La visita di Josep Borrell a Mosca: la resa dell'Europa o la dichiarazione di guerra?


"Vergogna", "catastrofe", "umiliazione" ... Che ci crediate o no, ma in questo modo, amichevolmente e con una sola voce, valuta il viaggio nel nostro paese dell'Alto rappresentante dell'Unione europea per gli affari esteri e politica sicurezza di Josep Borrell la maggioranza assoluta dei media occidentali, così come un certo numero di suoi colleghi diplomatici e politici dell'UE.


Perché sarebbero giunti a conclusioni così categoriche e imparziali per uno dei principali funzionari europei, e cosa potrebbe effettivamente significare il suo viaggio d'affari a Mosca, ovviamente non richiesto? Proviamo a capirlo.

Come Borrell è diventato uno "strumento di propaganda del Cremlino"


A dire il vero, non ricordo da molto tempo una condanna così unanime e così dura da parte dei media occidentali, dei politici e della comunità esperta di nessuno degli “amici” (e nemmeno dell'ultima categoria). Solo una specie di oscurità ... “Questa visita è un vero disastro! Borrell ha confessato ai russi che l'UE non ha ancora fatto un solo passo verso l'approvazione di nuove sanzioni contro la Russia per il caso Navalny ... "- la versione europea di Politico ribolle di indignazione. Soprattutto, i suoi autori sono rimasti offesi dal fatto che "l'ex capo del ministero degli Esteri spagnolo si è levato in piedi con un ghigno e ha ascoltato in silenzio mentre Lavrov, nel suo discorso di chiusura, ha definito l'UE un" partner inaffidabile ". Ovviamente, secondo l'opinione dei giornalisti, il signor Borel ha dovuto fare delle facce terribili in quel momento per esprimere la sua protesta contro le dichiarazioni del capo della nostra diplomazia.

"Le parole del rappresentante Ue sul suo dispiacere per l'arresto di Navalny si sono" perse "all'ombra della risposta assertiva di Lavrov, che ha osato ribadire i suoi dubbi sulle conclusioni dell'Occidente sull'avvelenamento dell'opposizione con gas nervino militare, espresse personalmente dal cancelliere tedesco Angela Merkel a Berlino! " - in questo luogo, la "giusta rabbia" di Politico è in pieno svolgimento. Ebbene, sì, il nostro Sergey Viktorovich è così ... Assertivo, sai. E non si rompe il cappello davanti ai cancellieri, soprattutto quando si degnano di dire sciocchezze. La pubblicazione britannica Spectator non è meno categorica nella sua valutazione del viaggio del capo diplomatico euro. Parlando sulle sue pagine, Mark Galeotti, posizionato come "un esperto di Russia e dell'Europa orientale", definisce questo viaggio non solo "un trionfo per i russi", ma anche "una master class di tutti i peggiori della diplomazia dell'UE". A suo avviso, "Il Cremlino ha ricevuto un altro motivo per dimostrare che è impossibile intimidirlo e che non cambierà la sua politica a causa delle sanzioni". Beh, in realtà, avrebbero potuto indovinare prima e non spingere tutto sul povero Borrel ...

Il significato principale delle accuse contro il capo della diplomazia europea si riduce, prima di tutto, al fatto che lui "non ha nemmeno tentato di incontrare Alexei Navalny, sua moglie, o almeno qualcuno dei rappresentanti della FBK". Non ha "condotto una conversazione dettagliata con le forze che difendono la democrazia nel paese". È interessante notare che coloro che in tutta serietà incolpano Borrell per questo considerano davvero la Russia un luogo in cui qualsiasi funzionario dell'UE in visita può semplicemente andare a "parlare della vita" con un detenuto condannato per frode ed essere al posto di scontare la pena (che, come sai, è un oggetto di regime)? O distribuire biscotti ai suoi complici, asciugandosi le lacrime e tutto il resto con un fazzoletto blu con stelle d'oro? Alcuni hanno già provato a imparare qualcosa di simile - ora stanno facendo le valigie. Ed è giusto così! Prima arriverà che il nostro paese si sia sbarazzato dello status semicoloniale e non abbia intenzione di tornarci, meglio è.

