"Salvare il mondo" con un doppio fondo: come andrà a finire l '"era verde" dell'energia


Joseph Biden, che ieri ha prestato giuramento come 46 ° presidente degli Stati Uniti, ha mantenuto una delle sue principali promesse elettorali. Ha già firmato un decreto che riporta il paese all'accordo sul clima di Parigi. A giudicare da ciò, il nuovo capo della Casa Bianca intende davvero aderire al suo dichiarato "corso ambientale", indirizzando decisamente gli Stati Uniti sulla stessa strada che i capi di Stato dell'Unione Europea hanno dichiarato - "carbon neutrality", l'uso di fonti energetiche rinnovabili esclusivamente "pulite" e basta. roba del genere.


Un motivo di gioia per il futuro della nostra casa comune: il pianeta Terra? In nessun caso. L'umanità sta affrontando problemi molto seri e ora proveremo a capire quali e perché.

"Salvare il mondo" con doppio fondo


Siamo, infatti, di fronte all'inizio di un nuovo confronto globale, la cui essenza è il desiderio dei paesi “civilizzati” e “sviluppati” di costruire ancora una volta un Eden personale per se stessi, sfruttando spietatamente tutti gli altri e trasformandoli in “stati di seconda classe”. Infatti, se il processo, che sta guadagnando sempre più forza, non si ferma, inizierà l'era del neocolonialismo, “fitto” di slogan molto belli, “corretti” e apparentemente attraenti.

Tuttavia, risolviamolo in ordine. Quindi, molti esperti, organizzazioni scientifiche e pubbliche interstatali, nonché altri rappresentanti del pubblico più rispettabile, per non ascoltare il che, a quanto pare, è del tutto impossibile, negli ultimi anni lamentano l'avvicinarsi dell'umanità a causa del "riscaldamento globale" il più vero "Armageddon climatico". Le acque sono più basse, dove, al contrario, strariperanno gli argini, poiché il ghiaccio si scioglierà. Quasi la metà del firmamento terreno si trasformerà in aridi deserti o si nasconderà sotto le onde. Decine, se non centinaia di milioni di persone moriranno di fame, sete e malattie ... Un quadro estremamente pessimistico, sono d'accordo. E tutto a causa del fatto che l'umanità, ossessionata dalle tendenze suicide, continua a emettere CO2 dannosa nell'atmosfera del pianeta (anche se alcuni sostengono che il metano è ancora più dannoso), distrugge lo strato di ozono e fa cose che sono inaccettabili e mortali per l'ambiente.

Allo stesso tempo, poche persone prestano attenzione al fatto che le stesse previsioni terrificanti e gli avvertimenti spaventosi sono stati espressi almeno negli ultimi cinquant'anni. Bene, dagli anni '80 del secolo scorso, è vero. Anche allora, gli ecologisti gridavano che se l'umanità non "tornerà in sé" nel prossimo futuro, allora letteralmente quasi, in un futuro molto prossimo, l'attende un disastro naturale. E allora?

In effetti, da quel momento ad oggi il consumo mondiale di petrolio è cresciuto di circa il 40%, di carbone della metà e di gas naturale di quasi una volta e mezza. Il mondo non è crollato. Sì, è periodicamente scosso da tsunami, uragani, incendi e altri disastri naturali, ma prima non c'erano? Le affermazioni degli scienziati secondo cui il numero di cataclismi sta crescendo possono essere contestate a causa di un periodo di osservazione non troppo lungo (alla scala della storia umana).

D'altronde, secondo molti autorevoli ricercatori, è stato il forte aumento della quantità di idrocarburi consumati che ha permesso a milioni di persone in tutto il mondo di migliorare sensibilmente la qualità della propria vita, almeno di uscire dalla più disperata povertà. Gli esempi più eclatanti in questo caso sono Cina e India, crescita della produzione industriale (e, di conseguenza, dei consumi energetici) di cui i loro abitanti hanno decisamente beneficiato. In ogni caso, in senso materiale. Partendo da ciò, ci sono ragioni molto serie per credere che gli attuali piani "verdi" dei paesi occidentali "sviluppati" siano basati principalmente su un desiderio non dichiarato di salvare la Terra da una "catastrofe inevitabile" che ancora non arriva.

