Clement Voroshilov. La storia del maresciallo sovietico più calunniato


Il 4 febbraio di quest'anno segna il 140 ° anniversario della nascita di Kliment Efremovich Voroshilov, un uomo che è passato alla storia come il "primo maresciallo rosso". Questa cifra è così eccezionale, o, come si dice ora, significativa per il suo tempo e la storia della nostra Patria, che è semplicemente impossibile sopravvalutarla sotto questo aspetto. Per non parlare dell'enorme ruolo di Vorosilov nella Guerra Civile, la creazione, la formazione e lo sviluppo dell'Armata Rossa degli operai e dei contadini, la Grande Guerra Patriottica sarebbe il più vile dei crimini contro la nostra comune memoria. Non meno che tentativi di "cancellare" i nomi di Stalin, Beria o Trotsky dalle descrizioni di tutti questi fatidici punti di riferimento.


È chiaro che nei folli "tempi della perestrojka", quando la blasfemia e la distorsione della storia sovietica furono messe in moto e innalzate al rango di stato politica, il nome del glorioso maresciallo era imbrattato di fango non meno dei nomi e delle gesta della maggioranza assoluta dei suoi contemporanei e associati. Intorno a Voroshilov, la cui popolarità tra il popolo sovietico era solo leggermente inferiore all'ammirazione per Stalin stesso, è abbastanza naturale e vili miti si accumulavano, forse un po 'meno di quanto furono inventati sul Leader. A mio avviso, il miglior tributo alla memoria benedetta di questo grande uomo nel suo giubileo sarà l'esposizione almeno delle invenzioni principali e più comuni.

"Un militare dilettante e un adulatore di Stalin ..."


Per cominciare, proviamo a riassumere brevemente l'essenza principale delle mostruose bugie erette su Kliment Efremovich. Tratteremo i dettagli separatamente e in dettaglio un po 'più tardi. Quindi, secondo i nostri cari "storici" dell'ala liberale, Vorosilov era, in effetti, un luogo vuoto. Non vinse "vittorie militari significative", la sua posizione elevata - sia rango che posizioni, era esclusivamente dovuta "alla conoscenza di Stalin riunita durante la guerra civile, alla devozione personale a lui e all'elogio sfrenato del leader, che andava oltre tutti i limiti dell'adulazione. " Per l'Armata Rossa non ha fatto assolutamente nulla di buono (essendo nel posto di Commissario del Popolo alla Difesa più di chiunque altro, che ha ricoperto questa carica per 15 anni), ma, al contrario, in ogni modo possibile "ha rallentato tecnico sviluppo delle forze armate sovietiche, resistendo all'introduzione di qualsiasi innovazione in esse, prima di tutto - quelle tecniche ". In effetti, era "completamente analfabeta" negli affari militari e non sapeva un accidente di armi e attrezzature. Sapeva solo come cavalcare un cavallo e brandire una spada. Dopo la guerra finlandese dalla carica di commissario del popolo fu "cacciato in disgrazia". Durante la Grande Guerra Patriottica, ancora una volta, non si mostrò in nulla, tranne forse per stupidi attacchi a piedi con un Nagant contro i carri armati tedeschi. Posizioni in questo periodo difficile, ancora una volta, occupate del tutto irrilevanti, non ha praticamente contribuito alla Vittoria, per la quale è rimasto un maresciallo fino alla fine della sua vita e, inoltre, ha ricevuto le Stelle dell'eroe - è completamente incomprensibile. Forse, come "simbolo della propaganda comunista". Una caratteristica così semplice e persino, a prima vista, pieghevole si ottiene da qualche parte. Cosa c'è dentro - una bugia spudorata? Sì, l'hai già indovinato, probabilmente ... Questo è tutto! Dalla prima all'ultima parola.

