Akademik Chersky finirà di costruire il Nord Stream 2 sotto la minaccia delle armi della NATO?


La battaglia "ultima e decisiva" per Nord Stream 2 sta arrivando. Per tenere il passo con la fine promessa dal presidente Putin del primo trimestre del 2021, Gazprom è apparentemente pronta a violare le sanzioni statunitensi. Ma questo porterà all'avvio desiderato dell'operazione a tutti gli effetti del gasdotto russo-tedesco?


Affinché il progetto si realizzi, è necessario completare tre missioni contemporaneamente: completarlo da soli, aggirando le sanzioni, ottenere la sua certificazione secondo gli standard europei aggirando le sanzioni e, infine, rimuovere le norme restrittive del Terzo Pacchetto Energia, che lasciava il gasdotto mezzo vuoto. I partner europei hanno lasciato i primi due compiti a Gazprom, mentre la Germania, come principale beneficiario di Nord Stream 2, ha adottato la terza soluzione.

Lo stato federale del Meclemburgo-Pomerania Anteriore ha deciso di creare un fondo ambientale "Climate and Environment Protection MV", concepito come un modo per aggirare le restrizioni americane. Questa struttura non parteciperà direttamente alla costruzione e alla gestione del gasdotto, ma potrà essere utilizzata come "cuscinetto" per l'interazione tra il resto dei partecipanti al progetto. Si presume che questo sarà qualcosa di simile a un meccanismo europeo per aggirare le sanzioni di Washington contro l'acquisto di petrolio iraniano.

È vero, questo è esattamente ciò che fa dubitare della fattibilità del fondo ecologico. Nessuna azienda dell'UE ha mai utilizzato il meccanismo per aggirare le misure restrittive e ha iniziato ad acquistare "oro nero" da Teheran. Questo è comprensibile: gli Stati Uniti continueranno a scoprire chi ha comprato il petrolio iraniano, quindi non c'erano persone disposte a essere incluse nella “lista nera”. Tutto ciò solleva una domanda logica, su cosa contano i tedeschi questa volta? L'unica spiegazione ragionevole è che Berlino spera in un compromesso con Washington su ogni singolo partner del Nord Stream 2, che opererà attraverso un fondo ambientale.

La seconda sfida, molto più realistica, che deve affrontare la MV per la protezione del clima e dell'ambiente è un tentativo di rimuovere il gasdotto russo-tedesco dal terzo pacchetto energetico dell'UE, che ha lasciato vuoto uno dei suoi due tubi. Queste misure erano apertamente discriminatorie e di natura assurda, essendo prese per ragioni politiche. Semplicemente non esiste un fornitore di gas alternativo. Teoricamente, Nord Stream 2 può essere rimosso dalle restrizioni, conferendogli lo status di un progetto climatico e ambientale significativo per l'Europa. Infatti, dopo il suo lancio, l'UE riceverà altri 55 miliardi di metri cubi di "carburante blu", che porterà a una diminuzione delle emissioni di anidride carbonica, e in futuro, questa rete di trasporto sarà in grado di pompare non solo una miscela di gas con metano, ma anche idrogeno, che darà al progetto un "segno più". al karma ".

Va tutto bene, ma la pipeline non è stata ancora completata e certificata. I principali ostacoli sono le sanzioni statunitensi, che rendono le società internazionali interessate non disposte a rischiare di essere inserite nella lista nera dagli Stati Uniti. Nonostante ciò, la nave posatubi russa "Akademik Chersky" è apparsa nelle acque territoriali danesi, dove non ha il diritto di lavorare senza un'assicurazione internazionale, che nessuno è ancora pronto a fornire. È un mezzo di pressione psicologica o Chersky, come una volta il Varyag, è davvero pronto per una svolta?

Ipoteticamente, questo problema può essere risolto in due modi: o creare le corrispondenti società russe, che sono destinate a compiere la loro missione e scompaiono sotto il giogo delle sanzioni, o semplicemente acquistare compagnie di assicurazione e certificazione straniere già esistenti esattamente per gli stessi scopi. Con la prima potrebbero esserci serie difficoltà da parte dei burocrati dell'UE, ma la seconda opzione è molto più probabile, ci sarebbero abbastanza soldi. Tuttavia, la stampa non ha ancora scritto nulla del genere, quindi supporremo che la nave posatubi non abbia ancora alcuna assicurazione. C'è una forte impressione che Gazprom intenda lanciare in battaglia Akademik Chersky e altre navi di rifornimento, indipendentemente dalle conseguenze delle sanzioni.

