I terroristi ucraini in Bielorussia sono un campanello d'allarme per la Russia


Il fatto che le relazioni tra Kiev e Minsk nel prossimo futuro possano svilupparsi solo secondo la formula "di male in peggio" è diventato chiaro molto tempo fa. È un dato di fatto, dopo la storia estremamente spiacevole con i "wagneriti" detenuti in Bielorussia, che è quasi costata a Lukashenka molto, molto cara. In esso, la parte ucraina "ha notato" in pieno, e ha svolto un ruolo estremamente spiacevole di provocatore, cercando di "unire le teste" tra Minsk e Mosca.


Le successive dichiarazioni ufficiali di funzionari statali e parlamentari "nezalezhoy", che hanno parlato insieme di "condanna" e "non riconoscimento" di Alexander Grigorievich, e poi l'adesione di Kiev alle sanzioni europee e altre iniziative anti-bielorusse sul buon vicinato e la comprensione reciproca dei due paesi non hanno più funzionato.

E ora, sull'idea attuale nel "dialogo" bielorusso-ucraino sempre più dissonante, sono apparse nuove note, molto più serie. Infatti, Alyaksandr Lukashenka ha accusato i suoi vicini di attività terroristiche e del loro sostegno nel territorio del suo paese. Allo stesso tempo, non sono state suonate frasi generali, ma nomi abbastanza specifici e altri dati. Quanto sono serie e giustificate accuse così gravi, quali conseguenze può avere per Kiev e, soprattutto, cosa dovrebbe far riflettere la Russia? Proviamo a capirlo.

Fantasie "papà"? Affatto


Il 25 dicembre, tuttavia, per qualche motivo, non durante un evento del protocollo, ma nel processo di comunicazione con i rappresentanti dei media durante una visita all'ospedale per le malattie infettive dei bambini, il presidente della Bielorussia ha annunciato la detenzione da parte delle forze dell'ordine (l'operazione è stata eseguita dalle forze congiunte del KGB e del Ministero degli affari interni) di un vero gruppo di militanti, caratterizzato da lui come "gli ultimi mascalzoni". Il gruppo ha già subito diversi attacchi contro agenti di polizia bielorussi, che, fortunatamente, si sono conclusi solo con la distruzione delle loro proprietà. I piani, secondo Lukashenka, erano "attacchi terroristici in tutto il paese". Le forze dell'ordine hanno neutralizzato i membri del gruppo, che sono stati "bruciati" (una citazione diretta da "papà") durante le esplosioni e gli incendi dolosi che hanno effettuato nella regione di Grodno l'8 dicembre.

Lo sviluppo a lungo termine ha permesso di documentare accuratamente le attività degli aggressori, raccogliere prove serie e, soprattutto, "scoprire tutti i loro canali e connessioni". La cosa più interessante è nei collegamenti - secondo Lukashenka, hanno "trasportato tonnellate di armi attraverso l'Ucraina". Allo stesso tempo, parlando del problema dell'estremismo nel Paese nel suo insieme, il Presidente ha sottolineato il legame dei gruppi criminali dietro le sue manifestazioni con quello “inesistente” in modo molto specifico e più volte, cercando chiaramente di attirare l'attenzione dei giornalisti proprio su questo momento. Secondo lui, il trasferimento di militanti attraverso la Polonia e la Lituania è ora difficile da attuare a causa del "confine strettamente chiuso". Pertanto, elementi distruttivi e penetrati nella terra bielorussa proprio attraverso il cordone ucraino. Tuttavia, come afferma il "papà", "nemmeno un topo striscia lì". Cioè, Minsk non è più vista l'Ucraina come un "partner affidabile" e "paese fraterno", come non era molto tempo fa, ma esclusivamente come uno stato ostile, dal cui territorio emana una minaccia specifica.

