader del partito, Edmon Marukyan, sostiene il rigoroso rispetto dello Stato di diritto e un aumento del livello di cooperazione con l'Unione europea, fino all'adesione dell'Armenia all'UE. E anche per il ritiro dell'Armenia dalla CSTO e dalla EAEU.

    https://ru.wikipedia.org
  10. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 29 dicembre 2020 08: 04
    +5
    Perché abbiamo bisogno di così tanti truffatori e truffatori dall'Armenia in Russia?
  11. Perfezionista Офлайн Perfezionista
    Perfezionista 29 dicembre 2020 08: 32
    +2
    Lascia che un'altra prostituta entri in casa tua? E trasformarlo in un bordello?
  12. bubasa Офлайн bubasa
    bubasa (Costantino) 29 dicembre 2020 14: 48
    +1
    No ragazzi, andate .. con fratellanza, alleanza, ecc. le alleanze sono costruite su una base reciprocamente vantaggiosa e, cosa più importante, l'Armenia non ha pagato per la russofobia dei suoi utyr, quindi loro stessi verranno giustiziati e le loro teste lungo le strade ... poi parleremo ... ma per ora, con una foresta ... con una foresta
  13. Evgeny Chizhov Офлайн Evgeny Chizhov
    Evgeny Chizhov (Evgeny Chizhov) 30 dicembre 2020 23: 50
    +3
    Il leader del partito, Edmon Marukyan, nel dicembre 2018 ha sostenuto la stretta osservanza dello Stato di diritto e un aumento del livello di cooperazione con l'Unione europea, fino all'adesione dell'Armenia all'UE. E anche per il ritiro dell'Armenia dalla CSTO e dalla EAEU.

    Bene, dal momento che queste persone vogliono unirsi alla Russia, allora ovviamente dobbiamo creare uno stato sindacale. Allo stesso tempo, per rilasciare le ultime armi all'esercito armeno, hanno semplicemente cacciato tutti coloro che studiavano nelle scuole dell'URSS e della Federazione Russa e hanno sostituito coloro che hanno studiato nei paesi della NATO e hanno partecipato alle operazioni militari della NATO di "mantenimento della pace" dal 2003 in Kosovo, Iraq e Afghanistan. Gli alleati più affidabili, solo per dare a queste persone le armi più recenti.
    1. Levon Ghazaryan Офлайн Levon Ghazaryan
      Levon Ghazaryan (Levon Ghazaryan) 31 dicembre 2020 23: 43
      -2
      Citazione: Evgeny Chizhov
      ... espulse tutti coloro che studiavano nelle scuole dell'URSS e della Federazione Russa e sostituì quelli che studiavano nei paesi della NATO e parteciparono alle operazioni militari "di mantenimento della pace" della NATO ...

      Questo non è vero. Chi è stato espulso esattamente?

      Un'altra cosa è che la pratica ha dimostrato che la leadership dell'esercito non funziona correttamente
      preparato per la guerra. È ora di buttarlo fuori, indipendentemente da dove ha studiato. Sono necessari nuovi comandanti.
  14. yaskrn skrnlshu Офлайн yaskrn skrnlshu
    yaskrn skrnlshu (yaskrn skrnlshu) 31 dicembre 2020 15: 27
    0
    Una tale mucca .. non ci serve ..
  15. Levon Ghazaryan Офлайн Levon Ghazaryan
    Levon Ghazaryan (Levon Ghazaryan) 31 dicembre 2020 18: 07
    0
    La dichiarazione presumibilmente firmata dal traditore Pashinyan non è autorizzata e non dà luogo ad alcun obbligo statale.
  16. Il commento è stato cancellato
  17. marciz Офлайн marciz
    marciz (Stas) 31 dicembre 2020 21: 10
    +1
    Il Cremlino non rispetta affatto gli slavi !!! Di nuovo inizia a mettere tutte queste periferie sul collo russo !!!
  18. Il commento è stato cancellato
  19. Il commento è stato cancellato
  20. Levon Ghazaryan Офлайн Levon Ghazaryan
    Levon Ghazaryan (Levon Ghazaryan) 31 dicembre 2020 23: 39
    -3
    L'iniziativa per uno stato di unione con la Russia non può essere usata come pretesto per negare l'Artsakh (Nagorno-Karabakh) come parte dell'Armenia.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 2 gennaio 2021 01: 30
      +2
      Bene, era necessario combattere per l'Artsakh e non restare in Armenia e Russia.
  21. Il commento è stato cancellato
  22. Peter rybak Офлайн Peter rybak
    Peter rybak (Pattuglia) 1 gennaio 2021 16: 51
    +1
    Signore, che sciocchezze!