A proposito, per il fatto che ha visitato la Russia esattamente quando gli aspiranti diplomatici dispettosi di Polonia, Germania e Svezia vengono espulsi, anche Borrel in Occidente viene bruciato nel modo più spietato. Come potrebbe ?! I nostri sono battuti! È molto interessante, cosa sarebbe successo se i dipendenti delle ambasciate russe fossero stati "illuminati" in prima linea, diciamo, "gilet gialli" o quelli che hanno preso d'assalto il Campidoglio? Ciò che è tipico (e, in generale, abbastanza prevedibile), con i filipici più arrabbiati contro il loro compagno apparentemente anziano, i rappresentanti dei ministeri degli esteri di quei paesi che, in verità, farebbero meglio a tacere del tutto, parlano. Ad esempio, l'ex ministro degli Affari esteri della Lettonia, e ora membro del Parlamento europeo Sandra Kalniete, ha affermato che "senza mai menzionare la Crimea e tenere conferenze stampa con Lavrov mentre Navalny languisce in prigione," Josep Borrell "ha dato uno schiaffo di fronte a tutti coloro che si battono per la democrazia ”e, inoltre,“ si è trasformata in uno strumento di propaganda del Cremlino ”.

L'Unione europea bacerà la Russia o la morderà più dolorosamente?


Non meno categorica è Eva-Maria Liimets, il ministro degli Esteri estone, la cui indignazione non ha limiti: come osa Borrell “congratularsi con la Russia per il vaccino Sputnik V? Come ha fatto a girare la lingua "per criticare gli Stati Uniti" in compagnia di Lavrov? Perché non è "uscito pubblicamente con una condanna chiara dell'aggressione del Cremlino in Donbass, dell'annessione della Crimea e del siluramento degli" accordi di Minsk "? E, cosa più importante, perché il diplomatico europeo “non ha dichiarato a Mosca che l'Estonia nell'UE chiede l'introduzione di nuove sanzioni anti-russe” ?! Ovviamente, secondo la signora Liimets, con queste terribili parole, Sergei Lavrov sarebbe svenuto ... Questo non è guarito, signori. Ahimè, questo non è più curato. Potrei dare una dozzina di caratteristiche e valutazioni più simili, ma in conclusione mi limiterò a una sola. Il British Telegraph non solo ha definito "umiliante" il viaggio di Borrell, ma si è anche permesso di citare il veterano politico locale, ex leader del Partito conservatore e uno dei "padri" della Brexit, Ian Duncan Smith, che lo considera "un esempio di come l'Ue bacia la Russia da dietro ”. È un sottile umorismo inglese, ovviamente ...

Comunque sia, ma il signor Borel ha comunque cercato di mostrare quello che nella patria di Smith chiamano "arguzia sulle scale", ma nel nostro paese chiamano pugni oscillanti dopo un combattimento. In ogni caso, la posa rituale di un bouquet nel luogo della morte di Boris Nemtsov, intrapresa da lui, era esattamente così. Tuttavia, in seguito, trovandosi nell'atmosfera familiare e familiare di Bruxelles, l'Alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza ha iniziato a sostenere con ardore che, si potrebbe dire, ha lottato per comunicare con i russi nello spirito della "diplomazia di principio". Ed è andato a Mosca solo per "controllare lo stato d'animo delle autorità russe" e "raccogliere informazioni prima del vertice UE di marzo, che discuterà della politica nei confronti della Russia". Stirlitz dritto ...

Ma in generale, a Mosca, Borrell, come segue dal suo branchy ... scusate - un commento dettagliato pubblicato sul sito ufficiale dell'Unione europea, si è comportato come un vero individuo! E lui "ha chiesto di rilasciare immediatamente Navalny" e ha chiesto un'indagine sul suo "avvelenamento" nel modo più categorico, ma ovviamente! Per questo motivo, la sua "conversazione con il signor Lavrov a volte ha raggiunto un alto livello di tensione". Beh forse. Noi, tuttavia, non abbiamo notato nulla del genere e in Occidente, il che è tipico, nessuno l'ha visto o sentito. Tuttavia, Borrell afferma di aver compiuto tutte le iniziative possibili durante la visita - e ha chiesto a Sergei Lavrov di attuare pienamente gli accordi di Minsk, e non ha dimenticato di ripetere il mantra senza senso sulla Crimea, e ha intercettato per i suoi colleghi espulsi dal paese, in cui hanno non è andato oltre lo status diplomatico ”. E lo ha persino "messo in mostra" al capo del ministero degli Esteri russo per "il peggioramento della situazione dei diritti umani nel paese e i tentativi deliberati delle sue autorità di soffocare le voci critiche e le voci delle organizzazioni non governative e dei rappresentanti di società civile".

Oh, sì, quasi dimenticavo - "di rispettare la scelta democratica del popolo bielorusso" e di smetterla di sostenere il "terribile dittatore" Lukashenko, ha chiesto anche a Mosca. Quanto audace! Tuttavia, come già accennato, se qualcosa del genere è accaduto, allora da qualche parte a margine dell'incontro, lontano da occhi indiscreti e dalle numerose lenti dei giornalisti che hanno registrato cose completamente diverse nella conferenza stampa finale di Borrel e Lavrov. Tuttavia, che tutto rimanga sulla coscienza dello stesso capo della diplomazia europea.

