Come andrà a finire la costruzione della ferrovia tra Armenia e Azerbaigian


Lunedì scorso si è tenuto a Mosca un incontro dei leader dei tre Paesi, Russia, Armenia e Azerbaijan, dedicato all'ulteriore soluzione della situazione in Nagorno-Karabakh. I suoi risultati provocano un atteggiamento non del tutto inequivocabile.


Nonostante l'incontro fosse formalmente trilaterale, lo spirito del quarto partecipante, la Turchia, i cui interessi erano chiaramente rappresentati dal presidente Aliyev, aleggiava chiaramente lì. Cosa dà motivo di crederlo?

In primo luogo, a giudicare dai risultati annunciati, i negoziati si sono svolti nello spirito della dittatura dal vincitore dei suoi termini ai vinti in territorio neutrale. Non è stato possibile raggiungere alcun compromesso sullo status del Nagorno-Karabakh. Yerevan ha chiesto l'autonomia di questo territorio all'interno dell'Azerbaijan, ma Baku non è d'accordo. L'Armenia semplicemente non può cedere, inchinandosi ancora di più, e l'avversario non intende compatirla. Il conflitto, infatti, è solo temporaneamente congelato, o meglio, per 5 anni, mentre le forze di pace russe sono presenti in Karabakh. Allo scadere di questo periodo, l'Azerbaigian avrà il diritto di chiedere loro di uscire, rifiutandosi di estendere i propri poteri sul proprio territorio.

Non è difficile indovinare cosa potrebbe seguire dopo. Sia Baku che Yerevan aumenteranno le loro forze armate per il secondo e ultimo round della guerra durante questo periodo di cinque anni. Questa situazione si adatta perfettamente ad Ankara. La presenza di un conflitto irrisolto gli dà piena ragione per schierare la sua infrastruttura militare in Azerbaigian per sostenere il suo alleato.

In secondo luogo, da vincitore, Baku ha umiliato in modo dimostrativo Yerevan, rifiutandosi di incontrarlo a metà strada sulla questione estremamente delicata con i prigionieri di guerra. Quegli armeni che hanno continuato a combattere dopo la firma dell'accordo di armistizio e sono caduti nelle mani degli azeri, si rifiutano di considerarsi prigionieri di guerra, definendoli terroristi. Ora saranno indicativamente giudicati dall'articolo corrispondente. Il primo ministro Nikol Pashinyan ha promesso di continuare i negoziati con il presidente Aliyev su questa dolorosa questione per l'Armenia.

In terzo luogo, le informazioni sull'apertura di due corridoi di trasporto attraverso il territorio dell'Armenia e dell'Azerbaigian non sono percepite in modo del tutto inequivocabile. La prima è la strada tra l'exclave azera di Nakhichevan, inserita tra Turchia e Armenia, e il "grande" Azerbaijan. Baku e Ankara sono riusciti a ottenere il consenso di Yerevan per aprire questo corridoio di terra a seguito di una vittoria militare sugli armeni. Il principale vincitore qui è senza dubbio la Turchia, che ha ottenuto l'accesso diretto al Mar Caspio e intende utilizzarlo per diventare una "superpotenza logistica". Grazie a questa conquista, Ankara potrà portare via da Mosca volumi significativi di flussi di merci dall'Asia all'Europa lungo la "Nuova Via della Seta".

Non è ancora chiaro come verrà effettuato legalmente questo transito: l'Armenia dovrà trasferire parte del suo territorio all'Azerbaigian o cederlo in concessione a lungo termine con diritto di proroga. Baku ovviamente non si pentirà nemmeno di Yerevan in questa faccenda. Come si suol dire, guai ai vinti. A proposito, le guardie di confine russe dovranno sorvegliare questa arteria di trasporto.