Va notato che Kiev ha reagito in modo estremamente doloroso a questa dichiarazione apparentemente più o meno contenuta (come per gli standard della retorica di Lukashenka). Il portavoce del ministero degli Esteri ucraino, Oleg Nikolenko, si è impegnato a confutarlo, ha immediatamente iniziato a distribuire ai media locali commenti ufficiali in cui ha definito le parole di Oleksandr Grigorievich "ennesime insinuazioni", che la parte ucraina "respinge nel modo più risoluto". Non limitandosi alle assicurazioni che si addicono a un diplomatico che non vi era ostilità "non straniera" nei confronti della Bielorussia e la sua condanna del "terrorismo in nessuna delle sue manifestazioni", Nikolenko ha iniziato a criticare aspramente Lukashenka, dicendo che "il mantra sulle armi dall'Ucraina" non è altro che una parte integrante parte della sua "politica per intimidire il popolo bielorusso ”. Dopo una simile iniziativa del portavoce del ministero degli Esteri, è difficile credere alle sue solite frasi sui "sentimenti amichevoli" nei confronti del paese vicino.

Vale la pena credere a Lukashenka? Alla fine, questo politico ha un modo piuttosto peculiare di fare affermazioni ad alta voce, per quanto dure quanto non sempre ben fondate. Sulla Russia, una volta ha detto molto ... E la recente storia delle "intercettazioni dei negoziati degli agenti dell'intelligence occidentale", in verità, ha lasciato più domande che risposte. Forse questa volta sta esagerando o ha fretta di trarre conclusioni definitive? Sembra no. E il punto qui non è che il capo del dipartimento diplomatico russo Sergei Lavrov abbia parlato dell'addestramento di massa dei militanti sul territorio ucraino "per svolgere azioni volte a destabilizzare la situazione in Bielorussia" come un fatto completamente provato all'inizio di settembre, ma rappresentanti di alto rango dei servizi speciali russi l'informazione è stata successivamente confermata più volte. A favore della correttezza di Lukashenka, ci sono fatti molto specifici che considereremo di seguito.

Come fare Bandera dai bielorussi


Per cominciare, i nomi e le identità dei terroristi detenuti sono oggi ben noti. Sì, sì, proprio in questa formulazione, poiché gli atti incriminati al gruppo più che “tirano” l'articolo estremamente spiacevole del codice penale della Bielorussia, che parla di attività terroristica. Secondo i materiali delle indagini, nella notte tra il 19 e il 20 ottobre di quest'anno Mikalai Autukhovich insieme a Pavel Sava ha installato un ordigno esplosivo improvvisato sotto l'auto di uno degli agenti di polizia. Quindi hanno effettuato la sua detonazione a distanza. Hanno anche dato fuoco alla casa dello stesso poliziotto. Ciò che è caratteristico, sia la scelta della vittima che l'esatta conoscenza da parte degli aggressori di quale auto fare esplodere e quale casa bruciare, hanno contribuito alle informazioni raccolte, come indicato nel fascicolo dell'inchiesta "da uno dei distruttivi canali di Telegram che hanno pubblicato i dati personali delle forze dell'ordine". Molto probabilmente, stiamo parlando del famigerato HEXTE o qualcosa di simile.

Per quanto è noto, i detenuti hanno già rilasciato dichiarazioni confessionali riguardo alle proprie intenzioni "di continuare a intimidire i dipendenti del Ministero degli affari interni della Bielorussia e di esercitare pressioni psicologiche su di loro e sulle loro famiglie". Anche l'impressionante arsenale confiscato ai militanti testimonia a favore del realismo di tali piani: non solo armi fredde, ma anche armi da fuoco, mitragliatrici AKSU e munizioni sia a canna liscia che completamente standard dell'esercito e munizioni. Borse di studio RGD-5, bastoncini TNT e attrezzature aggiuntive sotto forma di comunicazioni e attrezzature mimetiche. Con un simile arsenale, era del tutto possibile rovinare le cose, di certo non andare a un picnic. Inoltre, il capo della cellula terroristica Mikalai Autukhovich è più di una persona specifica. Per cominciare, ha una vera esperienza di combattimento, acquisita non da nessuna parte, ma in Afghanistan, dove ha prestato servizio nel grado di guardiamarina.

Cioè, anche con un'arma, questa persona "in punta di piedi" e un ordigno esplosivo potrebbe davvero costruire e usare in modo abbastanza professionale. Il conflitto di Autukhovich, dopo che l'esercito divenne un imprenditore (possedeva un servizio di taxi), con le autorità iniziò nel 2006. Fu allora che fu condannato per evasione fiscale. Nonostante il puramente economico la natura delle accuse, è stata immediatamente "canonizzata" dagli "oppositori" locali e registrata come "prigionieri politici". Dopo aver lasciato i luoghi di detenzione, Autukhovich non è rimasto in libertà a lungo. Il nuovo "termine" ricevuto nel 2010 era già un puro reato penale: possesso illegale di armi. Liberato nel 2014, questo personaggio sembra aver "rallentato" un po ', ma questo è quanto, "un po'". Ovviamente, vedendo la prospettiva, Autukhovich "si è impegnato in politica" - ha cercato di creare una sorta di "movimenti sociali", sfrecciati all'estero (che è tipico, per lo più in giro in Polonia e Lituania).

