La Moldova darà il Dniester per le centrali idroelettriche ucraine


Martedì 12 gennaio, il presidente della Moldova Maia Sandu ha visitato Kiev e ha incontrato il presidente ucraino Vladimir Zelensky. In particolare, le parti hanno discusso la possibilità per l'Ucraina di costruire nuove centrali idroelettriche sul Dniester, per le quali Chisinau potrà acquistare elettricità ucraina a prezzi inferiori rispetto alla Russia.


Tuttavia, non tutti in Moldova sono d'accordo con la posizione del capo di stato. Ad esempio, il primo ministro Ion Chicu è convinto che sia impossibile costruire una centrale idroelettrica prima delle corrispondenti valutazioni ambientali finanziate dall'UE. Kiku ha notato il collegamento tra l'espansione del nodo Novodnistrovsky, discussa alla riunione di Kiev, con le concessioni territoriali della Moldova a favore dell'Ucraina.

Il lavoro del PSP, situato a sei chilometri dal confine moldavo-ucraino, a pieno regime è possibile solo se la Moldova fornisce 1,9 ettari di terreno in affitto all'Ucraina - in questo caso, la parte ucraina sarà in grado di aumentare il livello dell'acqua nel serbatoio di 7-8 metri. Ma il raggiungimento della piena capacità della stazione influenzerà negativamente l'ecosistema del corso inferiore del Dniester a causa del livello instabile dell'acqua nel fiume.

Nel frattempo, gli ecologisti hanno ripetutamente espresso preoccupazione per la scarsa profondità del Dniester, associata alla costruzione indiscriminata di strutture idrauliche da parte degli ucraini. Nell'ottobre dello scorso anno, gli esperti hanno richiamato l'attenzione sul pericolo di una mancanza di approvvigionamento di acqua potabile per la popolazione della Moldova a causa dell'avvio del funzionamento della quarta unità idroelettrica della seconda fase del Dniester PSPP in Ucraina.

Spero davvero che la nostra delegazione a Kiev non abbia promesso di cedere territorio

- disse Ion Chicu.

Ora la metà del fabbisogno di elettricità della Moldova è fornita dalla centrale elettrica del distretto statale moldavo situata in Transnistria. Questa impresa fa parte della Russian Inter RAO UES e opera come ripetitore, fornendo elettricità dalla Russia alla Moldova, così come alla Romania e alla Bulgaria.
  • Fotografie utilizzate: Mikola Vasilechko / wikimedia.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
24 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 13 gennaio 2021 18: 28
    0
    La centrale elettrica del distretto statale come "ripetitore" è forte ...
  2. 123 Офлайн 123
    123 (123) 13 gennaio 2021 18: 29
    +3
    Quale centrale elettrica del distretto statale? Quale esportazione? A giudicare dalle classifiche, è ora di avviare la fabbrica di candele, chi ne ha bisogno lì?
    Tutto si limiterà a chiedere l'elemosina congiunta in Europa, non alla de-comunizzazione delle centrali elettriche.


    https://ru.slovoidilo.ua/2020/11/05/infografika/jekonomika/eksport-i-import-elektroenergii-ukraine-2014-2020-godax
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) 13 gennaio 2021 19: 24
      -2
      Daranno sempre per una santa causa!
  3. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
    Solo un gatto (Bayun) 13 gennaio 2021 18: 32
    +5
    Presto cadranno a pezzi dalla loro vecchiaia ... si uniscono ai moldavi per coltivare banane in un club.
    1. Il commento è stato cancellato
      1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
        Solo un gatto (Bayun) 13 gennaio 2021 21: 24
        0
        Shock del Pentagono

        Nell'agosto 2016, una delegazione del Corpo degli ingegneri degli Stati Uniti d'America (USACE) ha visitato l'Ucraina per ispezionare lo stato della cascata del Dnepr. È un'organizzazione completamente militare e un'agenzia federale dell'esercito americano. Sarebbe difficile spiegare una visita del genere in un paese confinante con la Russia, quindi doveva essere leggendaria con un invito da parte ucraina. In generale, la presenza di una delegazione del Pentagono di tale specializzazione è un caso unico e scandaloso. Questo non è successo da nessuna parte e mai.

        Tuttavia, le sfumature diplomatiche in questo caso sono irrilevanti. Le impressioni dell'esercito americano e degli esperti di dighe sono importanti. Non sono stati segnalati ai giornalisti, ma sono stati delineati in modo secco e formale in un'opinione di esperti di 175 pagine.

        Non pensate che la "parte ucraina" nella persona del presidente Poroshenko e del ministro Omelyan abbia deciso di affrontare la questione della cascata. No! Avevano bisogno di: a) un prestito eb) "foto per Putin" sotto forma dell'esercito americano in territorio ucraino. Ma questi stessi militari erano preoccupati per qualcosa di completamente diverso. L'intero rapporto si riduceva a una cosa: abbandonare tutto e rafforzare urgentemente le dighe!

