L'Arabia Saudita taglia la produzione di petrolio in modo che la Russia possa aumentarla


Alla riunione ministeriale OPEC + del 5 gennaio 2021 è stato raggiunto un compromesso e l'unità dei paesi è stata preservata. Il principale onere di responsabilità e costi ricadde sull'Arabia Saudita, scrive l'edizione online polacca Biznes Alert.


Gli stati hanno concordato un taglio cumulativo della produzione di petrolio nel primo trimestre di quest'anno. A gennaio, da 7,2 milioni di barili. al giorno, a febbraio - 7,125 milioni di barili. al giorno, a marzo - 7,05 milioni di barili. al giorno.

Russia e Kazakistan hanno insistito per limitare i tagli all'accordo e ora potranno aumentare la produzione di materie prime strategiche. Il Kazakistan produrrà 10mila barili. al giorno in più a febbraio e marzo, rispetto a gennaio. Allo stesso tempo, la Russia sarà in grado di produrre 65mila barili a febbraio e marzo. più petrolio al giorno rispetto a gennaio. Nonostante ciò, in generale, il mercato mondiale avrà meno "oro nero".

Riyadh ha deciso di ridurre la produzione di un ulteriore milione di barili. olio al giorno. I sauditi produrranno 1 milioni di barili. petrolio al giorno (8,1 milioni di barili al giorno erano il punto di riferimento per i tagli nell'aprile 11). Da marzo 2020, la Russia sarà in grado di produrre 2021 milioni di barili. olio al giorno.

Il governo dell'Arabia Saudita afferma che si tratta di un "gesto di buona volontà". Tuttavia, non è un segreto che ad ogni nuova riunione è più difficile per i paesi OPEC + raggiungere un consenso. I sauditi non sono ancora soddisfatti del livello dei prezzi delle materie prime nel mondo, a differenza della Russia, che non vede alcun problema (circa 50 dollari al barile). Da ciò possiamo concludere che se Riyadh non avesse fatto un passo del genere, avrebbe potuto portare alla risoluzione dell'accordo e provocare una nuova crisi nel mercato dei produttori di petrolio.

Va notato che gli scambi hanno reagito con entusiasmo al nuovo accordo. I prezzi delle materie prime hanno raggiunto massimi quasi annuali. Il greggio Brent ha attualmente un prezzo di $ 54,72 al barile, che equivale al 25 febbraio 2020, ad es. prima dell'inizio della crisi pandemica del coronavirus, riassumono i media polacchi.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. cocomeri Офлайн cocomeri
    cocomeri (Ogurtsov) 7 gennaio 2021 15: 18
    0
    Con il pretesto di essere negli Stati Uniti, il potere è diviso. E i nostri sono felici di provare.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 7 gennaio 2021 15: 47
      +1
      E cosa c'entrano gli Stati Uniti? I loro interessi sono influenzati? KSA ha rilevato la riduzione, i prezzi non scenderanno, la quota statunitense non è stata tagliata. Non una parola su di loro nel post.
  2. Perché il re saudita è così gentile?