A proposito, non è assolutamente chiaro con quali mezzi l'abbia fatto - secondo l'ex uomo d'affari, il "potere" "lo ha devastato a terra". Di nuovo, il che è tipico, le opinioni di questo ex "afghano" si sono "spostate" molto rapidamente da qualche parte molto a destra. O ha parlato della necessità della "decomunizzazione", poi ha parlato con slogan apertamente russofobi. Allo stesso tempo, il nostro “eroe” non ha mantenuto contatti con rappresentanti dell '“opposizione ufficiale” come Babariko o lo stesso Tikhanovskaya. Al contrario, li ha criticati senza pietà per la loro "morbidezza" e "debolezza", definendoli quasi "agenti del Cremlino". Autukhovich ha visto e presentato chiaramente la sua "lotta contro il regime" in un modo completamente diverso. Fu in questa direzione che, a quanto pare, iniziò ad essere molto attivo.

Poco prima degli eventi che oggi sono diventati oggetto di indagine, Autukhovich ha dichiarato apertamente sulle sue pagine sui social network e sui messaggeri che "ha un piano per liquidare il regime di Lukashenka" e persone che la pensano allo stesso modo per attuarlo. Allo stesso tempo, non nascondeva il fatto che riconosceva solo "metodi efficaci" per affrontare l'odiato potere. Di recente, questa figura, infatti, si trovava quasi in una posizione illegale - evitava in ogni modo i canali di comunicazione aperti (compresi i cellulari), e da un certo momento ha persino detto di "essere andato sottoterra". Si stava chiaramente preparando - e ora è chiaro per cosa. Allo stesso tempo, le risposte alla domanda su chi fosse in realtà dietro le attività apertamente estremiste di Autukhovich e della cellula terroristica da lui formata dovrebbero, molto probabilmente, essere ancora cercate nemmeno a Vilnius o Varsavia, ma a Kiev. È stato lì che questo "combattente" ha incontrato una certa Elena Vasilyeva, a capo di una struttura interessante: la Fondazione di beneficenza ucraina "Belarusian Maidan".

Sapete qual è il principale "obiettivo del programma" di questi "benefattori"? Ebbene, a parte, ovviamente, "rovesciare il regime di Lukashenka"? Mi scusi: "la distruzione del Reich russo". Un altro movimento radicale che sembra essere composto da bielorussi è direttamente collegato a questa banda: il Young Front, i cui membri stanno saltando a Kiev con i ritratti di Bandera, Shukhevych e ... Autukhovich. A proposito, ecco un altro dettaglio importante: questa cifra da un certo momento ha iniziato ad accennare francamente al "finanziamento" che gli è apparso attraverso alcuni "canali cospiratori". Molto probabilmente si trattava dei "benefattori" di Kiev, o meglio di quelle strutture che lavorano sotto la loro copertura.

Tutti questi eventi non miglioreranno certamente i rapporti tra Minsk e Kiev, che da questo autunno si sono raffreddati al limite. Tuttavia, per questo, il capo dei leader "nezalezhnoy", il cui paese rischia così di rimanere senza prodotti petroliferi disponibili e molto senza nient'altro, può avere mal di testa. Cosa c'entra questo con la Russia? Sì, il più diretto. È su questi esempi che possiamo, per così dire, "vivere" osservare come si svilupperanno gli eventi nel caso in cui nel nostro paese si intraprenda un tentativo di organizzare una "rivoluzione del colore". Ma questo è esattamente come sarà sicuramente, e nel prossimo futuro!

