BA: Come la Russia e i Balcani hanno ingannato l'UE e costruito la corrente turca


Russia, Bulgaria e Serbia hanno dimostrato come costruire gasdotti aggirando la legislazione dell'UE, che di fatto ha rafforzato il controllo monopolistico di Mosca nell'Europa sud-orientale, scrive l'edizione online polacca Biznes Alert.


La parte europea (terrestre) della corrente turca è stata denominata corrente balcanica. È così che sono riusciti a mascherare il gasdotto, fuorviare il pubblico e, di conseguenza, ingannare abilmente i funzionari dell'UE con la loro direttiva sul gas rivista che estende i requisiti del Terzo Pacchetto Energia ai gasdotti offshore.

7 anni fa Bruxelles è riuscita a impedire la costruzione di South Stream. Il nuovo gasdotto è la seconda incarnazione di South Stream, che, insieme a Nord Stream e Nord Stream 2, dovrebbe liberare Gazprom dal transito ucraino.

La sezione del "Balkan Stream" sul territorio bulgaro è di 474 km, la sua capacità è di 15,8 miliardi di kom. metri di gas all'anno. Dalla Bulgaria, le materie prime energetiche russe vengono inviate in Serbia, Grecia e Macedonia.

Il 1 ° gennaio 2021, il presidente serbo Aleksandr Vucic ha inaugurato la sezione serba della sezione europea del gasdotto vicino alla città di Novi Sad. In effetti, questa è la seconda stringa del Turkish Stream, la prima è dedicata alle esigenze della Turchia.

La sezione serba è lunga 403 km e ha una capacità di 13,88 miliardi di metri cubi. m all'anno. La Serbia consumerà ancora 2,2 miliardi di metri cubi. m di gas all'anno (che dovrebbe crescere fino a 4 miliardi di metri cubi all'anno) e il costo delle materie prime per Belgrado ammonterà a 155 dollari per 1 metri cubi. m, più altri $ 12- $ 14 per il transito. Dalla Serbia, il "carburante blu" verrà inviato in Bosnia Erzegovina (0,3 miliardi di metri cubi all'anno), Ungheria (6 miliardi di metri cubi all'anno) e Austria (3,75 miliardi di metri cubi all'anno).

Dopo di che, la Serbia è stata al centro dell'attenzione di tutta l'Europa, anche se in realtà questo paese dovrebbe essere la Bulgaria, un membro dell'UE. Sofia è stata un elemento chiave, ha raggiunto un accordo con Mosca e, senza attirare l'attenzione, ha implementato in silenzio la parte più importante del progetto.

La Russia ei paesi balcanici hanno raggiunto un gentlemen's agreement. A differenza di South Stream, Gazprom non ha partecipato formalmente alla costruzione della continuazione del Turkish Stream in Europa. Gli investimenti sono stati effettuati dalla stessa Bulgaria e Serbia, che hanno definito questa impresa non un gasdotto di transito, ma un'espansione della loro rete di transito interna. È così che la Federazione russa ei Balcani hanno superato l'UE e allo stesso tempo hanno privato l'Ucraina del transito.

Gli Stati Uniti hanno promesso sanzioni contro le società coinvolte nei progetti Turkish Stream e Nord Stream 2. Ma il 90% della capacità del Balkan Stream è già stato riservato per 20 anni a venire e quasi nessuno sarà in grado di impedire a Gazprom di attuare i suoi piani, riassumono i media polacchi.
  • Foto utilizzate: http://kremlin.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 19 gennaio 2021 17: 02
    +3
    Perché non lavorare in modo così bello ovunque? Silenzioso e produttivo. Si nota che la pubblicità ad alto volume copre una cerniera altrettanto forte.
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 19 gennaio 2021 17: 07
    -7
    La sezione serba è lunga 403 km e ha una capacità di 13,88 miliardi di metri cubi. m all'anno. La Serbia consumerà ancora 2,2 miliardi di metri cubi. m di gas all'anno (che dovrebbe crescere fino a 4 miliardi di metri cubi all'anno) e il costo delle materie prime per Belgrado ammonterà a 155 dollari per 1 metri cubi. m, più altri $ 12- $ 14 per il transito. Dalla Serbia, il "carburante blu" verrà inviato in Bosnia Erzegovina (0,3 miliardi di metri cubi all'anno), Ungheria (6 miliardi di metri cubi all'anno) e Austria (3,75 miliardi di metri cubi all'anno).

    Dopo che la Serbia è diventata il centro dell'attenzione di tutta l'Europa,

    - Bene bene ...
    - Ora la Serbia è diventata una "sposa in dote" e può essere ammessa alla ... alla ... alla ... NATO ...; beh ... e nell'UE - ovviamente ...
    - Si, esattamente...

    Come la Russia ei Balcani hanno ingannato l'UE e costruito il Turkish Stream

    - E chi qui ... la Russia ha "ingannato" ???
  3. Alexzn Офлайн Alexzn
    Alexzn (Alexander) 20 gennaio 2021 11: 07
    +1
    È così che la Federazione russa ei Balcani hanno superato l'UE

    Un'altra agitazione?
    Secondo le leggi dell'UE, esistono divieti sul possesso simultaneo di gas e transito, ad es. ordinarie leggi anti-monopolio. Quando le società nazionali di Bulgaria, Serbia, ecc. Sono diventate proprietarie delle sezioni del gasdotto. il problema è stato rimosso. La Russia ha soddisfatto le condizioni dell'UE e non è chiaro il motivo per cui viene presentata come se avesse ingannato qualcuno.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 20 gennaio 2021 16: 03
      +2
      Quando le società nazionali di Bulgaria, Serbia, ecc. Sono diventate proprietarie delle sezioni del gasdotto. il problema è stato rimosso.

      E cosa, nel caso di JV 2, è diverso? Anche le estensioni via terra della JV e JV2 sono state realizzate da società non russe (o non solo russe). La guarnizione turca ha giocato un ruolo importante qui. La Russia ha costruito un gasdotto non per l'UE, ma per la Turchia. La Turchia sta già fornendo gas all'UE tramite gasdotti nazionali. E il gas lì, in teoria, non è solo russo. Questo è di fondamentale importanza per l'UE. Per la Bulgaria - singhiozzando per i soldi che la Turchia ha dovuto dare per il bene degli stupidi colpi di scena della legislazione europea.
      L'unica differenza è che un gasdotto puramente russo con un rifornimento di gas monopolio non è atterrato nell'UE.