Cominciamo dal fatto che Kliment Voroshilov non era solo un vecchio membro del partito, uno dei più anziani. È entrato a far parte dell'RSDLP (b) nel 1903, prima della prima rivoluzione russa. Ha attraversato tutti i cerchi dell'inferno che sono caduti nella sorte dei veri bolscevichi: arresti, prigioni, esilio fino allo stesso circolo polare artico. Nella prima guerra mondiale non combatté, perché non era soggetto a coscrizione, come impiegato di un'impresa di difesa (ricordatelo!), Ma nella guerra civile si unì ai ranghi dell'Armata Rossa quasi dai primi giorni della sua creazione. In realtà, ha messo più impegno e lavoro per la nascita del primo esercito mondiale di operai e contadini. In particolare, con la sua partecipazione molto attiva, è stato creato il leggendario 1 ° esercito di cavalleria di Budyonny, di cui in seguito è stato membro del consiglio militare. In generale, durante gli anni dei disordini che imperversavano nel paese, Vorosilov, come si addice a un vero soldato, andò ovunque fosse mandato e fece ciò che gli era stato ordinato di fare. Ha comandato eserciti, interi distretti militari e ha anche trascorso un po 'di tempo come Commissario del popolo per gli affari interni in Ucraina. Anche allora, forse, la principale caratteristica commerciale di Vorosilov si manifestava: il talento di un organizzatore. Non era davvero un comandante brillante (sì, infatti, non si atteggiava come tale), ma sapeva lavorare per dieci, come pochi altri - e costringeva altri a farlo. Ma l'esercito, sai, non si basa solo sui Napoleoni. Un soldato affamato in cattive uniformi e con armi inutilizzabili - forse combatterà ... È proprio per questa capacità - di arare come un dannato nel luogo in cui si terrà la festa, Stalin apprezzava Vorosilov. E niente affatto per il suo articolo e il libro "Stalin e l'Armata Rossa", come stanno cercando di affermare gli sciocchi gentiluomini dei liberali. Iosif Vissarionovich ha visto milioni di opere simili di vari gradi di talento e di lode, ma aveva una manciata di persone efficienti. E, a proposito, del "servilismo" che avrebbe avuto luogo. Le parole autentiche non solo di chiunque sono sopravvissute, ma dello stesso Molotov, che ha deriso Stalin contro Vorosilov: ha de "la tua guida è offensiva"! È così che ci "intrufoliamo" ... Sai, pochissime persone potrebbero permettersi una cosa del genere.

"Genio" e "cavaliere"


Ora passiamo quasi alla parte principale delle bugie su Kliment Efremovich. Qui l'immaginazione dei nostri "espositori dello stalinismo" liberali assume forme particolarmente violente e assumono le più complete sciocchezze. Voroshilov ha ostacolato lo sviluppo dell'Armata Rossa? È stato lui il commissario del popolo per gli affari navali e il commissario del popolo alla difesa dal 1925 al 1940 ?! Sì, se a capo del nostro esercito ci fosse davvero un dunduk senza cervello, un retrogrado muschioso e un "cavaliere analfabeta" con cui alcuni uomini intelligenti particolarmente rabbiosi cercano di dipingere il maresciallo, l'Armata Rossa il 22 giugno 1941 avrebbe incontrato il Wehrmacht su ronzini mezzi morti, in sandali e budenovka. E non con corpi di carri armati, divisioni aeree, con MLRS e fucili automatici, che i Fritz non avevano affatto. Va bene che è stato sotto Voroshilov che l'Armata Rossa è finalmente passata dalla milizia territoriale al principio di formazione dei quadri (cioè, in effetti, ha preso forma come esercito in generale), ha finalmente introdotto normali ranghi militari, uniformi, e ha creato un nuovo staff di comando. generazioni? Per un elenco dettagliato di tutti i meriti di Kliment Efremovich in questo settore, nessun articolo sarà sufficiente e nemmeno un libro. Solo un momento del genere dovrebbe essere menzionato separatamente: Voroshilov non ha affidato a nessuno lo sviluppo e l'introduzione di nuovi tipi di armi e attrezzature (non nuove razze di cavalli!). Si è occupato personalmente di laboratori, uffici di progettazione, campi di addestramento e unità militari. Infilava la testa nella canna di ogni nuova arma, controllava personalmente e ricontrollava le conclusioni delle commissioni che ne conducevano i test. Eppure - dopotutto, conoscevano questa faccenda fin dalla sua giovinezza - lui stesso stava alla macchina nella fabbrica di utensili. Ma che dire del suo "conflitto con i tecnocrati?" - chiedi, sì, sì, come è successo ... Voglio dire il confronto più severo tra Voroshilov e Tukhachevsky, che non poteva sopportare questo "genio". Lui, devo dire, ha risposto con completa reciprocità e arrogante cattiveria sul "cavaliere di quercia" ha detto molto. Si tratta però di emozioni e vorresti conoscere i fatti?

