La guerra in Donbass ha costretto gli Stati Uniti a creare urgentemente un nuovo sistema di difesa aerea


La guerra nell'Ucraina orientale ha costretto gli Stati Uniti a creare urgentemente un sistema di difesa aerea a corto raggio basato sul veicolo corazzato Stryker. L'obiettivo principale del nuovo complesso è il rilevamento e la distruzione indipendenti di oggetti aerei, in particolare droni, nonché elicotteri, aerei e missili da crociera. Sulle caratteristiche dei nuovi militari attrezzatura scrive Defense Express.


Leonardo DRS Inc. Il 21 gennaio, ha annunciato la consegna dei primi set di equipaggiamento alle truppe statunitensi per 28 sistemi di difesa aerea a corto raggio semoventi IM-SHORAD (Initial Maneuver Short-Range Air Defense) prodotti da General Dynamics Land Systems per la loro integrazione finale nella nuova modifica dei veicoli da combattimento Stryker.

L'elemento centrale del sistema missilistico di difesa aerea è una torretta con un modulo di combattimento integrato RIwP (Reconfigurable Integrated-arms Platform). La sua particolarità, tra le altre cose, consiste nell'abbondanza di mezzi per distruggere bersagli sia aerei che terrestri: si tratta di una mitragliatrice M7,62 da 240 mm, un cannone XM30 da 914 mm, missili HELLFIRE Longbow per la distruzione di bersagli terrestri e aerei, e Missili antiaerei Stinger.

Il modulo di combattimento include anche un MHR multifunzionale a bordo sotto forma di un emisfero (Multi-Mission Hemispheric Radar) per fornire una sorveglianza continua a 360 gradi della situazione aerea, riconoscimento del bersaglio e altre cose, oltre a sensori elettro-ottici.

Nel 2015, il Servizio di ricerca del Congresso degli Stati Uniti ha tratto alcune conclusioni dal confronto russo-ucraino nel Donbas. L'esercito americano ha riconosciuto la lacuna nella mancanza di sistemi di difesa aerea a corto raggio automatizzati da sconfiggere, compresi gli UAV. Secondo gli analisti, da allora la situazione al riguardo è solo peggiorata.


Vediamo che i piccoli paesi e gli eserciti ribelli sono ben equipaggiati con droni da combattimento. Il complesso IM-SHORAD dovrebbe diventare un mezzo altamente efficace per gestire un piccolo numero di droni, ma potrebbe entrare in collisione con numerosi UAV e non sarà in grado di affrontarli. Molti paesi stanno già lavorando per creare sciami di centinaia o addirittura migliaia di droni in grado di coordinare attacchi senza il controllo umano diretto.

- Credono i critici del sistema di difesa aerea americano.

IM-SHORAD costa circa 8 milioni di dollari. Gli Stati Uniti prevedono di acquistare 144 complessi di questo tipo, anche se è improbabile che ciò sia sufficiente per proteggere ogni unità corazzata, base militare o convoglio.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 25 gennaio 2021 16: 04
    0
    IM-SHORAD costa circa 8 milioni di dollari.

    Prematuramente. Dovrebbe valere... Questo sarà più accurato. Ma la vita mostra il contrario.

    Gli Stati Uniti prevedono di acquistare 144 complessi di questo tipo,

    Che non lo sono ancora. E cosa, in Europa senza che questo vada a combattere? Oh bene ...
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 27 gennaio 2021 11: 41
    0
    Ahimè. Il giusto approccio. Economico e arrabbiato. solo per i droni
  3. Michael1950 Офлайн Michael1950
    Michael1950 (Michael) 27 gennaio 2021 12: 20
    0
    Citazione: boriz
    IM-SHORAD costa circa 8 milioni di dollari.

    Prematuramente. Dovrebbe valere... Questo sarà più accurato. Ma la vita mostra il contrario.
    Gli Stati Uniti prevedono di acquistare 144 complessi di questo tipo,

    Che non lo sono ancora. E cosa, in Europa senza che questo vada a combattere? Oh bene ...

    - Questo sistema di difesa aerea è per le più piccole sciocchezze, compreso. Per qualcosa di più grande (come Bayraktar), gli americani hanno già acquistato una versione mobile israeliana dell'Iron Dome e inizieranno la produzione su licenza di questi sistemi di difesa aerea.



    Per droni molto piccoli, è in arrivo il seguente sistema:

    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 27 gennaio 2021 14: 14
      0
      In generale, questo IM-SHORAD fa una strana impressione. Squallore.
      Non hanno un sistema di difesa aerea del tipo Pantsir C1. E come fornire copertura diretta alle truppe?
      La scelta dei missili non riguarda nulla. Ecco un'analisi comparativa. https://topwar.ru/154329-smozhet-li-im-shorad-polozhit-na-lopatki-pancir-s1-poka-vremja-igraet-v-nashu-polzu.html
  4. Michael1950 Офлайн Michael1950
    Michael1950 (Michael) 27 gennaio 2021 23: 49
    -1
    Citazione: boriz
    In generale, questo IM-SHORAD fa una strana impressione. Squallore.
    Non hanno un sistema di difesa aerea del tipo Pantsir C1. E come fornire copertura diretta alle truppe?
    La scelta dei missili non riguarda nulla. Ecco un'analisi comparativa. https://topwar.ru/154329-smozhet-li-im-shorad-polozhit-na-lopatki-pancir-s1-poka-vremja-igraet-v-nashu-polzu.html

    - In realtà, il radar (israeliano) c'è di meglio del "Pantsir":
    https://www.rada.com/products/mhr
    Quindi, ci sono grandi prospettive per un aggiornamento: se invece dei missili antiaerei Stinger, mettessi qualcosa di più grande e con un cercatore di immagini termiche. Oppure modifica lo "Stinger" aggiungendovi un piccolo booster ...