Come l'uranio sovietico ha fornito agli americani l'elettricità per i decenni a venire


Per circa due decenni dopo il crollo dell'Unione Sovietica, gli americani ottennero l'uranio sovietico da testate nucleari e lo usarono come fonte di elettricità. A quel tempo, secondo la pubblicazione We are the mighty, nella nuova Russia, poche persone si preoccupavano delle misure di sicurezza, ma tutti avevano bisogno di soldi.


Dopo il crollo del comunismo, nel tentativo di fare soldi, i russi smantellarono vecchie testate, rimossero da lì i materiali nucleari, ne fecero carburante e li vendettero a società private degli Stati Uniti - la Russia non aveva i suoi soldi liberi da elaborare esso.

Secondo Philip Sewell, un impiegato del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti negli anni '90, che in servizio ha visitato diversi impianti nucleari sovietici che avevano scontato il loro tempo, il caos e il disordine regnavano lì, e nessuno ha fornito misure di sicurezza per lo stoccaggio di 20mila. testate nucleari rimosse dai missili. Sewell ha avuto l'idea di ripulire il settore e creare un settore redditizio.

La vendita dell'uranio sovietico è stata vantaggiosa per tutti. Il Pentagono ha ricevuto uranio per armi, il combustibile nucleare è caduto nelle cessione di compagnie energetiche d'oltremare, mentre la parte russa ha guadagnato circa 17 miliardi di dollari da questi accordi. Pertanto, l'uranio dell'ex Unione Sovietica ha fornito elettricità ai residenti degli Stati Uniti per i decenni a venire.

L'ultima spedizione di uranio è stata consegnata negli Stati Uniti nel 2013, quando è scaduto l'accordo di fornitura commerciale russo-americano. Mosca ora possedeva i mezzi necessari per utilizzare l'uranio in modo più efficiente.
  • Foto utilizzate: https://pxhere.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
25 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. pischak Офлайн pischak
    pischak 12 March 2021 18: 29
    +1
    Oops, dopotutto, si tratta dell '"accordo Uranium-Gore-Chernomyrdin" di Yeltsinoid, per i tentativi di impedire in qualche modo che molti onesti patrioti russi pagarono con le loro vite ("morirono improvvisamente" - "morirono in circostanze strane", "entrarono in un catastrofe ", o addirittura completamente" uccisi "o" spariti "senza lasciare traccia)!
    Ma Washington, come al solito, "in stile hollywoodiano", "oscura" il presunto "caos e disordine regnante" in questo "caso" insidioso multimiliardario ?! strizzò l'occhio
  2. alex5450 Офлайн alex5450
    alex5450 (Alessandro L) 12 March 2021 20: 18
    -7
    È stato un affare vantaggioso per tutti. Abbiamo venduto l'uranio per armi di cui non avevamo bisogno, mentre concludendo un accordo su larga scala ed evitando il dumping, gli Stati Uniti hanno ricevuto molto carburante per le centrali nucleari a un prezzo ragionevole. Di conseguenza, tutti erano soddisfatti, soprattutto perché gli yankees, in generale, non svilupperanno la loro energia nucleare: da 25 anni non vengono lanciati nuovi reattori nucleari nel paese, la costruzione di nuovi si è praticamente interrotta. Ci siamo trincerati nel mercato globale del combustibile nucleare.
    1. Kofesan Офлайн Kofesan
      Kofesan (Valery) 12 March 2021 20: 41
      0
      Sono stati "trincerati" per decenni. Immagine. L'immagine dei sempliciotti ...
      È anche vero che gli americani hanno promesso di costruire un impianto di smaltimento del plutonio in grado di essere trasformato in armi nucleari. Ma ... hanno imbrogliato. La costruzione è stata segnata e "congelata".
      Nell'articolo su questo non lo è. E Putin per diversi anni ha "svergognato" gli americani con il "non obbligo", continuando a rispettare il contratto .... Quando l'uranio nella parte del leone è stato immagazzinato negli Stati Uniti, alla fine ha finalmente "rotto" l'accordo. . O meglio, è stato costretto a chiudere la sua esecuzione da parte della Russia.
      1. alex5450 Офлайн alex5450
        alex5450 (Alessandro L) 12 March 2021 22: 35
        -3
        Gli americani in realtà non hanno smaltito il plutonio per armi (34 tonnellate in base all'accordo), ma non l'abbiamo nemmeno continuato. Non vale assolutamente la pena preoccuparsi: il tempo di elaborazione è lungo, abbiamo prodotto più di questo materiale di gli Stati Uniti ...
        .... Così le parti rimasero con le loro scorte di questo materiale. Che deve essere conservato ulteriormente.
        Il trattato sull'uranio (500 tonnellate) è stato pienamente implementato: è stato raffinato in carburante e spedito negli Stati Uniti. Non c'è stata alcuna interruzione nell'accordo.
    2. Bakht Офлайн Bakht
      Bakht (Bakhtiyar) 12 March 2021 21: 16
      +3
      il mercato globale del combustibile nucleare