Gli "storici" liberali citano volentieri le parole di Vorosilov rivolte a Tukhachevsky che, per usare un eufemismo, allunga le gambe oltre i vestiti e cerca di mordere più della sua bocca. In altre parole, fa piani per lo "sviluppo tecnico" dell'Armata Rossa, che non solo sono assolutamente irrealizzabili, ma anche quando si cerca di attuarli rovinerà il paese pulito, lasciandolo letteralmente girare per il mondo. Allo stesso tempo, si trae la conclusione: il "cavaliere senza cervello" voleva continuare a formare eserciti di cavalli invece di unità corazzate. Ti piacerebbe sapere che tipo di bugie di Tukhachevsky hanno reagito così bruscamente Clement Efremovich? Non ci sono problemi in questo - il "Piano per lo sviluppo dell'Armata Rossa", elaborato da questa figura quando era ancora a capo del distretto militare di Leningrado, è un documento non classificato per molto tempo. Quindi, in questa opera Tukhachevsky ha proposto di sfornare carri armati per un importo di ... 100 mila all'anno! Era il 1930, quando l'industria pesante nazionale era ancora agli inizi. Tutto è chiaro con il "genio" o è ancora necessario spiegare? Fu grazie a Voroshilov, e non a Tukhachevsky, che l'Armata Rossa aveva più di 15mila carri armati all'inizio della Grande Guerra Patriottica. Nonostante il fatto che al momento del suo ingresso nel posto di commissario del popolo, ce ne fossero una dozzina nel nostro paese, e anche allora erano tutti trofei, stranieri. La stessa storia con le armi a razzo: sebbene il suo sviluppo fosse supervisionato dai soci di Tukhachevsky, non ne venne fuori assolutamente nulla. Non appena fu affidato a Vorosilov, l'Armata Rossa ricevette presto il Katyusha ... Qui arriviamo a un altro punto estremamente importante. Stanno cercando di incolpare Voroshilov per "la partecipazione alle repressioni staliniste contro il personale di comando dell'Armata Rossa". Qui, davvero, vale anche la pena scavare più a fondo.