Il motivo principale qui è una ferma intenzione di fermare l'impetuoso economico la crescita di quegli stati che recentemente, secondo gli standard storici, si sono lasciati guardare dall'alto in basso. No, è presente anche il desiderio di sbarazzarsi delle industrie dannose e di altre cose che davvero non migliorano l'ambiente sul proprio territorio. Ma i "signori bianchi" intendono svolgere tutto questo esclusivamente a spese di qualcun altro. In una certa misura, anche gli occidentali dovranno pagare per la vita nel "paradiso verde". Tuttavia, i loro inconvenienti e le loro perdite non possono essere paragonati al prezzo che tutti gli "indigeni sporchi" con la loro industria e i loro trasporti "sporchi" dovranno pagare per questo.

Ecologia vs economia


Su quali costi colossali comporterà il previsto "rinverdimento" dell'Unione Europea, è già stato scritto molte volte (me compreso). Si tratta di importi che vanno da centinaia di miliardi a mezzo trilione di euro che dovranno essere investiti nell'economia del Vecchio Mondo fino al 2050, detto punto di "carbonio zero".

Per completare il quadro, fornirò i dati per gli Stati Uniti - secondo le dichiarazioni del nuovo presidente lì, intende aggiungere $ 2 trilioni per "rendere verde" l'economia americana! E questo, intendiamoci, solo nella fase iniziale del proprio regno. Quali sono i piani per la costruzione di mezzo milione di stazioni di rifornimento per veicoli elettrici negli Stati Uniti - e tutto questo solo a spese del bilancio dello Stato, cioè dei soldi dei contribuenti. Le misure annunciate da Biden per ridurre la produzione di idrocarburi nel Paese non andranno sicuramente a vantaggio dell '"economia nazionale" degli Stati Uniti. Il metodo per ottenerli mediante fratturazione idraulica potrebbe essere completamente bandito! Sì, secondo i dati disponibili, la restrizione si applicherà solo a ulteriori sviluppi: ai pozzi di petrolio e gas già funzionanti sarà gentilmente consentito di svilupparne di propri. Tuttavia, l'essenza dell'attività delle "società di scisto" è proprio la perforazione di un numero sempre maggiore di pozzi - senza questo, le aziende specializzate in questo settore, e che quindi stanno vivendo tempi lontani dai migliori, falliranno in un attimo. Questa è la perdita di molti posti di lavoro, fallimento, tasse non pagate e crediti inesigibili. Il nuovo proprietario della Casa Bianca e il suo team compenseranno tutto questo? Puoi essere calmo - sta ancora andando ...

In generale, la questione di quanto costerà al mondo in futuro il rifiuto totale pianificato degli idrocarburi è messa a tacere dai sostenitori dell'energia "verde" nel modo più attento. Nonostante il loro minore danno alla natura (che, tra l'altro, è anche piuttosto controverso), le fonti energetiche rinnovabili non solo sono più volte in ritardo rispetto ai tradizionali "idrocarburi" in termini di efficienza, ma richiedono anche costi colossali per il trasporto e lo stoccaggio dell'energia che generano.

In termini più generali, per non appesantire il lettore con una massa di dettagli tecnici ingombranti, questo problema può essere ridotto a tre punti principali. In primo luogo, lavorare con fonti di energia rinnovabile richiederà la costruzione di un numero incredibilmente elevato di linee elettriche e aumenterà il costo della loro manutenzione su scala cosmica - dopotutto, tali fonti (eolica, solare e altre) si trovano sempre lontano dai luoghi in cui vive in modo compatto la maggior parte della popolazione. In secondo luogo, dato l'attuale livello di sviluppo tecnico, il problema dell'accumulo di energia ottenuta da fonti energetiche rinnovabili è praticamente insolubile. Ciò lascia ai paesi che li utilizzano con una scelta: rischiare di tornare alla stufa a legna e scheggiarsi come fonte di luce ogni giorno, o continuare a mantenere e mantenere le centrali elettriche funzionanti con combustibili tradizionali. Oltre al "verde" ... Terzo, anche una soluzione parziale dei due problemi sopra menzionati non consentirà in alcun modo di sostituire completamente le fonti energetiche di idrocarburi - se, ovviamente, l'umanità vuole mantenere il suo tenore di vita al livello attuale. Calcolato e dimostrato molte volte dagli scienziati. Il resto sono bugie e ciarlataneria.

