L'errore di Lenin, l'omissione di Stalin e il tradimento di Gorbaciov: si potrebbe salvare l'URSS?


Quest'anno segna esattamente 30 anni da un altro triste momento nella storia russa: lo svolgimento di un plebiscito, che oggi tutti per qualche motivo chiamano un "referendum sulla conservazione dell'URSS". Oggettivamente, ciò non corrisponde pienamente alla realtà: i trucchi, infatti, privando il referendum di ogni significato, sono stati posti sia nel meccanismo stesso del suo svolgimento sia nelle questioni sollevate.


Tuttavia, non anticipiamo noi stessi, ma cerchiamo piuttosto di capire il problema che tormenta milioni di persone fino ad oggi: sarebbe stato possibile salvare la nostra Patria, l'Unione Sovietica, usando quella "volontà popolare" di trent'anni fa ?

L'errore di Lenin, l'omissione di Stalin, il tradimento di Gorbaciov


Partendo, come dovrebbe essere, dalle origini e dalle radici della questione, vale la pena menzionare quanto segue: l'Unione Sovietica poteva inizialmente evitare quella "bomba a orologeria" posta sotto le sue stesse fondamenta, che era l '"eguaglianza" delle repubbliche scritte giù nella sua prima Costituzione, adottata nel 1924 e il loro "diritto all'autodeterminazione", che si estendeva fino alla possibilità di secessione dall'URSS. E tutto Ilyich con le sue idee sull '"internazionalismo proletario", grazie al quale questa particolare formulazione fu adottata durante la formazione dell'URSS. Bene, certo - dopo tutto, l'Impero russo era una "prigione di popoli", e il primo stato di operai e contadini al mondo che è sorto sulle sue rovine è una questione completamente diversa! In questo caso, la giustificazione per il leader del proletariato mondiale può servire come il fatto che ha creduto piamente nella "rivoluzione mondiale", che presto seguirà il nostro paese per coprire l'intero globo, o almeno la maggior parte di esso. Non includere, infatti, l'intero territorio del pianeta nella RSFSR ?! Ebbene, Ilyich la pensava così ...

Il commissario del popolo per gli affari nazionali del compagno Stalin aveva un'opinione completamente diversa su questo argomento. È stato lui a sostenere che l'Ucraina, la Bielorussia, la Transcaucasia e il Turkestan diventassero parte della nuova Russia sovietica. Sì, con i diritti di "ampia autonomia", in quanto popoli fraterni che hanno pari diritti con i russi e non sono affatto discriminati, ma senza alcuna sciocchezza di "autodeterminazione" e secessione dallo stato di propria libera volontà. Joseph Vissarionovich in quel momento era ancora molto lontano dalla guida del grande potere che era stato creato, compreso da lui, ma anche allora il suo genio era pienamente manifestato. Almeno - la capacità di calcolare con precisione le opzioni per molti anni e "si muove" in anticipo.

Un'altra cosa è sorprendente: perché Stalin non cambiò lo status dell'URSS in seguito, quando ne possedeva pieno potere? Dopo tutto, c'erano opportunità, almeno al momento dell'adozione della famosa Costituzione "stalinista" del 1936. O il potere del Leader non era così assoluto, come si crede comunemente, o la realtà della vita lo ha costretto a correggere in qualche modo la sua posizione. Si può presumere che già vedendo all'orizzonte il ritorno dei Paesi baltici, dell'Ucraina occidentale e della Bielorussia, Iosif Vissarionovich era ben consapevole che agli occhi della "comunità mondiale", se fosse stato tre volte sbagliato, la loro inclusione in Russia e in la "famiglia fraterna avrebbe un aspetto completamente diverso. Repubbliche sindacali". In un modo o nell'altro, Stalin non ha corretto l'errore di Lenin - e questa è diventata una delle sue poche, ma molto gravi omissioni. Le persone fantastiche hanno grandi vittorie e fallimenti ...

