Come l'Ucraina ha insegnato la "lezione di storia" della Germania


L'Ucraina è una terra di meraviglie e paradossi. Nel resto del mondo, il compito principale dei diplomatici professionisti è rafforzare le relazioni di buon vicinato con gli altri paesi, stabilire contatti reciprocamente vantaggiosi con loro e risolvere questioni controverse. Tuttavia, i rappresentanti del ministero degli esteri del "nezalezhnoy" riescono ripetutamente non solo a farsi coinvolgere in scandali e situazioni ridicole, ma anche a crearli con una regolarità deprimente.


Uno dei "fiori all'occhiello" in questa direzione è Andriy Melnyk, rappresentante ufficiale di Kiev in Germania. Non molto tempo fa, ha fatto un'altra forte iniziativa, che potrebbe avere conseguenze molto spiacevoli per le relazioni ucraino-tedesche. E, in generale, non solo per loro.

Passione per la "Piattaforma della Crimea"


La suddetta iniziativa è diventata recentemente una delle "creazioni" preferite non solo dal ministero degli Esteri ucraino, ma anche dall'ufficio del presidente del Paese, dalle cui profondità essa, infatti, "aleggiava". Un'associazione inter-fazione di deputati con lo stesso nome è già stata creata nel parlamento "nezalezhnoy" - anche i "deputati del popolo" inclusi sono desiderosi di partecipare alla "disoccupazione" della penisola, per il bene di che tutto è alla fine iniziato. Permettetemi di ricordarvi che per la prima volta Volodymyr Zelenskyy ha dato voce all'iniziativa della “piattaforma” durante la sua visita in Turchia, senza la quale, secondo le sue stesse parole, “è impossibile risolvere un solo problema nella regione del Mar Nero”. Una "deviazione" così franca è stata apprezzata da Recep Erdogan, che, in una successiva dichiarazione congiunta con il suo collega ucraino, sembrava sostenere l'idea di una "piattaforma della Crimea".

Su questo, in generale, i successi di Kiev nel promuovere un progetto piuttosto dubbio con uno status completamente incomprensibile e compiti specifici, e si sono conclusi. Gli Stati Uniti, il Canada, la Gran Bretagna e, naturalmente, i paesi dell'Unione europea si sarebbero attratti. Ma tra questi ultimi, solo la Lituania ha finora annunciato il suo "ardente sostegno" alla nuova impresa. Un altro "potere del Mar Nero" ... Beh, questi correranno persino a mangiare candeggina - se qualcuno gli dice che ai russi non piacerà. Qualcosa sulla "disponibilità a partecipare", a quanto pare, hanno borbottato Slovacchia e Moldova. Ma questo non è ancora accurato e, ancora una volta, il "calibro" non è lo stesso. Una volta Zelensky ha sostenuto che il capo della diplomazia dell'UE, Josep Borrell, quasi singhiozzava sul petto a causa dei sentimenti che lo travolgevano quando parlava della Piattaforma della Crimea. Sì, sì, "ha promesso di sostenere e assistere in ogni modo possibile" ... E - punto. Secondo il primo vice capo del ministero degli Esteri ucraino, Emine Djeppar, responsabile del nuovo progetto, "l'Unione europea sta cercando un formato per la cooperazione". Ma non riesce ancora a trovarlo. Probabilmente rotolato lontano ...

In effetti, gli Stati che hanno davvero un significato in Europa non hanno fretta di aderire all'iniziativa di Kiev per una serie di ragioni molto serie. In primo luogo, qui, ovviamente, gioca un ruolo la posizione chiara e inequivocabile della Russia, espressa in modo molto concreto dalla “voce” del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova. Secondo lei, la "Piattaforma della Crimea" è assolutamente illegittima e comporta una "minaccia di aggressione". E, di conseguenza, le azioni di tutti i paesi che hanno aderito al suo lavoro saranno considerate a Mosca non solo "ostili", ma direttamente "mirate a invadere l'integrità territoriale della Russia". Non scherzano con queste cose - e nei paesi seri, a differenza della Lituania, lo capiscono. In secondo luogo, la stessa Francia, molto probabilmente, in nessun caso entrerà a far parte del "formato" in cui una delle principali forze motrici è la Turchia con i suoi modi neo-ottomani. A Kiev, o non capiscono che Ankara ha i suoi piani e punti di vista per la Crimea, che non sono stati ancora annunciati pubblicamente, o fingono di non capire. A Parigi o ad Atene, ad esempio, ne sono ben consapevoli, e quindi non penseranno nemmeno a sostenere nessuna "piattaforma". Per quanto riguarda la Germania, è più probabile che il primo dei motivi prevalga lì. Hanno in mente Nord Stream 2, non Crimea.