      Questo non è del tutto vero. Non c'è traccia del mercato mondiale del combustibile nucleare nel senso diretto di questa parola. Poiché il combustibile nucleare appartiene alle industrie ad alta tecnologia e, inoltre, comporta una potenziale minaccia, nessuna transazione gratuita nel quadro di un'economia di mercato è neanche lontanamente valida. Qualsiasi transazione riguardante materiali nucleari è controllata dall'AIEA e dalle élite politiche dei principali attori. Ad esempio, nessun nord. La Corea, né l'Iran, non saranno in grado di vendere un solo grammo di uranio a qualunque prezzo venga offerto.
      Non c'è mercato qui. Ci sono giochi politici e accordi bilaterali.
      1. alex5450 Офлайн alex5450
        alex5450 (Alessandro L) 12 March 2021 22: 37
        -3
        Tuttavia, il mercato del carburante esiste. C'è un bel prezzo di mercato, c'è un'attività e le fabbriche hanno i loro proprietari. Sì, è controllata dall'AIEA, come quasi tutta l'energia nucleare, ma il fatto che in questo mercato siamo ora (a causa di varie circostanze) un attore abbastanza grande è innegabile.
        1. Bakht Офлайн Bakht
          Bakht (Bakhtiyar) 12 March 2021 23: 05
          +2
          E chi può entrare in questo cosiddetto "mercato"? Gli affari e le fabbriche sono cose leggermente diverse. La produzione esiste, ma non vi è libero accesso. Ho scritto "questo non è del tutto vero". Il termine "trincerato" è piuttosto strano. Indica un altro paio di paesi che potrebbero "prendere piede" in questo "mercato".
          Lo chiamerei un po 'diversamente. Ha derubato il paese (o venduto il paese) per un centesimo. Non potevano nemmeno vendere a un prezzo normale.
          1. alex5450 Офлайн alex5450
            alex5450 (Alessandro L) 13 March 2021 07: 11
            -4
            E non ho detto che su questo fienile non ci sono affatto restrizioni di parole. Poiché la produzione e l'arricchimento sono direttamente correlati alle armi nucleari, il controllo è appropriato. Tuttavia, questo mercato ha tutte le sue componenti: domanda, offerta,