Ebbene, e l'ultimo dei segretari generali del Comitato centrale del PCUS e il primo ei presidenti dell'URSS, Mikhail Gorbachev, che, ricordo, balbettò sul fatto che tenendo un referendum, che noi, in effetti, di cui si parla, “stava cercando disperatamente di salvare l'URSS”, mente, come al solito, come un castrone grigio. Nella sua performance, assomiglia al comportamento di un soggetto che ha generosamente versato cianuro nei gabbiani, e poi si è precipitato a dare al povero la respirazione artificiale ... Gorbaciov, che inizialmente ha fatto di tutto per distruggere l'Unione Sovietica come stato, e ha iniziato votando esclusivamente per "spostare" Eltsin, che ha iniziato a guadagnare rapidamente forza e peso. Sentendo intuitivamente che questo suo candidato alla fine avrebbe divorato il suo benefattore, Mikhail Sergeevich stava facendo girare un serpente in una padella calda, non volendo capire l'ovvio. L'Occidente, che era all'origine dell'operazione speciale per il crollo dell'URSS, aveva già scommesso non su di lui, ma su Boris Nikolaevich, come il più promettente dei due Giuda ...

Un referendum con un difetto e una fregatura


In linea di principio, nessun plebisciti dovrebbe essere tenuto se Mosca avesse reagito inizialmente alle primissime manifestazioni di separatismo negli Stati baltici, nel Caucaso, in Ucraina e in Bielorussia. Ma Gorbaciov, invece di porre fine una volta per tutte alla "parata della sovranità" che si dispiegava davanti ai suoi occhi, con la forza militare se necessario, esitò, scosse, borbottò, barcollò, nascose la testa nella sabbia. O...? O stava realizzando un programma chiaramente delineato, nel cui quadro tutto è andato esattamente come dovrebbe essere? Il secondo mi sembra molto più probabile. Nel 1990, oltre agli "orgogliosi baltici", Ucraina, Bielorussia, Armenia, Turkmenistan, Tagikistan, Kazakistan e Kirghizistan riuscirono a dichiarare la loro "indipendenza". Quando Gorbaciov salì sulla tribuna del VI Congresso dei deputati del popolo dell'URSS con la sua "bozza di un trattato sindacale aggiornato", questa, infatti, era già una commedia dell'acqua più pura. Non si trattava di preservare l'URSS nella sua forma pura e originale, che fu posta nel 1924. Non a caso i deputati del congresso inizialmente hanno voluto porre al referendum non una, ma ben cinque domande.

I cittadini sono stati invitati a chiedere: vedono il futuro "stato sindacale": a) unito; b) socialista; c) con il regime sovietico; d) una federazione di stati completamente sovrani. Ebbene, e allo stesso tempo, per scoprire se vuole che in questa "nuova unione" i diritti e le libertà di tutte le nazionalità siano osservati in modo inequivocabile. Assurdità totale, non credi? Che tipo di mostro dovrebbe nascere di conseguenza? O un'unione non sovietica, o un'unione di non sovietici e non socialisti ... No, non repubbliche, ma "stati sovrani". Per inciso, Gorbaciov, insieme a tutta questa eresia, era ansioso di tenere un plebiscito sull'introduzione della proprietà privata della terra. È vero, si è reso conto in tempo che stava già "andando troppo lontano" e almeno qui ha fatto marcia indietro.

Alla fine, una domanda è stata comunque sottoposta al referendum: "Ritiene necessario preservare l'Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche come una rinnovata federazione di repubbliche sovrane uguali, in cui i diritti e le libertà di una persona di qualsiasi nazionalità saranno completamente garantito? " Tuttavia, ciò che è mancato al "centro" è stato costituito dai membri "sedicenti" locali. Sei repubbliche dell'URSS (in effetti, già ex) - Lettonia, Lituania, Estonia, Armenia, Moldova, Georgia si sono rifiutate di tenere un referendum. Sul loro territorio si è svolto in alcune località e insediamenti, sul territorio delle unità militari. Anche allora, i futuri "punti caldi" furono chiaramente identificati, la fiamma in cui divampò dopo il crollo dell'URSS. I residenti della Transnistria, dell'Abkhazia e dell'Ossezia meridionale si sono espressi categoricamente contro il suo crollo. Tuttavia, nessuno a Tbilisi o Chisinau si è preoccupato di questo. In Ucraina, ad esempio, hanno aggiunto la loro domanda "fatta da sé" alla domanda principale: "Sei d'accordo che l'Ucraina dovrebbe far parte dell'Unione degli Stati sovietici sovietici sulla base della Dichiarazione di sovranità statale dell'Ucraina? " Secondo una lunga tradizione ucraina: "Come le persone, quel trosh è meglio ..."

