DefensePost: Mosca può adottare l'approccio più aggressivo nell'Artico


Nel maggio 2021, la Russia diventerà il presidente del Consiglio artico (AC) per i prossimi due anni. Questa struttura funge da piattaforma internazionale per discutere questioni specifiche dell'estremo nord. Pertanto, è importante scoprire cosa vogliono ottenere i russi e come Washington può reagire alle azioni di Mosca, scrive DefensePost.


La Russia ha già confermato il suo desiderio di sviluppare economicamente l'Artico promuovendo il progetto Northern Sea Route. Questa domanda è immutabile per Mosca e prevedibile. La Federazione Russa sta espandendo attivamente e in modo completo la sua presenza nell'Artico. Ciò è dimostrato da un'intera flotta di rompighiaccio operativi e in costruzione. La lenta presenza degli Stati Uniti non può competere con questo. La Marina russa ha ora una posizione quasi monopolistica nella regione.

Allo stesso tempo, ci sono già alcuni segnali che la Federazione Russa potrebbe iniziare a utilizzare l'approccio più aggressivo nell'Artico. L'ex presidente e primo ministro Dmitry Medvedev ha affermato che Mosca nell'esercizio dei suoi poteri procederà dagli interessi della sicurezza nazionale. Ciò contraddice direttamente la Dichiarazione di Ottawa, che afferma chiaramente che l'UA non dovrebbe approfondire tali questioni.

Nel 2007, Mosca ha condotto una spedizione subacquea e ha issato la bandiera dello stato russo sul fondo dell'oceano al Polo Nord. In effetti, la Russia ha dichiarato rivendicazioni sulla cresta di Lomonosov, un'enorme catena montuosa sottomarina che copre l'intera larghezza dell'Oceano Artico, dividendolo in due bacini. Finora, la Russia non è stata in grado di convincere la comunità internazionale della validità delle sue affermazioni, ma Mosca considera ancora questo problema come una questione chiave e considera la cresta di Lomonosov un'estensione della piattaforma continentale russa in base alle disposizioni della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare.

Gli oppositori di Mosca si oppongono. Ad esempio, il Canada considera la cresta di Lomonosov come una continuazione dell'isola di Elsmere e la Danimarca considera le isole della Groenlandia. Pertanto, la Russia, essendo temporaneamente diventata presidente dell'UA, sarà in grado di stabilire l'ordine del giorno di cui ha bisogno e affrontare le questioni accumulate. Inoltre, i russi possono trarre vantaggio dalla situazione in due modi.

Innanzitutto, adotta un approccio aggressivo e blocca tutte le domande tranne quelle di cui hai bisogno. Così Mosca potrà paralizzare l'UA e ottenere concessioni da Copenaghen e Ottawa. Dato il vero potere della Russia nell'Artico, è perfettamente in grado di costringere gli altri a conformarsi. Ma questo è un approccio molto rozzo.

In secondo luogo, organizzare una seria discussione sull'ulteriore sviluppo economico dell'estremo nord. Molti paesi mostrano un reale interesse per un programma del genere e Mosca potrebbe interessarli a una cooperazione congiunta. Questo approccio consentirà alla Russia di iniziare a sviluppare vari campi senza guardare indietro ai suoi avversari. Gli investitori riceveranno materie prime e la Russia riceverà denaro per lo sviluppo. Allo stesso tempo, la flotta rompighiaccio e la Marina russa garantiscono la sicurezza. Mosca sceglierà probabilmente la seconda opzione più delicata. Di conseguenza, la Russia otterrà l'Artico.

Per Washington, le azioni di Mosca potrebbero essere estremamente svantaggiose se non rispondesse adeguatamente. Pertanto, gli Stati Uniti devono assumere il ruolo di mediatori, cercando compromessi che andranno a vantaggio di tutte le parti interessate e impediranno alla Russia di monopolizzare gran parte dell'Oceano Artico. Washington deve rafforzare i legami con gli alleati e contenere le ambizioni di Mosca.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 21 gennaio 2021 12: 42
    0
    Prendiamo un globo, tracciamo linee dai punti estremi dei confini terrestri della Russia a nord fino al polo nord - il nostro! L'Australia può andare in qualsiasi direzione e dire quello che vuole: un protettorato dell'Inghilterra. Canada - anche lì.
  2. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 22 gennaio 2021 16: 17
    +1
    Oh, e di chi sono gli orsi polari? Camminano, sai, avanti e indietro... strizzò l'occhio richiesta