In verità, la pandemia di coronavirus che ha colpito il nostro mondo lo scorso anno ha dato qualche motivo per sperare che la "follia verde" si ritirerà, almeno temporaneamente perderà terreno - l'economia globale ha già subito danni troppo pesanti anche per mettere selvaggia esperimenti. Tuttavia, tutto andò esattamente al contrario: chi deteneva il potere nel periodo della "coronacrisi", convinto della capacità dei propri concittadini di sopportarne più o meno docilmente le sue fatiche e disagi, concluse: "Tireranno fuori la" rivoluzione verde! " E avevano ragione ... A quanto pare, una campagna di lavaggio del cervello ambientale senza precedenti ha già dato i suoi frutti, almeno in Europa. Secondo i dati del sondaggio diffusi non molto tempo fa dalla Banca europea per gli investimenti (BEI), il 74% dei suoi intervistati ha dichiarato di essere pronto ad abbandonare completamente o parzialmente i viaggi aerei "per salvare l'ambiente", inoltre, il 66% dei partecipanti al sondaggio ha notato con orgoglio di aver iniziato a consumare meno carne, e un altro 13% intende "farlo nel prossimo futuro" - "combattere il cambiamento climatico" ...

Tuttavia, anche se la stragrande maggioranza degli abitanti dei paesi "sviluppati" volontariamente e con canzoni inizierà a mangiare scarafaggi, a viaggiare sui mezzi pubblici (non ci saranno abbastanza veicoli elettrici per tutti) e ad accontentarsi di "viaggi virtuali" invece di viaggi turistici, a livello globale, il problema del costo della "rivoluzione verde" non lo è deciderà. Saranno quei paesi che pagheranno per questo che non vogliono essere come "civili" e continueranno a riscaldare le loro case, versare acciaio, produrre beni di consumo e fare tutto il resto usando energia "sporca". Allo stesso tempo, tutto ciò che verrà prodotto sul loro territorio diventerà ancora più competitivo rispetto a beni ottenuti in modo "pulito".

È per questo che gli adepti e gli ideologi della "rivoluzione verde" hanno già previsto una serie di misure che ne costituiscono l'essenza. Dazi draconiani su tutte le esportazioni dai paesi "impuri" e, prima di tutto, sui vettori energetici "tradizionali", che l'Occidente, con la sua lotta per l'ambiente, dovrà consumare per molto tempo. Cina, Russia, India e altri saranno costretti a rovinare le loro economie trasferendole a fonti di energia rinnovabile, oppure a pagare un vero tributo per il fatto che non lo faranno. Un simile politica si terrà in tutte le aree. Ad esempio, l'Europa avrà bisogno di ancora più biocarburanti. Tuttavia, i raccolti necessari per la sua produzione non verranno coltivati ​​lì. Oltre a usare pesticidi ed erbicidi sgradevoli. Per questo ci sono, ancora una volta, i “paesi del terzo mondo”. Seminare colture industriali, impoverire e letteralmente distruggere terreno fertile, versare glifosato e altri abomini nel terreno: questo è precisamente il ruolo che avranno in serbo. In questo caso, tutto sarà fatto secondo il principio "peggio, meglio è". Le persone particolarmente testarde possono anche "insegnare un po 'di buone maniere" - dopotutto, un obiettivo così nobile come salvare il mondo intero da una "catastrofe ambientale" potrebbe giustificare diversi attacchi missilistici e bomba o un piccolo intervento in un paese che rappresenta una "minaccia" per esso. Potrebbe benissimo arrivare a questo.