Tuttavia, c'era un grosso problema in questa sfumatura: gli abitanti del paese hanno votato, per così dire, per l'Unione e, allo stesso tempo, per la "sovranità sovrana". Trattalo come preferisci. Ebbene, l'hanno fatto a Kiev ... Tuttavia, non bisogna cancellare tutte le colpe per la morte dell'Unione Sovietica solo nella "periferia nazionale", colta dalla frenesia del separatismo. In effetti, i principali separatisti erano a Mosca all'epoca, per quanto possa sembrare paradossale. La questione dell'introduzione della presidenza nella repubblica, sottoposta a referendum per i cittadini della RSFSR, di fatto poneva fine a ogni possibilità di preservare in una forma o nell'altra la "Unione Indistruttibile". Per Eltsin, ovviamente, il potere personale era più importante di "una specie" dell'URSS, per il cui crollo era stato inizialmente disposto.

Cosa succede se?


I cittadini dell'Unione Sovietica volevano chiaramente che fosse preservato. Permettetemi ancora una volta di ricordare le cifre che sono già diventate libri di testo: più di 113 milioni di sovietici hanno votato per questo, cioè il 76.4% dei cittadini del paese. Allora perché l'URSS è caduta ?! Perché la carta bianca per la sua restaurazione è finita nelle mani di quei traditori e traditori della Patria che categoricamente non hanno voluto preservarla! Nonostante il fatto che il Soviet Supremo dell'URSS, a seguito dei risultati del referendum e tenendo conto del risultato del tutto ovvio dell'espressione della volontà degli abitanti del paese, abbia preso una serie di decisioni che hanno dato alla leadership dell'Unione l'opportunità di stabilire ordine costituzionale nello stato, Gorbaciov e la sua cricca iniziarono un "processo Novoogarevsky" insensato e poco promettente fino alla morte stessa dell'URSS. In realtà, questa non era la creazione dell'Unione delle Repubbliche Sovrane, come annunciò Gorbaciov, ma il negozio di parole più vuoto, tenuto nelle sue peggiori tradizioni e con un solo scopo: allungare il tempo. Tutto si è concluso con ciò che si sa: il Comitato di emergenza statale e il tradimento di Belovezhskaya. Potrebbe essere altrimenti? Certo che potrebbe! Chiunque asserisca che "l'Unione Sovietica è stata condannata dalla storia stessa" sta mentendo deliberatamente o per sconsideratezza. In realtà, non c'erano "prerequisiti insormontabili" per la scomparsa dalla mappa del mondo della massima potenza, che occupava 1/6 del firmamento terreno. "Il più brutale economico la crisi ”nel paese, come è già stato dimostrato mille volte, è stata creata artificialmente: traditori e dilettanti si sono trincerati nella sua massima leadership. Anche il “separatismo delle periferie” era, in linea di principio, superabile. Sì, le repubbliche sindacali avrebbero potuto ottenere una maggiore indipendenza economica e fare altre concessioni. Ma non distruggere il paese fino a terra!

