Quando dobbiamo aspettarci l'apparizione del "cacciatore" in Siria?


Le guerre in Siria, Libia e Nagorno-Karabakh hanno dimostrato in modo convincente che hanno difficoltà senza ricognizioni e attacchi con droni. Naturalmente, questo non è un "wunderwaffe", e hanno anche il loro controllo, ma gli UAV danno davvero un contributo serio al raggiungimento della vittoria. La Russia è abbastanza indietro rispetto ai potenziali avversari nello sviluppo di velivoli senza pilota. Alcuni dei nostri "amici e partner" in Israele, Turchia e Azerbaigian dicono addirittura che non li raggiungeremo nei prossimi mille anni. Qual è la situazione reale?


Cominciamo dal fatto che la stessa Unione Sovietica aveva competenze piuttosto serie nel campo degli aerei senza pilota. Nel 1974, un Tu-141 "Strizh" da ricognizione tattico-operativo decollò nel cielo. L'URSS era così in anticipo sui tempi che il nostro UAV era già reattivo allora. Questi scout erano in servizio fino al 1989 e diverse copie sono sopravvissute nell'aeronautica ucraina fino ad oggi. Successivamente, nel 1990, fu testato con successo il drone da ricognizione Pchela-1T, che si mostrò abbastanza bene in Cecenia nel 1995, regolando il fuoco della RSZ e dell'artiglieria a botte. Quindi, il mito di tecnico l'arretratezza e la miopia dei "lapotnik russi" si stanno sgretolando da sole.

Sfortunatamente, iniziarono gli "anni novanta", quando lo stato non aveva abbastanza soldi non solo per lo sviluppo nel campo degli UAV, ma anche per il semplice rifornimento di carburante. Durante questo periodo, c'è stato un grave ritardo rispetto agli Stati Uniti e ai loro alleati israeliani. Ma all'inizio degli anni 2003, la situazione ha cominciato gradualmente a migliorare. Quindi, dal 2015, le truppe russe hanno operato con successo i droni da ricognizione a corto raggio "Eleron", sviluppati dalla società "ENIX", e dal 2010, piccoli aerei da ricognizione "Tachyon" a trazione elettrica. Questi ultimi, in particolare, sono in servizio con i nostri militari in Armenia presso la base di Gyumri. Nel 10 sono apparsi gli UAV più pesanti "Orlan-12", dotati di XNUMX telecamere ad alta risoluzione per creare mappe tridimensionali del terreno, che possono essere utilizzate non solo per la ricognizione, ma anche come sistema di controllo e regolazione del fuoco. Ma gli UAV da attacco rivestono un interesse molto maggiore sia per i militari che per il pubblico in generale. E qui ora abbiamo anche qualcosa da mostrare.

Nel 2016, la società Kronstadt di San Pietroburgo ha lanciato nel cielo un drone di media altitudine di lunga durata e due anni dopo è stato testato in configurazione disarmata in condizioni di combattimento reali in Siria. Lo sviluppatore ha previsto la possibilità di posizionare su di esso fino a quattro missili aria-superficie o diverse bombe aeree del peso di 20 e 50 chilogrammi con ali pieghevoli. La massa del carico di combattimento dello sciopero UAV raggiunge i 200 chilogrammi. In termini delle sue principali caratteristiche tattiche e tecniche, non è in alcun modo inferiore alle controparti israeliane e turche, e per certi versi è superiore. L'anno scorso gli orioniani sono entrati in servizio presso il ministero della Difesa russo e pochi giorni fa si è saputo che avevano aperto un proprio conto, iniziando con successo a distruggere le infrastrutture dei terroristi in Siria. Sergey Tyugay, vice capo dell'aviazione senza pilota del comando principale delle forze aerospaziali russe, ha spiegato a questo proposito:

Vorrei attirare la vostra attenzione sull'accuratezza dell'applicazione. Ci sono alcuni edifici, strutture, oggetti nelle vicinanze. Ma l'uso delle munizioni dei nostri veicoli aerei senza pilota va esattamente sul bersaglio, non ci sono deviazioni.


Ciò significa che ora non solo i nostri concorrenti e potenziali avversari saranno in grado di mostrare immagini colorate di veicoli messi fuori combattimento dagli UAV. Ma non è tutto. Di ritorno in Russia, dal 2011, sono in corso i lavori sul drone da ricognizione e attacco pesante Altair, che è diventato l'Altius. Dopo aver cambiato l'appaltatore nel 2018, solo un anno dopo, si è verificata una svolta nello sviluppo e l'UAV con un peso al decollo di 5 tonnellate, un carico utile fino a 2 tonnellate e un'apertura alare di 30 metri ha effettuato un volo di successo in modalità automatica. Questo è un concorrente diretto dei droni d'attacco americani MQ-9 Reaper, ma i droni domestici dotati di due motori saranno in grado di rimanere in aria per un massimo di due giorni. In termini di raggio di combattimento, sono paragonabili ai bombardieri pesanti, ma molte volte più economici. I test militari del primo "Altius" si svolgeranno entro la fine di quest'anno.


