Cosa c'è dietro le affermazioni della Turchia sui territori russi


Esterno estremamente attivo e aggressivo politica Negli ultimi anni, Ankara ha inevitabilmente costretto a parlare dei suoi tentativi in ​​una forma o nell'altra di ricreare l '"Impero Ottomano-2". Alcuni media turchi pubblicano persino alcune mappe in cui il Caucaso settentrionale russo, la regione del Volga e parte della Siberia abitata da popolazioni di lingua turca si trovano nella zona di sua influenza. È consuetudine per noi respingere tutto questo, sottolineando che la Turchia è solo una potenza regionale con una problematica l'economia, che non può permettersi un simile progetto di integrazione. Ad ogni modo, è una "vassalla" degli Stati Uniti che guarda nella bocca di Washington. Ma vale la pena trattare le ambizioni neo-ottomane di Ankara con tanta leggerezza?


Ahimè, tutto è molto più complicato di quanto vorremmo. La catastrofe geopolitica del 1991 ha aperto una finestra di grandi opportunità per la Turchia, che ha colto con successo. Ankara, a cui non è mai stato permesso di entrare nell'Unione europea, ha costantemente costruito il proprio progetto di integrazione per tre decenni, che potrebbe competere con l'Unione eurasiatica. Ma lo fa in modi leggermente diversi.

Pertanto, l'Unione europea è iniziata con un'unione economica reciprocamente vantaggiosa, per poi passare all'integrazione politica. Inizialmente, la Turchia non aveva tali opportunità, quindi ha scelto la strada del "soft power", prendendo l'identità turca come base per l'integrazione. È possibile individuare condizionatamente 4 "circoli" all'interno dei quali è in continua espansione culturale, educativa, economica e politica turca. Il primo include il vicino Azerbaigian, i paesi del Caucaso meridionale e settentrionale. Il secondo include l'Asia centrale e centrale. La terza sono le regioni russe abitate principalmente da popolazioni di lingua turca. Quest'ultimo, per quanto selvaggio possa sembrare a prima vista, include la potenza principale della Germania dell'UE, dove vive la più grande diaspora turca. Come puoi vedere, qui siamo al terzo posto ei nostri alleati nella CSTO sono al secondo. La prima fase di integrazione tra l'Azerbaigian e il Caucaso meridionale può essere considerata a condizioni conclusa dopo la schiacciante sconfitta militare dell'Armenia nel Nagorno-Karabakh.

Come funziona questo "soft power" di Ankara?

L'influenza turca passa attraverso lo sviluppo di un'ampia rete di fondazioni, associazioni e comunità, programmi educativi e progetti comuni, sostegno finanziario per imprese fedeli. A causa di ciò, si formano un'influente lobby pro-turca ed élite locali "pensanti alla turca". In particolare, Türk İşbirliği ve Kalkınma Ajansı - TİKA (Agenzia per la cooperazione e lo sviluppo dei turchi) ha operato sul territorio del nostro paese, che ha fissato l'obiettivo di "crescere degni leader politici", "TÜRKSOY" - un'organizzazione internazionale per lo studio di Cultura turca (“TURKSOY”) con la lingua ufficiale di comunicazione in turco, i centri culturali dell'Istituto. Yunus Emre, una setta religiosa "Nurcular", che promuove idee pan-turche e si è posta l'obiettivo di introdurre i suoi sostenitori negli organi statali, nelle strutture militari e delle forze dell'ordine, così come in molti altri. Le aree principali della loro azione sono le regioni di Transcaucasia, Asia centrale, Altai russo, Tatarstan, Bashkortostan, Khakassia, Sakha e Tuva. Non sorprende che le forze dell'ordine nazionali abbiano iniziato a lottare contro tali attività. Ad esempio, il movimento religioso Nurcular è riconosciuto come estremista in Russia ed è vietato. Tuttavia, la propaganda pro-turca viene condotta anche attraverso i social network.

Perché viene fatto tutto questo? Ankara spera seriamente che un giorno il Tatarstan o il Bashkortostan decidano di separarsi dalla Federazione Russa e unirsi alla Turchia? Perché dovrebbero?


In effetti, tutto è molto più complicato. La politica è determinata dalla base economica, ma qui non tutto è così semplice. Il presidente Erdogan ha già gettato solide basi economiche per il suo progetto di integrazione “Great Turan”. La vittoria congiunta di Baku e Ankara nel Nagorno-Karabakh ha permesso alla Turchia di aprire un corridoio di trasporto terrestre verso il vicino alleato Azerbaigian e attraverso di esso fino al Mar Caspio. E questo cambia molto. Ora la Turchia ha ricevuto non solo l'accesso diretto alle risorse della piattaforma continentale del Mar Caspio, ma anche la capacità di intercettare i flussi di merci in transito dall'Asia all'Europa dalla Russia, trasformandosi in una "superpotenza logistica". Ciò significa che i paesi dell'Asia centrale e centrale si stanno impegnando in questo progetto economico congiunto, che compete con il nostro "Nord-Sud".

