Nel 2021, il mondo potrebbe affrontare una nuova guerra nel Mediterraneo


Il 2020, difficile sotto ogni aspetto, sta volgendo al termine, ma il prossimo ha tutte le possibilità di essere ancora più difficile. Oltre al rischio molto concreto di un'escalation del conflitto in Medio Oriente tra Stati Uniti, Iran e Israele, è possibile uno scontro violento tra Turchia e Grecia nel Mediterraneo orientale. E poi si verificherà se i decantati F-35 "invisibili" e i sistemi di difesa aerea russi S-400 sono così buoni.


La Grecia e la Turchia sono avversarie storiche. Hanno cercato di riconciliarli nel quadro del blocco NATO, ma hanno fallito. Oggi la situazione è aggravata dal fatto che entrambi i paesi sono in uno stato di grave crisi economica e necessitano di motori per la ripresa e la crescita. Questi potrebbero essere gli enormi giacimenti di gas scoperti nel Mediterraneo orientale al largo della costa di Cipro. Coloro che controlleranno il loro sviluppo ed esporteranno nei paesi dell'UE riceveranno decine di miliardi di dollari. Ispirato dai grandiosi successi nel Nagorno-Karabakh, il nuovo "sultano" Erdogan potrebbe tentare di risolvere nuovamente la questione con la forza. Tuttavia, tutto è molto più complicato di quanto vorrebbe.

A rigor di termini, Cipro non appartiene alla Grecia, è uno stato sovrano abitato da etnie greche e turche. Ankara fa riferimento alla Convenzione di Cipro del 4 giugno 1878, dove l'isola è definita come parte dell'Impero Ottomano. Nel 1969, la Gran Bretagna ha parzialmente riconosciuto i diritti della Turchia sull'isola e nel 1974 Ankara ha effettuato un intervento militare, a seguito del quale è stata creata la Repubblica turca di Cipro del Nord. Nonostante sia riconosciuto solo dalla stessa Turchia, ciò non impedisce alla TRNC di esistere con successo fino ad oggi. A proposito, i turchi sono riusciti a risolvere il problema dell'approvvigionamento idrico della loro exclave costruendo un condotto sottomarino dal continente all'isola. Queste sono informazioni su cui riflettere.

Il problema della convivenza tra la parte greca e quella turca di Cipro è stato aggravato oggi dalla scoperta di giacimenti di gas nelle vicinanze, nonché dal fatto che l'isola è un punto chiave per la costruzione di un gasdotto di transito da Israele all'Europa. Ankara vuole ottenere la sua parte di tutta questa abbondanza, ma i greci guardano alla questione in modo diverso. C'è motivo di credere che la Turchia possa provare ad applicare l'esperienza del Karabakh di risolvere il problema con la forza a Cipro. A disposizione del presidente Erdogan, una potente marina militare, l'esercito turco è considerato il più forte della NATO dopo gli Stati Uniti. I turchi hanno UAV d'attacco che si sono mostrati bene in Nagorno-Karabakh, sono coperti dall'aria con gli ultimi sistemi di difesa aerea S-400 di fabbricazione russa. Sulla stampa sono apparse informazioni che i militari, coinvolti in un fallito tentativo di colpo di stato alcuni anni fa, hanno iniziato a essere rilasciati dalle prigioni turche prima del previsto.

In teoria, gli eventi possono svilupparsi come segue. Per quanto riguarda la parte turca di Cipro, sono in atto alcune provocazioni da parte greca, che spingono Ankara a imporre un blocco navale sull'isola e inviare lì un contingente militare. Ciò costringe immediatamente Atene a intervenire per proteggere la popolazione greca di Cipro, che può inviare la propria flotta sull'isola e iniziare una sorta di ostilità al confine terrestre con la Turchia. Ankara sembra più forte e, essendo rimasta sola con la Grecia, può contemporaneamente “spremere” altre isole contese da essa.

Il problema per il presidente Erdogan è che molto probabilmente Atene non gli verrà consegnata per essere fatta a pezzi. Le esercitazioni neo-ottomane del "sultano" appena coniato destano grande preoccupazione tra tutti i vicini della Turchia senza eccezioni. A nord della Siria, la Libia con la sua piattaforma marittima, il Nagorno-Karabakh, ora le isole greche, ma cosa dopo? Asia centrale, Africa, Medio Oriente? Gli alleati formali della NATO saranno costretti a sostenere la Grecia.