            Abbiamo venduto il carburante al prezzo di mercato. Se prendi in considerazione il volume delle vendite, ha un discreto successo.
            Allora avevamo questo uranio (e anche adesso non ne avevamo davvero bisogno), ma i soldi sono molto, molto.
            1. Bakht Офлайн Bakht
              Bakht (Bakhtiyar) 13 March 2021 10: 41
              +4
              Cerca di capire la logica dell'accordo e le mie ragioni.
              Abbiamo venduto materie prime strategiche. Non a prezzi di mercato, ma al prezzo stabilito dall'acquirente. $ 11 miliardi sono soldi ridicoli. Ad esempio, l'Ucraina deve circa 5 miliardo di dollari per la fornitura di elementi combustibili per 1 centrali nucleari ucraine.
              Per quanto riguarda il fatto che questa materia prima non fosse necessaria né allora né ora, sono fortemente in disaccordo. Era necessario allora ed è necessario ora.
              Gli stati, come stato, non hanno speso nulla. LEU è stato creato da HEU, che è andato alle centrali nucleari americane e ha prodotto il 10% dell'elettricità degli Stati Uniti. E il consumatore americano ha pagato per questa elettricità. Ma non il bilancio dello Stato.
              Il budget russo ha ricevuto circa 2 miliardi di dollari. Il resto del denaro è andato alla conversione. Cioè, lo stesso processo di esaurimento dell'uranio, la distruzione di missili sovietici e mine per missili balistici intercontinentali. Cioè, gli Stati non solo hanno ricevuto una risorsa strategica, ma hanno anche disarmato la Federazione Russa.
              Ciò che gli Stati Uniti stanno creando da 50 anni potrebbe valere 11 miliardi di dollari? A proposito, gli Stati Uniti non hanno esaurito il loro uranio, ma l'hanno accumulato.
              A proposito di "consolidamento" nel mercato. Chi ha bisogno di un mercato del genere? Ora la Russia si ritira dall'accordo. Significa che non è affatto interessata a questo "mercato". Non mi interessava né allora né adesso. Forse Israele vuole riempire la nicchia vacante? Chi sono i paesi che accettano di vendere il loro HEU?
              Chernomyrdin meritava di essere fucilato per impiccagione per questo accordo. Uno dei motivi dell'assassinio del generale Rokhlin è il materiale sull'accordo nucleare. Secondo alcune indiscrezioni, Eltsin avrebbe gridato "Spazzeremo via Rokhlin".
              L'accordo nucleare è una vergogna e un tradimento della Russia. E nessun'altra spiegazione funziona.
              1. alex5450 Офлайн alex5450
                alex5450 (Alessandro L) 13 March 2021 11: 26
                -3
                Ogni giorno e ogni ora vendiamo materie prime strategiche, ad esempio petrolio, titanio.

                $ 11 miliardi (più precisamente, il reddito totale della parte russa dall'attuazione dell'accordo è di circa $ 17 miliardi, entrate di bilancio - $ 13 miliardi) è il valore di mercato del combustibile nucleare in quel momento. Hanno comprato carburante da noi, non vecchie testate.

                Non sono soldi divertenti nemmeno adesso. E alla fine degli anni '90, anche zero dollari viventi e persino miliardi, non era solo una decisione, ma forse una salvezza.

                Il costo di conversione è trascurabile: ha comportato un processo di diluizione a basse percentuali. Più il trasporto. E cosa ha a che fare questo con i missili balistici intercontinentali e le loro mine che sono stati distrutti in base ai trattati internazionali?

                Ma in qualche modo dimentichi che questo uranio nella quantità di 500 tonnellate doveva essere in qualche modo e immagazzinato da qualche parte. Aver smontato completamente o parzialmente le testate. Neanche allora avevamo i soldi per questo. Inoltre, anche ciò che era rimasto (ad esempio, lo stesso plutonio) non lo era. E ci siamo nuovamente inchinati agli americani, così è stato costruito un magazzino a loro spese.

                Ti sorprende che un carro armato che una volta costava un milione di dollari possa essere venduto in 40 anni al prezzo del metallo?

                Il mercato per la vendita del combustibile nucleare serve a Rosatom e alla Russia, poiché questo è il poco che ci porta soldi "tecnici" al bilancio non dalla vendita di risorse. E mentre ci stiamo solo espandendo.