Insostituibile Vorosilov


In questo caso, la falsità sollevata si basa, infatti, su un paio di pezzi di carta - le "liste di esecuzione" di rappresentanti dell'élite dell'esercito approvate da Kliment Efremovich. Su uno (quello in cui era elencato Tukhachevsky) avrebbe scritto con la sua stessa mano: "Prendi tutti i mascalzoni". È chiaro che, come spiegano i signori liberali, il commissario del popolo ha mandato a morte certa persone assolutamente innocenti "per codardia e debolezza, perché sapeva che se non avesse avallato tali liste, allora lui stesso sarebbe stato nel prossimo". Tutti ... non riesco più a esprimermi con moderazione! Questa è una stronzata, ecco cos'è! In primo luogo, le liste non erano "plotone di esecuzione" - Vorosilov semplicemente, come capo del dipartimento militare, acconsentì a consegnare alla giustizia i suoi subordinati di alto rango. In secondo luogo, nessun documento del genere podmahivaniya ha salvato nessuno e da nulla. Un esempio di ciò è il destino di Yagoda e Yezhov, i commissari del popolo agli affari interni, non solo che hanno firmato, ma che hanno composto personalmente le liste delle esecuzioni, così tanto che Voroshilov non si è mai sognato. Entrambi sono finiti con un "muro", perché c'era un motivo. Bene, e, infine, terzo, e, in effetti, "nel complesso": osiamo presumere che Vorosilov abbia mandato sotto processo lo stesso Tukhachevsky e tutta la sua compagnia non per motivi egoistici, ma perché sapeva chiaramente che erano nemici e parassiti ?! Non puoi lasciare che accada? E invano, perché probabilmente era così. Chi, se non Kliment Efremovich, sapeva quanti danni reali questi "geni" hanno causato all'Armata Rossa e ha capito cosa sarebbe successo se fossero rimasti nelle posizioni e al potere? No, naturalmente puoi continuare a credere ai liberali che twittano che "Voroshilov odiava Tukhachevsky perché minò la sua autorità" ed era il suo "concorrente". Solo allora non consiglio di leggere oltre.

Per chi era la verità - per Stalin, Beria e Vorosilov, o per i "marescialli innocenti" giustiziati, l'estate del 1941 mostrò. Coloro che stanno cercando di presentare le azioni di Vorosilov nel periodo iniziale della Grande Guerra Patriottica come "senza talento" tacciono semplicemente sul fatto che nella direzione nord-occidentale da lui guidata non ci sono state devastazioni così orribili, "calderoni" e colonne di prigionieri. , come, ad esempio, in Occidente il distretto militare, guidato dai compagni d'armi di Tukhachevsky che si sono limitati a evitare un tempestivo "sbarco". Il primo contrattacco contro l'avanzata della Wehrmacht non fu inflitto da Zhukov, ma dalle truppe guidate da Vorosilov vicino al villaggio di Soltsy, nella regione di Novgorod. Ed ecco un'altra cosa: Kliment Efremovich non è mai andato all'attacco con un Nagan pronto durante il comando della difesa di Leningrado! Questo è sicuramente noto dai ricordi di testimoni oculari, incluso il suo aiutante personale. Questo episodio, o per aumentare il dramma, o per cattivo zelo, è stato inventato dai creatori del film "Blockade". Là, ricordo, Vorosilov fu persino ferito in questo stupido attacco. Il maresciallo non è stato ferito. E niente affatto perché si stava nascondendo dai proiettili: il coraggio disperato del maresciallo fu confermato anche dal Sami dai suoi feroci malvagi. L'uomo è stato così fortunato. E comandava, come si conviene a un maresciallo, dal posto di comando e non correndo attraverso il campo come un plotone. Successivamente, nel corso della Grande Guerra Patriottica, come scrivono di nuovo i "cronisti" di un senso abbastanza preciso, "Stalin non ha affidato a Vorosilov compiti significativi". Sì, naturalmente. Il reggimento o la divisione non si fidavano, è vero. Ma altrimenti ...