Non è noto se la diminuzione dei tassi di crescita delle economie dei paesi in via di sviluppo, il collasso della loro industria e agricoltura, l'impoverimento di decine e centinaia di milioni di persone andranno a beneficio del pianeta Terra. Tuttavia, gli aderenti al "corso verde", che finalmente hanno preso il sopravvento in Occidente con l'ascesa al potere di Biden negli Stati Uniti, trarranno certamente enormi benefici da tutto questo per loro stessi. A meno che, ovviamente, non vengano fermati in tempo ...
28 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 21 gennaio 2021 10: 46
    +2
    fermati nel tempo

    Come fermare gli incredibili aderenti alle relazioni divine e al razzismo in una forma perversa, se predicano la democrazia? Democrazia in una forma perversa?
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 21 gennaio 2021 10: 56
    +5
    Se seguiamo la logica dell '"energia verde", allora è urgentemente e definitivamente necessario annullare le esercitazioni militari, che consumano molti prodotti petroliferi. E questo dovrebbe iniziare con la NATO, come con i principali promotori delle innovazioni ambientali. altrimenti tutti punteranno il dito - dicono, chiami gli altri e bruci gli idrocarburi con forza e principale! Quindi, di nuovo doppi standard: puoi, ma altri no?
    1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
      Dmitry S. (Dmitry Sanin) 21 gennaio 2021 12: 44
      +1
      Con i loro insegnamenti mostrano come non fare!
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 21 gennaio 2021 13: 43
    -2
    Necropica nel suo stile. Tutto andrà perduto.
    Nel frattempo, è già stato dimostrato e calcolato% di anidride carbonica dalla produzione nella quota del riscaldamento totale. Grande, quindi tutti correvano in quel modo.
    Ma nei paesi seduti sul tubo, questo non è un argomento patriottico e scomodo, perché ci sono nuove tecnologie: scarica e oscilla ...
  4. LozmanPozman Офлайн LozmanPozman
    LozmanPozman (Lozman Pozman) 21 gennaio 2021 13: 49
    +2
    La cosa principale è che non andiamo da nessuna parte e non interferiamo con nessuno, i nostri beni sono il 30% dei minerali del mondo e non palloncini da trilioni di dollari fatti di carta tagliata da tutti i tipi di libri museruola, tweet e google ...
  5. 123 Офлайн 123
    123 (123) 21 gennaio 2021 16: 30
    0
    Questa è la ripartizione del consumo di energia per tipo di fonte. (per riferimento) una sottile striscia gialla è la vertro-generazione e l'energia solare.
    https://www.iea.org/data-and-statistics?country=WEOEUR&fuel=Energy%20supply&indicator=TPESbySource

    Questo non ha nulla a che fare con l'economia reale, i signori stanno ancora una volta cercando di riscrivere le regole per soddisfare le loro esigenze.
  6. Vladest Офлайн Vladest
    Vladest (Vladimir) 21 gennaio 2021 17: 38
    -5
    Non si erano mai sentite sciocchezze maggiori. India e Cina sono ricordate qui. Per quanto strano possa sembrare, sono la Cina e l'India che ora sono i leader nell'energia verde. Quando avrai più di un miliardo di persone, coglierai ogni opportunità per aumentare la produzione di energia.
    Il progresso non può essere fermato. Lo stesso non può fermare il progresso energetico. L'UE e gli Stati Uniti sono regioni tecnologicamente avanzate con denaro. E Green Energy darà un enorme impulso all'economia per molti decenni a venire. E di conseguenza, posti di lavoro.
    Una volta in Inghilterra, i luddisti ruppero le macchine per fermare il progresso. Ovviamente, il loro spirito è ancora vivo.
    Perché è apparso questo articolo? Secondo molti che sono simili a lei in russo, nella Federazione Russa, in generale, l'atteggiamento verso GE è così sprezzante. ZE riduce il consumo di gas e petrolio e la RF non è redditizia. Quindi i propagandisti ci stanno provando. E se improvvisamente iniziano a rinunciare all'energia nucleare, Atommash finirà.
    La scelta, ovvero quella di partecipare alla corsa alla Green Energy, per la quale la Federazione Russa ha poco fegato, ma non funzionerà neanche a rallentare il suo sviluppo.
    Ecco perché il buon senso dice almeno in qualche modo, ma devi essere di tendenza e non esitare come uno stupido asino.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 22 gennaio 2021 20: 40
      +2
      Il buon senso dice che GE aumenta i costi di produzione. E, di conseguenza, riduce la sua competitività.
      Nessuno coinvolgerà la Russia nella corsa in ZE. Abbiamo molti meno poveri di mente di quanto l'UE vorrebbe.
      E il nostro Rosatom è fuori concorso. Non puoi immaginare le dimensioni di questa azienda.
      1. Vladest Офлайн Vladest
        Vladest (Vladimir) 23 gennaio 2021 00: 49
        -3
        Citazione: boriz
        Nessuno trascinerà la Russia in corsa nella ZE