È un dato di fatto, gli Stati Uniti hanno già iniziato a farlo con aria di sfida. Per l'acquisto dell'S-400 hanno imposto sanzioni ad Ankara. Gli americani hanno escluso i turchi dal loro programma F-35, trasferendo sei caccia di quinta generazione ai greci. Il Pentagono ha chiarito che sta considerando la base aerea di Heraklion nella Creta greca in sostituzione di Incirliku. Washington intende fortificare vicino ai Dardanelli della Turchia, dove il Corpo degli ingegneri dell'esercito americano sta attualmente migliorando il porto di Alessandropoli. Questi sono segnali abbastanza seri per Ankara che sarebbe molto imprudente ignorare.

Il presidente Erdogan entrerà in un conflitto militare con la Grecia? "Sultan" morde solo un pezzo che può ingoiare. Ovviamente, si concentrerà sull'esterno aggiornato politica di Partito Democratico degli Stati Uniti. Cosa sarà? Vedremo.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
33 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 28 dicembre 2020 16: 37
    0
    Potenti forze armate di Azerbaigian e Ucraina possono aiutare la Turchia nelle sue aspirazioni?
  2. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 17: 37
    0
    e nel 1974 Ankara effettuò un intervento militare

    15 luglio 1974 dalle forze reazionarie cipriote con il sostegno della giunta militare ateniese, che stava perseguendo un corso di "enosis" (annessione dell'isola alla Grecia), c'è stato un tentativo di colpo di stato a Cipro.
    Il presidente di Cipro Makarios III è stato rimosso dal potere. I golpisti, guidati da Nikos Sampson, hanno sequestrato l'aeroporto della capitale, la stazione radio governativa, il palazzo presidenziale e una serie di istituzioni amministrative a Nicosia. In qualità di paese garante, la Turchia ha usato la situazione come scusa per sbarcare truppe sull'isola con il pretesto di ripristinare l'ordine costituzionale e proteggere i diritti dei turco-ciprioti.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 28 dicembre 2020 18: 41
      +3
      Ripeto, quando il padrino principale si indebolisce (USA) e non c'è un tale pugno di ferro, iniziano le ridistribuzioni dei padrini di rango inferiore, che vediamo finora in Medio Oriente, non lontano e in altre regioni del mondo, nuove forze vengono strappate dai vecchi governanti del "cerchio di Washington" .. Erdogan è un bravo ragazzo, usa il momento e ottiene, almeno a poco a poco, a suo favore ... Sta arrivando un'era per tutti quelli che sono più forti, ha ragione, e le lotte "a pugni" non sono escluse, l'esempio del Karabakh è contagioso ...
      1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
        Raccoglitore (Myron) 28 dicembre 2020 21: 38
        -5
        Citazione: Vladimir Tuzakov
        Ripeto quando il capo padrino si indebolisce (USA)

        Sono commosso dall'ingenua convinzione di alcuni russi nell'indebolimento degli Stati Uniti. Signori, state chiaramente cercando di far passare un pio desiderio.

        Citazione: Vladimir Tuzakov
        Erdogan è un bravo ragazzo, coglie l'attimo e ottiene, almeno a poco a poco, a suo favore ...

        Erdogan, come la maggior parte dei suoi compagni di fede, è insolentemente codardo: dopo il primo spruzzo decente si mette la coda tra le gambe, si è verificato. wassat
    2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 29 dicembre 2020 09: 03
      0
      Citazione: Bakht
      Il 15 luglio 1974, le forze reazionarie cipriote, con l'appoggio della giunta militare ateniese, che stava perseguendo una rotta verso l '"enosis" (annessione dell'isola alla Grecia), tentarono un colpo di stato a Cipro.

      "KiprNASH" hi Se avesse funzionato, sarebbero stati chiamati non reazionari, ma le forze di liberazione del popolo, ma gli eroi della giunta.
  3. dinosauri Офлайн dinosauri
    dinosauri (Dinosauri) 28 dicembre 2020 20: 46
    +2
    Citazione: Bakht
    essendo rimasto solo con la Grecia, può simultaneamente “spremere fuori” altre isole contese da essa.

