Perché l'Egitto ha acquistato MiG-29M russi quando aveva già F-16 americani


Dopo il rovesciamento del governo islamista di orientamento occidentale nel 2013, l'Egitto è passato a una più stretta cooperazione con la Russia sulla difesa. A quel tempo, l'aeronautica militare egiziana aveva circa 200 caccia F-16C americani. Ma il Cairo acquistò MiG-29M russi, sebbene a quel tempo non avessero capacità fondamentalmente nuove rispetto ai veicoli da combattimento americani. Gli esperti di Military Watch hanno esaminato le ragioni dell'acquisto del MiG-29M russo da parte degli egiziani.


Dalla metà degli anni '1970, quando l'Egitto ha concluso il suo partenariato per la difesa con l'Unione Sovietica e si è rivolto alla NATO, al paese è stato tuttavia negato l'accesso a caccia avanzati come l'F-15 Eagle e l'F-14 Tomcat. D'altra parte, partner "privilegiati" degli Stati Uniti come Giappone, Iran, Arabia Saudita e Israele hanno ricevuto questi aerei da combattimento, che hanno messo l'Egitto in netto svantaggio rispetto ai suoi vicini. Nel tempo, il Cairo riuscì ad acquisire caccia F-16, ma gli americani ridussero notevolmente la fornitura di munizioni per loro. Pertanto, l'Egitto ha deciso di acquistare il MiG-29M russo.

Al momento dell'acquisizione da parte dell'Egitto del MiG-29, questo velivolo era il caccia russo più antico e meno avanzato, ma rappresentava un importante aggiornamento dall'ancor più obsoleto F-16C, date le circostanze in cui operavano gli aerei americani. È importante notare che la Russia non ha in alcun modo limitato l'uso dei veicoli militari forniti dal Cairo e non ha tagliato le vendite dei componenti necessari.

Inoltre, i russi hanno dato agli egiziani l'accesso ai missili aria-aria a lungo raggio R-27ER e R-77, che, per la prima volta da decenni, hanno fornito all'Egitto capacità moderne per la guerra aerea. Questo è stato fondamentale per mantenere una certa parità con l'F-16 e l'F-15 israeliani. Inoltre, i MiG-29M acquistati dall'Egitto erano più avanzati in termini tecnici rispetto ai MiG-29 della vicina Siria, Libia e Sudan: avevano una grande scorta di carburante, motori più potenti e moderni sistemi di riempimento elettronico, oltre a sistemi di guerra elettronica.

L'acquisto del MiG-29M ha in gran parte gettato le basi per i futuri acquisti da parte del Cairo di moderni aerei da combattimento russi, principalmente il caccia MiG-35 della generazione 4 ++, nonché il più avanzato Su-35.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Michael1950 Офлайн Michael1950
    Michael1950 (Michael) 22 gennaio 2021 12: 39
    -1
    - Siccome Sisi non vuole "mettere tutte le uova nello stesso paniere" ...
  2. Barmaley_2 Офлайн Barmaley_2
    Barmaley_2 (Barmale) 22 gennaio 2021 13: 27
    +1
    Perché non fare un po 'di soldi con gli egiziani? Vendere è meglio che l'URSS distribuito per niente, e anche con risultato zero. Un inferno degli egiziani non sono guerrieri e non vendono loro nulla, ma non avrà senso - almeno guidare la Morte Nera.
  3. cocomeri Офлайн cocomeri
    cocomeri (Ogurtsov) 22 gennaio 2021 13: 56
    +2
    L'Egitto potrebbe acquistare qualsiasi combattente russo. C'è una questione di prezzo. MiG-29m Erano i più economici, ma ben imbottiti. Manutenzione, il funzionamento è più economico, l'auto è affidabile.
  4. Semyon Semyonov_2 Офлайн Semyon Semyonov_2
    Semyon Semyonov_2 (Semyon Semyonov) 23 gennaio 2021 09: 04
    +2
    Buona.))
    E i Bibittani non se ne pentiranno.