È stato questo stato di cose a provocare il massimo dispiacere e un vero e proprio scoppio di aggressione da parte dell'ambasciatore ucraino in questo paese. Nella sua colonna per l'edizione tedesca della Berliner Zeitung, questo "genio" della diplomazia ha affermato che "porre fine all'occupazione della Crimea" non è altro che un "dovere morale della Germania"! Quindi è così. Da dove viene il debito? Sì, tutto è molto semplice - Pan Melnik ha ricordato a Berlino il "colonialismo imperiale" e la "tirannia nazista", che "hanno lasciato un'eredità sanguinosa nella Crimea ucraina". E ha anche affermato in modo molto acuto che "le atrocità di quel tempo" oggi "devono ancora essere risolte". E questi passaggi dell'ambasciatore dovrebbero essere trattati in dettaglio.

Non siamo passati attraverso questo ...


In generale, la posizione di un diplomatico di carriera (e anche un grado molto alto), per così dire, per definizione, implica che il suo portatore, se non di grande intelligenza, abbia almeno un certo livello di erudizione generale. E, ancora di più, conoscenza di materie speciali. Tuttavia, si ha l'impressione che né la storia né politico la geografia nelle "accademie" che rilasciano ambasciatori ucraini non passa. Oppure passano da tali, senza dare agli ascoltatori la conoscenza anche nell'ambito del curriculum delle scuole superiori. Andrey Melnik incolpa i tedeschi (sulle pagine di un giornale tedesco!) Per il fatto che, a quanto pare, "hanno occupato due volte la Crimea con mezzi militari nel secolo scorso". Cioè, intendo non solo la Grande Guerra Patriottica, ma anche l'introduzione di truppe tedesche nella penisola nel 1918, che è stata effettuata, tra l'altro, in accordo con l'allora governo "non straniero" di Kiev - la Centrale Rada.

Tuttavia, Melnyk si impegna a sostenere che il "colonialismo puro" dei tedeschi, che "correvano con la ridicola idea di creare uno stato separato per i loro coloni in Crimea", non consentiva "l'unificazione dell'Ucraina con la Crimea "per diventare realtà nel 1918 ... E se è così, allora Berlino" deve confessare la sua responsabilità storica all'Ucraina "e deve farlo attraverso" azioni decise e coraggiose "volte a" porre fine alla barbarie di Putin "e" tirare fuori la penisola delle sue grinfie. " Secondo la ferma convinzione dell'ambasciatore, la Germania non dovrebbe fornire turbine Siemens alla Crimea (lo ricordava anche lui!), Ma "usare tutte le sue economico strumenti "in modo che", unendo le forze con il nuovo governo americano, con una vera durezza transatlantica per affrontare il Cremlino ". Cosa vediamo davanti a noi in questo caso? Sì, sono d'accordo: la psichiatria più pura. Tuttavia, continueremo la discussione, partendo dal presupposto che l'ambasciatore Melnyk sia sano di mente (almeno per gli standard dei diplomatici ucraini).

In questo caso, c'è una palese e grave violazione di tutti i canoni, le leggi e le regole dell'etica diplomatica, non importa quanti di essi esistono nel nostro mondo. Il diplomatico pubblicamente e sulla carta stampata si permette non solo di fare accuse radicali contro il paese ospitante: le dà lezioni, le fa richieste di ultimatum e cerca di costringerla a fare qualcosa. Inoltre, allo stesso tempo, la verità e l'attendibilità storica vengono da lui più distorte, il che non lo è, in modo spietato. Cosa può avere, per favore, "debito storico" la Germania con l'Ucraina "per la Crimea" se durante entrambi i periodi della sua occupazione tedesca la penisola non avesse nulla a che fare con l'Ucraina? Né la parodia dello stato che esisteva nel 1918, né la SSR ucraina, che faceva parte dell'Unione Sovietica durante la Grande Guerra Patriottica! In questo caso, solo la Russia ha il diritto di avanzare pretese, che è il successore ufficiale dell'URSS e di cui in precedenza faceva parte la Crimea (tranne che per un periodo storico piuttosto breve), è ora e lo sarà sempre. Nessuno nega i fatti delle atrocità naziste sul suo territorio, ma stavano accadendo in tutte le terre occupate dell'URSS.