    Per quanto riguarda le isole "contese" - secondo il Trattato di Losanna, tutte le isole situate a più di tre miglia nautiche dalla costa turca ei cui nomi non sono inclusi in questo trattato vengono trasferite alla Grecia. Vale la pena ricordare che nel Mar Egeo ci sono più di 3.000 isole, isolotti e scogli, ad es. l'inclusione di tutti questi nomi topografici nel trattato internazionale era problematica. Queste rivendicazioni illegali, mostrano ancora una volta la ragione dell'ardente desiderio dei turchi di rivedere il Trattato di Losanna, firmato nel 1923 da più di 20 stati del mondo e che assicura i confini statali in questa vasta regione, compresi i paesi del Medio Oriente, ex colonie dell'Impero Ottomano.

    Il problema principale nel Mediterraneo orientale è il mancato riconoscimento della Convenzione marittima del 1982 da parte della Turchia. Questo documento è stato ratificato da più di 150 Stati costieri e poiché, in base al diritto internazionale sui trattati e le condanne internazionali, la firma di qualsiasi documento da parte del numero schiacciante di Stati della comunità internazionale diventa la norma di base per tutti gli Stati, indipendentemente dal consenso o dal disaccordo di un particolare Stato, ad es. e. La Turchia si pone, a livello legale, come avversaria dell'intera comunità internazionale. In questo documento al par. 121 afferma che tutte le isole hanno una ZEE (zona economica esclusiva), come la terraferma continentale, con la quale, pubblicamente, la Turchia dichiara il proprio disaccordo.

    Inoltre, la Turchia definisce a gran voce la sua espansione aggressiva in questa regione, apparentemente nel pieno rispetto del diritto internazionale, ad es. c'è una deliberata sostituzione dei concetti di pratica legale internazionale. Ma non è tutto, spingendo il suo concetto di diritto internazionale, la Turchia è passata a una grave violazione pratica della ZEE della Repubblica di Cipro, per più di un anno conducendo perforazioni di esplorazione dei pirati nella ZEE di Cipro delimitata con gli stati vicini, secondo la Convenzione marittima, e dal luglio 2020, che lo stesso scenario viene promosso sulla piattaforma greca.
    1. Bakht Online Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 28 dicembre 2020 21: 31
      0
      Allora, chi possiede Cipro? Grecia o Turchia? E chi possiede la ZEE?
      1. dinosauri Офлайн dinosauri
        dinosauri (Dinosauri) 28 dicembre 2020 22: 36
        +2
        Cipro è uno stato indipendente, membro dell'ONU e dell'UE, riconosciuto dalla maggior parte dei paesi del mondo, ad eccezione della Turchia. L'umorismo sta nel fatto che allo stesso tempo la Turchia è garante (insieme a Grecia e Gran Bretagna) dell'integrità e dell'indipendenza di questo Stato, non riconoscendosi diplomaticamente e occupando il 40% del territorio. E poiché, secondo il diritto internazionale (la convenzione marittima del 1982), ogni stato costiero ha la propria ZEE, allora Cipro può e deve utilizzare la sua piattaforma e la sua ZEE a sua discrezione nel quadro di quelli prescritti nella stessa convenzione - cosa che fa. La domanda è: cosa ci fa lì il garante di Cipro, la Turchia e con quale diritto?
        1. Petr Vladimirovich (Peter) 28 dicembre 2020 23: 47
          0
          Grazie a Dio (Sia lode all'Onnipotente) sulla linea verde che passa per Nicosia, tutto è stato calmo e tranquillo per molti anni. La città di Limassol è informalmente chiamata "russa", lo so in prima persona ...
        2. Bakht Online Bakht
          Bakht (Bakhtiyar) 29 dicembre 2020 08: 24
          0
          In effetti, la Turchia protegge i turco-ciprioti dai greco-ciprioti. La creazione della repubblica federale di Cipro è stata bloccata dalla parte greca. Era un piano delle Nazioni Unite chiamato "Piano Annan". I turchi erano d'accordo, i greci no. Ci sono troppe differenze di cultura, storia, mentalità per creare un unico stato. E i greci non sono d'accordo con la federalizzazione.
          Sull'economia. I turco-ciprioti hanno gli stessi diritti sulla ZEE dei greco-ciprioti. Un'altra cosa è cosa ci fa la Grecia lì?
          L'unica soluzione è la Repubblica federale di Cipro, il ritiro delle truppe turche e la creazione di un governo proporzionale. La Turchia è d'accordo. La Grecia si oppone. Il referendum è stato profilato nel 2004.
          Quindi la Turchia protegge i diritti dei cittadini turchi lì. E i ciprioti di origine turca hanno gli stessi diritti all'attività economica dei ciprioti di origine greca.
          La Grecia non avrebbe dovuto perseguire una politica di adesione a Cipro. Le radici del conflitto vengono da lì. Da Atene.
          1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
            Marzhetsky (Sergey) 29 dicembre 2020 09: 07
            +2
            Citazione: Bakht
            Quindi la Turchia protegge i diritti dei cittadini turchi lì. E i ciprioti di origine turca hanno gli stessi diritti all'attività economica dei ciprioti di origine greca.
            La Grecia non avrebbe dovuto perseguire una politica di adesione a Cipro. Le radici del conflitto vengono da lì. Da Atene.