Il maresciallo ha svolto un ruolo "del tutto irrilevante" come rappresentante del Quartier Generale del Comando Supremo e nei settori "più caldi" del fronte - vicino a Leningrado durante lo sfondamento del blocco, in Crimea prima dell'offensiva generale. Era impegnato nella formazione degli eserciti di riserva, le cui forze raggiunsero una svolta durante la guerra nel 1943, guidò il movimento partigiano, creò e diresse il Comitato dei Trofei. Allo stesso tempo, era anche molto attivo in campo diplomatico - Kliment Efremovich ha accompagnato Stalin in quasi tutti gli incontri e le trattative più importanti con i leader dei paesi della coalizione anti-hitler, in particolare alla famosa conferenza di Teheran, condotta fuori molti altri incarichi che il Supremo sicuramente non affiderebbe "analfabeta" o "mediocre". Sicuramente non ne sapremo mai molti a causa della loro segretezza ... Per porre fine alla questione della competenza di Vorosilov, è sufficiente ricordare che Stalin cambiò più di una volta le teste dell'NKVD, e nel più modo radicale. Voroshilov dovette lasciare l'incarico di commissario alla difesa del popolo nel 1940 - dopo la guerra di Finlandia, quando sorse la questione delle trasformazioni radicali dell'Armata Rossa e del "ringiovanimento" della sua leadership. Allo stesso tempo, nessuno ha incolpato personalmente il commissario del popolo per gli errori di calcolo e i fallimenti di quella campagna, e certamente non ha "espulso per la vergogna". Di conseguenza, non lo hanno toccato con un dito. E con l'inizio della Grande Guerra Patriottica, furono immediatamente presentati all'organo più alto: il Comitato per la difesa dello Stato.

In conclusione, qualche tocco in più. Nel famoso "caso dei trofei", secondo cui i generali venivano imprigionati e persino fucilati, non fu Voroshilov, il "principale ufficiale trofeo" dell'URSS, a essere "imbrattato", ma il maresciallo Zhukov. Kliment Efremovich (a differenza, ahimè, dell'eroico Georgy Konstantinovich) non era per nulla contaminato dall'estirpazione di denaro. Fino alla fine della sua vita, infatti, non aveva un appartamento tutto suo: viveva nello stato, invece, al Cremlino. Era quasi l'unico che non aveva paura di sostenere il figlio di Stalin Vasily, che fu rilasciato dalla prigione, e in seguito prese parte a un tentativo fallito, ahimè, di cacciare Krusciov. Per questo ottiene un rispetto speciale. Vorosilov non ha vinto le battaglie della Grande Guerra Patriottica. Tuttavia, il sistema di addestramento dei giovani pre-coscrizione che ha creato ha dato all'Armata Rossa milioni di combattenti quando è arrivato il momento. I "Fucilieri Voroshilov" divennero quella riserva inesauribile, su cui si infrangevano le onde d'acciaio della Wehrmacht. Sono stati loro, ragazzi e ragazze, a sognare di essere come il "primo maresciallo rosso" Voroshilov che ha salvato il mondo e ha vinto la guerra. Solo per questo, Kliment Efremovich merita la nostra eterna memoria e gratitudine.
  • Autore:
  • Foto utilizzate: archivio RIA Novosti / Shagin / CC-BY-SA 3.0 / wikimedia.org
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 6 febbraio 2021 10: 59
    +5
    Clement Voroshilov. La storia del maresciallo sovietico più calunniato

    Dopo il colpo di stato, la blasfemia e la perversione della storia sovietica furono messe in moto ed elevate al rango di politica statale
    Non potrebbe essere altrimenti.
    Dopo il colpo di stato sotto la guida di Eltsyn, non è stato il governo a cambiare, il sistema sociale.
    La divisione della proprietà pubblica sotto la guida di Chubais creò una classe di grandi capitalisti: gli oligarchi, che divennero un supporto affidabile per Eltsin.
    L'ideologia, in quanto riflesso del sistema sociale, era soggetta a inevitabile revisione in accordo con gli interessi della classe dirigente.
    Tutte le organizzazioni proletarie furono liquidate e il proletariato stesso fu declassificato, i suoi dirigenti furono calunniati e la storia ei suoi eroi furono rivisti.
    L'appello moderno a combattere la distorsione della storia non mira a restaurare la verità storica, ma a contrastare l'aggressione dell'industria dell'agitazione occidentale e ad educare gli schiavi pronti a lavorare e difendere la proprietà dei loro padroni.
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 6 febbraio 2021 11: 39
    +1
    Ieri su VO c'era un articolo su di lui.
    Autore 1n o ripetuto?