        ZE è una nuova direzione. E i suoi limiti non sono noti. I prodotti diventano costantemente più economici e la loro efficienza è in crescita. Credo nella tua versione, ma non tutti possono essere stupidi. Solo l'RF risulta essere intelligente.
        A proposito, un impianto per la produzione di generatori eolici è stato costruito nella Federazione Russa e hanno già iniziato a costruire centrali solari. Dovresti conoscere meglio la Russia.
        Si può dire ZE all'inizio del percorso.
        Consiglio a https://hightech.plus/ di leggere un giorno o due cosa sta succedendo nel mondo della scienza e della tecnologia e capirai che hai sbagliato.
        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 23 gennaio 2021 01: 09
          +3
          So molto bene che la Russia ha centrali solari a Verkhoyansk, il polo del freddo.
          So che persone da tutto il mondo vengono a Yakutsk per imparare dall'esperienza dell'uso complesso delle fonti energetiche rinnovabili. Ne so di più sull'energia rinnovabile di quanto pensi e più di te.
          Ho appena scritto che la Russia non sarà coinvolta nella corsa alle fonti energetiche rinnovabili. Usiamo RES e verrà utilizzato solo quando necessario. Ad esempio, gli egiziani, di ritorno da una conferenza a Yakutsk, hanno iniziato ad attaccare una stazione di servizio alla centrale solare. Poiché l'elettricità da fonti energetiche rinnovabili, in linea di principio, non viene spedita. Questo è solo uno dei suoi difetti e ce ne sono molti.
          A Yakutsk e al nord, gli impianti solari ed eolici consentono di risparmiare gasolio importato, la cui consegna lo rende "oro". Combinando i due tipi di energia, è possibile risparmiare molto denaro e ottenere il normale dispacciamento di energia elettrica.
          E la tua fede o incredulità nella mia versione non mi disturba affatto. Non sei un'autorità per me dalla parola "assolutamente".
        2. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 23 gennaio 2021 01: 18
          +2
          ZE è una nuova direzione.

          Questo è per le persone come te è nuovo. In URSS, per la prima volta al mondo negli anni '1950, è stata avviata la produzione di impianti eolici a livello di "un villaggio" e più potenti. Subito dopo la comparsa di gas in grandi quantità, questa produzione è diventata irrilevante.
          Allo stesso modo, sono stati prodotti insiemi di capacità diverse per centrali idroelettriche agricole collettive su piccoli fiumi.
      2. Vladest Офлайн Vladest
        Vladest (Vladimir) 23 gennaio 2021 11: 06
        -3
        Citazione: boriz
        Nessuno trascinerà la Russia in corsa nella ZE

        Oggi, 23 gennaio, RBC ha trasmesso un replay del 18 sull'energia dell'idrogeno e, in particolare, su cosa fare in Russia per diventare uno dei principali partecipanti a questo.
        Attività promettenti: come guadagnare con l'energia dell'idrogeno.
        1. Bulanov Офлайн Bulanov
          Bulanov (Vladimir) 26 gennaio 2021 13: 16
          0
          E puoi guadagnare ancora di più con il termonucleare. Ricordo che l'Hindenburg usava l'idrogeno ...
          1. Vladest Офлайн Vladest
            Vladest (Vladimir) 26 gennaio 2021 13: 20
            0
            Citazione: Bulanov
            E puoi guadagnare ancora di più con il termonucleare. Ricordo che l'Hindenburg usava l'idrogeno ...