            Sì, guarda, se la Russia non avesse annesso la Crimea, non ci sarebbe stato alcun conflitto con l'Ucraina e nessuna sanzione. sorriso Nell'ambito di questa logica, puoi essere d'accordo su molto, giusto?
            O forse la Grecia aveva dei diritti storici di riunirsi a Cipro? E i diritti dei turco-ciprioti, ovviamente, non dovrebbero essere violati in alcun modo.
            1. Bakht Online Bakht
              Bakht (Bakhtiyar) 29 dicembre 2020 09: 10
              -1
              La "legge storica" ​​è l'argomento più debole in tali questioni. E tutti sono riconosciuti come privi di base giuridica.
          2. Michael I Офлайн Michael I
            Michael I (Michele I) 29 dicembre 2020 09: 27
            +1
            Le radici del conflitto si trovano sia ad Atene che a Istanbul (non ad Ankara, cioè dall'Impero Ottomano). Ma al momento esiste un solo stato riconosciuto, la Repubblica di Cipro, e tutti i territori intorno all'isola sono la ZEE della Repubblica di Cipro.
            1. Bakht Online Bakht
              Bakht (Bakhtiyar) 29 dicembre 2020 09: 32
              0
              Nella risoluzione 573, il Consiglio d'Europa ha confermato la legittimità della prima ondata di invasione turca nel luglio 1974, in conformità con l'articolo 4 del Trattato di salvaguardia del 1960, che consente a Turchia, Grecia e Regno Unito di intervenire unilateralmente per scopi militari. La Corte d'appello di Atene ha inoltre affermato nel 1979 che la prima ondata di invasione turca era legale e così via "I veri colpevoli ... sono gli ufficiali greci che hanno pianificato e organizzato il colpo di stato e preparato le condizioni per l'invasione.".