Per non offendere così tanto il Cremlino, lunedì scorso in un incontro trilaterale hanno “gettato un osso” sotto forma di un secondo corridoio di trasporto, che dovrebbe collegare l'Armenia con la Russia. In precedenza, la ferrovia tra questi due paesi passava attraverso la Georgia, ma lo scorso anno la questione è stata finalmente “rimossa dall'agenda” a causa dello status instabile dell'Abkhazia e dell'Ossezia meridionale a favore di Tbilisi. L'emergere di una nuova ferrovia migliorerà economico la comunicazione tra Mosca e Yerevan, semplificherà l'approvvigionamento del gruppo militare russo e la stessa Armenia avrà accesso ai mercati di Turchia e Iran. Tuttavia, questo progetto infrastrutturale ha il suo svantaggio.

Così, la ferrovia passerà attraverso il territorio dell'Azerbaigian, e "lingue malvagie" dicono che i mittenti di merci dovranno affrontare l'antica tradizione della corruzione orientale e ogni tipo di estorsione. In qualsiasi momento, in caso di aggravamento dei rapporti, la fornitura ferroviaria tra Russia e Armenia può essere interrotta da Baku. A proposito, i treni con soldati azeri, armi e munizioni seguiranno poi le stesse rotte verso l'Armenia.
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 13 gennaio 2021 14: 20
    +4
    Per non offendere così tanto il Cremlino, lunedì scorso in un incontro trilaterale hanno “gettato un osso” sotto forma di un secondo corridoio di trasporto, che dovrebbe collegare l'Armenia con la Russia.

    Perché il Cremlino dovrebbe improvvisamente essere offeso?
    Hanno lanciato l'osso ... Sì ... Dove hai preso così tanta bile? La professione sbagliata è stata definita la più vecchia occhiolino

    In qualsiasi momento, in caso di aggravamento dei rapporti, la fornitura ferroviaria tra Russia e Armenia può essere interrotta da Baku.

    Non è possibile interrompere naturalmente il rifornimento ferroviario attraverso il territorio dell'Armenia? Si vergognano? strizzò l'occhio

    A proposito, convogli con soldati azeri, armi e munizioni seguiranno poi le stesse rotte verso l'Armenia.

    Cosa ti importa che l'Azerbaigian porti sul suo territorio? Perché non ti piacciono così tanto i suoi soldati? Che Pashinyan vada avanti e indietro lungo la nuova strada in Armenia, per far dispetto ad Aliyev sorriso
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 13 gennaio 2021 14: 36
      0
      Perché il Cremlino dovrebbe improvvisamente essere offeso?

      Veramente. Pensa, hanno portato via parte del transito ... Un po ', signore ...

      Citazione: 123
      Non è possibile interrompere naturalmente il rifornimento ferroviario attraverso il territorio dell'Armenia? Si vergognano?

      Per quale scopo? Per viziare qualcuno in particolare? Sembra che l'Armenia non abbia un collegamento terrestre con la Russia.

      Cosa ti importa che l'Azerbaigian porti sul suo territorio? Perché non ti piacciono così tanto i suoi soldati? Lascia che Pashinyan vada avanti e indietro lungo la nuova strada in Armenia, nonostante il sorriso di Aliyev

      Se inizia una nuova guerra, ci sarà una differenza.
      1. 123 Офлайн 123
        123 (123) 13 gennaio 2021 14: 58
        +3
        Veramente. Pensa, hanno portato via parte del transito ... Un po ', signore ...

        Quale altro transito? Prima di allora, non c'erano strade oltre la Russia? Abbiamo preso la strada per l'Armenia. Non è questo transito in Iran?

        Per quale scopo? Per viziare qualcuno in particolare? Sembra che l'Armenia non abbia un collegamento terrestre con la Russia.

        Per esattamente lo stesso scopo dell'Azerbaigian. In entrambi i casi abbiamo un'arteria di trasporto che attraversa un altro paese. Qual è la differenza? Dopotutto, anche l'Azerbaigian non ha un collegamento terrestre con Nakhichevan. La dipendenza è più o meno la stessa. L'Azerbaigian significa che può interrompere il messaggio, e anche l'obiettivo non ti interessa ed è probabilmente nobile, ma l'Armenia no, se non per il solo scopo di rovinare. La tua logica è piuttosto strana.

        Se inizia una nuova guerra, ci sarà una differenza.