                Per citare i paesi che sono disposti a vendere il loro HEU, devi prima trovare quelli che hanno rimosso decine di migliaia di testate dal servizio. Temo che, a parte gli Stati Uniti (che hanno anche effettuato il processo di trasferimento da HEU a LEU, per quanto ricordo circa 50 tonnellate), non ci saranno tali.
                1. Bakht Офлайн Bakht
                  Bakht (Bakhtiyar) 13 March 2021 12: 42
                  +2
                  Il collegamento, probabilmente non l'hai letto attentamente. Il budget ha ricevuto circa 2 miliardi, il mercato in quanto tale non esiste. Esiste un mercato per l'uranio (come materia prima). HEU è il prodotto finale di un processo high-tech. Non ci sono altri paesi. Quindi non devi occupare nessuna nicchia. Inoltre, la Russia sta abbandonando questa nicchia. Uno dei motivi (principali) per rifiutare di continuare il trattato è che gli americani non usano l'uranio diluito, ma hanno la piena capacità di ripristinare la concentrazione richiesta. Leggi "Potenziale di restituzione".

                  Inoltre, l'irritazione di Putin è stata causata dal fatto che gli americani propongono di distruggere il combustibile nucleare altamente arricchito accumulato non nel modo in cui abbiamo concordato con loro firmando l'accordo corrispondente, ma in un altro modo, diluendolo e smaltendolo da qualche parte in alcuni contenitori a una profondità di 500 metri. Ciò significa che mantengono il cosiddetto potenziale di rientro, cioè può essere estratto, lavorato e nuovamente convertito in plutonio per armi. "Non eravamo d'accordo in questo modo", ha sbottato il leader nazionale.

                  Nessun paese al mondo vende il suo uranio per armi (plutonio). Senza soldi.
                  Non ho intenzione di discutere. Convinci anche tu. La mia opinione è che questo accordo sia stato un tradimento degli interessi del paese e un'enorme vergogna. Hai un punto di vista diverso? Non mi convince assolutamente.
                  1. alex5450 Офлайн alex5450
                    alex5450 (Alessandro L) 13 March 2021 20: 01
                    -3
                    Dati abbastanza ufficiali
                    http://ar2011.tenex.ru/results/operational_results/performance_obligations/

                    Valutazione.

                    https://ria.ru/20131225/986406151.html

                    Ovviamente, HEU è una materia prima ad alta tecnologia. Ma solo fino al momento in cui è richiesto. E non era necessario al momento della vendita, e ora è difficile immaginare uno scenario in cui improvvisamente ci rompiamo per stampare con urgenza nuove decine di migliaia di testate nucleari (e vettori per loro). Non sarei sorpreso se le rimanenti 680 tonnellate russe (stime occidentali) di HEU fossero parzialmente diluite per il nostro settore energetico.

                    La Russia non abbandona la nicchia delle forniture di carburante all'estero. Al contrario, la nostra quota nell'industria globale dell'energia nucleare è in crescita.
                    Il plutonio è un calicò completamente diverso. Questo non è più carburante, questo è materiale nucleare, in generale, non è ancora necessario né a loro né a noi. Abbiamo dove usarlo sotto forma di additivi per il carburante (il cosiddetto carburante MOX), gli americani non hanno tale tecnologia, generalmente stanno eliminando gradualmente l'energia nucleare a favore dell'energia verde. Quindi volevano sbarazzarsi di Pu il più a buon mercato possibile. Ma non c'erano né soldi né desiderio per questo.

                    Ho già scritto di "nessuno" - nessuno ha un tale surplus di questo prodotto. E il plutonio semplicemente non è necessario. Non puoi venderlo per nient'altro che una bomba nucleare. Stiamo lavorando sul combustibile composito (ci sono anche un paio di reattori in cui può essere caricato), ma va benissimo senza un componente d'arma.
                    Non confuterò la tua opinione. Esprimo anche il mio punto di vista. E lo sostengo con argomenti, non emozioni. Abbiamo persone che sognano ancora una corsa agli armamenti su vasta scala. Così come ai bei vecchi tempi: migliaia di missili nucleari e un dito sul pulsante. Ma questa volta non tornerà nel prossimo futuro.
                    1. Bakht Офлайн Bakht
                      Bakht (Bakhtiyar) 13 March 2021 20: 23
                      +2
                      L'ho letto. Soprattutto alcuni punti della valutazione. Ambiguo.
                      Ci sono altre stime

                      https://biography.wikireading.ru/142280

                      Quindi non sarai in grado di leggere l'intero accordo. Anche l'FSB non riesce a trovarlo. Conclusione finale
                      "Qualunque sia il lato di questo argomento che prendi, è un peccato per la Russia".