E non è tutto. Inoltre, esiste già un gasdotto alternativo che fornisce gas azero all'Europa meridionale attraverso la Turchia. L'accesso al Caspio potrebbe dare una seconda vita al progetto del gasdotto Trans-Caspio, che invierà gas turkmeno e kazako attraverso il TANAP, bypassando il "Turkish Stream" russo. E il petrolio e il gas sono la pietra angolare dell'intero verticale del potere russo. Ciò significa un conflitto quasi imminente tra il Cremlino e le ex repubbliche sovietiche. Il Kazakistan rischia di diventare il primo a sua volta, senza il quale questo progetto di transito non avrà luogo.

La ragione dell'escalation potrebbe essere, ad esempio, la questione dei "territori del nord", dove potrebbero verificarsi alcune provocazioni anti-russe contro la popolazione locale, che comporteranno azioni di ritorsione del Ministero della Difesa della RF. E qui può intervenire sulla vicenda la "salvatrice" Turchia, che ha già aiutato l'Azerbaijan. Una lite con il "vicino settentrionale" potrebbe spingere Nur-Sultan tra le braccia di Ankara e convincere le altre repubbliche dell'Asia centrale e centrale della necessità di una più stretta integrazione economica, militare e politica intorno alla Turchia, che si pone come il centro di una macro- unificazione regionale alternativa alla Russia, al contrario di Mosca. Se qualcosa di simile agli eventi del Donbass inizia nel nord del Kazakistan, al confine degli Urali meridionali sorgerà un focolaio di instabilità permanente, che rappresenterà una minaccia per le principali regioni industriali del nostro paese. In futuro, potrebbero apparire nel vicino Kazakistan osservatori turchi, forze di pace e dietro di loro basi militari.

Quindi ci stiamo avvicinando senza problemi al terzo "cerchio" di influenza turca, dove si trova già la Russia. Ankara sta promuovendo con tenacia ed efficacia il suo progetto di integrazione, alternativa all'Unione Eurasiatica, che sta travolgendo molte ex repubbliche sovietiche. Migliore è il "sultano" Erdogan, più dubbi possono sorgere nelle menti delle élite locali "adeguatamente cresciute" nelle regioni russe di lingua turca. E questi sono i presupposti per il separatismo, che rischia di rientrare nell'agenda, come nel 1991, se nel nostro Paese si verifica una sorta di colpo di stato e conseguente conflitto civile.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
36 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. dilettante Офлайн dilettante
    dilettante (Victor) 13 febbraio 2021 12: 40
    +5
    Ora la Turchia ha ricevuto non solo l'accesso diretto alle risorse della piattaforma continentale del Caspio, ma anche l'opportunità intercettare in Russia traffico di transito dall'Asia all'Europa,

    Rimase "malach" - per costruire il ponte sopra il Caspio o il tunnel sub-caspico. Puoi anche collaborare con logisti ucraini che hanno esperienza operativa

    Il primo volo sperimentale sulla rotta Ucraina - Georgia - Azerbaijan - Kazakistan - Cina è partito dal porto di Ilyichevsk (regione di Odessa) il 15 gennaio 2016. Come è stato dichiarato, il percorso diventerà una nuova direzione della Via della Seta per la consegna di merci dalla Cina all'Europa e allo stesso tempo un'alternativa alla consegna di merci dall'Ucraina a questi mercati aggirando il territorio della Russia.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 13 febbraio 2021 13: 11
      0
      Citazione: laico
      Rimase "malach" - per costruire il ponte sopra il Caspio o il tunnel sub-caspico.

      In effetti, esiste anche una rotta marittima attraverso il Caspio, che richiede l'ampliamento delle strutture portuali e l'acquisto di nuove navi. La Cina può agire come un investitore strategico qui.
      Giustifica pienamente il tuo soprannome ... E non dire che sono scortese. È un fatto. hi
      1. dilettante Офлайн dilettante
        dilettante (Victor) 13 febbraio 2021 13: 32
        +4
        In effetti, esiste anche una rotta marittima attraverso il Caspio, che richiede l'ampliamento delle strutture portuali e l'acquisto di nuove navi.

        Bene, io dico che "malach" è rimasto.
      2. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 13 febbraio 2021 19: 28
        +1
        ... che richiede l'ampliamento degli impianti portuali e l'acquisto di nuove navi.