        Se non l'hai dimenticato, di recente c'è stata una guerra. E in che modo l'assenza di questa ferrovia ha influito su qualcosa? Scaviamo anche una strada oltre Derbent, nel caso in cui, in caso di guerra, i volontari andranno in guerra lungo di essa. strizzò l'occhio
        1. kapitan92 Офлайн kapitan92
          kapitan92 (Vyacheslav) 13 gennaio 2021 22: 55
          0
          Citazione: 123
          Dopotutto, anche l'Azerbaigian non ha un collegamento terrestre con Nakhichevan.

          Questa strada esisteva. Il binario ferroviario Horadiz-Ordubat è stato smantellato durante la guerra


          C'era un treno da Baku a Nakhichevan.
          1. 123 Офлайн 123
            123 (123) 14 gennaio 2021 07: 29
            0
            Questa strada esisteva. La ferrovia Horadiz-Ordubat è stata smantellata durante la guerra. C'era un treno da Baku a Nakhichevan.

            Sono contrario? La strada in ogni caso attraverso l'Armenia, è di questo che stiamo parlando. L'Armenia non ha accesso diretto alla Russia, l'Azerbaigian non ha accesso diretto a Nakhichevan e in seguito alla Turchia. Dobbiamo negoziare, non c'è altro modo. hi
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 13 gennaio 2021 17: 07
    +3
    Se gli armeni prendono l'esempio da Israele e costruiscono il loro esercito, il blocco di Nakhichevan tra 5 anni sarà una nuova causa del conflitto.
  3. Petr Vladimirovich (Peter) 13 gennaio 2021 17: 23
    +2
    Exclave azera di Nakhichevan, inserita tra Turchia e Armenia

    La Turchia ha un confine comune di 9 km con l'ARN. Il resto del confine è con l'Iran. C'è un'autostrada. C'è una linea di autobus Nakhichevan-Istanbul. C'è anche una linea di autobus Nakhiven-Baku, che attraversa il territorio dell'Iran. La ferrovia a senso unico Nakhichevan-Baku attraverso il territorio dell'Armenia non esiste più. Ciò che deve essere ripristinato è abbastanza ovvio. Gli armeni lasceranno entrare i turchi nel loro territorio? È meglio chiedere loro. Le Ferrovie Russe possono firmare, ma è anche meglio chiedere loro ...
  4. armusala310 Офлайн armusala310
    armusala310 (armusala310) 14 gennaio 2021 10: 06
    0
    La ferrovia dall'Azerbaigian alla Turchia dovrebbe andare in Armenia 2 volte, Kars-Gyumri-Nakhichevan e Nakhichevan-Meghri-Baku, la domanda è quali entrate l'Armenia riceverà da questo transito, ma c'è una ferrovia che attraversa la Georgia perché è così importante, Non lo so, la dichiarazione riguarda l'apertura della comunicazione, e tra Azerbaijan e Nakhichevan e non una sorta di transito turco (automobile e ferrovia) non si parla, comunicazione di cittadini dell'Azerbaigian ..
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 15 gennaio 2021 15: 05
      0
      Citazione: armusala310
      e tra l'Azerbaigian e il Nakhichevan e non un qualche tipo di transito turco (automobile e ferrovia) non si parla,

      NON ANCORA. Ma tutto va a questo, un tale gioco di parole sorriso
      1. Peter rybak Офлайн Peter rybak
        Peter rybak (Pattuglia) 18 gennaio 2021 21: 35
        -2
        Citazione: Marzhetsky
        Citazione: armusala310
        e tra l'Azerbaigian e il Nakhichevan e non un qualche tipo di transito turco (automobile e ferrovia) non si parla,

        NON ANCORA. Ma tutto va a questo, un tale gioco di parole sorriso

        Da dove viene l'infa? Dal cervello?
  5. Peter rybak Офлайн Peter rybak
    Peter rybak (Pattuglia) 18 gennaio 2021 21: 34
    -2
    gli speditori dovranno affrontare l'antica tradizione della corruzione orientale e tutti i tipi di estorsioni.

    E sembra divertente, ma non voglio ridere. E l'autore scrive questo dal cuore stesso della corruzione, dalla società. costruito sull'estorsione e sulla corruzione.