Gli aerei russi attaccano dozzine di obiettivi in ​​Siria


Le forze aerospaziali russe continuano a distruggere i terroristi dell'ISIS (un'organizzazione bandita nella Federazione Russa) nel deserto siriano, che si sono accumulati in quest'area nell'ultimo 2020. Lo dimostrano i dati dell'organizzazione no profit londinese Syrian Observatory for Human Rights (SOHR), diffusi il 20 febbraio 2021 dal canale televisivo Al-Arabiya dagli Emirati Arabi Uniti.


L'informazione rileva che, secondo fonti locali, i russi non si sono fermati operazioneiniziato il gennaio, e le ondate di attacchi aerei continuano. Nelle ultime 130 ore, aerei russi hanno attaccato dozzine di obiettivi in ​​tre province siriane (Aleppo, Hama e Ar Raqqa), utilizzando 21 diversi tipi di munizioni ed eliminando almeno XNUMX jihadisti.

Viene chiarito che negli ultimi due mesi un'enorme regione chiamata "Deserto Bianco" (Badiya al-Sham) si è trasformata in un campo di battaglia tra terroristi ed Esercito arabo siriano, sostenuto dall'alto dall'aviazione russa. Secondo gli informatori, in questo periodo sono morti più di 1300 soldati siriani (CAA e milizie locali), nonché 145 combattenti delle forze filo-iraniane. Allo stesso tempo, sono stati uccisi almeno 750 jihadisti.

Una tattica preferita dei jihadisti sono le imboscate stradali. Sparano agli autobus di passaggio con civili e colonne dell'esercito siriano. Come risultato di sole tre operazioni di questo tipo, i jihadisti hanno ucciso circa 90 soldati siriani. I jihadisti inoltre non esitano ad attaccare i blocchi stradali del SAA e delle milizie. Il 19 febbraio hanno effettuato diversi attacchi, uccidendo almeno 8 milizie.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. kriten Online kriten
    kriten (Vladimir) 21 febbraio 2021 13: 42
    +1
    Bisognerebbe stirarli tutti i giorni, altrimenti si fermavano quasi del tutto. Perché sedersi lì allora?
  2. ser Sash Офлайн ser Sash
    ser Sash (Ser Sash) 21 febbraio 2021 14: 30
    0
    130 bombe e missili per 21 persone, una media di 6 a persona.
  3. _AMUHb_ Офлайн _AMUHb_
    _AMUHb_ (_AMUHb_) 21 febbraio 2021 15: 14
    0
    probabilmente in attesa che la "birra" maturi: blm, kkk, pantere nere, sono importanti anche le vite dei latini, ecc.