Ma, forse, il più interessante e promettente è il pesante attacco UAV S-70 "Okhotnik" sviluppato da Sukhoi. Questo progetto dovrebbe diventare una vera svolta per la Russia nel campo degli aerei senza pilota. Costruito con materiali compositi utilizzando la tecnologia invisibile, il cacciatore assomiglia un po 'a una nave aliena della fantascienza. L'apertura alare è di 19 metri, la velocità massima raggiunge i 1400 km / h, il limite di servizio è di 18 chilometri, la portata di volo è di 6000 chilometri e il carico di combattimento è di 8 tonnellate. Il drone sarà equipaggiato con missili guidati e bombe aeree guidate e non guidate. A causa delle sue grandi dimensioni, è possibile collocare al suo interno potenti apparecchiature radar e un sistema di comunicazione. È prevista anche l'integrazione con il caccia Su-57 di quinta generazione, che amplierà notevolmente il campo radar per operazioni di aerei da combattimento efficaci senza entrare nella sfera della difesa aerea nemica.


Il programma Okhotnik aiuterà a superare finalmente il ritardo della Russia rispetto ai suoi concorrenti. Sono già stati effettuati test di successo dell'S-70 per l'interazione con il caccia Su-57. Il drone dovrebbe entrare nella serie nel 2024. Al momento, lo stabilimento aeronautico di Chkalov Novosibirsk sta costruendo altri tre prototipi del "cacciatore", l'ultimo dei quali sarà il più vicino possibile a un veicolo da combattimento seriale. Probabilmente, questo attacco UAV sarà testato in Siria su gruppi terroristici. E questo dovrebbe accadere prima dell'inizio della produzione di massa dell'UAV. Ad esempio, fino al 2020 non si conoscevano i test del drone d'attacco Orion, mentre si sono svolti, presumibilmente, nel 2018-2019, e il drone è entrato in serie solo lo scorso anno. Ovviamente, apprendiamo anche i test di successo del cacciatore in condizioni di combattimento dopo il fatto: l'UAV è uno sviluppo segreto dell'industria della difesa russa e susciterà sicuramente un vero interesse da parte degli esploratori della NATO se apparirà in Siria.

È del tutto possibile che il "cacciatore" non sarà limitato a una versione terrestre. Ricordiamo che gli Stati Uniti hanno già un proprio simile al nostro attacco C-70 UAV X-47B. L'obiettivo di questo programma del Pentagono era creare un drone in grado di essere utilizzato su portaerei e controllato da un computer di bordo. Gli americani hanno imparato come far atterrare con successo l'X-47B sui loro ponti e persino rifornirli di carburante in aria, ma il progetto è stato sospeso a causa del costo elevato. Tuttavia, gli Stati Uniti hanno conservato tutti i prototipi e possono tornare a ulteriori test in qualsiasi momento. È possibile che in futuro i "Hunters" vengano utilizzati su due grandi navi d'assalto anfibie universali in costruzione a Kerch, che hanno la possibilità di trasformarsi eventualmente in portaerei leggere.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 23 febbraio 2021 15: 12
    0
    Lontano 1974 anno una ricognizione tattica-operativa Tu-141 "Strizh" è decollata nel cielo. URSS così in anticipoche il nostro UAV era già reattivo allora.

    Sergei, mi dispiace, ovviamente, ma è meglio controllare le informazioni prima di scrivere un articolo: negli Stati Uniti, l'UAV da ricognizione AQM-34 fu messo in servizio nel 1952.

    Inoltre, leggiamo quanto segue sullo stesso drone:

    L'idea di trasformare un drone in un portabombe risale al 1953. Nella prima metà degli anni '1960, l'UAV fu equipaggiato con successo per ospitare due missili aria-aria. I primi esperimenti sull'uso del Firebee come bombardiere furono effettuati nel 1964, il dispositivo prese due bombe Mk 81 da XNUMX libbre ed eseguì bombardamenti mirati. Successivamente, sono state sviluppate molte diverse varianti del drone d'attacco. Come parte di questo programma, nel 1971, il primo prototipo al mondo del drone da ricognizione e attacco BGM-34A è stato testato con successo, armato con un Maverick ATGM e un Paveway UAB su punti di fissaggio esterni (inizialmente, questo progetto è stato sviluppato dalla fine degli anni '1960 fino a dotare le forze di difesa israeliane mezzi efficaci e relativamente economici per combattere le unità missilistiche antiaeree sovietiche e l'artiglieria antiaerea in Egitto). Il primo nella storia militare mondiale, il lancio di un missile guidato aria-superficie con guida televisiva da un drone ha avuto luogo il 14 dicembre 1971[1].

