I turchi rompono gli accordi sul gas con la Russia


A causa del freddo in Turchia, il volume delle forniture da Gazprom a questo paese è sfuggito a un altro anti-record. Nel 2019, la società russa è stata in grado di fornire solo 15,5 miliardi di metri cubi di gas alla Turchia, che è diventata, secondo "Kommersant", gli indicatori più bassi delle esportazioni di gas negli ultimi 15 anni. L'anno scorso la direzione turca, insieme alla vendita di gas ai Paesi Bassi, ha mostrato un trend positivo, ma 16,4 miliardi di metri cubi è ancora al di sotto del volume medio di trasporto di gasolio negli ultimi dieci anni.


Un certo sostegno alle forniture di gas alla Turchia è stato fornito anche dal calo dei prezzi del gas oil-linked, scesi a fine 2020, mentre le quotazioni del GNL sono aumentate rispetto ai minimi estivi. Tuttavia, già questa primavera, i prezzi del carburante di Gazprom potrebbero raggiungere il GNL americano, raggiungendo i prezzi del petrolio.

Quando fornisce gas ai consumatori europei, la compagnia russa può stabilizzare i volumi di trasporto a causa della necessità di riempire le strutture UGS locali in caso di interruzioni del carburante in inverno. La Turchia non dispone di importanti impianti di stoccaggio del gas ei consumatori locali possono ridurre i loro acquisti di gas russo.

Un ruolo negativo in questo caso è svolto anche dagli accordi a lungo termine tra Gazprom e clienti turchi, che prevedono una condizione di “take or pay” per l'80 per cento del volume del gas.

Considerando che la dimensione totale dei contratti è di 32 miliardi di metri cubi, è facile vedere che negli ultimi due anni i consumatori turchi, principalmente importatori privati, non hanno soddisfatto questa condizione.

- nota "Kommersant", parlando della rottura degli accordi sul gas con la Russia da parte dei turchi.

Quest'anno scadono gli accordi della Turchia con Gazprom sulla fornitura di 8 miliardi di metri cubi di gas, e la parte turca potrebbe rivedere al ribasso i piani per ulteriori forniture, cosa molto dolorosa per la corporation russa. Tuttavia, a causa dell'attuale freddo inverno, Ankara ha deciso di acquistare ulteriore gas russo a causa dell'aumento dei prezzi del GNL.
  • Foto utilizzate: https://www.gazprom.com
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 123 Офлайн 123
    123 (123) 16 febbraio 2021 14: 06
    +1
    Un ruolo negativo in questo caso è svolto anche dagli accordi a lungo termine tra Gazprom e clienti turchi, che prevedono una condizione di “take or pay” per l'80 per cento del volume del gas.

    negli ultimi due anni i consumatori turchi, principalmente importatori privati, non soddisfano questa condizione

    Qual è il problema? Hanno pagato e ci sono già i loro problemi.

    Quest'anno scadono gli accordi della Turchia con Gazprom sulla fornitura di 8 miliardi di metri cubi di gas, e la parte turca potrebbe rivedere al ribasso i piani per ulteriori forniture, cosa molto dolorosa per la corporation russa. Tuttavia, a causa dell'attuale freddo inverno, Ankara ha deciso di acquistare ulteriore gas russo a causa dell'aumento dei prezzi del GNL.

    Può o non può rivedere. Mastica e guarda.
    1. ciliegia Офлайн ciliegia
      ciliegia (Kuzmina Tatiana) 19 febbraio 2021 08: 45
      +3
      Esatto. Di cosa tratta l'articolo?)))
  2. Foca Офлайн Foca
    Foca (Sergey Petrovich) 17 febbraio 2021 11: 25
    +1
    Dal sito web di Gazprom.

    Nel 2018 Gazprom ha fornito alla Turchia 24 miliardi di metri cubi. m di gas.
    La lunghezza totale del gasdotto Blue Stream è di 1213 km. La capacità di progetto è di 16 miliardi di metri cubi. m all'anno.
    La lunghezza del gasdotto Turkish Stream è di oltre 930 km. La capacità di progetto è di 31,5 miliardi di metri cubi. m all'anno.
    Nel dicembre 1997 è stato firmato un accordo intergovernativo tra Russia e Turchia. In base a questo accordo, Gazprom ha stipulato un contratto commerciale con Botas per la fornitura di 365 miliardi di metri cubi di gas. metri di gas verso la Turchia tramite il gasdotto Blue Stream senza transito per 25 anni.
    La costruzione della sezione offshore Blue Stream è iniziata nel settembre 2001 ed è stata completata nel maggio 2002.
    Nel dicembre 2002 è stato messo in servizio il gasdotto Blue Stream. Le forniture di gas commerciali tramite il gasdotto sono iniziate nel febbraio 2003.

    Se 365 miliardi di metri cubi. m diviso per 25 anni, si scopre che dovevamo fornire alla Turchia, e la Turchia ha dovuto acquistare da noi per 14,6 miliardi di metri cubi. m all'anno.
  3. ctckfqrb Офлайн ctckfqrb
    ctckfqrb (Evgeny Korolev) 19 febbraio 2021 09: 44
    +1
    Esatto, l'articolo parla di cosa. In Turchia fa freddo e abbiamo comprato meno benzina, nel senso che dovrebbe essere tutto il contrario.
  4. scorpione Офлайн scorpione
    scorpione (Alexander Burylov) 19 febbraio 2021 10: 58
    +2
    con un inverno caldo e un calo della produzione, i contratti a lungo termine non sono redditizi per l'acquirente: il gas non è necessario, ma devi pagare. Ma con la ripresa economica e il gelo, la situazione opposta è come adesso, il venditore potrebbe guadagnare di più, ma il contratto non lo consente. Se, tuttavia, si va completamente al mercato spot, l'acquirente corre FORTEMENTE il rischio di rimanere senza gas. Sebbene la Turchia ora abbia diverse fonti e abbia in programma di aggiungerne altre, molto probabilmente non ci saranno contratti a lungo termine forti o per un volume minimo
  5. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 21 febbraio 2021 09: 03
    0
    Qualcuno credeva nella decenza, negoziabilità e benevolenza dei turchi nei confronti della Russia? .. Questo è un nemico storico / permanente / e astuto.