Quali erano le navi dell'Apocalisse che hanno preceduto gli aerei


Al culmine della Guerra Fredda, quando il mondo era sull'orlo di uno scontro nucleare tra l'URSS e gli Stati Uniti, Washington era preoccupata per la creazione di navi Doomsday per la continuità delle operazioni. Questo programma era ufficialmente noto come National Emergency Command Post afloat (NECPA), scrive la pubblicazione online americana The Drive.


Se la "guerra fredda" si fosse trasformata in una vera e propria guerra, la leadership statunitense si sarebbe spostata in queste meravigliose "case bianche galleggianti" mentre i missili sovietici hanno distrutto le città americane nel corso di uno scambio nucleare. Gli Stati Uniti avevano due di queste navi appositamente attrezzate. La prima era la USS Northampton (CLC-1), la seconda era la USS Wright (CVL-49). Convertite da unità da combattimento obsolete, queste fantastiche navi sono le antesignane del moderno posto di comando aereo Doomsday.

L'USS Northampton era l'incrociatore leggero di comando della flotta atlantica, varato nel 1953. Nel 1962 iniziò una vita diversa. È stato adattato per le attività NECPA. L'incrociatore è stato riclassificato e chiamato in codice "Naval Ruler". Durante la crisi dei missili cubani, il presidente ei suoi più stretti collaboratori furono evacuati da elicotteri del Corpo dei Marines.


Gli aggiornamenti della nave per adempiere al suo ruolo imminente in un potenziale Armageddon furono ampi, con il governo americano che si prendeva cura di se stesso mentre altri erano destinati a morire. Più di quaranta tonnellate di apparecchiature speciali, tra cui sessanta trasmettitori e ricevitori, gli consentirono di elaborare 3000 messaggi al giorno (cosa considerata all'epoca una vera svolta). Il potente sistema di comunicazioni ha permesso alla nave di stabilire un record mondiale di velocità per l'invio di messaggi in tutto il mondo in soli otto decimi di secondo.

Un anno dopo, fu aggiunta una seconda "Casa Bianca fluttuante" - USS Wright, nome in codice "Zenith". Viveva anche a Norfolk. Questa nave da guerra fu costruita come portaerei leggera di classe Saipan, entrando in servizio nel 1947. Fu dismesso nel 1956 e poi convertito per NECPA.

Le dimensioni della portaerei hanno permesso di equipaggiarla ancora più seriamente. A quel tempo divenne la piattaforma di comunicazione più sofisticata nel mare. Il ponte era rivestito di antenne, la più alta delle quali era una serie di alberi di 156 piedi decorati con antenne troposferiche.

La "voce di comando" con la USS Wright è stata ascoltata su navi, aerei e stazioni di tutto il mondo. I locali della nave erano dotati delle più moderne attrezzature con enormi schermi cinematografici. La nave disponeva di sale per eventi, briefing, pianificazione, analisi, programmazione e attività di emergenza. Un'intera stanza è stata riservata ai telescriventi della nave, ognuno dei quali era in grado di ricevere messaggi in arrivo a una velocità di 100 parole al minuto.


L'hangar era pieno di centri operativi, aree di lavoro e alloggi per 200 segnalatori. L'equipaggio della nave era composto da 1000 persone. Se necessario, l'equipaggio potrebbe essere aumentato.

In caso di danni alle antenne, la nave potrebbe mantenere la comunicazione con tre strutture appositamente costruite sulla riva utilizzando un elicottero senza pilota unico QH-43 Huskie, che aveva un'antenna a frequenza ultra bassa, che ha sollevato ad un'altezza di diversi chilometri, fornendo comunicazioni anche con i sottomarini di tutto il mondo. Il ponte poteva ospitare tre elicotteri. Per le operazioni in ambiente radioattivo, la nave era dotata di speciali filtri dell'aria e i ponti erano lavati con un sistema idraulico di acqua salata.

C'erano anche piani per convertire un'altra portaerei di classe Saipan in NECPA, ma questa è stata abbandonata. Inoltre, i militari volevano riattrezzare il sottomarino nucleare USS Triton sotto NECPA, ma non andava oltre la ricerca.

Il principio operativo alla base del NECPA era che una delle due navi era costantemente in mare e venivano cambiate ogni due settimane. Così, uno di loro ha ricevuto protezione da un attacco a sorpresa dell'URSS.

Quanto fossero tenaci le navi in ​​realtà rimane una questione aperta. Dovevano evitare eventuali scontri con la Marina sovietica, che a quel tempo stava rafforzando le sue capacità in alto mare. Entrambe le navi avevano armamenti limitati, quindi probabilmente sarebbero diventate facili prede per i marinai sovietici. A questo proposito, erano accompagnati da grandi navi da guerra e sottomarini nucleari.
  • Foto utilizzate: US Navy
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 20 febbraio 2021 14: 33
    +2
    È difficile rispondere a qualcosa di ragionevole in risposta a un'idea folle. Poseidone per aiutare, dio così.
    1. greenchelman Офлайн greenchelman
      greenchelman (Grigory Tarasenko) 21 febbraio 2021 14: 17
      0
      Qual è la follia? A quel tempo, gli Stati Uniti avevano una flotta enorme. L'uso di armi nucleari in mare ha poco senso. Nuota e comanda. Le tecnologie non consentivano il trasferimento dei punti di controllo nel cielo o nello spazio: procedevano dalle capacità disponibili. A proposito, sono sicuro che non sei affatto imbarazzato dalla presenza delle navi dell'URSS del tipo "Cosmonauta Yuri Gagarin" e non lo consideri pazzo.