    Inoltre, il jet supersonico sovietico UAV "Yastreb" fu rimesso in servizio nel 1961.

    In che modo "Strizh" era in anticipo sui tempi?
    1. Marzhetsky Online Marzhetsky
      Marzhetsky (Sergey) 23 febbraio 2021 15: 44
      +1
      Citazione: Cirillo
      In che modo "Strizh" era in anticipo sui tempi?

      Era davanti agli show-off dei nostri amici israeliani e turchi sorriso
      1. Cyril Офлайн Cyril
        Cyril (Cyril) 23 febbraio 2021 15: 58
        0
        I signori israeliani non dicono di essere stati i primi a far funzionare i droni. Dicono (e questa è verità oggettiva) che oggi Israele è uno dei leader nel campo degli aerei senza pilota, e che la Russia (che è anche oggettiva) è inferiore a Israele in quest'area. In quello che vedi "esibizionismo" qui non è del tutto chiaro.
        1. isofat Офлайн isofat
          isofat (isofat) 23 febbraio 2021 16: 27
          -1
          Cyril... Con una manodopera così piccola di Israele e allo stesso tempo avidità di territori stranieri, questo non è sorprendente. sì
          1. Cyril Офлайн Cyril
            Cyril (Cyril) 23 febbraio 2021 16: 52
            0
            Con una così piccola risorsa umana in Israele

            Proprio a causa delle loro piccole risorse di manodopera, la posizione di leader nel campo degli aerei senza pilota è piuttosto sorprendente.

            allo stesso tempo avidità di territori stranieri

            Non è chiaro di che tipo di avidità per i territori stranieri stiamo parlando.
            1. isofat Офлайн isofat
              isofat (isofat) 23 febbraio 2021 17: 00
              -1
              Citazione: Cirillo
              Proprio a causa delle loro piccole risorse di manodopera, la posizione di leader nel campo degli aerei senza pilota è piuttosto sorprendente.

              Penso di averti scritto chiaramente la mia opinione, cosa non è chiaro?

              Citazione: isofat
              Con una manodopera così piccola di Israele e allo stesso tempo avidità di territori stranieri, questo non è sorprendente.

              Posso aggiungere che nessuno tiene Israele isolato dalle conquiste della scienza e della tecnologia mondiale, ci sarebbe un desiderio.
              1. Cyril Офлайн Cyril
                Cyril (Cyril) 23 febbraio 2021 17: 03
                0
                Penso di averti scritto chiaramente la mia opinione, cosa non è chiaro?

                Non è tutto chiaro. Primo, come sono correlate le dimensioni della popolazione e la leadership militare. In secondo luogo, ecco una sorta di avidità per i territori stranieri.

                Posso aggiungere che nessuno tiene Israele isolato dalle conquiste della scienza e della tecnologia mondiale, ci sarebbe un desiderio.

                Ebbene, questo è il risultato di una politica equilibrata e lungimirante della leadership del Paese.
                1. isofat Офлайн isofat
                  isofat (isofat) 23 febbraio 2021 17: 17
                  -2
                  Cyril, non facciamo la stupida e cerchiamo di destreggiarci tra le parole. Non brilli in questa abilità, ma sono già stanco della tua primitività. hi
                  1. Cyril Офлайн Cyril
                    Cyril (Cyril) 23 febbraio 2021 18: 06
                    0
                    non facciamo lo sciocco

                    Non ti sto interpretando.

                    e prova a destreggiarsi tra le parole.

                    Non c'è giocoleria con le parole. Ci sono i tuoi pensieri confusi. Qual è esattamente la loro indistinzione - ho spiegato in modo molto specifico.

                    Non brilli in questa abilità

                    Sì, a immagine di uno sciocco sono un laico completo. Pertanto, non lo sto facendo.

                    e sono già stanco della tua primitività

                    Beh, non puoi nemmeno padroneggiare un primitivo.
  2. olpin51 Офлайн olpin51
    olpin51 (Oleg Pinegin) 23 febbraio 2021 17: 35
    0
    1400 km / h con un'apertura alare di 19m e una lunghezza di 14m ?????
    Non può essere così. In qualche modo e come. Qualcuno ha intrecciato qualcosa.
  3. Alexander K_2 Офлайн Alexander K_2
    Alexander K_2 (Alexander K) 23 febbraio 2021 19: 49
    -5
    Come mostra la vita, non in Siria, in nessun altro luogo, tranne nelle fiabe, "Hunter" non è in grado di apparire!
  4. Sarebbe bello vivere in Libia!