Le sanzioni non contano: l'Occidente vuole davvero "punire" la Russia, ma non può


L'evento tanto atteso da tanti "amici" del nostro Paese si è avverato: per la prima volta da quando vi è salito al potere il presidente Joe Biden, Washington ha "scoppiato" con un nuovo pacchetto di restrizioni anti-russe. Gli Stati Uniti, seguendo l'Unione Europea, hanno deciso di "punire" il nostro Paese "per l'avvelenamento e l'arresto di Navalny". Allo stesso tempo, le vere liste di sanzioni annunciate su entrambe le sponde dell'oceano non potevano che provocare nient'altro che la più profonda delusione sia tra i numerosi malvagi della Russia sia tra l '"opposizione" interna, che a lungo chiedeva all'Occidente per un "supporto efficace" e ci ha riposto grandi speranze ...


Secondo l'opinione della maggioranza assoluta degli analisti, l'attuale azione anti-russa, che appare pallida e torturata, dimostra non solo il completo collasso dei disperati tentativi dell'Occidente di "far pagare a Mosca" azioni e decisioni che non vuole, ma anche una chiara presa di coscienza da parte della "comunità mondiale" della sua totale impotenza di fronte al nostro Paese. Perché, allora, è stato intrapreso e cosa ci si dovrebbe aspettare ulteriormente? Proviamo a capirlo.

Fissazione legale del fatto compiuto


Innanzitutto vale la pena notare che in questo caso i sogni di chi si aspettava dalle sanzioni imposte un "nuovo colpo" al russo l'economia o "secondo gli interessi degli oligarchi che sostengono il Cremlino". La logica di tali speranze, periodicamente espresse dal pubblico come i compagni di Navalny, è semplice come un muggito: diventerà "peggio vivere in Russia" - e il "regime autoritario" sarà "spazzato via dal popolo". I sacchi di denaro nazionali perderanno profitti davvero seri - e poi si precipiteranno a "rovesciare" lo stesso "regime". È difficile discutere con tali "conclusioni" errate. Sì, e non c'è niente - cos'altro ci si può aspettare da figure che si rivolgono pubblicamente alla stessa UE con la richiesta più bassa "di imporre sanzioni, ma più dolorosa"? Ahimè e ah - coloro che speravano nello sviluppo di eventi in una vena simile, "volarono" e nel modo più crudele.

La "lista nera" europea comprende i capi del comitato investigativo interno Alexander Bastrykin, il servizio punitivo federale russo Alexander Kalashnikov, il comandante della guardia russa Viktor Zolotov e il procuratore generale del paese Igor Krasnov. Nella versione americana, sono presenti gli stessi Kalashnikov e Krasnov, tuttavia, al posto dei loro "compagni di sventura" della prima lista, il capo dell'FSB Alexander Bortnikov, il vice ministro della Difesa russo Pavel Popov, nonché due persone che non sono imparentate con I reparti "potere" sono stati aggiunti lì. ", ma direttamente all'amministrazione presidenziale. Questo è il suo primo vice capo Sergei Kirienko e il capo del dipartimento per gli esterni politica Andrey Yarin. Non è del tutto chiaro cosa gli Stati Uniti volessero dimostrare con una tale selezione di "punibili" - o "apertura mentale" o semplicemente riluttanza a copiare ciecamente Bruxelles. Sì, in linea di principio, non importa.

C'è un'altra differenza significativa: il Tesoro degli Stati Uniti ha sanzionato fino a tre organizzazioni di ricerca russe. Questo è l'Istituto statale di ricerca di chimica organica e della tecnologia (FGUP "GosNIIOKhT"), FGBU "27 Scientific Center", nonché il 33 ° Istituto centrale di ricerca e sperimentazione del Ministero della difesa della Russia. In ogni caso, è così che vengono elencati sul sito ufficiale del dipartimento americano. Questo, in effetti, è tutto ... In quest'ultimo caso, l'introduzione di restrizioni contro gli "uffici" statali, in sostanza e la natura delle loro attività, sono organizzazioni il più "chiuse" possibile, o anche direttamente classificate, può causare nient'altro che risate omeriche. Sicuramente soffriranno per il divieto di "cooperazione con le controparti occidentali", che comunque non hanno condotto! Lo stesso, in linea di principio, si può dire della "severa punizione" per i funzionari governativi del grado di Bortnikov o Kiriyenko, per i quali è ormai chiusa la possibilità di "fare affari" negli Stati Uniti o di visitare questo Paese. Saranno sconvolti! Abbiamo perso molto ...