              Senza uno, non c'è nessun altro. Se non si conosce la preistoria del conflitto, si può affermare che la colpa del conflitto di Cipro è la Turchia. Quindi le radici del conflitto non si trovano a Istanbul, ma ad Atene.
              Se la ZEE appartiene alla Repubblica di Cipro, allora chi sono i turchi che vivono sull'isola? Cittadini turchi o ciprioti?
              1. dinosauri Офлайн dinosauri
                dinosauri (Dinosauri) 29 dicembre 2020 13: 16
                +2
                Ciprioti, cittadini della Repubblica di Cipro. E la Turchia ha portato le sue forze armate nel 1974 per ripristinare il precedente ordine costituzionale, che era stato interrotto dal fallito colpo di stato. Ma quello che stanno facendo le truppe di occupazione turche lì dopo quasi mezzo secolo è passato, questa è una domanda. Il numero delle truppe turche a Cipro è tre volte superiore a quello della Guardia Nazionale della Repubblica di Cipro, che, secondo la teoria e la pratica militare, indica le intenzioni aggressive dei turchi e non per la difesa.
                1. Bakht Online Bakht
                  Bakht (Bakhtiyar) 29 dicembre 2020 13: 40
                  0
                  Finora nessuno ha pensato ad un attacco in tutti questi anni. La Turchia ha grandi forze armate che stanno tenendo. Ma non attaccano.
                  Dal 1960, la Turchia ha insistito su una struttura federale per Cipro, che è stata la decisione più intelligente supportata sia dal Regno Unito che dall'ONU. Ma i greco-ciprioti sognano l '"enosi".
                  So perfettamente come è finita la richiesta di "miatsum". Se c'è una parte della popolazione che non è d'accordo con questo, la guerra diventerà inevitabile.
                  Anche gli interessi economici sono controversi. Per 25 anni, Azerbaigian e Turkmenistan non sono stati in grado di determinare la proprietà del campo di Kapaz-Sardar. E a Cipro, tutto è molto più complicato e confuso.
                  Naturalmente, la Turchia non ha il diritto di condurre attività di esplorazione e perforazione lì. Ma fino a quando lo status di Cipro non sarà stato determinato (il fatto che una parte dell'isola venga riconosciuta non cambia molto il quadro), allora ci saranno problemi.
              2. Michael I Офлайн Michael I
                Michael I (Michele I) 29 dicembre 2020 15: 21
                +1
                Sono cittadini della Repubblica di Cipro. Ma non come Cipro del Sud, perché un tale stato non esiste
                1. Bakht Online Bakht
                  Bakht (Bakhtiyar) 29 dicembre 2020 15: 35
                  -1
                  Proprio come l'Abkhazia e l'Ossezia meridionale ...
                  1. Michael I Офлайн Michael I
                    Michael I (Michele I) 29 dicembre 2020 21: 04
                    0
                    Sì, non esistono nemmeno tali stati. Come Transnistria o LDRN
      2. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 29 dicembre 2020 09: 05
        0
        L'articolo afferma direttamente che questo è uno stato sovrano, una parte del quale è occupato dalla Turchia.
        1. Bakht Online Bakht
          Bakht (Bakhtiyar) 29 dicembre 2020 09: 12
          0
          Sì, uno stato sovrano riconosciuto dalla comunità mondiale. Nessuna parte turca. Ma sappiamo tutti che il riconoscimento o il non riconoscimento è una funzione puramente rappresentativa. Tu stesso puoi nominare diversi stati non riconosciuti con i quali la Russia ha legami economici. Perché la Turchia non può farlo?
          1. dinosauri Офлайн dinosauri
            dinosauri (Dinosauri) 29 dicembre 2020 13: 35
            +3
            In primo luogo, l'intera isola è inclusa nell'UE. Solo la parte occupata di Cipro non è ancora soggetta alle regole stabilite per i membri dell'UE. E mentre la Turchia non consente alle navi e agli aerei civili di R. Cyprus di entrare nei porti e negli aeroporti turchi, non si può parlare di alcun collegamento economico. Quelli. per la Turchia, R. Cipro non esiste affatto, parte della quale occupa, e questo è avvenuto solo nel Medioevo, quando non esistevano diritto internazionale e norme civilizzate.
            1. Bakht Online Bakht
              Bakht (Bakhtiyar) 29 dicembre 2020 13: 45
              0
              Un po 'sbagliato. Non vedi la situazione dalla posizione turca. E la sua posizione è abbastanza giustificata e coincide con la posizione dell'ONU (il piano di Kofi Annan). Il problema è che i greco-ciprioti non vogliono accettarlo. Chiedono il ritiro delle truppe turche e la completa subordinazione della comunità turca ai greci. Con intenzioni ben precise di entrare in Grecia. Questo non è accettabile per la comunità turca a Cipro.
              Naturalmente, questa non è una copia completa del Karabakh, ma è molto simile.
              1. dinosauri Офлайн dinosauri
                dinosauri (Dinosauri) 29 dicembre 2020 17: 34
                +1
                Secondo la Costituzione di Cipro del 1960, il presidente era un greco, e il vicepresidente dei turchi, al Parlamento i seggi occupati erano proporzionali alla popolazione, così come al governo. Di che tipo di sottomissione stai parlando?
                1. Bakht Online Bakht
                  Bakht (Bakhtiyar) 30 dicembre 2020 14: 23
                  0
                  Ben enunciato nella Costituzione. Ma la giunta greca ha rovesciato il presidente greco di Cipro

                  Il 2 luglio 1974, Makarios scrisse una lettera aperta al presidente Gizikis, in cui si lamentava direttamente del fatto che "i quadri del regime militare greco stanno sostenendo e dirigendo le attività dell'organizzazione terroristica EOKA-B". Ha anche ordinato alla Grecia di rimuovere circa 600 ufficiali della Guardia nazionale greco-cipriota da Cipro. La risposta immediata del governo greco è stata quella di dare il via al colpo di stato. Il 15 luglio 1974, unità della Guardia nazionale cipriota guidate da ufficiali greci rovesciarono il governo.