        E anche queste navi devono essere trasportate nel Caspio. Interessante?
        1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 06: 46
          -1
          Come finiscono le navi nel Caspio? Lo portano sulle loro mani?
      3. Boriz Офлайн Boriz
        Boriz (borizia) 13 febbraio 2021 19: 31
        +2
        La Cina non permetterà a nessuno di entrare in Asia centrale. Forse lui stesso non salirà lontano per non litigare con la Russia, ma, partendo dal Turkmenistan e ad est, non farà entrare nessuno. Ci sono 4 tubi del gas. La Cina crede nella Russia. La Turchia no.
        1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
          Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 07: 07
          0
          Ho già risposto a Irina su questo. Non si sa come si svilupperà la stessa Cina in futuro. Il Partito Democratico degli Stati Uniti se ne occuperà ora in modo serrato, non fino all'Asia centrale potrebbe esserlo presto.
  2. Strannik039 Офлайн Strannik039
    Strannik039 13 febbraio 2021 13: 00
    +4
    Qui devi capire che i paesi che si separarono dalla Russia dopo il crollo dell'URSS furono persi anche quando si stava costruendo la loro indipendenza, come in Ucraina, sulla russofobia e contro la Russia. Il fatto che la Turchia e l'Azerbaigian siano stati in grado di sconfiggere l'Armenia in Karabakh, che a sua volta non ha riconosciuto il Karabakh come parte dell'Armenia e non ha osato trasferire le sue unità d'élite e l'Air Force al fronte, non significa che la Turchia con qualcuno del le repubbliche dell'ex Unione Sovietica possono sconfiggere altrettanto facilmente la Federazione Russa. Devi capire che l'esercito dell'Armenia e l'esercito della Russia hanno dimensioni e attrezzature diverse. Il Cremlino non solo può, ma è obbligato a sopprimere le attività delle organizzazioni filo-turche sul territorio della Federazione Russa che sono impegnate nella propaganda e nel separatismo anti-russo nella Federazione Russa.Le ambizioni turche creano la Turchia non solo alleati, come Baku, ma anche avversari. In particolare, Francia, Arabia Saudita, Iraq, Iran, Grecia e Repubblica federale di Germania tollerano i turchi, per il momento, per il momento. I nazionalisti ottengono regolarmente i loro voti alle elezioni nella Repubblica federale di Germania e loro i voti non stanno diminuendo. Anche gli Stati Uniti di oggi non sono inclini a sostenere la creazione dell'Impero Ottomano-2. Quindi il revanscismo turco non dovrebbe essere ignorato, ma non è così terribile come, ad esempio, le ambizioni del Giappone La Turchia ha un grande esercito, ma è dotata di polli per ridere. Con rare eccezioni, i turchi non possono produrre equipaggiamento militare. Il progetto per creare un carro armato turco è stato bloccato per più di un decennio. La costruzione di 3 nuove corvette missilistiche può essere definita un successo turco, ma anche lì il numero di elementi nel loro progetto direttamente di produzione turca è discutibile, mentre l'Occidente non è ansioso di fornire alla Turchia nuove attrezzature militari. Basti ricordare il recente rifiuto dell'UE e del Canada di fornire motori ed elettronica per UAV alla Turchia. Anche apparentemente sconfitta da Baku e Ankara, l'Armenia ha una significativa lobby armena in molti paesi, compresi i paesi della NATO, e non fa il suo lavoro a favore della Turchia e della compagnia.
  3. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 13 febbraio 2021 13: 09
    -5
    Citazione: Wanderer039
    Il fatto che la Turchia e l'Azerbaigian siano stati in grado di sconfiggere l'Armenia in Karabakh, che a sua volta non ha riconosciuto il Karabakh come parte dell'Armenia e non ha osato trasferire le sue unità d'élite e l'Air Force al fronte, non significa che la Turchia con qualcuno del le repubbliche dell'ex Unione Sovietica possono sconfiggere altrettanto facilmente la Federazione Russa.