        In sei siti - a Kiev, Kanev, Kremenchug, Kamensky, Zaporozhye, Novokakhovka, cioè lungo l'intera lunghezza della cascata del Dnepr, le condizioni delle dighe e delle chiuse sono state valutate critiche. L'esercito americano ha raccomandato di iniziare con urgenza e urgenza un lavoro pratico e di emergenza. Se Kiev non lo farà, dice la conclusione, la navigazione sul Dnieper si interromperà completamente nel 2020 e il rischio di disastri causati dall'uomo diventerà incontrollabile e imprevedibile.

        https://ukraina.ru/exclusive/20190313/1022952321.html

        Gli ambientalisti stanno suscitando ulteriore orrore. Quindi, il capo di un gruppo internazionale indipendente di scienziati sulla previsione delle conseguenze dei disastri, Vasily Kredo, afferma che il bacino idrico di Kiev, situato sopra altre strutture simili, oggi è il luogo più pericoloso del pianeta da un punto di vista tecnogenico. La sua diga, in piedi sul Dnepr da Kiev a soli 12 chilometri, secondo Credo, è già consumata dal 93%. Nel frattempo, sul fondo del serbatoio con una superficie totale di 922 chilometri quadrati, ci sono fino a 500 milioni di tonnellate di strati limosi altamente radioattivi, che sono finiti lì a seguito del famoso incidente alla centrale nucleare di Chernobyl.
        1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
          Xuli (o) Tebenado 13 gennaio 2021 21: 58
          +1
          https://ru.wikipedia.org/wiki/Авария_на_Саяно-Шушенской_ГЭС.
          1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
            Solo un gatto (Bayun) 13 gennaio 2021 22: 39
            0
            Non c'è niente in comune, né nella scala, né nelle cause, né nelle conseguenze.
            1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
              Xuli (o) Tebenado 13 gennaio 2021 22: 57
              +1
              Esattamente. L'incidente alla centrale idroelettrica Sayano-Shushenskaya è un fatto compiuto avvenuto e ha conseguenze catastrofiche.
              Per quanto riguarda l'Ucraina - "le condizioni critiche delle dighe", logore e logore, "la navigazione sul Dnieper si fermerà completamente nel 2020" e altri spaventapasseri.
              Cioè, questo è tutto - mia nonna ha scritto in due sull'acqua con un forcone.
              A proposito, la navigazione sul Dnieper si è interrotta? Il 2020 è già terminato.
              1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
                Solo un gatto (Bayun) 14 gennaio 2021 08: 23
                -2
                La sala macchine era allagata? Quando scoppierà il tuono, la cresta non attraverserà, sarà spazzata via con centinaia di migliaia di compagni nella ragione. Almeno due volte sul Dnepr, le dighe furono abbattute. Stiamo aspettando il terzo e ultimo. È inevitabile.
                1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
                  Xuli (o) Tebenado 14 gennaio 2021 08: 50
                  +1
                  75 persone sono morte.
                  Sì, sì, è inevitabile, come la vittoria della rivoluzione mondiale, che i vostri colleghi, predecessori, propagandisti, hanno promesso 100 anni fa.
                  La navigazione sul Dnieper si è interrotta l'anno scorso?
                  1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
                    Solo un gatto (Bayun) 14 gennaio 2021 16: 17
                    -3
                    Per lo più si è fermato. Il Dnepr è superficiale o è un segreto?
                    1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
                      Xuli (o) Tebenado 14 gennaio 2021 17: 04
                      +1
                      Ci sono prove di ciò da fonti serie?
                      1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
                        Solo un gatto (Bayun) 14 gennaio 2021 17: 52
                        -2
                        Ucraini che attraversano a piedi il Dnepr. molto più serio))))
                      2. Il commento è stato cancellato
                      3. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
                        Xuli (o) Tebenado 14 gennaio 2021 21: 54
                        +1
                        E come servi nella purificazione con questa o quella mente?
  4. Il commento è stato cancellato
  • dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 13 gennaio 2021 18: 58
    +5
    ha discusso la possibilità della costruzione da parte dell'Ucraina di nuove centrali idroelettriche sul Dniester