    E così è ora di ragionare. Gli storici pro lo trattano piuttosto positivamente.
    1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
      Xuli (o) Tebenado 6 febbraio 2021 13: 15
      +3
      Autore:
      Samsonov Alexander

      C'è una foto di credito: il maresciallo K. E. Voroshilov prende una parata a Kuibyshev il 7 novembre 1941

      La parata a Mosca viene spesso ricordata in questo giorno. E ovviamente a loro non piace ricordare Kuibyshev.
  3. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
    Xuli (o) Tebenado 6 febbraio 2021 12: 42
    0
    un sacco di bukaff, no assilil.

    https://hystory.mediasole.ru/pochemu_lenin_nazyval_voroshilova_balalaykoy
    1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
      Xuli (o) Tebenado 7 febbraio 2021 18: 50
      0
      Secondo la mia modesta opinione era un uomo del suo tempo in tutti i suoi molti luoghi... Dei primi cinque marescialli sovietici, gli anni Trenta sopravvissero a Voroshilov e Budyonny. Stalin credeva che non rappresentassero alcuna minaccia per lui, servissero fedelmente, si abbassassero potentemente, esitassero solo con la linea del partito, non fossero troppo intelligenti, "non finirono le accademie". "Il primo ufficiale rosso", mentre era ancora in vita civile, incrociò la strada con il leader, l'Armata Rossa, dove dopo sette anni di scuola "diedero un sergente", e dopo i dieci anni centrali - subito un tenente, fu pienamente coerente . Lo stesso Krusciov, che guidava l'Unione Sovietica, era della stessa fila. Se il primo segretario del Comitato centrale del PCUS era con tre classi, allora perché il maresciallo non poteva essere lo stesso "scienziato"? La domanda è retorica ...
      1. isofat Офлайн isofat
        isofat (isofat) 7 febbraio 2021 19: 25
        0
        Citazione: Xuli (o) Tebenado
        Se il primo segretario del Comitato centrale del PCUS era con tre classi, allora perché il maresciallo non poteva essere lo stesso "scienziato"?

        Puoi anche ricordare Chapaev, Vasily Ivanovich. Non si è laureato alle accademie, ma Kolchak A.V. Non ha aiutato. sorriso
  4. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 6 febbraio 2021 13: 15
    +3
    Su uno (quello in cui era elencato Tukhachevsky) avrebbe scritto con la sua stessa mano: "Prendi tutti i mascalzoni".

    In questo caso, Voroshilov non ha bisogno di protezione. Afferma a lui: prima di dove guardava, questo è il tuo vice.

    Voroshilov dovette lasciare l'incarico di commissario alla difesa del popolo nel 1940 - dopo la guerra di Finlandia, quando sorse la questione delle trasformazioni radicali dell'Armata Rossa e del "ringiovanimento" della sua leadership. Allo stesso tempo, nessuno ha incolpato personalmente il Commissario del popolo per gli errori di calcolo e i fallimenti di quella campagna, e certamente non ha "espulso per la vergogna". Di conseguenza, non lo hanno toccato con un dito.