                  Invasione turca di Cipro - https://ru.qaz.wiki/wiki/Turkish_invasion_of_Cyprus

                  Si sono anche tagliati a vicenda, senza ricordare la Costituzione.
                  1. dinosauri Офлайн dinosauri
                    dinosauri (Dinosauri) 30 dicembre 2020 17: 02
                    +1
                    Quelli. si scopre che i greco-ciprioti, guidati da Makarios, non volevano riunirsi alla Grecia e solo la giunta greca intraprese un colpo di stato per "enosis" e dopo questa avventura, nello stesso mese (luglio 1974), sprofondò nell'oblio, e le truppe di occupazione turche, per qualche motivo ritardato di mezzo secolo, forse questo è dovuto alle rivendicazioni neo-ottomane di tutte le autorità turche non solo a Cipro, ma in tutta la regione del Mediterraneo e nel Caucaso? E, infine, hanno ragione gli autori di alcune pubblicazioni e giornali dell'Europa occidentale quando tracciano parallelismi tra il nazista Führer, il Duce italiano e il presidente della Turchia?
                    1. Bakht Online Bakht
                      Bakht (Bakhtiyar) 30 dicembre 2020 17: 42
                      0
                      Non confondere il presidente della Turchia nel 1974 e nel 2014. Questi sono diversi tipi di vino. Di che tipo di "neo-ottomanismo" potremmo parlare nel 1974? E ciò di cui parlano i media non è un indicatore della verità. Non mi piace affatto Erdogan, ma paragonarlo al Fuhrer o al Duce è eccessivo.
                      Il presidente Makarios voleva una Cipro indipendente. Ma ci sono sempre nazionalisti entusiasti dell'adesione. Per cui Makarios fu quasi ucciso dai greci. Dovette fuggire in una base inglese.
                      Non c'è effetto senza una causa. La causa della crisi cipriota è nel regime fascista di Atene e sogna l '"enosi". Come in Karabakh sul "miatsum". Entrambi gli slogan non sono apparsi sul posto, ma rispettivamente ad Atene e Yerevan.
                      Sì, le truppe turche rimasero a lungo a Cipro. Ma nel 2004 sono stati i greco-ciprioti a contrastare l'idea di una Cipro federale unificata. I turco-ciprioti erano principalmente a favore di una Cipro unita.
                      Ci sono sfumature in ogni domanda. Istanbul non è contraria al ritiro delle sue truppe da Cipro. Ma con certe garanzie. L'ONU è anche impegnata nell'idea di due comunità in un'unica Cipro. Ma per quanto riguarda l'implementazione, ci sono alcuni requisiti per le garanzie. Su entrambi i lati.
                      Nonostante ciò, continuo a pensare che sia prematuro parlare della ZEE di Cipro prima di determinare lo status. Essa (questa zona) appartiene sia ai greco-ciprioti che ai turco-ciprioti. La Turchia non dovrebbe fare ricerca lì. Così come i greci, a proposito.
                      1. dinosauri Офлайн dinosauri
                        dinosauri (Dinosauri) 30 dicembre 2020 19: 04
                        +2
                        In primo luogo, la Grecia non conduce indagini, per non parlare di trivellazioni, sulla piattaforma cipriota e non l'ha mai fatto.
                        In secondo luogo, il governo cipriota ha creato un fondo che riceverà tutti i proventi dei giacimenti di gas per poi distribuirli ai cittadini dell'intera isola, indipendentemente dalla loro nazionalità e religione.
                        In terzo luogo, il referendum del 2004 non prevedeva la proporzionalità tra le comunità a seconda del numero di cittadini di ciascuna comunità, ad es. ipotizzato 50% di comunità greca, 50% di comunità turca, anche se ci sono tre volte più greco-ciprioti. Inoltre, il problema con i migranti turchi dall'Anatolia non è stato risolto - quale sarebbe stato il loro status e, infine, i tempi del ritiro delle truppe turche non sono stati determinati - la parte turca ha proposto da 5 a 10 anni, che a sua volta ha gettato una mina sotto la sovranità di un singolo stato cipriota. Incl. nel piano proposto dall'Onu, la comunità turca si trovava in una posizione molto più vantaggiosa, confermata dai risultati del referendum.
                        Nel 1974, il neo-ottomanismo, infatti, non è stato pronunciato ad alta voce, ma dal 2017, le figure turche più importanti ne parlano, a cominciare dal presidente - "i confini del nostro cuore nelle vicinanze di Vienna", tagliando così l'orecchio russo per "madrepatria blu", Siria, Iraq, una spedizione in Libia e infine in Karabakh. Non è questa l'incarnazione pratica di Mîsâk-ı Millî?
                      2. Bakht Online Bakht
                        Bakht (Bakhtiyar) 30 dicembre 2020 19: 17
                        +1
                        Dal 2017, non è dal 1974. Non è necessario intrecciare il Karabakh. Il Karabakh è un problema azerbaigiano ed è stato risolto dalle truppe azerbaigiane. La Turchia era un alleato ma non ha partecipato alla guerra.
                        Principi per principi. Ma se le truppe turche vengono ritirate, chi garantirà i turco-ciprioti? Sai per certo che i greci sono bianchi e soffici?
                        Per quanto riguarda il fondo, i fondi da lì andranno alla parte turca di Cipro? Ne dubito molto.
                        Tutti vogliono risolvere i problemi, ma non vogliono guardare alla causa principale. In tutta onestà, se non ci fosse stato un colpo di stato nel 1974, ci sarebbero state truppe turche a Cipro? Da qui è iniziata la mia partecipazione alla discussione. Come è iniziata la crisi di Cipro? La Grecia ha prima creato un problema e ora sta cercando di risolverlo. Sì, ci sono molti coloni turchi lì. E cosa offre la comunità greca di Cipro? Per sfrattarli tutti?
                        E ti sbagli sul "piano Annan" Non esiste un 50-50. Esiste una relazione proporzionale

