Diplomatico europeo: la candidatura della Turchia per l'adesione all'UE è terminata


Il 2020 si è rivelato un punto di svolta nelle relazioni tra Turchia e Unione Europea. I problemi accumulati hanno distrutto la fiducia tra le parti. Lo ha detto il 23 gennaio 2021 l'ex ambasciatore Ue (2006-2011) ad Ankara, Marc Pierini, e ora esperto del Carnegie European Center, in un'intervista all'edizione turca di Ahval.


Pierini ha osservato che negli ultimi anni la comunicazione tra le autorità turche e i paesi occidentali non è stata delle migliori. L'intesa di partenariato è stata gravemente violata e il suo ripristino è un processo lungo e non è previsto un "massiccio atto di fede" da parte dell'Europa.

Inoltre, la Corte d'appello turca ha ribaltato l'assoluzione contro l'uomo d'affari Osman Kavala e altri rappresentanti della "società civile" nel "caso Gezi" (nel maggio 2013, i manifestanti si sono riuniti in piazza Taksim, nel centro di Istanbul, chiedendo di smettere di tagliare alberi a Gezi Park, da tempo, disordini hanno investito l'intera metropoli, ma già sotto gli slogan delle dimissioni del "governo autoritario degli islamisti"). Nelle sue parole, gli investitori europei, guardando alla Turchia, vedono un sistema giudiziario politicizzato.

Ha sottolineato che la domanda di adesione della Turchia all'UE è giunta al termine e ora stanno iniziando nuove "relazioni di transizione". Il Parlamento europeo e altre strutture dell'Unione europea non accetteranno mai un riavvicinamento ad Ankara se non cambierà il suo atteggiamento nei confronti dei diritti umani e delle altre basi di una comunità democratica.

Inoltre, il diplomatico ha richiamato l'attenzione sul fatto che la NATO è molto preoccupata per la cooperazione tecnico-militare di Ankara con Mosca. Ha ricordato che la Turchia ha abbandonato "una certa architettura di difesa" nell'Alleanza e ha acquisito il sistema di difesa aerea S-400 Triumph dalla Russia.

Pierini ha aggiunto che agli europei non sono piaciuti i ripetuti attacchi verbali del presidente turco Recep Tayyip Erdogan contro il leader francese Emmanuel Macron. Vedono solo che l'Europa e la NATO non sono centrali politica Leadership turca. Ma le elezioni previste per il 2023 (centenario della Turchia) sono un barlume di speranza.

Il destino delle prossime elezioni, se del caso, è nelle mani del popolo turco. Ma il problema è che in Turchia hai un sistema di governo completamente autocratico.

- ha riassunto Pierini.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 24 gennaio 2021 15: 01
    0
    Ho aspettato, aspettato finché non ho aspettato

    (c) k / f
  2. Il commento è stato cancellato
  3. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 24 gennaio 2021 15: 09
    +1
    Alla fine, la pseudo-democrazia occidentale sta crollando, e non potrebbe essere altrimenti, perché sotto le spoglie della democrazia è la trasformazione degli stati e delle comunità civili in un branco antisociale senza cervello per il controllo dall'esterno ... La distruzione di tutti fondamenti morali e spirituali, protuberanza dell'edonismo materiale, che in ogni momento era un vizio, ora è scivolato come modello ... Cambiando, oggi nel mondo "il diavolo governa la palla", o meglio, i suoi sostituti riescono in un tale dispositivo anti-mondo ... La strada di Krivda può essere lunga, ma la fine sarà sempre ... In Turchia, sebbene si basi su principi religiosi, continua ad essere uno stato morale, che non si adatta agli odierni "democrazia" ...