                      Un altro punto è interessante. Gli Stati Uniti hanno speso 3,9 trilioni di dollari in 50 anni. E abbiamo ottenuto lo stesso importo per 11 miliardi (anche se l'importo totale sarà anche 17 miliardi).
                      Nessuno sogna una corsa agli armamenti. Ma svendere ciò che è stato creato da due generazioni con grande stress è il culmine della follia. O tradimento. Te l'avevo detto. Non potevano nemmeno vendere a un prezzo normale.
                      La tua conclusione "questa volta non tornerà nel prossimo futuro" è molto, molto controversa. L'orologio dell'Apocalisse non parla di questo. 1 minuto e 40 secondi rimanenti. Dal 1947 questo è il tempo minimo.
                      https://ru.wikipedia.org/wiki/Часы_Судного_дня
                      1. alex5450 Офлайн alex5450
                        alex5450 (Alessandro L) 14 March 2021 18: 40
                        -2
                        Questa non è comunque una valutazione, ma una letteratura cospirologica per il lettore generale. Quale peso di qualsiasi informazione da esso è persino difficile da immaginare.

                        Scrive il capo del 12 ° GUMO. E qui abbiamo la controinformazione "gli esperti considerano" (!).
                        Quindi iniziano a contare le testate medie e sono inorriditi: la Russia risulta essere quasi disarmata. E poi sappiamo che abbiamo più di questo HEU (o almeno non meno) che negli Stati Uniti. E c'è decisamente più plutonio. Quindi di cosa hanno bisogno gli autori per non compromettere la sicurezza o per avere “molto” più HEU degli Stati Uniti? Quindi l'URSS ha provato e stampato testate in lotti: ha aiutato molto la sua sicurezza? Preservato il paese?

                        Ripeto Cos'è il "prezzo normale"? Vendevano carburante al prezzo del carburante. Inoltre, tenendo conto
                        antidumping.

                        Quanto all'allora rapporto tra i deputati e il governo centrale, ciò non sorprende. Eltsin è stato quasi messo sotto accusa, ma ecco l'argomento. "Le bombe nucleari vengono vendute da Irodyyy!"

                        So dell'orologio del giorno del giudizio (che è più uno spaventapasseri per gli impressionabili che una sorta di "strumento" per misurare qualsiasi cosa), ma la minaccia nucleare si è ritirata a tempo debito, perché le parti hanno iniziato a disarmarsi. E mentre il processo è in corso. E in un incubo non puoi immaginare che abbiamo di nuovo calpestato lo stesso rastrello e di nuovo abbiamo iniziato a sfornare migliaia di nuovi missili dal bilancio impoverito. Mi sembra che il nostro governo abbia imparato almeno una lezione.
                      2. Bakht Офлайн Bakht
                        Bakht (Bakhtiyar) 15 March 2021 10: 49
                        +2
                        Se il ministro della Difesa non sa cosa si vende e dove, allora non si tratta di cospirazione, ma di tradimento. Se nessuno riesce a trovare il testo completo del documento, anche questo attira il tradimento. Coloro che sono stati uccisi a causa di questo accordo non saranno d'accordo con te sul fatto che si tratta di teorie del complotto.
                        Sono assolutamente in disaccordo sull'inutilità del plutonio per uso militare. Le armi nucleari hanno alcune differenze fisiche dalle armi a convezione. Non può essere conservato a tempo indeterminato. Le testate devono essere riequipaggiate periodicamente. Altrimenti, non è un'arma.
                        Sono anche in disaccordo sul prezzo. Il lavoro di due generazioni non può costare 11 miliardi di dollari. Se gli Stati Uniti spendessero quasi 4 trilioni di dollari. L'acquirente ha stabilito il prezzo. Inoltre, come ora, il prezzo delle risorse non è determinato dal produttore, ma dall'acquirente. Questo è l'intero problema.
                        Gli anni '90 sono l'epoca della cessione della Russia. E il plutonio per armi fa parte del processo. Tutta la proprietà del paese è stata venduta per un centesimo o anche gratuitamente.
                      3. alex5450 Офлайн alex5450
                        alex5450 (Alessandro L) 15 March 2021 18: 32
                        -4
                        Perché il ministro della Difesa dovrebbe sapere della vendita di materiali nucleari?
                        Permettetemi di ricordarvi che dopo che le testate sono state trasferite sulla bilancia di MinAtom e trasformate in HEU, questo funzionario non ha avuto nulla a che fare con questi materiali. E ora non lo fa.