    Sì, nessuno parla affatto della guerra tra Turchia e Russia.
    1. Ten041 Офлайн Ten041
      Ten041 13 febbraio 2021 13: 35
      +4
      Se non una guerra, allora come può la Turchia provare a spremere qualcosa dalla Federazione Russa? Separatismo? Ma anche questa è una guerra, come una guerra cecena, se la Federazione Russa non ferma tempestivamente il caos sul suo territorio e la Turchia riesce a minare la situazione a suo favore!
      1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 06: 47
        -2
        Si noti che il rischio di separatismo è stato menzionato solo nel contesto di un possibile colpo di stato e conflitto civile. Di punto in bianco, ovviamente
  4. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 13 febbraio 2021 13: 35
    -3
    1. I giacimenti petroliferi nel Caspio sono già stati assegnati. La British Petroleum governa qui. E anche la Cina non è molto capace di fare qualcosa qui. I contratti con BP furono conclusi per molti anni a venire. Lo sviluppo dell'infrastruttura portuale dell'Azerbaigian va avanti da molto tempo. Indipendentemente dall'influenza della Turchia.
    2. Il gas turkmeno va completamente in Cina. Inoltre, fino a poco tempo fa, il gas turkmeno non poteva arrivare in Europa perché l'Azerbaigian e il Turkmenistan avevano controversie sui giacimenti di confine. Solo un mese fa, abbiamo finalmente firmato una dichiarazione congiunta sul campo Dostlug (questo è l'ex Kapaz-Sardar).
    3. Il fatto che l'influenza turca stia crescendo in Russia o in Azerbaigian o anche in Ucraina, nessuno tranne la Russia è da biasimare. Perché l'influenza russa è più debole di quella turca in Tatarstan o nel Caucaso settentrionale?
    4. Assioma della geopolitica. Durante il periodo di sviluppo degli stati nazionali (questo vale per tutti gli stati dell'ex Unione Sovietica), semplicemente non possono esserci altre élite oltre a quelle nazionaliste. Ad esempio, anche Putin ha definito Medvedchuk un "nazionalista ucraino"
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 14 febbraio 2021 20: 39
      +1
      I giacimenti petroliferi del Caspio sono già stati assegnati. La British Petroleum governa qui. E anche la Cina non è molto capace di fare qualcosa qui. I contratti con BP furono conclusi per molti anni a venire.

      Non speri davvero per loro? A mio parere, gli anglosassoni hanno molti altri progetti. Gli americani hanno già ingrassato gli sci. I petrolieri russi e ungheresi riempiono il vuoto.

      Baku, 17 aprile - IA Neftegaz.RU. Chevron ha venduto tutte le sue attività in Azerbaigian per 1,57 miliardi di dollari alla MOL ungherese. L'accordo è stato concluso il 16 aprile 2020.

      https://neftegaz.ru/news/shelf/543051-chevron-prodala-vse-svoi-aktivy-v-azerbaydzhane/

      “L'appaltatore della BP (British Petroleum) Azerbaijan, ASCO, sta lasciando l'Azerbaigian.

      Questo è il 2015, ho ricordato perché al loro posto, come nel caso della Chevron, sono entrati gli ungheresi (MOL)

      Lukoil espande la sua presenza

      A Davos, il presidente dell'Azerbaigian e il capo di LUKOIL hanno discusso la questione della partecipazione dell'azienda allo sviluppo dei campi di Nakhichevan e Goshadash

      https://oilcapital.ru/news/upstream/23-01-2020/lukoyl-budet-razrabatyvat-dva-morskih-bloka-v-azerbaydzhane

      I capi di SOCAR e LUKOIL hanno discusso dell'espansione della cooperazione e di nuovi progetti in Azerbaigian

      http://interfax.az/view/820552

      Secondo me, Greta ha morso la stessa BP, puntano all'energia verde, guarda la strategia di sviluppo dell'azienda.

      https://www.bp.com/en/global/corporate/news-and-insights/press-releases/from-international-oil-company-to-integrated-energy-company-bp-sets-out-strategy-for-decade-of-delivery-towards-net-zero-ambition.html
  5. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 13 febbraio 2021 13: 41
    0
    Per quanto riguarda il "corridoio di trasporto".
    Sono stanco di ripetere che il corridoio di trasporto esiste già, questa è la ferrovia Baku-Tbilisi-Kars. Il "corridoio di trasporto" di cui scrivi costantemente non è ancora stato costruito. Attraverserà il territorio dell'Armenia. Sarà sotto il controllo delle guardie di frontiera russe. Quindi, nello specifico, la guerra in Karabakh non ha creato alcun "corridoio" aggiuntivo.
    1. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 06: 48
      0
      Citazione: Bakht
      Il "corridoio di trasporto" di cui scrivi costantemente non è stato ancora costruito. Attraverserà il territorio dell'Armenia.

      Non vedo alcuna contraddizione. Si tratta di costruire un nuovo progetto.
  6. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 13 febbraio 2021 13: 49
    -2
    Frase interessante nell'articolo

    Inizialmente, la Turchia non aveva tali opportunità, quindi ha scelto la strada del "soft power", prendendo l'identità turca come base per l'integrazione.