    Cosa intendi con "doveva essere rilasciato"? Secondo i risultati della guerra finlandese Voroshilov aumento.
    Lo stesso giorno in cui Tymoshenko è stata nominata ONG, Voroshilov è stato nominato vicepresidente del Consiglio dei commissari del popolo dell'URSS (Molotov) e presidente del Comitato di difesa sotto il Consiglio dei commissari del popolo dell'URSS. Cioè, per gli standard odierni, il vice primo ministro (e allora non c'era nessun branco di viceprimi ministri, come adesso) per la difesa. E nessuno ha rimosso le funzioni di membro del Politburo del Comitato centrale del Partito comunista sindacale dei bolscevichi. Di conseguenza, ha ceduto le sue attuali responsabilità per la guida della ONG al suo uomo del gruppo di ucraini / esordienti, che ha governato l'URSS fino al 1982. e le forze armate dell'URSS fino al 1976. Timoshenko Civil è passato accanto a Budyonny, Voroshilov e Stalin.
    Allo stesso tempo, se il commissario del popolo Voroshilov era un membro del PB del Comitato centrale del VKPB, allora Tymoshenko non è mai stato un membro del PB.
    L'attuale generazione non capisce chi siano i membri del Comitato centrale del PB. Erano, praticamente, gli abitanti del paradiso. Ma Voroshilov apparteneva a una ristretta cerchia di PB, con un voto decisivo.
    Nell'articolo Wiki dedicato a Voroshilov, c'è una scansione della crittografia dedicata alla richiesta della regione di Irkutsk di aumentare il limite di esecuzione di 4 persone. È stato approvato da 000 membri del PB, 6 di persona e 4 tramite sondaggio telefonico. Stalin, Molotov, Voroshilov, Kaganovich personalmente e Mikoyan, Chubar al telefono. La crittografia doveva essere concordata entro 2 ore. Yezhov, in questo caso - l'esecutore del documento, non era un membro del PB.
    Ci sarebbe dovuto essere un settimo membro del PB, il primo segretario del Partito comunista ucraino all-union, Kosior, ma è stato appena arrestato e il nuovo segretario Krusciov era in procinto di fare affari e non era disturbato. O non sono ancora stati accettati in una cerchia ristretta.
    Quindi, Voroshilov era un membro di questa cerchia ristretta di 7 persone che guidavano il paese. C'erano più membri del PB, ma questi hanno avuto un voto decisivo.
    Il lavoro è stato, come possiamo vedere, responsabile. Non come adesso. Kosior, a quel tempo, era già stato arrestato e si stava dirigendo verso la cantina delle esecuzioni. Chubar doveva ancora andare da quella parte.
    Enormi diritti, enorme richiesta.
    Quindi, non giudicare queste persone in base agli standard attuali. Hanno lavorato per il risultato. E il risultato è stato. Ci stiamo ancora aggrappando.
    1. Capitano Stoner Офлайн Capitano Stoner
      Capitano Stoner (Capitano Stoner) 12 febbraio 2021 07: 55
      0
      In gioventù, il fabbro di Luhansk Klim Voroshilov si è distinto per il suo carattere violento e l'irascibilità, utilizzato per risolvere le controversie con la forza. Era superbamente sviluppato fisicamente, con mani muscolose e grandi pugni. Nei combattimenti, il futuro comandante ha avuto molto successo. Ciò ha contribuito a guadagnare credibilità tra i lavoratori. Tarchiato, con gli zigomi alti, che sapeva come prendere decisioni difficili, Voroshilov si è rapidamente distinto dalla folla e ha persino raggiunto che lo stesso ministro degli affari interni Pyotr Stolypin, quando ha firmato l'ordine di esilio, ha ricordato il suo nome. Anche nella prima rivoluzione, ha guidato la creazione di squadre militari.

      Quindi, non giudicare queste persone in base agli standard attuali. Hanno lavorato per il risultato. E il risultato è stato. Ci stiamo ancora aggrappando.
  5. Taras sul Parnaso Офлайн Taras sul Parnaso
    Taras sul Parnaso (Taras sul Parnaso) 7 febbraio 2021 09: 47
    +1
    Un articolo, così così, tante lettere.
    Nella nostra famiglia, il maresciallo era rispettato, mio ​​nonno era nella sua Grazhdanskaya "capo del garage" - un allevatore di cavalli personale. Ecco una storia ...
  6. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 7 febbraio 2021 19: 49
    +1
    Dalle 21.50. su Vorosilov.



    PS Isaev, a mio avviso, è il ricercatore più adeguato della seconda guerra mondiale negli ultimi tempi.