Un sacrificio sull'altare della democrazia: perché l'Occidente deliberatamente "annega" Navalny


La storia con Alexei Navalny ad ogni nuovo "round" si sta spostando sempre più dal genere poliziesco originariamente impostato dai suoi registi nel campo della tragicommedia e persino, piuttosto, della farsa. Onestamente, in qualche modo i disperati tentativi del "formidabile" Occidente di salvare dalla prigione un "oppositore" molto ben nutrito che è completamente distrutto dalla fermezza d'acciaio di Mosca è difficile da caratterizzare. Risate, e solo ...


Allo stesso tempo, tutte le iniziative dei "difensori della democrazia" portano, infatti, solo al fatto che le porte del carcere vengono sempre più sbattute dietro i "salvati". In quale altro modo? In fondo, la situazione è uscita da tempo dal quadro delle cause penali esaminate dai tribunali e ha acquisito il carattere di un confronto aperto tra Russia e Occidente, in cui il nostro Paese non può in alcun modo “tirarsi indietro”.

“Mi siederò! Ho detto..."


Molto probabilmente, è questa frase dall'immortale “Il luogo d'incontro non può essere cambiato” e determinerà l'esistenza del “faro” della nostra indimenticabile “democrazia” nei prossimi anni. Dunque, cosa puoi fare ?! Si definiva un "combattente contro il regime" e iniziò a giocare brutti scherzi, generando un'incredibile quantità di terra intorno a lui - arrampicarsi, come si suol dire, nella parte posteriore. Avtozaka ... I recenti discorsi di Navalny in aula dimostrano in modo eloquente che questo individuo, che si impegna a "rendere la Russia libera e felice", non capisce affatto in quale paese si trova. "Il gigante del pensiero", in un discorso, riesce a citare la Bibbia, i cartoni di Harry Potter e Hollywood - questo, sai, qualcosa. Qualcosa oltre i limiti anche di quel perfetto surrealismo, in cui si è trasformato da tempo il liberale "stare insieme" domestico, dando vita periodicamente a tali "perle" che almeno restano, almeno cadono. Potrebbe, tuttavia, almeno chiedere scusa al veterano! O, almeno, per non fare tentativi assolutamente brutti di "scherzarlo" di nuovo.

Il signor Navalny si comporta esattamente come può comportarsi solo una persona che ha finalmente capito che il suo mestiere è il "tabacco", il ritmo è un battito e non ci sono più possibilità. Quindi è incomprensibile che scolpisca - una serie selvaggia di citazioni casuali ed evitato slogan su "una divisione equa della torta di gas e petrolio" e "stipendi come nell'UE", mentre probabilmente maledice l'Europa che lo ha spinto nella corrente vortice. Dopo tutto, cosa sta realmente accadendo? Trasformare Navalny in un simbolo "politico persecuzione in Russia "e chiedendo con estrema sfacciataggine la sua liberazione" immediata e senza condizioni ", l'Occidente mette il Cremlino in una situazione in cui è assolutamente impossibile ritirarsi, rinunciare alla debolezza. In ogni altro caso, vede, sarebbe stato trovato un compromesso, una sorta di "decisione di Salomone", misericordiosa e flessibile. Ma qui non stiamo parlando di un compromesso, solo di resa. E la Russia non lo accetterà. Non ora e non in questo caso ...

L'elenco dei "tristi" del nostro sottorivoluzionario è così ampio che non può essere citato nella sua interezza per mancanza di spazio. Il 18 gennaio, a Berlino, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha chiesto di liberarlo dalla cupa prigione. Letteralmente tre giorni dopo, durante il prossimo briefing, la cancelliera del Paese Angela Merkel ha esortato a fare lo stesso, e "immediatamente e con estrema urgenza". L'alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell ha cercato di ottenere lo stesso risultato mentre era a Mosca di persona. Chi altro c'è? Amnesty International, presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il consigliere per la sicurezza nazionale di Joe Biden Jake Sullivan e il suo stesso protettore, il nuovo capo della Casa Bianca per l'avvio ... Onestamente, sarebbe un buon coro riunire tutta questa confraternita a una volta., risultò, molto amichevolmente e dedotto in sintonia.