    Perché interessante? Cioè, consideri la costruzione di un "mondo turco" sulla base dell '"identità turca" come una minaccia agli interessi della Russia.
    Allo stesso modo, l'Occidente vede la costruzione del "mondo russo" sulla base dell '"identità russa" come una minaccia per se stesso.
    Vuoi tracciare un'analogia?
    Il punto è che la costruzione del "mondo russo" (a proposito, Lukashenko ha detto che un tale concetto non esiste affatto) e la costruzione del "mondo turco" non significano affatto espansione territoriale. Altrimenti, dovrai ammettere che la Russia rappresenta una minaccia per tutti gli stati vicini.
    Fai attenzione alle tue definizioni. Una formulazione errata porta a conclusioni sbagliate. E formano un atteggiamento ostile (nella migliore delle ipotesi, negativo) nei confronti della Russia.
    1. Kristallovich Офлайн Kristallovich
      Kristallovich (Ruslan) 13 febbraio 2021 14: 00
      +4
      Allo stesso modo, l'Occidente vede la costruzione del "mondo russo" sulla base dell '"identità russa" come una minaccia per se stesso.

      Come pieghevole. Hai appena perso un punto importante: nel nostro caso, stiamo parlando di Stati che, per gli standard della storia, facevano ancora parte di un unico paese abbastanza recentemente. I turchi, invece, non hanno niente a che fare con l'Asia centrale. Quindi gli slavi (se facciamo un'analogia con i turchi) e viviamo in Polonia e nella Repubblica Ceca, ma non pretendiamo di influenzare in questi stati. Cosa non dire della Bielorussia e dell'Ucraina, ad esempio. Disegna paralleli sbagliati.
      1. Bakht Online Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 13 febbraio 2021 14: 02
        -2
        Quanti anni ha "per gli standard della storia"? 20, 200 o 2000?
        "Hai perso un punto importante" Sia il mondo "turco" che quello "russo" sono costruiti sulla base dell'identità nazionale o linguistica. E questo è di almeno 1000 anni. Per gli standard della storia, questo è un periodo abbastanza sufficiente.
        Sì, un'aggiunta. In generale, i turchi non sono nemmeno imparentati con l'Azerbaigian. Ma i turchi sono persino imparentati con Altai.
        1. Kristallovich Офлайн Kristallovich
          Kristallovich (Ruslan) 13 febbraio 2021 14: 08
          +4
          Secondo gli standard della storia, "quanti anni sono? 20, 200 o 2000

          Non c'è bisogno di scrivere sciocchezze. Hai perfettamente capito di che tipo di nazione unita sto parlando.

          Sia il mondo "turco" che quello "russo" sono costruiti sulla base dell'identità nazionale o linguistica. E questo è di almeno 1000 anni. Per gli standard della storia, questo è un periodo abbastanza sufficiente.

          Questo non è vero. Noi, ad esempio, non stiamo costruendo alcun "mondo russo" in Kirghizistan. Ma stiamo rivendicando influenza in questo paese. Inoltre, per una serie di ragioni giustificate contemporaneamente. Questo stato fa parte dell'orbita degli interessi critici della Russia. Questa è un'ex repubblica dell'URSS, i loro cittadini per un importo di diversi milioni, infatti, risiedono permanentemente nel nostro territorio. Ci sono molti legami familiari. Esistono diverse forme di integrazione economica e militare. Vediamo ora che rapporto hanno i turchi con il Kirghizistan. Nessuno, tranne che entrambi i popoli provenivano dallo stesso gruppo etnico. Questa è l'intera differenza.
          1. Bakht Online Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 13 febbraio 2021 14: 18
            -4
            Ebbene, subito, e una sciocchezza ... L'identità è determinata precisamente da centinaia di anni. Questo è l'argomento dell'articolo.
            È comprensibile che qualsiasi grande stato abbia interessi critici nei paesi vicini. Diciamo che gli Stati hanno interessi critici a Cuba e in Venezuela. La Turchia ha interessi critici in Siria. Israele ha interessi critici nel Golan. La Russia vuole semplicemente avere Stati neutrali vicini ai suoi confini. E, naturalmente, non ha senso costruire un "mondo russo" in Kirghizistan a causa dell'assenza di russi. Ma il Kazakistan non sarà d'accordo con te.
            Il fatto che i paesi fossero precedentemente nell'URSS non significa che la Russia ne abbia il monopolio. Questi paesi hanno sviluppato la propria élite NAZIONALISTA. Bene o male è un'altra questione. Ma nessuno ha nemmeno il pensiero di entrare nell'orbita nemmeno di una Turchia affine. L'autore ha messo il titolo "rivendicazioni sui territori russi". Cioè, nel Caucaso settentrionale, Tatarstan, Bashkiria, Altai e così via. Gli hanno risposto senza di me. Come? Guerra? L'autore scrive di separatismo. Quindi assicurati che l'influenza russa sul territorio della Russia sia più forte di quella turca. Se questo non funziona, il problema non è all'esterno, ma all'interno della Russia.
            Ancora. Errore permanente di questo particolare autore. Queste repubbliche (è già necessario scrivere paesi) hanno avuto luogo. Hanno 30 anni e sono rappresentati all'ONU. Hanno la loro élite e non accetterebbero mai di essere un governatore in Russia o in Turchia. L'esempio di Lukashenka o Yanukovich significa qualcosa?
            1. Bakht Online Bakht
              Bakht (Bakhtiyar) 13 febbraio 2021 14: 23
              -3
              Questa è un'intervista con Lukashenka per il 2015. È improbabile che abbia cambiato idea anche dopo le ultime elezioni. Non entrerà mai nel "mondo russo".