                        I morti non sarebbero d'accordo con me se fossero stati effettivamente uccisi e questa non è solo un'altra vana invenzione. E dato il momento in quel momento, non sarei sorpreso che tutti fossero vivi, dal momento che una sorta di vendita di materiali statunitensi (così come interi complessi militari) non infastidiva troppo i politici reali.

                        Sono pienamente d'accordo con il rinnovo delle testate nucleari. Ecco perché non sappiamo cosa fare con questo plutonio e non sapevamo cosa fare con l'uranio che non è necessario ai militari. È (semplicemente) necessario spendere soldi per il loro immagazzinamento e molti soldi sono già per la riproduzione di testate. Non ce ne sono così tanti.

                        Credi fermamente che "il prezzo non cambia nel tempo". E cambia: ciò che una volta era disperatamente necessario si trasforma nel tempo in un peso. Non potevamo usare questo "lavoro di generazioni" allora e non possiamo adesso. Cos'è l'uranio, cos'è il plutonio. Ce n'è ancora un surplus e già la nostra generazione è costretta a spendere soldi solo per preservare questa eredità della follia della Guerra Fredda.

                        Il prezzo per chilogrammo di uranio è ora determinato dal mercato. Puoi vedere quanto costa online. E solo "fuori di testa" per stabilire il costo non funzionerà. Per questo è un carburante che ha una certa efficienza energetica.

                        Puoi sospirare per tutto il tempo che vuoi su come abbiamo stupidamente ucciso giganteschi soldi per ottenere decine di migliaia di testate nel tentativo di dimostrare qualcosa agli Stati Uniti, ma ora o è carburante o un magazzino "irrequieto". Inutile per la popolazione, l'esercito e persino i politici.