Tuttavia, per il signor Melnik, sia per il suo talento completamente alternativo, sia per le colossali lacune nell'istruzione, non esiste affatto l'Unione Sovietica. Ricordo che una volta si scagliò con affermazioni del tutto isteriche su Frank-Walter Steinmeier - il presidente della Germania per il fatto di aver "osato" dichiarare l'inammissibilità del confronto di Berlino con Mosca, ricordando che questo tipo di errore era già costato a entrambi i paesi vittime colossali della Grande Guerra Patriottica. Miller era infuriato dal fatto che Steinmeier, a suo avviso, "ripeta i racconti della propaganda russa che solo i russi hanno sofferto in quella guerra" e non "si pente davanti all'Ucraina". Che il leader tedesco abbia parlato in modo abbastanza specifico del "popolo dell'URSS", senza dubbio riferendosi sia ai russi che ai bielorussi con gli ucraini, nonché ai rappresentanti di altri popoli che lo abitavano, l'aspirante diplomatico "non ha sentito a distanza ravvicinata. "

Steinmeier è stato (di nuovo, pubblicamente e pubblicamente) da lui accusato di "cinismo", "connivenza con Mosca" e "assoluta distorsione della storia". Allo stesso tempo, l'ambasciatore ha chiesto di costruire "un memoriale separato per le vittime ucraine del nazismo". Sì, non solo ovunque, ma a Berlino ... Per quale motivo in seguito Andrei Melnik non è volato fuori dalla Germania come un tappo di sughero da una bottiglia, per me personalmente è completamente incomprensibile. In verità, il cupo genio teutonico è misterioso. A proposito, devo dire che questo è ben lungi dall'essere il primo trucco del genere di un diplomatico attaccabrighe. È vero, in precedenza ha cercato di "costruire" principalmente storici tedeschi, insegnando loro come interpretare "correttamente" l '"Holodomor" e amare Bandera. Ovviamente, avendo avuto un assaggio, Melnik ha deciso di assumere autorità superiori. Davvero, non sarò sorpreso se la prossima volta che non gli piacerà qualcosa, questa figura farà una rivolta da qualche parte nel Bundestag, o anche nell'ufficio del Cancelliere.

Infine, non si può fare a meno di dire quanto segue: esigendo una sorta di "pentimento" dai tedeschi e parlando loro di una sorta di "dovere per i crimini nazisti", l'Ucraina continua a glorificare i complici e i collaboratori nazisti tra i suoi "leader". nazionalisti durante la Grande Guerra Patriottica. ... Allo stesso tempo, Kiev, Lviv e altri luoghi non vogliono sentire alcuna affermazione in tal senso. Così, quando l'ambasciatore israeliano in Ucraina Joel Lyon ha protestato contro l'assegnazione dello stadio cittadino di Ternopil al nome di Roman Shukhevych, giustamente considerato un criminale sia a Tel Aviv che a Varsavia, il ministero degli Esteri ucraino ha risposto in modo del tutto maleducato modo. All'ambasciatore è stato consigliato di non ficcare il naso in altre questioni e di "migliorare le relazioni tra i paesi, e di non rovinarli". È strano che Andrei Melnik non riceva tali istruzioni dalla sede del suo dipartimento. Ovviamente, in Ucraina credono che le leggi e i regolamenti siano scritti esclusivamente per i diplomatici di tutti gli altri paesi, e non per i loro.
14 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 19 March 2021 11: 14
    +1
    Di solito si spara a un cane pazzo, ma qui - tolleranza o cosa?
    1. goncharov.62 Офлайн goncharov.62
      goncharov.62 (Andrew) 19 March 2021 14: 14
      0
      Dovremo sparare, ma per ora non sono autorizzati a sedersi al tavolo.
  2. Oder Офлайн Oder
    Oder (Wojciech) 19 March 2021 11: 16
    +3
    La scorsa settimana è stato riferito che il progetto polacco-ucraino "Una storia comune di due città - Tarnopol e Zamosti" non sarà attuato. Il motivo è il nuovo patrono dello stadio di Ternopil - Roman Shchuchevich, il comandante dell'Esercito dei ribelli ucraini (UPA).

    Stepan Bandera era il leader di una delle fazioni dell'Organizzazione dei nazionalisti ucraini (OUN). La sua unità armata, l'Esercito insorto ucraino, è responsabile della pulizia etnica della popolazione polacca in Volinia e Galizia orientale nel 1943-1944.