                        Creare un unico stato a Cipro, la Repubblica di Cipro Unita, composta da due parti autonome - greca e turca, che unirebbe l'intera isola (ad eccezione delle basi militari britanniche).
                        Creazione di un presidio di sei persone, che si alternano nella carica di primo ministro. Cambio di presidenza e vicepresidente - ogni 10 mesi. Il rapporto tra greci e turchi nel presidium è il seguente: 4 greci e 2 turchi.
                        Una diminuzione del territorio della parte turca dell'isola al 28,5% (contro il 37%, che è occupato dalla TRNC), nonché il ritorno di 85mila profughi greci nei loro ex luoghi di residenza (principalmente nell'area della città di Famagosta).

                        La parte greca non è stanca della presenza generale dei turchi sull'isola.
                      3. dinosauri Офлайн dinosauri
                        dinosauri (Dinosauri) 30 dicembre 2020 22: 20
                        +2
                        Il fondo è pan-cipriota e ovviamente i fondi andranno a tutti i cittadini. Certo, i greci sono un popolo molto aggressivo, invadono con le loro forze armate in molti paesi vicini, partecipano alle ostilità nella guerra civile nel continente africano, hanno basi militari e le espandono in diversi paesi, sono stati i principali sponsor nel supporto finanziario e logistico dell'ISIS ( califfato), usano l'ex ISIS per i propri scopi nella regione, conducono esplorazioni pirata di minerali sugli scaffali di altri paesi, dichiarano le loro rivendicazioni territoriali a quasi tutti i paesi vicini, dichiarano lo spazio vitale, proprio come fece il nazista Fuhrer, ad alta voce , al più alto livello di governo. Trasmettono sul ristabilimento dell'ex impero e infine commettono un atto vile abbattendo un aereo russo. E questi sono tutti greci, secondo te?
                        Per quanto riguarda lo sbarco turco a Cipro, non c'è bisogno di raccontare le favole turche sulla preparazione fulminea di questa operazione in cinque giorni, ad es. dal momento del colpo di stato al momento dello sbarco sull'isola. La portata di una simile operazione anfibia, secondo tutti gli standard militari, richiede da sei mesi a un anno. I turchi erano pronti per tali azioni dal 1965 e solo un grido di Washington (il presidente degli Stati Uniti L. Johnson) fermò questa impresa. E il fallito colpo di stato del 1974 fu visto come un pretesto ideale. Inoltre, i turchi si assicurarono una promessa da Kissinger (l'allora Segretario di Stato americano) che gli Stati non avrebbero permesso alla Grecia di usare la sua forza aerea e marina nel conflitto, che in realtà è avvenuto. l'occupazione di Cipro è esclusivamente sulla coscienza dei turchi. Sì, e le dichiarazioni del primo ministro turco, quando era al potere, che anche se non ci fosse un solo turco a Cipro, avremmo dovuto inventarlo e fare uno sbarco sull'isola. Non ci possono essere dichiarazioni più franche sulla tragedia cipriota e su chi l'ha iniziata. Ebbene, la colpa dei colonnelli neri è che hanno fornito questo motivo all'invasione, per la quale i turchi si stavano preparando e aspettando da quasi dieci anni.
                      4. Bakht Online Bakht
                        Bakht (Bakhtiyar) 31 dicembre 2020 14: 43
                        +2