            Certo che lo facciamo. Devi ricordarti di essere un contemporaneo)))
            Ricordi quante macchine battono al giorno sulle strade?
            1. Bulanov Офлайн Bulanov
              Bulanov (Vladimir) 26 gennaio 2021 13: 22
              0
              E quanti piroscafi sono affondati e quanti aerei sono caduti?
  7. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 21 gennaio 2021 19: 10
    +5
    L'Accordo di Parigi sul clima è una delle nuove nicchie per gli investimenti di capitale, come l'uguaglianza di genere e la moralità.
    Donald Trump è un uomo d'affari, e come uomo d'affari valuta questo accordo dal punto di vista dell'opportunità economica.
    L'accordo di Parigi non solo non garantisce benefici diretti per gli Stati Uniti, ma minaccia anche di perdite sotto forma di multe per il superamento delle quote assegnate dagli Stati Uniti per le emissioni di CO2 e l'inquinamento con i rifiuti industriali e domestici che gli Stati Uniti producono la maggior parte al mondo sotto forma di detergenti, prodotti chimici per auto, vari reagenti non degradabili in condizioni naturali, prodotti in plastica, imballaggi, tessuti sintetici e molti altri prodotti dell'industria chimica che non possono produrre ciò che non può essere: merci rispettose dell'ambiente. Puoi fare imballaggi di carta, ma questo richiede materie prime: devi tagliare la foresta, e quindi in ogni cosa, un'arma a doppio taglio.
    Biden è un politico ed è guidato da considerazioni politiche, per prendere il controllo del mercato dei cambi di quote e del movimento degli "ecologisti", come lo stesso Greenpeace, ad esempio, utilizzando il quale per esercitare pressioni aggiuntive su altri stati anche nell'area di Ecologia, incitando la popolazione di diversi paesi a protestare contro gli indesiderabili governi degli Stati Uniti.
    Il riscaldamento globale come risultato dell'attività umana è una demagogia inverosimile.
    Il cambiamento climatico si è verificato dozzine di volte quando gli esseri umani non sono stati trovati sulla Terra.
    I cambiamenti climatici dipendono da molti fattori oggettivi e indipendenti dall'uomo: l'inclinazione dell'asse di rotazione, il movimento del magma, la sua velocità, composizione, direzione e altre condizioni che si manifestano con i cambiamenti nella temperatura delle correnti marine, glaciazioni, attività vulcanica, deriva delle placche continentali che galleggiano sulla superficie del magma, poli magnetici, loro inversione e altre manifestazioni visibili.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 26 gennaio 2021 13: 19
      +1
      Esattamente! Non sarei sorpreso se a Parigi si dicesse presto che il cui vulcano ha iniziato a fumare, che lo Stato paghi una multa al fondo ambientale!
  8. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 21 gennaio 2021 23: 38
    +1
    Domanda.
    Chi ottiene più profitti dagli idrocarburi: produttori o consumatori? In parole povere, paesi OPEC o paesi del GXNUMX?
  9. Natan Bruk Офлайн Natan Bruk
    Natan Bruk (Natan Bruk) 22 gennaio 2021 05: 45
    -3
    Necropny è un maestro multiutente. Ora è un grande specialista nel campo dell'energia. Cioè, informa su Internet la linea generale del partito e del governo. A proposito, come ha fatto a dimenticare gli sfortunati lombrichi morendo dai mulini a vento.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 26 gennaio 2021 13: 20
      0
      Altri uccelli verranno colpiti dai mulini a vento. Qualsiasi ornitologo te lo dirà.
  10. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 22 gennaio 2021 10: 12
    -3
    Le affermazioni degli scienziati secondo cui il numero di cataclismi sta crescendo possono essere contestate a causa di un periodo di osservazione non troppo lungo (alla scala della storia umana).