Se è così, allora questo è un approccio piuttosto interessante che i partner europei apprezzeranno. Curiosamente, cosa farà il monopolista nazionale se i trasgressori iniziano a espellere con la forza le navi NATO dalle acque territoriali danesi? Chiamare la nostra flotta baltica per chiedere aiuto? O un simile scenario non è nemmeno preso in considerazione?
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 9 gennaio 2021 12: 25
    +9
    La pista non attraversa le acque territoriali danesi (12 miglia nautiche). Esiste un permesso per la posa nella ZEE.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 11 gennaio 2021 11: 22
      +1
      Citazione: Petr Vladimirovich
      La pista non attraversa le acque territoriali danesi (12 miglia nautiche). Esiste un permesso per la posa nella ZEE.

      Un permesso è una cosa, l'assicurazione della barca è un'altra.
  2. Igor Berg Офлайн Igor Berg
    Igor Berg (Igor Berg) 9 gennaio 2021 13: 02
    -4
    ma la seconda opzione è molto più probabile, ci sarebbero abbastanza soldi.

    Dovrebbero esserci abbastanza soldi .. Gazprom non è la prima a spenderli in modo mediocre per scopi politici .. E sa anche come riaverli dalla popolazione, gli schemi sono stati a lungo elaborati e girati intorno ..
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) 9 gennaio 2021 13: 30
      +3
      È orribile come rispetto i miei colleghi stranieri. Sanno tutto, sono stati ovunque (c). Ti diranno come lo taglieranno ... hi
  3. cocomeri Офлайн cocomeri
    cocomeri (Ogurtsov) 9 gennaio 2021 14: 12
    -6
    Questo è ciò che pensano in Germania: durante l'estrazione, il trasporto e la combustione del gas naturale, viene rilasciato gas metano dannoso per il clima. Secondo l'IPCC, l'impatto del metano sul clima in 20 anni è 86 volte superiore all'impatto della CO2. La domanda che dobbiamo affrontare è: perché la Germania sta investendo in una fonte di energia così dannosa per il clima quando il governo federale ha l'obiettivo che la Germania passi al 2050% di energia rinnovabile entro il 100, ad es. sarebbe climaticamente neutro? Non sta bene insieme ... È qui che il cane ha armeggiato
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 9 gennaio 2021 15: 32
    -2
    Sono tutte stronzate. Riguardo "l'ultimo e decisivo" solo qui hanno scritto 5 volte ...

    "Akademik Chersky" ha già navigato 5 volte, è salpato, ha navigato di nuovo ... E nessuna NATO è intervenuta.
    Un altro 5 tok galleggia, nessun problema. Gazprom ha molti soldi ...
  5. oderih Офлайн oderih
    oderih (Alex) 9 gennaio 2021 20: 36
    +3
    Chersky si trova direttamente sopra l'estremità del tubo dai tedeschi. Già il 4 ° giorno. Mentre la flotta polacca di pesca delle zanzare interferisce, ciò che interferisce. Fino a 14 golette avvistate. Le navi di supporto di Chersky (ne sono state viste fino a 5) vengono messe da parte con successo. Stiamo aspettando un sacro sacrificio. L'acqua nel Baltico è inferiore a 0 gr.
    1. oderih Офлайн oderih
      oderih (Alex) 9 gennaio 2021 20: 51
      +4
      ps Il principale fornitore di metano è la tundra. Mentre in estate. Ciao Gretham Tumbergum
  6. 123 Online 123
    123 (123) 10 gennaio 2021 10: 45
    +3
    Se continua così, i tedeschi finiranno di costruirlo senza Gazprom.



    Come una delle versioni, questi due eventi hanno una certa relazione.

  7. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 10 gennaio 2021 17: 33
    0
    Dobbiamo proteggerlo con i calibri ...