In Russia è iniziata la costruzione di autostrade "intelligenti"


Alla fine dello scorso anno è stata completata la costruzione della prima autostrada “intelligente” in Russia. A dicembre è stata aperta una sezione di 106 chilometri della tangenziale centrale, che è semplicemente riempita con tutti i tipi di sensori e sensori.


Questi ultimi raccolgono informazioni su ciò che sta accadendo in pista XNUMX ore su XNUMX e le trasmettono online al Centro di controllo centrale. Tutto ciò consente di regolare il limite di velocità, controllare i semafori, avvisare i conducenti di un possibile pericolo e rispondere in tempo alle situazioni di emergenza, il che a sua volta ridurrà notevolmente il livello di incidenti.

Vale la pena notare che il sito di cui sopra non sarà limitato. Ad oggi, 22 regioni sono già state selezionate per l'attuazione di questa innovazione.

Tuttavia, quando fa progetti per il futuro, la Russia non dimentica nemmeno il presente. Quindi, oggi il nostro paese ha 1 km di strade asfaltate e 089 km di superstrade. Per fare un confronto, all'inizio degli anni 134, questa cifra era rispettivamente di 5100 km e 2000 km.

Le strade intelligenti sono buone. Certamente ridurranno il tasso di incidenti rendendo la guida più sicura, ma è improbabile che possano far fronte al problema della congestione.

Ed eccoci al passo con i tempi. Il giorno prima sono iniziati a Mosca i test di un aerotaxi domestico, in grado di coprire una distanza di 100 km ad un'altitudine di 150 metri, sviluppando una velocità fino a 200 km / h. Una tale macchina volante ha una capacità di carico fino a 300 kg ed è progettata per 2 passeggeri.

Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.