Come Kiev vuole distruggere il monopolio di Gazprom nella stessa Russia


Una svolta interessante si è delineata nella storia del transito del gas russo verso l'Europa. Si ha l'impressione che l'Ucraina, o meglio le forze che la stanno dietro, abbiano deciso di sfruttare la situazione di mercato unica per distruggere il monopolio di Gazprom nella stessa Russia.


E la situazione è davvero difficile. Da un lato, il gasdotto di bypass Nord Stream 2 è ancora un peso morto sul fondo del Mar Baltico. D'altra parte, l'inverno 2020-2021 si è rivelato insolitamente freddo, soprattutto in contrasto con il precedente. Il freddo artico va in Nord America, Europa e Asia. Nella soleggiata Madrid, le tempeste di neve si stanno diffondendo, è caduto uno strato di neve di mezzo metro. Il consumo di tutti i tipi di carburante è salito alle stelle: in Germania, i prezzi del gas potrebbero superare il record del 2012, la Scandinavia sta tagliando le esportazioni di elettricità e nel Regno Unito il costo dell'elettricità sta aumentando a passi da gigante. Le persone sono costrette ad aumentare il riscaldamento dei locali, quindi la domanda è cresciuta anche per il carbone che è diventato fuori moda. Sullo sfondo del gelo, l'esportazione di carbone dalla Russia all'Europa è diventata di nuovo redditizia.

In questo contesto si sono aggravati i problemi della vicina Ucraina, che per ragioni politiche si è rifiutata di acquistare direttamente il gas nel nostro Paese, preferendo acquistarlo a maggiorazione da Polonia, Slovacchia e Ungheria. Poiché la "mano invisibile del mercato" ha inviato navi metaniere dall'Europa all'Asia, dove i prezzi sono più alti, Nezalezhnaya ha dovuto affrontare il problema della carenza di "carburante blu" e la sua popolazione ha dovuto far fronte a tariffe più elevate. Questi ultimi hanno già portato a massicce proteste. La decisione di tornare agli acquisti diretti da Gazprom suggerisce naturalmente se stessa, ma Kiev ha proposto un'iniziativa diversa e curiosa. Yuri Vitrenko, l'ex capo di Naftogaz e ora ministro dell'Energia Nezalezhnaya, ha avanzato la seguente proposta:

Sblocco del transito di gas dall'Asia centrale, esportazione di gas da parte di società indipendenti dalla Russia, trasferimento di punti di trasporto del gas agli acquirenti europei del gas di Gazprom. Ciò ridurrà anche in modo quasi automatico e significativo il prezzo del gas sul mercato all'ingrosso ... Realisticamente, solo Naftogaz ha opportunità legali per fare pressione su Gazprom su questi temi.

Si tratta di consentire l'accesso al sistema di gasdotti russo che conduce attraverso l'Ucraina verso l'Europa, il Kazakistan e il Turkmenistan. Si presume inoltre che altre società produttrici di gas operanti in Russia potranno utilizzare le capacità di transito di Gazprom. Una svolta interessante, perché di fatto siamo di fronte alla liberalizzazione del mercato domestico del gas. Ma c'è un problema.

Non per niente Gazprom viene chiamata monopolio, poiché solo ha il diritto di esportare "carburante blu" in Europa attraverso i gasdotti esistenti, e la corporazione statale deve resistere fino alla morte per la sua posizione esclusiva. La Russia non ha firmato la Carta europea dell'energia e può essa stessa stabilire le regole per il commercio delle risorse energetiche sul suo territorio. Ma ora sembra che ai nostri partner occidentali non dispiaccia usare la situazione per rivedere le regole del gioco a loro favore.