Ciò è tanto più ovvio che, ad esempio, nello stesso Kazakistan o Azerbaigian hanno compreso perfettamente le conseguenze dannose proprio nel campo dell'economia, si sono resi conto che il crollo dell'economia nazionale attentamente bilanciata e profondamente integrata dell'URSS non avrebbe portato a qualcosa di buono per gli "stati indipendenti". Almeno - nelle fasi iniziali della loro esistenza. Sì, dalla "nuova Unione" è possibile e anche molto probabilmente è stato necessario tagliare le "sponde perdute" degli Stati baltici. Sarebbe bello, tra l'altro, mandare dietro a lei e all'Ucraina occidentale, i cui abitanti si sono alzati di scatto in attesa del "nezalezhnost". Meglio perdere una parte che perdere tutto ... Nel 1917, i bolscevichi "lasciarono andare" la Finlandia e la Polonia, rendendosi conto che non potevano essere mantenute, e non ce n'era bisogno. Tuttavia, allora al timone c'erano veri leader e veri patrioti della loro patria. Sì, sì, sì - nonostante tutto il loro internazionalismo e i sogni di una "repubblica dei soviet zemschal", furono i bolscevichi il popolo che riuscì a fermare e poi tornare indietro il processo di completa disintegrazione dell'Impero russo con mano di ferro . E questo processo è stato avviato non da loro, ma da coloro che hanno organizzato la Rivoluzione di febbraio, e poi i profitti più noiosi di tutto ciò che è stato possibile per i signori Liberali e Democratici. Questi sono fatti storici ed è inutile discuterne. Ahimè, nel 1991, intorno allo stesso "timone" era affollato un misero gruppo di persone che, essendo, per così dire, i seguaci ideologici dei titani che hanno creato e difeso l'URSS, in realtà erano solo in grado di ripetere le loro citazioni da meccanico, non credere in principi e slogan.

Cosa potevano "salvare" i leader che dipendevano completamente dall'Occidente e che pregavano per esso? Coloro che hanno messo in dubbio la possibilità di mantenere il sistema socialista e il potere sovietico nel paese? "Non c'era altro modo ?!" E lo dici ai cinesi, che sono riusciti non solo a trasferire la propria economia nazionale su un binario completamente orientato al mercato, ma anche a creare l'economia più forte del mondo, pur non abbandonando l'ideologia comunista, senza tradire la loro storia, senza sputare sul loro paese e sui loro grandi leader. Era del tutto possibile salvare l'Unione Sovietica - in effetti, non aveva bisogno di alcuna salvezza. Era semplicemente necessario prevenire tutti quei processi che hanno portato alla sua distruzione. Tuttavia, ciò avrebbe dovuto essere fatto non nel 1991, ma molto prima.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
30 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Cyril Офлайн Cyril
    Cyril (Cyril) 20 March 2021 10: 30
    -10%
    Sabato mattina, A. Neukropny canta di nuovo odi a Stalin e piange per ciò che è scomparso 30 anni fa.

    Ma questo è semplicemente delizioso:

    Joseph Vissarionovich era in quel momento ancora molto lontano dalla guida del grande potere che si stava creando, compreso da lui, ma anche allora il suo genio era pienamente manifestato
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 20 March 2021 11: 09
    -2
    Alla fine del 1991 accadde la stessa cosa che alla fine del 1917 - Infatti, il referendum del marzo 1991 fu l'Assemblea Costituente dei Popoli dell'URSS che decise la questione del futuro del Paese. E come prima, nel 1917, ai bolscevichi e nel 1991 ai separatisti liberal-democratici non importava niente della scelta del popolo e della decisione dell'Assemblea costituente dei popoli dell'URSS. Di cosa non sono contenti adesso?
    1. Cyril Офлайн Cyril
      Cyril (Cyril) 20 March 2021 11: 12
      -5
      A proposito, sì. Ebbene, i comunisti che hanno profilato tutto non hanno altra scelta che piangere.
      1. BMP-2 Офлайн BMP-2
        BMP-2 (Vladimir V.) 20 March 2021 11: 59
        +2
        Citazione: Cirillo
        Ebbene, i comunisti che hanno profilato tutto non hanno altra scelta che piangere.

        E dipende da chi è considerato comunista: se come l'ex Bandera e secondo segretario part-time del Comitato centrale del Partito comunista ucraino Kravchuk, non hanno sprecato nulla: la mangiatoia è ancora vicina a loro, e il coccodrillo le lacrime sono solo un gioco di recitazione. Dopo Stalin, ai vertici del potere, infatti, i comunisti furono eliminati molto rapidamente dagli opportunisti, una sorta di Mosè dal maligno. E ci sono voluti altri 38 anni per distruggere finalmente ciò di cui potevano essere davvero orgogliosi ...
        1. Cyril Офлайн Cyril
          Cyril (Cyril) 20 March 2021 12: 03
          -5
          Dopo Stalin, ai vertici del potere, infatti, i comunisti furono eliminati molto rapidamente dagli opportunisti, una sorta di Mosè dal maligno.