                        Il plutonio non è stato venduto per un motivo: nessuno ne ha bisogno. Hanno venduto ciò che era richiesto e potrebbero ricostituire il budget. Tutto è molto più facile di quanto tu stia cercando di immaginare.
                      4. Bakht Офлайн Bakht
                        Bakht (Bakhtiyar) 15 March 2021 20: 43
                        +1
                        3 giugno 1997 alla Duma di Stato della Federazione Russa si sono tenute udienze parlamentari a porte chiuse sul tema: "Problemi di utilizzo dell'uranio e del plutonio basati sulle nuove tecnologie di combustibili e cicli energetici". In precedenza, la Duma di Stato della Federazione Russa ha creato una commissione speciale per indagare su questa transazione. La Commissione era presieduta da il fisico nucleare Ivan Nikitchuk... Ritiro della Commissione: "L'accordo sulla fornitura di uranio all'America è stato redatto nell'interesse degli Stati Uniti e danneggia la sicurezza nazionale della Russia. Dopo questo accordo, non più del 10% delle riserve di uranio per uso militare accumulate dalla fine degli anni Quaranta rimarrà in Russia. Il danno per l'economia russa ammonterà a $ 8 trilioni. "Come è apparso l'ultimo dato? Citando i dati della stampa americana, gli oppositori del governo affermano che gli Stati Uniti hanno stimato le proprie riserve di uranio e plutonio a $ 4 trilioni. Dai materiali declassificato nel 1996 negli Stati Uniti sulla storia del progetto atomico americano si è saputo che il costo della costruzione di armi nucleari negli Stati Uniti dal 1945 è ammontato a $ 3,9 trilioni e che gli Stati Uniti sono stati in grado di produrre solo 550 tonnellate di uranio per armi durante questo periodo... Sulla base di questi dati, aggiustati per l'inflazione in Russia, si è concluso che l'uranio per armi è stato venduto agli Stati Uniti a un prezzo inferiore. Apparentemente la cifra è di $ 8 trilioni. è troppo caro. La soglia minima per il costo dell'uranio per armi è di 50 miliardi di dollari., che in ogni caso è tre volte superiore all'importo effettivamente ricevuto dalla Russia. Secondo un altro calcolo alternativo, una tonnellata di uranio per uso militare in termini di efficienza del carburante equivale a 1,35 milioni di tonnellate di petrolio. Se moltiplichiamo l'ultima cifra per 500, otteniamo 675 milioni di tonnellate di petrolio. Se prendiamo il prezzo medio del petrolio per $ 80 al barile, risulta che il costo dell'uranio per armi venduto negli Stati Uniti in uno stato a basso arricchimento ammonterà a $ 405 miliardi. nota, ignoralo il semplice fatto che nessuno al mondo è stato finora coinvolto nel commercio di mercato dell'uranio per armi.

                        https://regnum.ru/news/polit/1733223.html
                      5. alex5450 Офлайн alex5450
                        alex5450 (Alessandro L) 15 March 2021 21: 14
                        -3
                        Sì. E perché questi numeri sono assolutamente vuoti? Questi sono gli sforzi ei fondi spesi una volta per ottenere la vittoria nella Guerra Fredda, che si è conclusa, come sapete, con il crollo dell'URSS. Anche perché tali soldi e sforzi sono stati sprecati.

                        Ebbene, questi "tesori" mentono per quale scopo. I militari non hanno bisogno di questo HEU e di plutonio come riserva. Ma i soldi 20 anni fa erano molto necessari. Compreso il mantenimento della stessa infrastruttura nucleare che ora utilizziamo.

                        PS Aggiungerò anche 50 miliardi di "reali" costi del carburante, che non consideravano il prezzo reale dell'uranio, ma attraverso il petrolio! Circo.
                      6. Bakht Офлайн Bakht
                        Bakht (Bakhtiyar) 15 March 2021 21: 31
                        +2
                        Sei sulla posizione che nessuno minaccia la Russia. Sono sulla posizione che la Russia sia minacciata. E vendere materie prime strategiche a un potenziale avversario è un crimine.

                        Questi non sono "numeri completamente vuoti". Questi sono fatti che indicano il tradimento e la vendita del paese. Non ho ancora fornito dati sul costo delle imprese privatizzate. Queste cifre mostrano il costo REALE dell'uranio per uso militare, e non quello che è enunciato nel trattato. Sono state vendute 500 tonnellate di HEU al prezzo di $ 25 al kg. L'uranio a basso arricchimento in questo accordo è stato stimato a $ 1 per kg. Dato che negli Stati Uniti la produzione di 1250 kg di LEU costa dai 1 ai 1mila dollari.

                        Se qualcosa che vale trilioni ti dà fastidio, puoi venderlo per miliardi. Ma dire che nessuno ha bisogno di questo prodotto è il massimo del coraggio. Il problema non era la mancanza di denaro, ma la voglia di vendere e incassare.