    Spaventano con i piatti, dicono, vili, volano, poi i tuoi cani abbaiano, poi dicono le rovine
  23. Rashid116 Офлайн Rashid116
    Rashid116 (Rashid) 2 gennaio 2021 08: 59
    0
    Ho letto tutto, sia l'articolo che i commenti. In generale, le persone hanno parlato in modo inequivocabile, con cui sono completamente d'accordo. Suggerisco all'autore di distribuire una mitragliatrice e lanciarla su questi di punta, lasciarlo sistemare))) O vuole che mandiamo lì i nostri figli, a combattere per la geopolitica, mentre loro stessi cercheranno di sbarcare il lunario? Tutto, buono, combattuto. Io stesso, e conosco un gruppo di persone che non andranno a combattere per la Moscovia e non rinunceranno ai loro figli, fanculo cosa succederà per questo. Qualcosa come questo.
    1. Rashid116 Офлайн Rashid116
      Rashid116 (Rashid) 2 gennaio 2021 09: 27
      0
      E aggiungerò altro. Gente, voi stessi siete responsabili del fatto che qui "questi" sono come lo sporco. Non comprate niente da loro, sono qui per via dei soldi. Sì, capisco perfettamente che i nostri venditori ambulanti locali romperanno immediatamente il prezzo, non sanno come costruire un business, stupidi, pigri e cattivi. Fallo da solo, assumiti la responsabilità e il rischio. Il paese deve essere aggiornato. Capisci perfettamente che non i politici attuali (sui quali non c'è nessun posto dove mettere i marchi), non gli uomini d'affari (gli stessi), non cambieranno nulla, sono soddisfatti di tutto. Quindi, un po 'di morofet sarà portato di nuovo da condurre, i nostri concittadini dalla mentalità ristretta.
  24. Vlad Sinizin Офлайн Vlad Sinizin
    Vlad Sinizin (Vlad Sinizin) 2 gennaio 2021 10: 53
    -1
    Questo sarà un "successo" per la Russia.
  25. Sergey Demin_2 Офлайн Sergey Demin_2
    Sergey Demin_2 (Sergey Demin) 2 gennaio 2021 11: 33
    0
    A Minsk, il livello di negoziabilità è appena aumentato in modo significativo

    Che cosa???? Proprio l'opposto, Luca ha cantato di nuovo canzoni sul multi-vettore.
  26. gregor Офлайн gregor
    gregor (Gregor) 2 gennaio 2021 13: 10
    +1
    Dopo 30 anni di tradimento e indipendenza, è diventato chiaro a tutti i popoli fraterni della Russia che solo l'unificazione dei popoli in un forte impero può salvarli dal nazionalismo mortale e dalla trasformazione in materiale etnografico! Ciò è necessario non per amore della "felicità filistea", per così dire, ma per la sopravvivenza dei popoli e delle generazioni future. Considera questa come l'idea o la missione nazionale della Russia.
  27. Yuri Kharitonov Офлайн Yuri Kharitonov
    Yuri Kharitonov (Yuri Kharitonov) 2 gennaio 2021 16: 53
    0
    Il cuore di Armenia, se esiste, vive a Parigi. Se entra nello stato sindacale, sarà politicamente divertente. L'importante è non dare all'Armenia l'opportunità di mungere la Russia.
  28. Vladimir Khrebtov Офлайн Vladimir Khrebtov
    Vladimir Khrebtov (Vladimir Khrebtov) 6 gennaio 2021 14: 46
    +1
    Se per l'Armenia la presenza permanente della Russia nel loro paese è una questione di vita o di morte, allora invece di 2 laboratori biologici americani dovrebbero esserci basi militari russe. La missione diplomatica americana in Armenia impiega circa 2,5 persone. Questa è la seconda ambasciata di stato dopo quella tedesca, ma l'Armenia ha una popolazione di 3 milioni. Da un punto di vista puramente militare, non possiamo andarcene, perché non è deplorevole. Vuoi un contratto a tempo indeterminato? Riconosci la Crimea, l'Abkhazia, l'Ossezia meridionale, altrimenti non hai fede.