Sul perché la stessa Gazprom, che sta vivendo problemi finanziari sempre maggiori, può aspettarsi la "liberalizzazione", espressa nella sua frammentazione e privatizzazione dei bocconi più gustosi, noi detto prima. È possibile che la direzione dell'ente statale riceva una proposta di compromesso: sarà loro consentito di completare la costruzione del Nord Stream 2 e lanciarlo a metà della capacità pianificata per dare al Cremlino la faccia da salvare in questo progetto assolutamente fallito. Il gasdotto riceverà un'esenzione dal terzo pacchetto energia e il gas russo lo attraverserà aggirando l'Ucraina. Invece, Gazprom dovrà spostarsi leggermente e consentire ad altri fornitori di passare attraverso Independent in Europa, che sostituirà i volumi persi.

Che sia vero o no, lo vedremo molto presto. Ma il fatto che Gazprom non sarà lasciato solo, eliminando nuove concessioni da esso, è un dato di fatto.
21 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 19 gennaio 2021 11: 09
    +2
    Come vuole Kiev

    A questo punto, puoi porre fine e iniziare a ridere.

    Si tratta di consentire l'accesso al sistema di gasdotti russo che conduce attraverso l'Ucraina verso l'Europa, il Kazakistan e il Turkmenistan.

    Non è una novità, lo desideravano da tempo, ma le cose sono ancora lì. Dalle orecchie di un asino morto a loro e non al gas dell'Asia centrale. Tutte le speranze sono state deluse con il rifiuto della Russia della Carta dell'energia.
    A proposito, una situazione curiosa. La Russia si sta sforzando di estendere i suoi tubi all'Europa e, anche con un errore, ci riesce. (La ripresa dei lavori della SP-2 inizierà il 25 gennaio. Di questo parlano i danesi), il gas russo lungo la rotta meridionale è già in Serbia. L'Europa, nel suo tentativo di aggirare la Russia, non ha fatto progressi di un millimetro. Allo stesso tempo, riversano diligentemente nelle nostre orecchie il modo in cui tutti ci mettono le scarpe.
    Penso che l'autore sarà interessato a guardare questo video, informazioni interessanti sulla certificazione e ritiro dal progetto di un'azienda danese hi

  2. Polvere Офлайн Polvere
    Polvere (Sergey) 19 gennaio 2021 11: 16
    +2
    una proposta di compromesso: gli sarà permesso di completare la costruzione del Nord Stream 2 e lanciarlo a metà della capacità pianificata per dare al Cremlino la faccia da salvare in questo progetto assolutamente fallito.