                        Tutti sono rimasti poco convinti. Ancora una volta, stai citando fatti del 2020 in relazione agli eventi del 1974. Non è corretto. Diciamo come inizieresti a confrontare la Germania nel 1939 e nel 1980. O la Russia nel 1981 (Brezhnev) e la Russia nel 2020 (Putin). Il nome è lo stesso, ma i paesi sono diversi.
                        Posso ripetere: potresti pensare che i greci siano bianchi e soffici. Ancora oggi, sono molti i greco-ciprioti che sognano di unirsi alla Grecia.
                        Tutti i conflitti sono di natura diversa. E resto a mio avviso che dovrebbero essere risolti sulla stessa base. Se c'è una differenza nella popolazione di un paese, allora deve esserci una federazione. E i diritti di tutte le minoranze dovrebbero essere enunciati nella Costituzione. Ma non è sufficiente che siano registrati. Devono essere rispettati. Come si legge nei principali documenti dell'ONU, "la sovranità non è un privilegio, ma un dovere dello Stato". E se i diritti delle minoranze non vengono rispettati, il principio di inviolabilità dei confini non funziona. Quindi, in realtà, non c'è contraddizione tra "diritto all'autodeterminazione" e "inviolabilità dei confini".
                        Gli eventi in Karabakh hanno confermato la necessità di trovare un compromesso. Prima della guerra, agli armeni fu offerta l'autonomia politica. Ora il massimo che possono vantare è l'autonomia culturale.
                        I turco-ciprioti dovrebbero avere il diritto all'autonomia all'interno di un'unica Cipro. Con rappresentanza politica su base proporzionale. Sono d'accordo con questo. I greco-ciprioti propongono di non contare i migranti. Allora non ci saranno praticamente turchi sull'isola.
                        La Turchia accetta un ritiro graduale delle truppe. Per cinque anni per essere sicuri dei diritti dei turco-ciprioti. La Grecia chiede l'immediato ritiro delle truppe e la deportazione di tutti i turchi giunti sull'isola dopo il 1974. Pertanto, il problema non viene risolto. Ad essere onesti, non vedo cosa la versione turca della risoluzione del conflitto non sia adatta alla Grecia. Alla fine, le truppe russe rimangono in Karabakh per cinque anni per osservare i diritti degli armeni.
  • Sagittario irrequieto Офлайн Sagittario irrequieto
    Sagittario irrequieto (Vladimir) 31 dicembre 2020 14: 19
    +3
    Non tutto è così semplice. Sì, l'esercito turco è numericamente più grande di quello greco, ma è armato, principalmente, con oggetti antiquati di propria produzione; la Turchia non ha armi significative. A sua volta, la Grecia è in grado di produrre carri armati Leopard-2 sul suo territorio. La flotta greca ha un bell'aspetto e l'aviazione greca ha ottenuto numerose vittorie nelle battaglie locali con i turchi. La Turchia è stata in grado di spremere il nord di Cipro solo con l'aiuto degli Stati Uniti, che poi hanno fatto pressione sulla Grecia, a causa della quale la Grecia ha persino lasciato la NATO. Oggi gli Stati Uniti non difenderanno i turchi, hanno preso la posizione dei greci, anche la Germania, la Francia e l'Arabia Saudita sono anti-turche. Quindi non c'è alcuna possibilità per la Turchia. Se la Turchia inizia una guerra su Cipro, molto probabilmente, entrerà nelle orecchie, non è il Karabakh lì ...
  • aries2200 Офлайн aries2200
    aries2200 (Ariete) 3 gennaio 2021 19: 50
    0
    Quindi penso che cosa possiamo trarre profitto dalla RUSSIA in questa situazione?