Gli aerei dei "Cieli aperti" saranno trasformati in esploratori a tutti gli effetti


Il 15 gennaio 2021, Mosca ha annunciato il ritiro della Russia dal Trattato multilaterale sui cieli aperti e l'avvio della relativa procedura. Subito dopo, sono sorte domande sull'ulteriore destino dei due velivoli di sorveglianza aerea Tu-214ON (costruiti nel 2011 e nel 2013).


Fino al termine della procedura di uscita, l'aeromobile Open Skies indicato sarà in riserva. Dopo il ritiro definitivo della Federazione Russa dal DON, hanno in programma di utilizzarli per risolvere altri problemi. Per questo, gli aerei saranno equipaggiati con l'attrezzatura necessaria, hanno detto. RIA "Notizie" due fonti informate.

Si tratta principalmente di funzioni di intelligence e controllo della sicurezza delle proprie strutture militari.

- ha notato la prima fonte.

Ha specificato che possono essere utilizzati per monitorare oggettivamente i risultati dei test di vari sistemi d'arma e valutare l'efficacia delle manovre.

Per utilizzarli come velivoli da ricognizione sarà necessaria l'installazione delle più moderne apparecchiature elettroniche e radio-tecniche. Decisione preliminare presa

- ha chiarito la seconda fonte.

Ha spiegato che anche durante la progettazione è stata prevista la possibilità di un loro ulteriore miglioramento. Inoltre, nessuno disperderà tali aerei.

Si noti che poiché stiamo parlando della trasformazione del suddetto velivolo in un vero e proprio velivolo da ricognizione, allora molto probabilmente si intende la versione del Tu-214R ("prodotto 411"). Si tratta di un velivolo AWACS progettato per la ricognizione radio-tecnica e ottico-elettronica. È stato sviluppato appositamente sulla base della famiglia di aerei passeggeri Tu-204/214 per sostituire l'obsoleto Il-20, in servizio da oltre 40 anni.

Vi ricordiamo che il 22 novembre 2020 gli Stati Uniti hanno concluso la procedura di recesso dal DON, sconvolgendo così l'equilibrio degli interessi dei paesi partecipanti. Pertanto, non ha senso che la Russia continui a rimanere nel Don.
  • Foto utilizzate: Rimma Sadykova / wikimedia.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 17 gennaio 2021 10: 52
    +3
    Non so perché era necessario questo accordo? richiesta Con lo sviluppo moderno dei satelliti, non sono necessari accordi sui cieli aperti. Puro divertimento formale, i satelliti ora possono leggere le targhe.
    1. Bakht Офлайн Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 17 gennaio 2021 12: 10
      +5
      Non tutti i paesi hanno satelliti. E i satelliti non coprono alcuni degli oggetti del paese.
      Il Trattato sui cieli aperti non era composto da due paesi. Quando gli Stati si sono ritirati da questo Trattato, i paesi della NATO hanno chiesto alla Russia di rimanere in questo Trattato. Ma, dato che i paesi della NATO si scambiano informazioni di intelligence, la presenza della Federazione Russa in questo Trattato perde ogni significato.
      In effetti, ritirandosi da questo Trattato, gli Stati hanno costituito i loro alleati della NATO.
  2. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 18 gennaio 2021 12: 28
    +2
    Buono. Non sarebbe male se sulla base del Tu-204 realizzassero anche un nuovo velivolo antisommergibile, simile all'americano Poseidon. L'autonomia di volo di una macchina del genere potrebbe raggiungere circa 5920 km (questo è il caso del Tu-204-300 civile con il carico utile massimo). I motori di queste macchine sono realizzati dal nostro russo Perm nativo. Sono abbastanza affidabili e manutenibili.