              1. Kristallovich Офлайн Kristallovich
                Kristallovich (Ruslan) 13 febbraio 2021 14: 31
                +5
                Russkiy Mir è un'invenzione di giornalisti e ideologi russi che non hanno nulla a che fare con le autorità. Questo concetto non è la linea ufficiale di Mosca.
              2. Ten041 Офлайн Ten041
                Ten041 13 febbraio 2021 14: 38
                +4
                Ebbene, mentre Putin lo allatta, può piegare le dita. Il potere cambierà nella Federazione Russa, e nella Federazione Russa ci saranno presto le elezioni e Putin è già vecchio e la conversazione potrebbe andare completamente diversamente. Senza il sostegno economico, militare e politico della Federazione Russa, Lukashenko non rimarrà a lungo Presidente della Repubblica di Bielorussia e Rostov non è gomma, non è un dato di fatto che saranno esportati nella Federazione Russa, come Yanukovich, potrebbe finiscono i loro giorni in un giro, perché per l'UE è l'ultimo dittatore d'Europa.
            2. Kristallovich Офлайн Kristallovich
              Kristallovich (Ruslan) 13 febbraio 2021 14: 28
              +7
              Non ho parlato del territorio russo. Le mie risposte si riferiscono a paesi terzi. Ho citato il Kirghizistan come esempio per una ragione. So di cosa sto parlando. Ankara ha da tempo progetti per questa repubblica e sta combattendo per l'influenza con la Russia. Negli ultimi 10 anni anche la Cina ha aderito. Ora, solo i pigri non parlano della crescita dell'influenza di Pechino. E 20 anni fa si diceva lo stesso della Turchia. Cioè, i turchi si arrampicano deliberatamente nella zona degli interessi speciali della Russia, non il nome di questa giustificazione storica, ma basandosi solo sulle famigerate "radici comuni".

              La Turchia ha interessi critici in Siria.

              Cosa, non dirmi? La Turchia è l'aggressore in Siria. Il barbaro più comune. Sotto Assad, Ankara non ha avuto problemi con lo stato confinante. E ora dice che hanno bisogno di una zona cuscinetto. Perchè mai?

              Ciò dimostra ancora una volta che i turchi stanno perseguendo una politica aggressiva e revanscista che vacilla sull'orlo del fascismo.
            3. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
              Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 06: 50
              0
              Citazione: Bakht
              Ebbene, subito, e una sciocchezza ... L'identità è determinata precisamente da centinaia di anni. Questo è l'argomento dell'articolo.

              Non ci sono parole del genere nell'articolo
            4. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
              Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 06: 54
              0
              Ancora. Errore permanente di questo particolare autore. Queste repubbliche (è già necessario scrivere paesi) hanno avuto luogo. Hanno 30 anni e sono rappresentati all'ONU. Hanno la loro élite e non accetterebbero mai di essere un governatore in Russia o in Turchia. L'esempio di Lukashenka o Yanukovich significa qualcosa?

              NON darmi credito per errori e dichiarazioni che non ho fatto. Non ho MAI scritto che l'Azerbaigian o il Kirghizistan diventeranno parte della Turchia, dove Aliyev diventerà il governatore. Si è sempre trattato di un'associazione interstatale sovranazionale, come l'UE, dove la Turchia sarà il leader.
              Forse è sufficiente attribuirmi ogni sorta di sciocchezze? O semplicemente non capisci il significato di ciò che è scritto?
              P.S. e per favore non insegnate a un avvocato professionista e a un giornalista in una sola persona come nominare correttamente questi paesi.
              Il nome ufficiale del Kazakistan è la Repubblica del Kazakistan.
              Azerbaigian - Repubblica dell'Azerbaigian
              Uzbekistan - Repubblica dell'Uzbekistan, ecc.
          2. Boriz Офлайн Boriz
            Boriz (borizia) 13 febbraio 2021 19: 39
            +1
            Nessuno, tranne che entrambi i popoli provenivano dallo stesso gruppo etnico.