Un'altra cosa è più importante per noi. Vale a dire - le parole di Borrell: "le relazioni tra Russia e Unione europea sono attualmente al livello più basso da molto tempo". E anche la conclusione principale che ha tratto dal suo viaggio. Consiste nel fatto che senza annunciare l'arrivo di un così illustre ospite da Bruxelles all'arrivo di un così illustre ospite da Bruxelles, perdonando Navalny con tutta la "massa" senza eccezioni, organizzando invece una "conferenza stampa aggressiva", che ha preso Posto sullo sfondo dell'espulsione dei diplomatici occidentali che avevano perso le loro sponde, Mosca "ha rinunciato all'opportunità di rendere più costruttivo il dialogo con l'Ue". Ora, se vede, è "costretto a pensare alle conseguenze" ... Anche il funzionario europeo è giunto a un'altra conclusione: "Mosca, vedendo una minaccia esistenziale nei valori democratici, si sta allontanando sempre più dall'Europa".

Come sapete, il 22 febbraio Borrell terrà una riunione allargata dei capi dei dipartimenti diplomatici dei paesi dell'UE sotto la presidenza dell'Unione europea, durante la quale, come egli stesso ha affermato, "una discussione speciale sui rapporti con la Russia". sarà tenuto." E "sì, questa volta le sanzioni potrebbero essere all'ordine del giorno", ha scritto l'Alto rappresentante nel suo discorso. Allo stesso tempo, possono essere introdotti “non direttamente per la persecuzione di Navalny”, ma nell'ambito di un “regime di sanzioni recentemente approvato per violazione dei diritti umani”. Ovviamente, questo è il posto in cui dovremmo spaventarci tutti. Tuttavia, le decisioni finali in un modo o nell'altro verranno prese durante il vertice UE di marzo. Tuttavia, vediamo che i signori di Bruxelles, molto probabilmente, non baceranno il nostro paese, ma stanno cercando di morderlo più dolorosamente.

Josep Borrell, senza fiato, invita l'Europa ad "agire insieme e con decisione" - contro il nostro Paese, ovviamente. E anche "correre dei rischi per un mondo più sicuro". Bene, bene ... "Europa Unita" ha tentato di fare qualcosa di simile più di una volta - nel 1812 o nel 1941. Buon Dio, hai posto fiori sulle tombe sbagliate. E poi, probabilmente, starebbero attenti a non disperdere parole del genere.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jarilo Офлайн Jarilo
    Jarilo (Sergey) 8 febbraio 2021 11: 57
    +1
    Le sanzioni vengono avviate dagli Stati Uniti e le perdite derivanti dalle sanzioni sono sostenute da Europa e Russia - con un colpo di due piccioni con una fava. Strategia normale. Probabilmente ci sarà una conversazione su questo.
    1. Vladest Офлайн Vladest
      Vladest (Vladimir) 8 febbraio 2021 23: 11
      -2
      Citazione: Jarilo
      Le sanzioni vengono avviate dagli Stati Uniti e le perdite derivanti dalle sanzioni sono sostenute da Europa e Russia - con un colpo di due piccioni con una fava. Strategia normale. Probabilmente ci sarà una conversazione su questo.

      Immagina che 10 ne colpiscano uno. Sono tutti lui una volta e lui è tutto una volta. E chi perde di più?
      L'UE nel commercio RF è del 50%.

      I più importanti partner economici esteri dell'Unione europea sono stati e rimangono gli Stati Uniti e la Cina, che nel 2018 rappresentavano un terzo di tutte le forniture di esportazione e importazione di 28 paesi dell'UE. La Svizzera è al terzo posto, seguita da Russia, Turchia e Giappone. Lo ha riferito il 20 marzo l'ufficio statistico europeo Eurostat in Lussemburgo.
      Ecco la risposta alla tua delusione.
      Il fatto che la Federazione Russa abbia smesso di prendere importazioni e limitato il transito attraverso l'Estonia non ha in alcun modo influenzato il tasso di crescita del PIL del RE. Il mondo è grande.
      E per il male il conduttore, per quanto necessario ((((
      1. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
        George W. Bush - medio (George Bush - media) 9 febbraio 2021 14: 32
        +1
        Il fatto che la Federazione Russa abbia smesso di prendere le importazioni e il transito limitato attraverso l'Estonia deve necessariamente riflettersi nel salario del tuo troll risata
        1. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
          Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 9 febbraio 2021 17: 01
          +1
          non gli importa, riceve la pensione dall'UE e il resto non lo infastidisce, si preoccupa solo dei problemi e dei risultati della Russia, quindi lui, al meglio della sua forza e intelligenza, qui sta cercando di Sfidare una cosa, aumentare gli altri agricoltori, le persone sono dannose oltre che inutili per tutti
        2. Vladest Офлайн Vladest
          Vladest (Vladimir) 9 febbraio 2021 20: 38
          -3
          Citazione: George W. Bush - Medio
          Il fatto che la Federazione Russa abbia smesso di prendere le importazioni e il transito limitato attraverso l'Estonia deve necessariamente riflettersi nel salario del tuo troll