Sono certo che i fondi per l'assistenza e il sostegno agli "oppositori" interni in Ucraina sono già pronti per registrarsi e avviare la loro vigorosa attività. E allo stesso tempo - e distaccamenti di militanti che, almeno, cercheranno di far saltare in aria e bruciare già in Russia. Tutto ciò accadrà senza fallo - se il problema con il paese, che si è finalmente trasformato in una minaccia terroristica per i suoi vicini, non verrà risolto.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
21 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 30 dicembre 2020 10: 49
    +2
    È significativo sparare a questi tacchi. Il resto penserà
    1. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
      Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 30 dicembre 2020 17: 37
      -5
      Citazione: DeGreen
      È significativo sparare a questi tacchi. Il resto penserà

      Anch'io, dico: era necessario usare i tacchi dei WAGNER a scapito di non fig ...
      Lo sfrigolio necropico ...
      1. Il commento è stato cancellato
      2. 123 Офлайн 123
        123 (123) 30 dicembre 2020 23: 07
        +4
        Anch'io, dico: era necessario usare i tacchi dei WAGNER a scapito di non fig ...
        Lo sfrigolio necropico ...

        È più facile usare una dozzina di sonagli nel consumo, ancora una volta fa rima meglio.
        A proposito, il maialino è scritto con la lettera O e senza la lettera N. Esempio: una donna non conosceva il dolore, ha comprato un maiale.
  2. akarfoxhound Офлайн akarfoxhound
    akarfoxhound 30 dicembre 2020 12: 02
    0
    Contalo e il cane è con lui!

    Ivan Vasilievich, in questi casi con l'opposizione, era un caro uomo!
  3. A.Lex Офлайн A.Lex
    A.Lex (Informazioni segrete) 30 dicembre 2020 13: 47
    +5
    In generale, devi fare questo:
    Si è scoperto che tutte queste figure organizzeranno esplosioni e omicidi - per eliminarli, così come i loro proprietari. Ovunque siano - per liquidare. Altrimenti, tutte queste "marachelle, proteste dei ministeri degli Esteri, convocazioni di ambasciatori al ministero degli Esteri" - tutto questo è spazzatura completa. Una guerra di distruzione è in corso contro di noi? Ebbene, devono essere distrutti - chiunque siano, anche ucraini, persino bielorussi, persino russi, persino americani, persino tedeschi e polacchi. Perché un lisp non porterà al bene.
  4. acquario580 Офлайн acquario580
    acquario580 30 dicembre 2020 14: 35
    -4
    Non sperare nemmeno. Bielorussi e ucraini non si uccideranno mai a vicenda, a prescindere da tutte le vostre provocazioni.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 30 dicembre 2020 23: 09
      +2
      Non sperare nemmeno. Bielorussi e ucraini non si uccideranno mai a vicenda, a prescindere da tutte le vostre provocazioni.

      I nazisti non hanno nazionalità.
      1. acquario580 Офлайн acquario580
        acquario580 1 febbraio 2021 13: 20
        -2
        La tua affermazione è assurda. L'ideologia del nazismo implica la totale superiorità di una particolare nazione su tutte le altre. Nella Verkhovna Rada non c'è un solo deputato o una singola fazione che sostenga tali opinioni.
    2. Generale Black Офлайн Generale Black
      Generale Black (Gennady) 1 gennaio 2021 00: 23
      +1
      Sei bielorusso o ucraino?
      1. acquario580 Офлайн acquario580
        acquario580 1 febbraio 2021 13: 21
        -2
        Ex cittadini dell'ex Unione Sovietica.
    3. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) 1 gennaio 2021 01: 27
      0
      Citazione: aquarius580
      Bielorussi e ucraini non si uccideranno mai a vicenda ...