    Inoltre, potrebbero discutere l'irrigazione dei canali di Marte. Cosa, i "non fratelli" hanno soldi?
  • Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
    Xuli (o) Tebenado 13 gennaio 2021 21: 04
    0
    Vuoto è tutto.
    Sia Sandu che Zelenskiy conoscono la costruzione di una centrale idroelettrica sul Dniester più o meno allo stesso modo dei maiali nelle arance. Nessuno ricorderà questi colloqui-trattative in una settimana.
    Abbiamo anche parlato della costruzione dell'autostrada internazionale Chisinau-Kiev, bypassando la Transnistria. È vero, l'autostrada proposta sarà più lunga di 60 chilometri rispetto a "quella dei separatisti".
    Vuoto è tutto.
    New Vasyuki è il centro di una civiltà scacchistica intergalattica.
  • 123 Офлайн 123
    123 (123) 13 gennaio 2021 22: 02
    +1
    Probabilmente invano sono così per loro ... qui nella regione di Washington, quasi mezzo milione di persone sono sedute senza luce, cosa aspettarsi dai subordinati.
    https://poweroutage.us/
  • Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 13 gennaio 2021 23: 32
    +2
    In particolare, le parti hanno discusso della possibilità per l'Ucraina di costruire nuove centrali idroelettriche sul Dniester.

    L'Ucraina ha perso da tempo il potenziale per la costruzione di centrali idroelettriche.
    Tutte le capacità creative e costruttive saranno sufficienti solo per coprire un altro canale come quello di Crimea con lastre di cemento.
    Tuttavia, non puoi proibire di sognare ..
  • Pandiurina Офлайн Pandiurina
    Pandiurina (Pandiurina) 14 gennaio 2021 10: 43
    +1
    Sembra una carota davanti alla faccia di un asino.
    A quanto pare, propone la Moldova, stanno cominciando a discutere con l'Ucraina un "mega progetto", un solido positivo.
    Solo la costruzione di una centrale idroelettrica richiede molti soldi, un lungo periodo di costruzione, con un lungo periodo di recupero.

    E a quanto pare, il desiderio di Ucraina e Moldova non è sufficiente, è necessario il finanziamento dell'UE per la competenza ambientale. Affinché l'UE possa finanziarlo, l'UE deve assumersi il proprio compito e approvare il finanziamento per qualche anno.
    A cosa serve l'UE?

    È vero, in Georgia ci sono piccoli progetti idroelettrici, alcuni progetti hanno avuto luogo. Ma c'è una zona montuosa, l'efficienza energetica del "torrente" è molto alta a causa dei grandi dislivelli. Non sono necessarie dighe giganti. I costi principali sono l'acquisto di apparecchiature per la generazione di energia, probabilmente nella stessa UE.
  • gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 14 gennaio 2021 14: 50
    +1
    La Moldova darà il Dniester per le centrali idroelettriche ucraine

    - Solo il Dniester ??? - E Prut ???
    1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
      Xuli (o) Tebenado 14 gennaio 2021 17: 12
      +1
      Dopo 30 anni di conservazione, il 12 dicembre 2005, l'HPP Snyatyn da 800 kW è stato messo in esercizio commerciale sul fiume Prut vicino alla città di Snyatyn, nella regione di Ivano-Frankivsk in Ucraina; si stima che genererà 4 milioni di kWh di elettricità all'anno.
      La Romania e la Moldova nel 2013 hanno proposto un progetto comune del valore di 1 miliardo di euro: la costruzione di 13 centrali idroelettriche sul fiume Prut. Il costo del progetto potrebbe raddoppiare se si decidesse di aprire la navigazione sul fiume.
      Una mini-centrale idroelettrica è in costruzione nella parte alta del fiume. Intorno al sito c'è un conflitto tra il Parco Naturale Nazionale dei Carpazi e il Consiglio del villaggio di Vorokhtyansky. Il 18 novembre 2015, il tribunale economico della regione di Ivano-Frankivsk ha preso una decisione, in base alla quale ha rifiutato la petizione del parco di restituire il terreno con un'area di 0,476 ettari.

      La canna è stata data via per molto tempo.
      1. gorenina91 Офлайн gorenina91
        gorenina91 (Irina) 14 gennaio 2021 17: 15
        -1
        - Bene, qui ... - Tuttavia, l'Ucraina è riuscita a scolpire la Moldova con questo "Prut" ...
        1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
          Xuli (o) Tebenado 14 gennaio 2021 17: 47
          0
          La Romania e la Moldova nel 2013 hanno proposto un progetto comune del valore di 1 miliardo di euro: la costruzione di 13 centrali idroelettriche sul fiume Prut.

          Offerto nel 2013. E se ne sono dimenticati, perché nessuno ne ha bisogno ed è più facile lasciare tutto così com'è.
          Sarà lo stesso con il Dniester, che, come la Moldova, darà a qualcuno lì.
  • Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 15 gennaio 2021 12: 44
    0
    Loro stessi non hanno i fondi e gli specialisti per la costruzione, e se l'Ucraina costruisce, avranno una certa percentuale del funzionamento della centrale idroelettrica e le entrate dell'Ucraina.