          Ahimè, tutti i nemici non erano influenzati dal male.
  2. nehoroshih48 Офлайн nehoroshih48
    nehoroshih48 (alex) 8 febbraio 2021 14: 22
    +6
    Josep semplicemente non si aspettava di essere preso a calci in culo in Russia. Fagli ricordare le parole del grande poeta russo Tyutchev:

    Chiudi quella vergognosa Europa e non far oscillare i tuoi diritti,
    sei solo un asino in Russia, ma pensi che la testa!
    1. Pandiurina Офлайн Pandiurina
      Pandiurina (Pandiurina) 8 febbraio 2021 15: 09
      +2
      Citazione: nehoroshih48
      Josep semplicemente non si aspettava di essere preso a calci in culo in Russia. Fagli ricordare le parole del grande poeta russo Tyutchev:

      Chiudi quella vergognosa Europa e non far oscillare i tuoi diritti,
      sei solo un asino in Russia, ma pensi che la testa!

      Molto probabilmente, per i burattini europei, è stata dettagliata una performance con l'avvelenamento di Navalny e la sua successiva prigionia e rilascio trionfante.

      Ma qualcosa è andato storto.
      Navalny è stato incarcerato.
      E le proteste sono state spazzate via anche dai loro organizzatori annullate - "rinviate" per non disonorare.

      I burattini dell'UE continuano a lavorare sullo scenario.
      Bose non riuscì, come apparentemente previsto, ad arrivare su un cavallo bianco e liberare Navalny.
      Si è scoperto dal suo viaggio in un completo disastro.

      Ma ciò non impedirà all'UE di introdurre nuove sanzioni. non dipendono dal buon senso.
  3. Borrell è volatile come un barile ...

    In una parola, Jopez ...
  4. Igor Berg Офлайн Igor Berg
    Igor Berg (Igor Berg) 8 febbraio 2021 16: 06
    -2
    si è mai entrati nel dizionario per scoprire il significato della parola "arrendersi"?
  5. Vladest Офлайн Vladest
    Vladest (Vladimir) 8 febbraio 2021 23: 05
    -2
    Finora l'UE è stata come una prostituta. Ma secondo Barel non è ancora autunno.
  6. antibi0tikk Офлайн antibi0tikk
    antibi0tikk (Sergey) 9 febbraio 2021 01: 45
    +1
    Bene, Duc, quindi tutti capiscono che una brava persona non si chiamerà JoZEpoy. Qui gli ucraini, per la raccolta, avrebbero un tale josep per il gusto di vedere! Anche se ... Bene, questo ZhoZEPa nadys ha detto loro che l'Unione Europea non è un bancomat. Bene, vedi ora questo vecchio ottuso capirà e dirà ai suoi che non sei qui gelsi! Non ha funzionato qui come tama ... tristezza ...

    Sono difficile da capire, facile da non capire e impossibile da capire.

    (V. Klitschko)
  7. shiva Офлайн shiva
    shiva (Ivan) 9 febbraio 2021 11: 54
    +3
    Ho ascoltato la nostra Masha - Zakharova è intelligente, metti tutto sugli scaffali ...
    https://yandex.ru/efir?stream_id=49f34baf7922109196a59df66e59e7cc

    Tocca in particolare il suo sorriso irrefrenabile durante il monologo entusiasta ...
    In breve, un diplomatico super-duper dall'Europa è venuto da noi, ed è stato accolto calorosamente qui - e gli ha mostrato cosa erano con i pantaloni abbassati ... E questo non è perdonato in diplomazia ... Ecco perché Borrell è criticato in tutti gli affari esteri - e cosa vuoi se non ha argomenti diversi da schifezze e idiozia. E come e quali argomenti trova Lavrov quando il quartiere è solo con persone stupide ... - che nemmeno il volto gioioso di Masha è necessario ...
    Ben fatto, bei uomini, hanno stuzzicato il naso e hanno guidato, con piacere, con un accordo, ho allevato il gatto così ... E poi il capo della diplomazia dell'UE - ed eccoti qui, per la pelle e sul tappeto nel nostro Ministero degli Esteri ...
  8. Robot Bobot Офлайн Robot Bobot
    Robot Bobot (Robot Bobot Free Thinking Machine) 9 febbraio 2021 14: 11
    +2
    Mi chiedo quanto sia un barile di joseps adesso?