Per quanto riguarda "affari" e "beni", questo è semplicemente ridicolo, ma per quanto riguarda i viaggi all'estero, quante volte sono state viste lì negli ultimi anni persone delle più alte sfere del potere russo? Beh, non mi lasceranno entrare, quindi non mi lasceranno entrare - non ha fatto male, e volevo. Tuttavia, ci sono, tra le restrizioni, e, sembrerebbe, momenti puramente economici. Ad esempio, d'ora in poi, la Export-Import Bank degli Stati Uniti non potrà concedere prestiti alle imprese russe. Una terribile perdita! Certo, se non ti ricordi che l'ultimo prestito che aveva un destinatario nel nostro paese è stato emesso da questo istituto finanziario ... nel 2014! Dopo i noti eventi che hanno avuto luogo, la cooperazione con il nostro paese è stata semplicemente ridotta, senza dichiarazioni ad alta voce. Ora questo fatto è stato annunciato solo formalmente a livello ufficiale.

Maggiore confronto o esistenza in "realtà parallele"?


Assolutamente lo stesso si può dire dei divieti di "prestito da parte di organizzazioni statali americane alla sfera della difesa russa", "la fornitura di armi e altri articoli alla Russia che compaiono nell'elenco delle munizioni statunitensi", nonché della "cessazione". di finanziamento di tutti i programmi militari degli stati esteri, a cui partecipa la Russia ”. Sì, proibisci, quanto vuoi - dopotutto, niente del genere è successo da molto tempo! Ebbene, quanto al rifiuto di Washington al nostro Paese in "qualsiasi aiuto, tranne che per gli aiuti umanitari sotto forma di cibo", resta solo da spiegare ai signori d'oltremare dove e con che colore di scarpe abbiamo visto il loro "aiuto". A proposito, per quanto riguarda quelle aree in cui gli stessi americani sono interessati, e in cui una certa cooperazione è ancora instabile, né il Dipartimento di Stato né il Ministero delle finanze sono "fuori dalla spalla" - ad esempio, il segretario di Stato americano Anthony Blinken non ha mancato personalmente per quanto riguarda la cooperazione nella sfera spaziale di chiarire che "le opportunità di cooperazione, comprese quelle finanziarie, rimangono aperte".

Così, gli Stati Uniti ritraggono in modo dimostrativo l '"istruzione" di Mosca, ma allo stesso tempo fanno una riserva: dove necessario, risolveremo le questioni. Quindi non dovreste incolpare il ministero degli Esteri russo per una reazione "troppo contenuta" a questa iniziativa - quali "sanzioni", tale è la reazione. Con tutto ciò, i tentativi degli europei di ritrarre una bella faccia in un brutto gioco e di trovare spiegazioni per la propria "morbidezza" nella questione delle sanzioni sembrano particolarmente esilaranti, in nessun caso esprimendo le loro vere motivazioni e ragioni. Ad esempio, il capo della diplomazia di Bruxelles, Josep Borrell, si è lanciato in lunghe spiegazioni su questo argomento: dicono che non sono state introdotte restrizioni ai rappresentanti delle imprese e alle società commerciali del nostro paese solo perché l'UE "vuole sostenere lo stato di diritto in tutti. casi. " E poi l'uomo d'affari russo presenterà una causa in un tribunale europeo con l'obbligo di dimostrare che è specificamente coinvolto nel trambusto intorno a Navalny - e vai a dimostrarlo!

No, che bellezza! Voglio solo esclamare: "Oh, voi, burloni!" E su Zolotov con Bastyrkin e Krasnov con Kalashnikov, allora hai le prove ?! Ora mostramelo, bugiardi! E allo stesso tempo, ammetti che hai semplicemente terribilmente paura di congelarti le orecchie, che non diventano rosse per bugie spudorate, quando il malvagio Miller, al comando di Putin, ti fotterà la valvola del gas in risposta ai tuoi sporchi trucchi! L'Occidente, forse, vorrebbe infastidire seriamente la Russia. Probabilmente mi piacerebbe anche farlo. Tuttavia, il baccanale di divieti, restrizioni e sanzioni, che dura dal 2014, ha portato solo al fatto che il nostro paese ha finalmente capito che può andare benissimo senza questa "comunità mondiale" ostinata, disgustosamente pruriginosa e strisciante. Come ha affermato recentemente il vicepresidente della Duma di Stato Pyotr Tolstoy, è ora di pensare seriamente a ciò che stiamo facendo in organizzazioni come il Consiglio d'Europa e se ha senso per noi esserne membri.