      Durante la Grande Guerra Patriottica, i tedeschi in Ucraina hanno preso i poliziotti e li hanno portati in Bielorussia. Non potevano reclutare abbastanza bielorussi. I bielorussi non aspiravano a prestare servizio nella polizia. Khatyn è stato bruciato dai nazionalisti ucraini.
      1. Alexander K_2 Офлайн Alexander K_2
        Alexander K_2 (Alexander K) 8 gennaio 2021 19: 49
        -2
        Rivelerò il "segreto militare" della guerra finita più di 75 anni fa. È ora di passare a una vita pacifica! E la Bielorussia ha abbastanza poliziotti che uccidono e mutilano, imprigionano la loro popolazione. E se qualcuno vuole combattere, ci sono abbastanza posti nel mondo: Siria , Angola, Somalia Devi solo essere pronto a ricevere un proiettile in fronte o alla schiena in ogni momento.
      2. acquario580 Офлайн acquario580
        acquario580 1 febbraio 2021 13: 23
        -2
        I nazionalisti ucraini non hanno mai commesso crimini sul territorio della Bielorussia. L'obiettivo dei nazionalisti ucraini era quello di creare il proprio stato sulla loro terra, e niente di più. I bielorussi, in qualsiasi forma, non sono mai stati un ostacolo a questo.
        1. isofat Офлайн isofat
          isofat (isofat) 1 febbraio 2021 16: 19
          0
          Citazione: Wikipedia, Attività dei nazionalisti ucraini in Bielorussia
          Fu in Bielorussia che il 1942 ° battaglione Schutzmanschaft fu trasferito all'inizio del 201 per combattere contro i partigiani sovietici, la cui spina dorsale era composta da membri dell'OUN-B (E. Pobeguschiy, R. Shukhevych, A. Lutsky e altri ). Per 9 mesi di permanenza in Bielorussia, secondo i propri dati, il 201 ° battaglione di sicurezza ha distrutto più di 2000 partigiani sovietici, perdendo 49 persone uccise e 40 ferite [12].

          Ci sono molte prove dei crimini dei nazionalisti ucraini.
          1. acquario580 Офлайн acquario580
            acquario580 2 febbraio 2021 05: 28
            0
            Cioè, non si tratta più di Khatyn, ma della lotta contro i cosiddetti. "Partigiani sovietici" che per i nazionalisti ucraini erano complici di aggressori stranieri. Ora questo è più vicino alla verità.
  5. Sergey Latyshev (Serge) 30 dicembre 2020 15: 26
    0
    Si. Tutto è subito chiaro:

    durante la visita a un ospedale per malattie infettive per bambini

    hanno "trasportato tonnellate di armi attraverso l'Ucraina"

    diversi attacchi contro agenti di polizia bielorussi, che, fortunatamente, si sono conclusi solo con la distruzione delle loro proprietà

    Qualcuno vuole davvero sangue da parte dell'opposizione, il siloviki, ma ancora non c'è, no, no e no.
    Solo una dozzina di bielorussi morti per pestaggi e wagneriti con lividi passati: non sorprenderai nessuno del genere.

    Quindi è necessario: tonnellate di armi, ma il topo non scivolerà attraverso, attacchi alle forze di sicurezza, ma tutto senza vittime ...
  6. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
    Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 30 dicembre 2020 17: 38
    -4
    Citazione: Sergey Latyshev
    Si. Tutto è subito chiaro:

    durante la visita a un ospedale per malattie infettive per bambini

    hanno "trasportato tonnellate di armi attraverso l'Ucraina"

    diversi attacchi contro agenti di polizia bielorussi, che, fortunatamente, si sono conclusi solo con la distruzione delle loro proprietà

    Qualcuno vuole davvero sangue da parte dell'opposizione, il siloviki, ma ancora non c'è, no, no e no.
    Solo una dozzina di bielorussi morti per pestaggi e wagneriti con lividi passati: non sorprenderai nessuno del genere.

    Quindi è necessario: tonnellate di armi, ma il topo non scivolerà attraverso, attacchi alle forze di sicurezza, ma tutto senza vittime ...

    Proprio nel buco ...
  7. Igor Pavlovich Офлайн Igor Pavlovich
    Igor Pavlovich (Igor Pavlovich) 30 dicembre 2020 19: 01
    -4
    Leggendo ancora una volta questi "articoli" sono convinto che l '"autore" non capisca assolutamente la mentalità degli ucraini ...
  8. goga3913 Офлайн goga3913
    goga3913 (Igor) 30 dicembre 2020 23: 00
    +3
    Quando i terroristi stanno uscendo per commettere le loro azioni in Russia e nel Donbass, era amico di loro e non mi dispiace per lui, finché la Crimea non riconosce, nessun aiuto!
    1. marciz Офлайн marciz
      marciz (Stas) 3 gennaio 2021 00: 00
      -1
      Lukashenka risponderà del carburante per le Forze Armate dell'Ucraina, questo non sarà dimenticato !!!!!
  9. marciz Офлайн marciz
    marciz (Stas) 2 gennaio 2021 23: 55
    -1
    Se Kiev? Questo dovrebbe essere verificato sulla linea di Avakov degli armeni di Bielorussia, il loro connazionale si è davvero distinto nel colpo di stato in Ucraina !!