    Beh si! Creano difficoltà per SP2 e poi si offrono di risolverle a spese della Russia!). Penso che la Russia non accetterà queste condizioni. La Russia riorienterà il suo gas verso l'Asia più velocemente di quanto consentirà al gas straniero di entrare nel suo territorio e rispetterà le regole dell'Ucraina e dell'UE. A proposito, il gas in Asia è più costoso che in Europa.
  3. Quarto cavaliere Офлайн Quarto cavaliere
    Quarto cavaliere (Quarto cavaliere) 19 gennaio 2021 11: 33
    +1
    Il Turkmenistan e il Kazakistan hanno i volumi di gas necessari per i non fratelli? Eh?
    Là, la Cina rastrella quasi tutto, anche se c'è un surplus.
    1. ciliegia Офлайн ciliegia
      ciliegia (Kuzmina Tatiana) 19 gennaio 2021 19: 36
      +1
      Il gas turkmeno e kazako ha accesso al gasdotto Gazprom? E come potrebbe sembrare? Questa, a quanto pare, è un'altra fantasia degli ornamenti per smaltire ciò che non appartiene a loro.
    2. Roos Офлайн Roos
      Roos 20 gennaio 2021 03: 25
      0
      E Pakistan e India confinano con la Cina, hanno anche bisogno di gas.
      Kazakistan e Turkmenistan sono accanto a loro, ed eccoli.
  4. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 19 gennaio 2021 13: 41
    +1
    https://neftegaz.ru/news/gazoraspredelenie/651160-gazifikatsiya-vostochnogo-kazakhstana-mozhet-byt-osushchestvlena-za-schet-gazoprovoda-iz-rossii-no-n/
    Questa è probabilmente la risposta al nuovo "tutto è andato!"
  5. Elena Ushkova Офлайн Elena Ushkova
    Elena Ushkova (Elena Ushkova) 19 gennaio 2021 14: 00
    +3
    Aha, aspettate, signori, ucraini di un'altra peremogia. Finora, Gazprom ha avvertito l'Europa che potrebbe sospendere la costruzione della JV2 a causa della pressione politica. Perché il nostro governo dovrebbe distruggere la sua economia sul suo territorio per compiacere l'Europa e l'Ucraina?
  6. Evgeny Zhevlonenko Офлайн Evgeny Zhevlonenko
    Evgeny Zhevlonenko (Evgeny Zhevlonenko) 19 gennaio 2021 17: 19
    +5
    Il gas proveniente dal Kazakistan e dal Turkmenistan ha già accesso al gasdotto russo, ma sotto forma di proprietà di Gazprom. Acquista da tempo le capacità mancanti e le rivende in Europa.
  7. Evgeny Zhevlonenko Офлайн Evgeny Zhevlonenko
    Evgeny Zhevlonenko (Evgeny Zhevlonenko) 19 gennaio 2021 17: 21
    +4
    Mi sembra che completeranno la costruzione senza permesso, e il tempo farà affrettare gli europei, dimostrando che è meglio avere un tubo in più, anche se mezzo vuoto.
  8. Valery Radevich Офлайн Valery Radevich
    Valery Radevich (Valery Radevich) 19 gennaio 2021 18: 54
    0
    Sono sorpreso che tali notizie siano di interesse generale per chiunque altro. All'inizio ero curioso: "Cosa c'è di nuovo nel manicomio?" Ma poi mi sono stancato.
  9. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 19 gennaio 2021 18: 57
    -6
    Come Kiev vuole distruggere il monopolio di Gazprom nella stessa Russia