            In termini di lingua, forse, ma in termini di genetica, i kirghisi sono ariani, non meno di russi, bielorussi e ucraini. Quindi le nostre affermazioni hanno radici precedenti. Aplogruppo R1a, non puoi farci niente. I kirghisi hanno il 60%.
  7. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 13 febbraio 2021 14: 42
    -1
    Cosa c'è dietro le affermazioni della Turchia sui territori russi

    - E perché si sono imbattuti tutti nel Caspio ... - Sì, la Turchia è già "entrata" nel Caspio - già due o tre anni ... - Ma la Turchia è semplicemente troppo tardi per il Caspio ... - La Cina è stata "regnare" nel Caspio per molto tempo ...:
    1. Il Turkmenistan è completamente sotto la Cina;
    2. Principalmente sotto Cina e Kazakistan
    - Quindi la Turchia non ha nulla a che fare nel Caspio ... - altrimenti i turkmeni "prenderebbero" rapidamente e si schiererebbero dalla parte della Turchia ...
    - Ma il Tatarstan ... - per niente che non confina con la Turchia; ma l'influenza della Turchia lì semplicemente va fuori scala ... - E quante moschee, madrasse e varie istituzioni educative con un pregiudizio religioso sono state costruite e aperte lì; e quanta letteratura religiosa musulmana filo-turca viene prodotta ... - tutto questo è finanziato da denaro turco ... E la Russia, con l'influenza della Turchia sul Tatarstan, non può fare nulla ... - Solo creare e mantenere un alto tenore di vita in Tatarstan ...
    - Non per niente al Tatarstan, a scapito di altre regioni e città russe ... - continui ordini statali vanno al Tatarstan ... - nell'industria aeronautica, nell'industria metalmeccanica, nell'industria automobilistica, nella lavorazione dei metalli , nel campo dell'elettronica, dell'industria tessile e chi più ne ha più ne metta ... - Ecco come caricare il Tatarstan; così che il Tatarstan era soddisfatto e ... e rimaneva "soddisfatto" ... - Quindi la Turchia anche in questo "beneficiato" Tatarstan ... - E dopo tutto questo, perché il Tatarstan non dovrebbe amare la Turchia ???
    - La Turchia ha anche una grande influenza sul Caucaso settentrionale ... - Inoltre, numerose diaspore di ceceni, avari, karachais e balcanici, circassi, ecc. Vivono in Turchia ... - E i loro legami con i compatrioti russi sono molto stretti .. .
    - Quindi la "conclusione" suggerisce se stessa ...
  8. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 13 febbraio 2021 17: 12
    0
    E, uscendo dall'articolo annoiato da molto tempo, è ora di iniziare un nuovo spaventapasseri.
    Endogan era già un partner terrorista. ora - uno spaventapasseri ...
    Tutto questo non ha senso ...

    Un'economia forte - c'è influenza, un'economia debole - chiedi soldi ai tuoi vicini ...
  9. Il commento è stato cancellato
  10. lavoratore dell'acciaio 13 febbraio 2021 20: 57
    +1
    Alcuni media turchi pubblicano persino alcune mappe in cui il Caucaso settentrionale russo, la regione del Volga e parte della Siberia abitata da popolazioni di lingua turca si trovano nella zona di sua influenza.

    In alcuni media russi, pubblica alcune mappe in cui tutta la Turchia si troverà nella zona di influenza russa. Lascia che i turchi si eccitino e si indignino.
  11. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 13 febbraio 2021 21: 22
    +1
    In generale, queste cose vengono fatte in silenzio. Più bazar, meno scarico reale.
    La Turchia sta tranquillamente riprendendo l'Agiaria da sola. No PR, tutto è gradualmente. E credo che possa funzionare. E con l'Asia centrale e, inoltre, i territori della Federazione Russa, c'è troppo rumore, poche risorse e nessuna logistica.

    Non ci credo

    (C)
  12. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 06: 57
    0
    Citazione: boriz
    E con l'Asia centrale e, inoltre, i territori della Federazione Russa, c'è troppo rumore, poche risorse e nessuna logistica.

    Il territorio della Federazione Russa è puramente ipotetico, con alcuni scenari estremamente negativi. Non credo neanche in questo, ma ho descritto il modello estremo.
    Ma l'Asia centrale è abbastanza realistica.
  13. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 14 febbraio 2021 06: 58
    0
    Citazione: gorenina91
    ... Il Turkmenistan è completamente sotto la Cina;
    2. Principalmente sotto Cina e Kazakistan
    - Quindi la Turchia non ha nulla a che fare nel Caspio ... - altrimenti i turkmeni "prenderebbero" rapidamente e si schiererebbero dalla parte della Turchia ...