    Gli scienziati, caro (no) autore, hanno già preso in considerazione il fattore della durata del periodo di osservazione nei loro calcoli.

    E sì, la presenza di uragani, siccità e massicci incendi in passato non significa che si debba fare di tutto per aumentarli in futuro.

    E nel complesso, ovviamente, un altro articolo di propaganda che capovolge tutto e cerca di "vedere" cospirazioni segrete ovunque.
  11. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 22 gennaio 2021 21: 07
    +2
    Se l '"occidente collettivo" ha deciso di impegnarsi per se stesso "hara-kiri verde", non vedo motivo per interferire con esso.
    Inoltre, per spiegare qualcosa.
    Per ora pescheremo sul fiume.
    1. Vladest Офлайн Vladest
      Vladest (Vladimir) 23 gennaio 2021 00: 53
      -3
      Citazione: Ulisse
      Se l '"occidente collettivo" ha deciso di commettere un "hara-kiri verde" per se stesso, non vedo motivo per interferire con esso

      I megaprogetti danno impulso alla R&S e allo sviluppo economico. Oppure vai alla Grotta. Sicuramente 200 anni fa c'erano quelli che esattamente come hai detto tu sui motori a vapore. Il progresso non può essere fermato.
      1. Ulisse Офлайн Ulisse
        Ulisse (Alex) 23 gennaio 2021 18: 11
        +1
        I progressi non possono essere fermati.

        E se questo non è un progresso, ma il suo ramo senza uscita ??

    2. Vladest Офлайн Vladest
      Vladest (Vladimir) 26 gennaio 2021 13: 35
      0
      Citazione: Ulisse
      Se l '"occidente collettivo" ha deciso di impegnarsi per se stesso "hara-kiri verde", non vedo motivo per interferire con esso.

      Zelena Energy porta a una svolta tecnologica. Questo non sarà hara-kiri, ma una separazione tecnologica ancora maggiore non solo dell '"Occidente collettivo" ma dell'intero mondo dalla Federazione Russa. E così arranca dove da dietro.
      Donna indiana: Abbiamo installato pannelli solari nel nostro villaggio e ora mia figlia ha una lampadina per poter studiare le sue lezioni anche al buio. "La gente vive ancora in queste condizioni ...
      1. Ulisse Офлайн Ulisse
        Ulisse (Alex) 26 gennaio 2021 21: 56
        +1
        Zelena Energy porta a una svolta tecnologica. Questo non sarà hara-kiri, ma una separazione tecnologica ancora maggiore non solo dell '"Occidente collettivo" ma dell'intero mondo dalla Federazione Russa. E così arranca dove da dietro.

        Non ci sarà nulla.
        Nella migliore delle ipotesi, il trasferimento della produzione in altri paesi.
        Negli Stati Uniti, già l'80% del cosiddetto PIL è il settore dei servizi.
        Avvocati, dentisti, lobbisti, personale IT ...

        PS Una buona esplosione solare, resetterà tutto questo PIL per barattare le relazioni durante il Medioevo.
  12. Ten041 Офлайн Ten041
    Ten041 24 gennaio 2021 11: 34
    +3
    Questa non è una domanda univoca. L'energia verde è costosa, ma la costruzione di una centrale nucleare non è economica, gli incidenti su di essi sono ancora più costosi e lo stoccaggio di scorie radioattive, che più di un ragazzo intelligente non ha imparato a riciclare completamente è un problema, costoso e cosa non sicura.
    1. Vladest Офлайн Vladest
      Vladest (Vladimir) 26 gennaio 2021 13: 41
      0
      Citazione: Shadow041
      Questa non è una domanda univoca. L'energia verde è costosa

      Sapendo quali sono i prezzi per le attrezzature verdi negli Stati Uniti, per esempio, e poi provandole sugli stipendi russi, capisci quale propaganda contro GE sta succedendo in Russia.
      Compreremo Tesla per 70 green? E negli States c'è la coda per loro.