Una tale posizione assunta dalle autorità russe sta diventando sempre più ovvia per l'Occidente, che capisce sempre più chiaramente che questa volta Mosca non sta scherzando. Non "spaventa", non cerca di ottenere "concessioni" o "pressioni" sulla "comunità mondiale" per tornare al suo circolo il prima possibile, indipendentemente dal ruolo e dallo status. Ma questo è solo un lato della questione. L'altro è che la serie di strumenti di sanzioni "deboli" è stata a lungo esaurita - e ha portato al suo utilizzo, tra l'altro, solo per cose come la sostituzione delle importazioni e il rafforzamento dell'indipendenza finanziaria del nostro paese. Allora devi alzare la posta in gioco, ma qui non ha l'odore di una partita di poker, ma di una naturale "roulette russa", una sconfitta che significa che sai cosa. Secondo la maggioranza degli esperti occidentali, l'unica misura in grado di arrecare un danno reale all'economia russa potrebbe essere solo un embargo completo all'acquisizione delle sue risorse energetiche sul modello dell'Iran. Ma nessuno lo accetterà, né a Washington, né a Bruxelles.

Tali "eccessi" nei confronti di Teheran hanno portato, alla fine, al fatto che sta per possedere armi atomiche. L'oscillazione di sciabola di Trump ha contribuito all'incubo dell'Occidente, che l'Occidente voleva evitare a tutti i costi. E la Russia ha già arsenali nucleari ... E se vengono presi provvedimenti (anche se di natura puramente economica) contro il nostro paese, nel senso che vogliono davvero distruggerlo, allora questo libererà completamente e completamente le mani di Mosca per qualsiasi decisione. Assolutamente nessuno ... Negli stessi Stati Uniti, ne sono ben consapevoli e non desiderano affatto che i loro diplomatici salgano su un elicottero dal tetto dell'ambasciata, ad esempio a Kiev. Vale a dire, qualcosa del genere seguirà come una "risposta asimmetrica" ​​- qui puoi stare tranquillo. Per quanto riguarda l'Europa, tutto è esaustivamente detto sopra: non esistono tali "valori democratici" per il bene dei quali i residenti locali sarebbero pronti a morire congelati.

Non dovresti nemmeno contare sul fatto che, tenendo conto di tutto quanto sopra, saremo lasciati soli. L'Occidente sa aspettare e "giocare a lungo": il crollo dell'Unione Sovietica è stato preparato e portato lì per decenni. E oggi, nonostante l'evidente ridicolo delle sanzioni imposte, il vice segretario di Stato americano Wendy Sherman continua a minacciare "una dura reazione contro la Russia in risposta alle sue azioni che danneggiano gli interessi degli Stati Uniti o dei suoi alleati". Dai, reagisci, siamo solo stanchi di aspettare! No, continueranno a fare del nostro paese un nemico e né Washington né Bruxelles fermeranno il "male nel mondo". Esisteremo semplicemente in alcune "realtà parallele" in cui l'Occidente continuerà a "punire severamente" la Russia, e lei non se ne accorgerà in alcun modo.
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 4 March 2021 10: 55
    +3
    che si aspettava dalle sanzioni imposte un "nuovo colpo" per l'economia russa

    risata Bene, non capiranno in alcun modo che non c'è economia in Russia, no (penso che apparirà in futuro) Ricordo ancora che Maksimka decise di fare a pezzi la nostra economia, ma non trovò ciò che poteva essere strappato e calmata. Devono lavorare in una direzione diversa. Arrestare in tutto il mondo i conti e gli immobili di oligarchi, funzionari e altri elementi oscuri che, in modo incomprensibile, hanno fatto grosse somme di denaro. è allora che iniziano a muoversi. E così le loro sanzioni, a parte forti risate, non causano nulla. risata
    1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
      Sergey Latyshev (Serge) 4 March 2021 11: 34
      0
      Quindi seguiranno l'esempio di Putin. Chi una volta aveva paura di questo, ma questo ancora non lo è e non lo è.
      Non ci sarà niente del genere. - Gli oligarchi, anche gli amici, sono inviolabili.