    Sai, resta da vedere come andranno le cose nella stessa Cina. Gli Stati Uniti sono interessati ad indebolirlo riducendo la loro influenza nel mondo. E hanno risorse e meccanismi sufficienti per questo.
    1. gorenina91 Офлайн gorenina91
      gorenina91 (Irina) 14 febbraio 2021 09: 11
      -2
      Sai, resta da vedere come andranno le cose nella stessa Cina. Gli Stati Uniti sono interessati ad indebolirlo riducendo la loro influenza nel mondo.

      - Personalmente, ho già ... duecento volte scritto che ... che ... che mentre la Russia è "viva" ... la Cina non ha nulla da temere ... - E gli americani lo sanno ... - E la Cina lo sa e ne fa pieno uso ... - e si comporta sempre più insolentemente ...
      - Se la Russia non fosse stata "istericamente devota alla Cina" ... - allora la Cina sarebbe stata messa al suo posto e messa in un angolo molto tempo fa ...
      - Di per sé, la Cina non è stata a lungo socialista ... - in quanto tale ... - Questa Cina ha già il "ghigno animalesco dell'imperialismo" spalancato con forza e principali ... segni comunisti "...

      Gli Stati Uniti sono interessati ad indebolirlo riducendo la loro influenza nel mondo. E hanno risorse e meccanismi sufficienti per questo.

      - Gli stessi Stati Uniti sono stati a lungo molto sfortunati con i presidenti:
      - A cominciare da Bush Jr. (il presidente degli Stati Uniti più inutile); poi la presidenza Obama e finire con Trump ... - fa tutto schifo per gli Stati Uniti nella loro politica estera ... - Puoi anche "simpatizzare" con la Russia a questo proposito ... - t. la lunga presidenza del nostro garante, segnata dalla completa sottomissione della Russia alla Cina, ha portato a questo; che ha letteralmente subordinato l'intera politica estera e l'intera economia della Russia ... - agli interessi della Cina ... - Questo non è successo alla Russia in tutta la storia e "prima della storia" dell'esistenza dello Stato russo. .. ... o stati o "reketers medievali" ... - forse solo durante il periodo dell'Orda d'Oro ... - E poi sotto nessun sovrano; sotto nessun re; sotto nessun leader comunista; nemmeno sotto Eltsin ... - questo non è mai successo; in modo che la Russia dovrebbe essere così sottomessa alla Cina ... - come lo è ora ...
  14. 123 Офлайн 123
    123 (123) 14 febbraio 2021 19: 32
    0
    Cittadini e cittadini, compagni, signore e signori, non litigate. Questa è solo una bella immagine per l'elettorato interno turco. L'economia turca è tutt'altro che brillante. Dobbiamo in qualche modo rallegrare la popolazione.
    Per quanto riguarda il trasporto stesso ..

    "Rapporto 2020 sulle importazioni di servizi cinesi" ......
    Le importazioni in Cina dai paesi lungo la cintura della Via della Seta sono aumentate da $ 66,87 miliardi nel 2017 a $ 79,82 miliardi nel 2019. Le importazioni aggregate sono state in media di 231,79 miliardi di dollari. Il tasso di crescita annuale è stato del 14,5%, superiore alle importazioni cinesi. Il tasso di crescita complessivo è stato dell'11,0%

    (Non garantisco l'accuratezza della traduzione, in relazione a questo paragrafo la parola "servizi" è stata costantemente ripetuta. Trovo difficile dire cosa si intendesse esattamente. Coloro che vogliono approfondire il link stesso sono di seguito)
    http://www.gov.cn/xinwen/2020-11/07/content_5558520.htm

    Si tratta di circa 1/3 del volume totale delle esportazioni e delle importazioni. Se non sbaglio, il volume del traffico merci su rotaia in direzione europea è raddoppiato nel 2020. La Cina continuerà a sviluppare questa direzione. Nessuna portaerei interromperà queste comunicazioni. E si svilupperà in diverse direzioni, sia attraverso di noi che attraverso l'Asia centrale. Perché dovrebbero mettere le uova in una padella? sorriso Anche Erdogan riceverà la sua quota nel commercio. Secondo me, si può solo discutere sui volumi.
  15. Foca Офлайн Foca
    Foca (Sergey Petrovich) 17 febbraio 2021 11: 28
    +2
    Dove sono i reclami? La mappa mostra l'habitat dei popoli appartenenti ai turchi. È tutto. Inoltre, la carta è generalmente accettata e non viene contestata da nessuno. Qual è il problema ? Perché la mappa dell'insediamento dei popoli turchi dovrebbe essere spacciata per aspirazioni aggressive della Turchia?
    Ancora provocazioni armene?