                        Ebbene, e riguardo al fatto che "i militari non ne avevano bisogno". Se tutto fosse pulito e non necessario, non si parlerebbe. La Duma di Stato russa non è d'accordo con te.
                      7. isofat Офлайн isofat
                        isofat (isofat) 15 March 2021 22: 09
                        0
                        Bakht... Apparentemente, il tuo avversario si aspetta che un paese che gli piace possa ancora fare acquisti a questi prezzi. sorriso
  • Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 12 March 2021 21: 11
    +3
    È stata la vendita più vergognosa della ricchezza del paese. Nessuno conosce il costo reale dell'uranio venduto. La vendita avviene secondo una sorta di schemi chiusi. Alcuni esperti hanno stimato il costo stimato di 500 tonnellate di uranio altamente arricchito in 8 TRILIONI di dollari.
    A quel tempo, ho letto circa la cifra di $ 11 miliardi. Di cui il paese non ha ricevuto praticamente nulla. Anche se Wikipedia elenca il budget come $ 13 miliardi. Ma tutto è nella nebbia.
    C'è anche un'altra stima del valore dell'uranio esportato. Gli USA high-tech hanno anche prodotto plutonio per armi. Solo 500 tonnellate sono più di quanto gli Stati Uniti abbiano prodotto nella sua intera storia. L'URSS arretrata ha prodotto molto di più. E un momento. Questo è stato creato per più di 50 anni dal lavoro di centinaia di migliaia di grandi lavoratori sovietici (questi sono sia operai che ingegneri).
    L'intero affare fu una vergogna per l'allora leadership del paese.
    1. alex5450 Офлайн alex5450
      alex5450 (Alessandro L) 12 March 2021 23: 04
      -4
      Specifico di più: 500 tonnellate sono molto meno di quanto gli Stati Uniti abbiano accumulato nella loro storia.
      1. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 12 March 2021 23: 06
        +2
        Potresti nominare un numero? Sto dando il parere di esperti. Non l'ho misurato da solo. Quindi quanto guadagnavano gli americani? Fornisci un link, lo leggerò e forse sono d'accordo con te.
      2. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 12 March 2021 23: 22
        +3
        Conferenza per il 2002.
        https://www.armscontrol.ru/course/lectures/rybachenkov1.htm

        Gli americani hanno pubblicato un grande lavoro circa 5 anni fa, in cui hanno calcolato completamente la quantità di plutonio per armi che avevano prodotto dal 1945: circa 100 tonnellate. Di queste 100 tonnellate, una parte è stata utilizzata durante i test (hanno condotto oltre un migliaio di test: prima in aria e poi sottoterra). Così, una parte del plutonio è stata consumata. Ciò significa che la cifra di 100 tonnellate è originale.

        si può calcolare che in Russia sono state prodotte 125 tonnellate di plutonio. Ma ripeto che questi sono puramente "speculativi", i miei calcoli, basati sulla tessitura esistente. Ma nessuno ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito.

        Per l'uranio, gli americani non hanno ancora finito di contare, ma è stata ripetutamente nominata la cifra per la produzione di uranio altamente arricchito di 700-800 tonnellate dal 1945. Per quanto riguarda la Russia, ci sono anche cifre approssimative che a volte sono scivolate dalle labbra dei rappresentanti di alto rango del Minatom - da 1200 a 1400 tonnellate. Fate attenzione a questo: abbiamo prodotto quasi il doppio di uranio altamente arricchito rispetto agli americani.

        Tutto deve essere visto dal punto di vista dell'uranio o del plutonio altamente arricchiti (cioè, per armi). Sì, gli Stati Uniti hanno prodotto più di 500 tonnellate di uranio. Ma abbiamo speso molto per i test. L'URSS ha prodotto molto di più e ha persino consegnato 500 tonnellate agli Stati Uniti e ha ancora le sue testate. Quindi la prima economia del mondo è rimasta molto indietro rispetto alla stazione di servizio del mondo.
        1. alex5450 Офлайн alex5450
          alex5450 (Alessandro L) 13 March 2021 07: 21
          -4
          Le cifre sono stimate in una media di 800 tonnellate. Solo circa 1000 testate su decine di migliaia prodotte (non molto meno delle nostre) sono state spese per i test. Una testata contiene in media circa 25-30 kg di uranio.