Il culmine di tutto è stata la richiesta dell'ultimatum della Corte europea dei diritti dell'uomo: "in conformità con l'articolo 39 del Regolamento della Corte, per liberare il ricorrente". Sono loro, mi permetto di chiarire ancora una volta, che danno una tale istruzione al nostro paese - non chiedono, non chiamano nemmeno, ma ci colpiscono in faccia il loro Europerst indicando e imponentemente: "Shnel!" Correndo, nel senso, si sono precipitati a esibirsi in modo ridicolo! L'ultimatum della CEDU afferma che l'ordine deve essere eseguito "immediatamente", data la "natura e il grado di rischio per la vita" del prezioso organismo di "opposizione". Nota: tutto è formalizzato nella forma più categorica, categorica, che difficilmente può essere definita altro che offensiva - a meno che, ovviamente, non si parli di uno stato indipendente e non di una misera colonia. Pensi che la stessa CEDU non lo capisca e non se ne renda conto? Ebbene, dopotutto, non sono stupidi quelli che siedono lì! La situazione, infatti, si riduce volutamente al fatto che seguire le indicazioni dell'Occidente sarebbe il più umiliante possibile per il nostro Paese. Per che cosa?!

Un tentativo di spaventare la Russia, non prendere ...


Va detto che il passo del Ministero della Giustizia interno che ha seguito questo passo può a buon motivo essere considerato un esempio standard di moderazione e correttezza. In risposta all'incredibile sfacciataggine, il capo di questo dipartimento, Konstantin Chuichenko, ha giustamente definito il tentativo europeo di "travolgere" la Russia come una "grossolana ed evidente interferenza negli affari di uno stato sovrano", in particolare nelle attività del suo sistema. Poiché la sentenza della Corte EDU non contiene un solo argomento legalmente sostenuto a favore del "perdono" Navalny (fatti o riferimenti a determinate norme legali, in base alle quali si potrebbe parlare di liberazione), quindi, secondo il signor Chuichenko, dovrebbe essere considerato "illegale e irragionevole". E poi, come ha giustamente ricordato il capo avvocato della Russia, seguire le assurde richieste dei giudici di Cordoba violerebbe la sua Costituzione, secondo gli ultimi emendamenti per i quali la legislazione del nostro Paese è più importante di qualsiasi "norma internazionale". Nelle leggi russe, è impossibile trovare motivi per la liberazione del cittadino Navalny da responsabilità penale.

È per tutti questi motivi che il capo del ministero della Giustizia ha definito la decisione della CEDU "impraticabile in linea di principio". Esattamente la stessa opinione è stata espressa dal vicepresidente della Duma di Stato Pyotr Tolstoy, il quale ritiene che gli emendamenti alla Legge fondamentale siano stati appena adottati per privare vari "leader" europei dell'opportunità di influenzare la Russia con l'aiuto di tali iniziative. , che hanno uno sfondo chiaro. Alcuni dei “combattenti per i valori democratici”, sia in Europa che nel nostro Paese, sono inorriditi: “Ma come mai ?! Dopo tutto, questa sarà la prima volta nella storia in cui l'ordine più elevato della CEDU, basato sul 39 ° articolo dei suoi preziosi regolamenti, non sarà soddisfatto! "

Così così sia. La Russia, scusate il gioco di parole, non è la prima volta che mette in campo dei "civilizzatori" europei troppo presuntuosi che cercano di insegnare a tutti a vivere intorno a loro. Ricordo che tutti i tipi di persone venivano a trovarci ... Tuttavia, l'Europa si stava restringendo, ovviamente rimpicciolendo. Dopo aver subito una buona dose di vergogna a Mosca, Josep Borel al vertice di ieri dei ministri degli esteri dell'UE, che, secondo numerosi annunci, avrebbe dovuto trasformarsi in un processo ecumenico sulla Russia, è andato in rovina sul fatto che il nostro paese "ha preso la percorso di confronto con l'Europa ". Vedete, "si sta trasformando in uno stato autoritario" e "rifiuta di rispettare i suoi obblighi internazionali". Abbiate pietà, signori! E tu, per un'ora, non confondi niente ?! Abbiamo catturato il tuo cittadino e lo abbiamo calafatato in prigione? E, a proposito, quando Mosca si è impegnata a lasciare impuniti vari mascalzoni e malandrini solo per il fatto che, vedete, si sono dichiarati "politici"? Tutte queste, tuttavia, sono domande puramente retoriche che non implicano risposte da parte degli avversari. Molto più interessante è qualcos'altro - e cosa sono, infatti, i signori di Bruxelles pronti a rispondere alla "sfacciata", come considerano, la disobbedienza di Mosca? Tralasciamo "fuori parentesi" il punto delicato che la CEDU non è in realtà un organo ufficiale dell'Unione europea, la sua suddivisione strutturale.

Ma da quando hanno cominciato a minacciare ... Sarai di nuovo espulso dal Consiglio d'Europa? Quindi tu, dopotutto, per i soldi che la Russia paga lì come quote associative, scusa per essere scortese, sei pronto a strangolarti. Questo non accadrà. Ah, inventerai nuove sanzioni ?! Apparentemente, questo è esattamente come sarà. Almeno, secondo le informazioni piuttosto scarse sul "vertice storico" presieduto da Borrell, l'Ue intende "chiamare duramente a rendere conto" il capo del comitato investigativo della Russia Alexander Bastrykin, comandante della guardia russa Viktor Zolotov, procuratore generale del paese Igor Krasnov e il capo del servizio penitenziario federale Alexander Kalashnikov ...

