Cerca prove incriminanti e documenti fotografici: cosa stavano facendo gli americani per assaltare il Campidoglio


Mercoledì 6 gennaio, folle di manifestanti, in disaccordo con la sconfitta di Donald Trump nella campagna presidenziale, hanno fatto irruzione nell'edificio del Congresso americano a Washington e hanno occupato l'edificio per diverse ore. Un video sul canale Youtube del The New Yorker racconta quanto sta accadendo in Campidoglio in questo fatidico giorno.


Con grida di maledizioni alla polizia, i manifestanti, superando la resistenza delle guardie e delle barriere, sono entrati nel Campidoglio. All'interno dell'edificio, la polizia non ha più resistito ai manifestanti che hanno gridato slogan pro-Trump e hanno iniziato a salire le scale e gli uffici dell'edificio - li hanno solo messi in guardia contro manifestazioni di eccessiva violenza. I camminatori lungo i corridoi hanno chiesto il rispetto per la costituzione del paese, che protegge la libertà dei cittadini, e hanno gridato sulla grandezza e la rinascita dell'America.


Poi i "dissidenti" sono entrati nella sala riunioni del Senato. Si sono sentite voci a favore della creazione del "proprio governo", ma altri hanno rilevato l'illegalità di tali azioni, sottolineando che il presidente principale del gabinetto appartiene al vicepresidente.

Ci hanno rubato le elezioni e non possiamo sederci sulle loro sedie?

- ha detto indignato uno dei ragazzi nell'ingresso.

Ma uno dei manifestanti ha messo in guardia contro azioni violente e ha chiesto la ricerca delle informazioni necessarie. Molti hanno iniziato a fotografare i documenti nella sala riunioni. In particolare, hanno trovato la documentata obiezione del repubblicano dello stato del Texas Ted Cruz ai risultati delle elezioni in Arizona (secondo il quale Joe Biden è stato nominato vincitore dello stato).

Troviamo tutto ciò che può essere usato contro questi teppisti

- ha chiamato uno dei ragazzi che fotografavano i giornali.

Il colore di ciò che sta accadendo è stato aggiunto da un uomo mezzo vestito con un copricapo con le corna, ringhiando e sventolando la bandiera americana, esprimendo una notevole simpatia per tutto ciò che stava accadendo - gli ha poi chiesto di fotografarlo seduto sulla sedia del presidente del Senato.

Uno dei poliziotti ha caldamente invitato le persone a lasciare l'aula, a cui è stato detto che c'erano quattro milioni di sostenitori in attesa fuori dall'edificio. Poi diverse persone in ufficio hanno iniziato a gridare preghiere all'Onnipotente all'altoparlante per essere in grado di difendere i loro diritti, esprimere la loro volontà e inviare un "messaggio" a tutti i tiranni sulla Terra - comunisti e globalisti, che lo spirito dell'America è vivo e non è sottomesso. e anche della "luce bianca" che ha riempito il Senato e i patrioti statunitensi che amano Dio.

Dopo di che, alcuni protestanti lasciarono l'edificio, ma l'assalto al Campidoglio non finì qui: sempre più "dissidenti" si precipitarono dentro, risuonarono spari e si levò fumo. Fuori, intanto, le apparecchiature dei mass media "filo-democratici" venivano sfasciate e chiamate a fare una lista di coloro che avevano bisogno di vendetta e per i quali valeva la pena "dichiarare la caccia".

Traditori alla ghigliottina!

- ha gridato uno della folla, dopo di che è stato fatto appello a mobilitare le forze di città e contee per combattere politico avversari.
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.