      Il massimo è un piccolo raid ufficiale, come Rusal ... aiutare, dicono, con "amicizia", ​​a costruire impianti di alluminio a YUSA ....
    2. Yuri Nemov Офлайн Yuri Nemov
      Yuri Nemov (Yuri Nemov) 4 March 2021 12: 31
      -1
      Ora il PIL russo è al sesto posto nel mondo in termini di volume dopo Cina, Stati Uniti, India, Giappone e Germania. E ci sono circa 197 paesi nel mondo. Anche quelli che sono sotto la Russia nella lista non hanno economia?
      1. Afinogen Офлайн Afinogen
        Afinogen (Afinogen) 4 March 2021 18: 29
        +1
        La nostra economia è la vendita di risorse utili, gas, petrolio, ecc. Tuttavia, negli ultimi anni, l'agricoltura sta esplodendo in prima linea, beh, questo ha un rovescio della medaglia, i prodotti sono diventati più costosi, perché gli agricoltori stanno cercando di vendere tutto all'estero (è più costoso lì).
      2. margo Офлайн margo
        margo (margo) 5 March 2021 11: 02
        +1
        al sesto posto al mondo per volume dopo ........ Giappone e Germania.

        - cara, guarda la mappa e confronta questi paesi con la Russia, e se prendi anche in considerazione la mancanza di petrolio, gas e persino cumuli di minerali in questi paesi, infatti, su ciò che si basa l'economia russa, cioè no su tecnologie e produzione, ma sulla vendita di petrolio greggio e gas, questo non è un quadro molto bello. In effetti, che a qualcuno piaccia o no, la Russia è un'appendice della materia prima dell'Europa e della Cina.
        1. Mikhail Alekseev Офлайн Mikhail Alekseev
          Mikhail Alekseev (Mikhail Alekseev) 5 March 2021 20: 38
          +2
          Ebbene, la Norvegia è un'appendice delle materie prime dell'Europa, ei sauditi sono un'appendice delle materie prime dell'Europa, della Cina e degli Stati Uniti, e allora? vivono normalmente. Non si tratta di ciò che la Russia vende, ma di come utilizza i proventi che ne derivano. E qui la Russia ha problemi))) ma in ogni caso, questa non è la tua attività con Svidomo)
        2. isofat Офлайн isofat
          isofat (isofat) 5 March 2021 22: 34
          -2
          Stai dicendo che la nostra ricetta del vaccino è saltata fuori dal buco?
  2. lavoratore dell'acciaio 4 March 2021 11: 54
    -3
    Sanzioni per nulla

    Bene, se non per niente, allora devi inviare la stessa risposta. Ebbene, basti pensare che la Russia imporrà sanzioni al pubblico ministero degli Stati Uniti e ad altri dello stesso grado. Su Dogs, ad esempio, per una risata Beh, per niente? Gli Stati Uniti sanno che il potere in Russia verrà "cancellato" perché è una colonia !! E queste scuse sono per idioti, quindi puoi giustificare qualsiasi cosa!
  3. Yuri Nemov Офлайн Yuri Nemov
    Yuri Nemov (Yuri Nemov) 4 March 2021 12: 23
    0
    Biden fu spazzato via, restituì il fraerok. E quanta ambizione era! "Rimarrò da solo tutto il tempo." Il cane abbaia, la carovana si allontana.
  4. cocomeri Офлайн cocomeri
    cocomeri (Ogurtsov) 4 March 2021 20: 14
    0
    Questa volta, ovviamente, non si tratta di sanzioni che colpiranno la componente economica del Paese, i suoi cittadini. Non. qui hanno tenuto conto dei loro errori. Sono diretti contro coloro da cui si aspettano un cambio di posizione (nelle condizioni dell'aggressione preparata contro il nostro Paese) Ed è anche comprensibile perché ci sia un viceministro della Difesa, e non lo stesso Shoigu. L'UE non ha rivelato nulla di nuovo, quindi dimostrano di non voler aggravare la situazione. Come dovrebbe rispondere il ministero degli Esteri? Hanno certamente delle opzioni. Occhi aperti su questo m. La comunità varrebbe la pena
  5. miffer Офлайн miffer
    miffer (Sam Miffer) 5 March 2021 22: 02
    -3
    In questo molto "Occidente" è da tempo inteso che in ogni caso il compagno-maestro della foto ei suoi "collaboratori" non soffriranno in alcun modo, a differenza del cosiddetto "popolo", in quanto la situazione in sé somiglia a un pozzo -aneddoto noto in Russia:

    Papà, la vodka è aumentata di prezzo, sarà difficile per te - dovrai bere di meno!
    - No, figliolo, sarà difficile per te - dovrai mangiare di meno.