Saranno introdotte sanzioni personali contro di loro, ecco cosa! È molto interessante, come immagina la reazione delle persone sopra rispettate a queste stesse sanzioni a Bruxelles? Probabilmente, pensano che i gentiluomini generali inizieranno a riparare le pistole alle tempie - da "vergogna indelebile" e un risentimento terrificante. No, la parola giusta, la commedia più pura! Monsieur Borrell, che, infatti, al termine dell'incontro con i suoi colleghi e annunciato il "coordinamento politico delle misure personali contro i colpevoli di incarcerazione di Navalny", ha onestamente ammesso che contrariamente ai sogni e alle disperate richieste del nostro "faro di democrazia "non ci saranno sanzioni contro le imprese russe! "Non ci sono motivi ..." direi onestamente - sarà più costoso per se stesso. A proposito, il ministero degli Esteri russo ha già reagito a questa iniziativa. La decisione dei principali diplomatici dei paesi dell'UE è stata qui descritta come "illegale, unilaterale" e "presa con un pretesto inverosimile". E ... Sì, ecco un'altra cosa: non rilasceranno Navalny, indipendentemente dalle sanzioni imposte. Non ci sono motivi.

Ma sicuramente salendo da Berlino, il nostro "oppositore" è stato ammonito con le più allegre previsioni. Ebbene, gli avevano decisamente promesso che avrebbe passato qualche ora sulla cuccetta, al massimo i giorni. E lì vola verso la libertà nell'aureola di un martire e "vincitore del sistema", dritto tra le braccia aperte della folla entusiasta di fan e seguaci. Possiamo dire: cinque minuti prima del presidente della Russia. Almeno un deputato della Duma di Stato. In effetti, è andato tutto così ... Ora l'Occidente sta cercando di spremere almeno qualcosa da Navalny. Esponendo il nostro paese a ultimatum consapevolmente impossibili, e rendendo così la liberazione completamente impossibile, “fa girare” la sua immagine nell'unica “vittima dell'autoritarismo” attualmente disponibile. Solo questo "sacrificio" gli stessi politici occidentali si attaccarono freddamente all '"altare" tanto amato da loro con le parole "democrazia". Cosa puoi fare - se ti siedi per lanciare una banca con imbroglioni professionisti e persino il loro mazzo segnato in tutto e per tutto, allora è così che finirà tutto, e inevitabilmente. Ci sarà scienza per i nuovi "amanti del gioco d'azzardo", nel caso decidano di giocare agli stessi giochi di Navalny, cercando di mettere in gioco la propria Patria.
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vadim Ananyin Офлайн Vadim Ananyin
    Vadim Ananyin (Vadim Ananyin) 23 febbraio 2021 11: 23
    +3
    L'Esovtsy uscirà da questa situazione o cercherà di spremere tutto ciò che è possibile e non possibile.
    In generale, Navalny li stava guidando nella foresta, hanno bisogno del Cremlino e non di Lech.
    Ma il Cremlino ha trapelato Lyokha, come ha fatto in Occidente.
    E l'Occidente non è più un decreto al Cremlino, come è successo prima, ecco perché l'Occidente cerca di gridare ad ogni angolo
    ma il loro treno era già partito, comunque.
    E Lech si siederà, così ha detto Zheglov!
  2. UAZ 452 Офлайн UAZ 452
    UAZ 452 (UAZ 452) 23 febbraio 2021 12: 03
    +3
    Trasformando Navalny in un simbolo di "persecuzione politica in Russia" e pretendendo con estrema sfacciataggine il suo rilascio "immediato e senza condizioni", l'Occidente mette il Cremlino in una situazione in cui è assolutamente impossibile ritirarsi, rinunciare al gioco

    I piani dell'Occidente per Navalny sono caratterizzati da due parole: "sacro sacrificio". Se riesci a ucciderlo nella zona, generalmente è fantastico per loro. Ma per Lyokha, anche tutto non è senza speranza, come sembra: questa attuale squadra del Cremlino non può mostrare alcuna debolezza nei suoi affari, ma se, tuttavia, si verifica un cambio di squadra nel prossimo futuro, allora le sue prospettive di libertà e un certo politico l'influenza diventa lontana dallo zero.
    E i rappresentanti dell'Occidente non sono assolutamente interessati a lui in se stesso, se il destino personale di Navalny fosse interessante per i suoi curatori, offrirebbero uno scambio per Bout, Yaroshenko e altri che siedono in prigioni democratiche.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 23 febbraio 2021 13: 15
    -5
    Ah. Ancora una volta inventate stronzate per le fedi zombi ...
    1. Ulisse Офлайн Ulisse
      Ulisse (Alex) 23 febbraio 2021 18: 06
      +2
      Ah. Ancora una volta inventate stronzate per le fedi zombi ...