    - Leggi qui ... qui ... leggi qui ... - Di nuovo pura ossificazione ... del cervello ...
    - Tutto come appoggiato a questi tubi ... corna e zoccoli ... e mai da un posto ... - Beh ..., naturalmente ... - perché l'anno del Toro ... non importa come ...
    - Solo ora, personalmente, avrei agito diversamente ... - al posto della Cina ... - forse lo farà ...
    - La Cina ha già tracciato una rotta verso l'Europa, attraverso l'intera Russia ...
    - E che diavolo di gasdotti per la Cina ... Dopo tutto, giganteschi camion-trattori (o anche interi autotreni); caricati con contenitori GNL (di diverse capacità) possono essere trasportati in Europa ... - ovunque e tanto di questo GNL ... - direttamente "alla porta del consumatore" ... - E la Cina può caricare il proprio GNL in Cina "; e magari creare in Kazakistan una produzione di GNL e produzione di container per il suo trasporto; magari creare tutto questo in Turkmenistan ...
    - Allora ... - quali sono i problemi ??? - Quanto necessario ... tanto e verrà consegnato in Europa ... - direttamente nel "luogo di consumo" ...
    - Questo piccolo gazprom è tutto impazzito con le sue condutture ... - e si precipiterà ... e sbatterà le ali ... - Questo è davvero ... davvero ... - Non puoi pensare a niente di più stupido ... - Non hai il tuo cervello .. - quindi la Cina ordinerà tutto per loro ...
    1. ciliegia Офлайн ciliegia
      ciliegia (Kuzmina Tatiana) 19 gennaio 2021 19: 39
      +1
      Bene, chi è un po 'intelligente è facile da capire leggendo la tua opera.
      1. gorenina91 Офлайн gorenina91
        gorenina91 (Irina) 19 gennaio 2021 20: 15
        -6
        - Che cosa ??? -Opus, popus, focus ... è un po '... o molto ... Per te ... è ovvio che solo una cosa ...
        - È come un profumo di nicchia ... - non sono per tutti e non per tutti ... - Rimani così com'è ...
        - Questo è un apparente tentativo di "intelligenza" ... - Non così facile per te ... - Il tentativo non è valido ... - Ahimè ...
        1. Sergejluf Офлайн Sergejluf
          Sergejluf (Sergey) 24 gennaio 2021 18: 02
          0
          È come con l'oleodotto Druzhba: una campagna insignificante dalla Russia centrale "scoreggia" e tutto il petrolio a Druzhba è diventato di qualità non elevata per Bielorussia e Polonia. E perché la Russia era responsabile di tutto !? Tutti i tubi devono provenire da Gazprom. E se Gazprom acquista da qualcuno in più. volumi, quindi controllerà la loro qualità 100 volte!
  10. igor.igorev Офлайн igor.igorev
    igor.igorev (Igor) 19 gennaio 2021 21: 13
    +1
    E quali sono i problemi crescenti per Gazprom? Posso ottenere maggiori dettagli da questo luogo? Un anno scorso non ha avuto successo e gli ucraini hanno iniziato a saltare da questo con gioia che la Russia sta cadendo a pezzi. Ma questo inverno è arrivato e tutto è tornato al suo corso precedente. I prezzi del gas sono molto alti.
  11. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 19 gennaio 2021 22: 47
    +1
    In questo caso, l'Ucraina può ricevere dalla Federazione Russa ciò che sta facendo da molti anni. La tariffa per il transito attraverso la Federazione Russa per i Banderaiti può crescere improvvisamente e il gas si perde da qualche parte nella vastità della Federazione Russa, non peggio dello ZAZ russo è stato perso per tutto questo tempo nella vastità dell'Ucraina. Qui, signori, gli UKROP non sono solo affari, ma anche personali ... Quello che avete preparato voi stessi, poi mangiatelo finché non vi sale in gola e dopo che si è alzato mangia.
  12. Divisione Офлайн Divisione
    Divisione (Divisione) 19 gennaio 2021 23: 19
    0
    La lista dei desideri è descritta come un fatto. E tutto questo è come anlize.
  13. Non importa Офлайн Non importa
    Non importa (Non importa) 20 gennaio 2021 06: 13
    0
    Citazione: gorenina91
    - Che cosa ??? -Opus, popus, focus ... è un po '... o molto ... Per te ... è ovvio che solo una cosa ...
    - È come un profumo di nicchia ... - non sono per tutti e non per tutti ... - Rimani così com'è ...
    - Questo è un apparente tentativo di "intelligenza" ... - Non così facile per te ... - Il tentativo non è valido ... - Ahimè ...

    una Gorenina sempre tossica con un'opinione sempre minuscola. Tradizione topcore
  14. aries2200 Офлайн aries2200
    aries2200 (Ariete) 20 gennaio 2021 16: 12
    +1
    MOROZ migliorerà gli affari di Gazprom e le concessioni saranno fatte dall'europpa
  15. Alexander gorev Офлайн Alexander gorev
    Alexander gorev (Alessandro Gorev) 20 gennaio 2021 19: 17
    +1
    Erano già passati 20 anni, ma non c'erano altro che i debiti dell'Ucraina. Bene, se Gazprom ha bisogno di gas aggiuntivo, allora sì, puoi comprarlo da Turkmenistan, Kazakistan, ecc. L'autore ha letto la storia
  16. Rashid116 Офлайн Rashid116
    Rashid116 (Rashid) 24 gennaio 2021 09: 22
    +1
    E che tutti voi, gente comune, siete così preoccupati per il gas a buon mercato che non ci appartiene. "Noi" abbiamo già scelto la nostra parte, ma che dire dei figli e dei nipoti? Zhit. Hanno già reclutato nedvig lì e hanno attaccato i bambini Credi seriamente che in questa situazione si strapperanno tutto per "questo paese"?