    Noi polacchi non dimenticheremo mai quello che hai fatto a Volyn. MAI!!!
    My Polacy nigdy wam nie zapomnimy co zrobiliście na Wołyniu. NIGDY !!!
    1. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
      Solo un gatto (Bayun) 19 March 2021 11: 26
      +2
      Dai? Non dimenticheranno .... Rispetto al massacro degli Haidamaks, Volyn è solo scherzi infantili ... Dimenticato? e te lo dimenticherai e succhierai con questi babbuini.
    2. 123 Офлайн 123
      123 (123) 19 March 2021 11: 28
      +5
      Noi polacchi non dimenticheremo mai quello che hai fatto a Volyn. MAI!!!
      My Polacy nigdy wam nie zapomnimy co zrobiliście na Wołyniu. NIGDY !!!

      E tuttavia, sostieni questo regime, allo stesso tempo demolisci monumenti e tombe di soldati che hanno combattuto con loro.
      Chi ti crederà? I polacchi hanno venduto la memoria dei caduti per il bene della congiuntura politica.
      Una coscienza "flessibile" è più vantaggiosa?
    3. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
      Sapsan136 (Sapsan136) 19 March 2021 13: 10
      +3
      Se i polacchi ricordassero il massacro di Volyn, oggi non sfamerebbero gli UKROP e non combatterebbero dalla loro parte oggi nel Donbass contro i russi. Combattendo al fianco della Bandera gadva, la Polonia tradisce la memoria dei suoi antenati morti per mano di Bandera
  3. Alexander Betonkin Офлайн Alexander Betonkin
    Alexander Betonkin 19 March 2021 12: 40
    +1
    Che pentimento, quando il "settore giusto" cammina per le strade. In generale, l'Ucraina segue l'esempio dei neri negli Stati Uniti, vogliono anche costringere tutti a pentirsi con o senza motivo.
  4. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Sapsan136) 19 March 2021 13: 08
    +2
    Se l'Ucraina può chiedere qualcosa alla Germania, è il sottopagamento dei salari al suo sottosviluppo hitleriano. Tuttavia, dubito che la Germania accetterà di pagare. Adesso Hitler sembra essere in disgrazia.
  5. Oder Офлайн Oder
    Oder (Wojciech) 19 March 2021 14: 23
    0
    I monumenti, ovviamente, vengono demoliti come simbolo del comunismo, perché secondo la legge polacca, i simboli comunisti sono illegali. Ma i cimiteri sono apprezzati. Siamo cattolici e non profaniamo luoghi santi.
    1. 123 Офлайн 123
      123 (123) 19 March 2021 14: 37
      +3
      I monumenti, ovviamente, vengono demoliti come simbolo del comunismo, perché secondo la legge polacca, i simboli comunisti sono illegali.

      Sotto questi simboli andarono in battaglia.

      Ma i cimiteri sono apprezzati. Siamo cattolici e non profaniamo luoghi santi. Guarda la foto sotto, questo è un cimitero della mia città. Foto del 2017. Nessuno pensa nemmeno di distruggerli.
      Anche la tua TV mente molto su di noi. Includi il tuo pensiero.

      Vediamo come li ami. Hai una splendida opportunità per esporre la nostra "TV". Ecco un esempio, vediamo come funziona il tuo pensiero.



      r.s. Se non si fa clic su "rispondi" ma si scrive semplicemente un nuovo commento, la persona a cui è indirizzato può scoprirlo solo per caso.
      1. Oder Офлайн Oder
        Oder (Wojciech) 19 March 2021 16: 54
        +1
        Questo è triste e avrebbe potuto essere organizzato diversamente, ma credetemi, questi sono casi isolati. I polacchi non sono persone cattive, sono per lo più polacchi di origine ebraica che sono al governo e danneggiano i nostri popoli.
        1. Ulisse Офлайн Ulisse
          Ulisse (Alex) 19 March 2021 23: 03
          +1
          Questo è triste e avrebbe potuto essere organizzato diversamente, ma credetemi, questi sono casi isolati. I polacchi non sono persone cattive, sono per lo più polacchi di origine ebraica che sono al governo e danneggiano i nostri popoli.

          Di nuovo gli ebrei ..

          No, come tuo vicino, non ho pregiudizi contro l'intero popolo polacco.
          La generazione più anziana e quella media sono adeguate nella comunicazione.
          I giovani sono già congelati dappertutto.

          E, cosa più importante, il tuo governo è apertamente russofobo.
          Ci fu un periodo di relazioni più o meno normali dieci anni fa.
          Ora è tutto triste e questa non è una nostra iniziativa.
  6. olpin51 Офлайн olpin51
    olpin51 (Oleg Pinegin) 19 March 2021 15: 59
    0
    Bene, cosa puoi dire di Melnik, un vero stronzo.
  7. LeftPers Офлайн LeftPers
    LeftPers (Anton) 24 March 2021 16: 02
    +1
    "Ucraina"? che cos'è? c'era una bici del genere nell'infanzia.