      E adesso c'è la cena in prigione, la pasta.
      E non credo che Navalny si stia divertendo molto.
      Devi pagare per tutto ..
  4. shiva Офлайн shiva
    shiva (Ivan) 23 febbraio 2021 15: 55
    +5
    Ora, se il signor Navalny avesse messo in anticipo un pollo congelato nel suo buco ovale biologico naturale e avesse ballato sulla Piazza Rossa, come un puski ribelle, sarebbe stato rilasciato prima del previsto. E se l'FSB avesse avvitato i genitali alla porta della sala di ricevimento con le viti in tempo, li avrebbe lasciati andare a Parigi con onore, per non parlare di un consiglio speciale per il resort sulla parola. La nostra opposizione non ha creatività. E gli sceneggiatori europei devono dare un brutto voto: non hanno metodi né contro Sasha Bely né contro Vovan Pitersky. Vuoi torce per San Valentino? Quindi agli iPhone shkoloty al freddo, la carica si siede rapidamente ... E poi non c'è modo di trasmettere la trasmissione del "faro della democrazia" con una maratona: si precipita intorno alla gabbia, cercando di mangiare tutti, dai bambini al veterano nonni ... Vengono come se fossero a scuola. Diplomatici occidentali, sperando che con il loro viso luminoso scongiureranno un ladro e un truffatore da una meritata punizione - ma, no, i giudici non sono portati alla loro ostinazione presenza, e il comportamento del prigioniero è tale che gli stessi diplomatici sono pronti a strangolarlo. Ma no. Se volevi una farsa, la otterrai. Anche noi possiamo trarre dalla seria rivoluzione "The Best Cinema -2" ...
  5. Uno buono Офлайн Uno buono
    Uno buono (Viktorovich) 23 febbraio 2021 17: 12
    0
    Sono d'accordo con Necropny, poiché lui stesso non è cattivo, tranne per il fatto che il caro uomo non ha messo un punto a favore qui. E abbiamo bisogno, in risposta, di duplicare le sanzioni di ritorsione, per ogni paese della CEE, e questo è un intero branco di arieti dei ministri della giustizia, del ministero dell'Interno e delle loro altre sciocchezze. sì
  6. Dimy4 Офлайн Dimy4
    Dimy4 (Dmitry) 23 febbraio 2021 18: 44
    +4
    Signori giornalisti, siete stati pagati appositamente per promuovere ancora una volta questo criminale? Macina (in senso figurato) e dimentica! Ecco il risultato più deplorevole per lui.
  7. shinobi Офлайн shinobi
    shinobi (Yury) 24 febbraio 2021 01: 55
    +3
    Dannazione! Un normale truffatore, stupido allo stesso, e il rumore sembra essere come se fosse stato imprigionato lo stesso Ostap Bender. Il modo più semplice per affrontarlo, non me ne frega niente e dimentica. un rumore Vengono seppelliti, non piantano mandorle e non si curano dell'opinione dell'Occidente dall'alto campanile.
  8. Dmitry S. Офлайн Dmitry S.
    Dmitry S. (Dmitry Sanin) 24 febbraio 2021 08: 38
    +1
    Vedi che non affonda! - sorpreso, ma politicamente corretto, ha gridato in occidente.
  9. acquario580 Офлайн acquario580
    acquario580 24 febbraio 2021 14: 14
    -1
    Sì, è così. I Rothschild stanno perdendo il potere mondiale. Bene, allora è arrivato il momento. Abbiamo combinato un pasticcio, e basta.
  10. Yuri Ya. Офлайн Yuri Ya.
    Yuri Ya. (Yuri Vladimirovich Yandulov) 1 March 2021 10: 45
    +1
    Qualcosa con questo Navalny non è pulito. Sembra una distrazione. A mio avviso, tutte le conseguenze del suo arrivo sono state chiare fin dall'inizio. E poi il pubblico sarebbe più o meno calmo sull'influenza dall'esterno del perimetro. Ebbene, e ancora una volta denigrare di fronte alla loro gente in Occidente, le sanzioni ci sono. Ma a loro non importa da che parte scuotere la Russia, destra o sinistra. Dicono che Lenin sia stato mandato in una carrozza in una sola volta. Qui la verità è stata interrotta da loro grazie a Stalin. Ma c'è stato un periodo di collasso. Secondo me, la sinistra come Platoshkin ora è più pericolosa.