La costruzione di una piccola centrale nucleare unica nel suo genere inizia in Russia


Nel 2020, le centrali nucleari russe hanno generato oltre 215,7 miliardi di kWh di elettricità, battendo così il record dell'Unione Sovietica stabilito nel 1988 (215,669 miliardi di kWh). Allo stesso tempo in URSS operavano 47 unità di potenza, mentre ne abbiamo in funzione 37. Tale risultato è stato ottenuto grazie all'aumento della potenza dei reattori e alla diminuzione del loro tempo di inattività.


Tuttavia, questo non è il limite. Per molti anni, la Russia ha lavorato al progetto di piccole centrali nucleari e oggi il nostro paese è pronto a costruire tali impianti.

Va notato che non solo la Russia sta cercando di occupare una nicchia promettente. Ad oggi, nel mondo sono stati registrati 70 progetti NPP con reattori a bassa potenza. Tuttavia, nonostante l'alta concorrenza, è il nostro Paese che ha tutte le possibilità di diventare un leader nel settore.

Al momento siamo l'unico Paese ad avere una centrale nucleare galleggiante "Akademik Lomonosov", e quest'anno inizierà in Yakutia la costruzione di una piccola centrale nucleare basata sul reattore RITM-200, accuratamente testata sui nostri rompighiaccio.

Nonostante il fatto che la suddetta piccola centrale nucleare inizierà a funzionare solo entro il 2028, la Russia non “segnerà il tempo” per tutto questo tempo. Al momento, è pronta una bozza di progetto di una centrale nucleare galleggiante con un reattore RITM-200M aggiornato. Allo stesso tempo, Rosatom sta già proponendo di posare una serie di cinque di tali unità di potenza.

Significativamente, le centrali nucleari mobili saranno costituite interamente da componenti domestici e la loro produzione in serie è un prerequisito per ridurre ulteriormente il costo dei nostri prodotti e per entrare nel mercato internazionale.

10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 11 gennaio 2021 11: 21
    -8
    Al momento siamo l'unico Paese ad avere una centrale nucleare galleggiante "Akademik Lomonosov", e quest'anno inizierà in Yakutia la costruzione di una piccola centrale nucleare basata sul reattore RITM-200, accuratamente testata sui nostri rompighiaccio.

    - Piuttosto strano ... - costruire una centrale nucleare ... in Yakutia ... - sul permafrost ... - Non è troppo rischioso ???
    1. Pandiurina Офлайн Pandiurina
      Pandiurina (Pandiurina) 11 gennaio 2021 12: 32
      0
      Non c'è niente di nuovo o sconosciuto da costruire sul "permafrost".

      Ci sono diverse soluzioni da capanne economiche a tempo leggero a quelle più serie ...

      Se fanno un progetto per una centrale nucleare, sceglieranno una versione affidabile e costosa della fondazione.
    2. taas Офлайн taas
      taas (Sergey) 11 gennaio 2021 12: 57
      +1
      La centrale nucleare di Bilibino è operativa a Chukotka dal 1974. 46 anni in permafrost.
    3. Konstantin Brykov Офлайн Konstantin Brykov
      Konstantin Brykov (Konstantin Brykov) 11 gennaio 2021 16: 53
      +1
      No, tutto è ben pensato là fuori, compreso il permafrost, e il RHYTHM stesso è un reattore unico, non ha analoghi al mondo e non apparirà nel prossimo futuro.
    4. Divisione Офлайн Divisione
      Divisione (Divisione) 11 gennaio 2021 16: 56
      +1
      Come se ci fossero degli stupidi e solo sentiti parlare del terreno ghiacciato.
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 11 gennaio 2021 14: 54
    0
    La centrale nucleare galleggiante è una buona cosa, ma per impianti di grandi dimensioni, ma per ora funziona al 50% della capacità.
    Nel nord, ci sono sempre più insediamenti con una popolazione da diverse decine a diverse centinaia di persone e nessuna produzione - agricoltura di sussistenza per il bene della propria sopravvivenza e cibo, come caccia, pesca, allevamento di renne.
    Qualunque siano le piccole centrali nucleari, la loro capacità di tali insediamenti sarà eccessiva, e non puoi attirare specialisti a servirle con alcuna promessa, e non ce ne saranno abbastanza per ogni accordo.
    Le fonti eolica e solare sono costose e non possono essere applicate ovunque, ma non ci sono ancora altre fonti, sebbene Alla Aleksandrovna abbia scoperto molto tempo fa una reazione controllata di fusione nucleare a temperatura ambiente (!!!), ma finora nessuna applicazione pacifica è visibile ma le prospettive sono enormi!
    1. gorenina91 Офлайн gorenina91
      gorenina91 (Irina) 14 gennaio 2021 07: 22
      -2
      - È inutile spiegare qualcosa a qualcuno ... - finché non cola sotto i divani ... - nessuno urla nemmeno ... - Ma poi ... - Hahah ...
      - È un peccato che il gasolio non sia arrivato ai loro divani ...; quando il disastro è avvenuto lo scorso anno ... e letteralmente "di punto in bianco" ... - una perdita di gasolio a Norilsk ... - le conseguenze sono semplicemente terribili ...
  3. Rum Rum Офлайн Rum Rum
    Rum Rum (Rum Rum) 12 gennaio 2021 20: 52
    0
    Citazione: gorenina91
    Piuttosto strano ... - costruire una centrale nucleare ... in Yakutia ... - sul permafrost ... - Non è troppo rischioso ???

    Bene ... uuuuu.
    Tutto intorno, stupido (soprattutto in Rosatom).
    Solo tu sei il più intelligente.
  4. Sagittario irrequieto Офлайн Sagittario irrequieto
    Sagittario irrequieto (Vladimir) 12 gennaio 2021 21: 04
    -4
    Tenendo conto dell'aumento dei prezzi dell'elettricità nella Federazione Russa e dell'abolizione dei benefici per le persone che vivono nella zona adiacente alla centrale nucleare, la Federazione Russa non ha bisogno delle vostre centrali nucleari, soprattutto perché non avete risolto il problema della trattamento completo dei rifiuti radioattivi.
  5. Ten041 Офлайн Ten041
    Ten041 24 gennaio 2021 10: 33
    +3
    Le centrali nucleari sono energia molto sporca, i cui rifiuti rimangono pericolosi per l'uomo per centinaia di anni, o anche di più, e la loro completa elaborazione è ancora impossibile. Quindi, per quanto mi riguarda, l'energia nucleare dovrebbe essere abbandonata ove possibile, questo non è il futuro, ma un vicolo cieco