          Ti svelo un segreto. - molto prima di loro, lo stesso Stalin eliminò i comunisti con giovanile entusiasmo :)
          1. BMP-2 Офлайн BMP-2
            BMP-2 (Vladimir V.) 20 March 2021 12: 15
            +3
            Un divertente segreto. Bene, allora un po 'più di informazioni non classificate: Hitler ha eliminato la Roma, Bandera - l'intera élite dell'OUN ... La domanda non è chi ha eliminato chi, la domanda è perché.
            1. Cyril Офлайн Cyril
              Cyril (Cyril) 20 March 2021 12: 25
              -9
              Un divertente segreto. Bene, allora qualche altra informazione non classificata: Hitler ha eliminato la Roma, Bandera - l'intera élite dell'OUN ...

              Quindi nessuno discute con questo :) A proposito, sono state tracciate analogie illustrative con Stalin.

              La domanda non è chi ha eliminato chi.

              Oh veramente? Ti cito:

              Dopo Stalin, ai vertici del potere, infatti, i comunisti furono eliminati molto rapidamente dagli opportunisti, una sorta di Mosè dal maligno.

              Cioè, quando i comunisti furono eliminati sotto Stalin - fu fatto da comunisti ideologici e corretti, e quando dopo Stalin - fu fatto da opportunisti, "Mosè dal maligno"?

              A volte la logica degli stalinisti mi stupisce :)

              la domanda è per cosa.

              In effetti, perché i comunisti eliminarono i comunisti sotto Stalin?
              1. BMP-2 Офлайн BMP-2
                BMP-2 (Vladimir V.) 20 March 2021 16: 34
                +6
                Dobbiamo costantemente assicurarci che gli antistalinisti non abbiano alcuna logica! risata
                1. Cyril Офлайн Cyril
                  Cyril (Cyril) 20 March 2021 16: 46
                  -7
                  Costantemente devo essere sicuro

                  Allora chi ti fa convincere di qualcosa di inventato da te?
          2. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
            Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) 20 March 2021 16: 37
            -2
            Citazione: Cirillo
            Dopo Stalin, ai vertici del potere, infatti, i comunisti furono eliminati molto rapidamente dagli opportunisti, una sorta di Mosè dal maligno.

            Ti svelo un segreto. - molto prima di loro, lo stesso Stalin eliminò i comunisti con giovanile entusiasmo :)

            Molte centinaia di migliaia. Vasily Blokhin ha sparato personalmente a 200 persone al giorno. E che brillante compagno. Stalin, che ha visto molte mosse avanti, ha mancato l'attacco di Hitler, poiché ha brillantemente distrutto l'agricoltura. E quali erano le repressioni. Massiccio. Per l'invidia del fedele maoista - il comunista Pol Pot. E sulla possibilità di ricostruire l'unione, il Pil è stato molto specifico: "Chi vuole la restaurazione dell'URSS non ha testa".
    2. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
      Xuli (o) Tebenado 20 March 2021 16: 26
      +3
      In effetti, il referendum del marzo 1991 era l'Assemblea costituente dei popoli dell'URSS

      Un paragone molto strano, incompatibile con lo stato di cose reale.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 20 March 2021 11: 50
    -2
    E cosa hanno pensato: ovunque si guardi, le autorità sputano sull'opinione della gente.

    Anche adesso, il Cremlino ha promesso di non aumentare l'età pensionabile, ma l'ha fatto quando ha rubato i soldi dalla Cassa pensione.
    Ha ordinato di non aumentare i prezzi del cibo - i prezzi stanno salendo.
    Ha definito Endogan un terrorista e un assassino - ora è un amico.
    Eccetera
  4. lavoratore dell'acciaio 20 March 2021 13: 40
    +3
    si potrebbe salvare l'URSS?

    La maggior parte capisce che l'URSS non è crollata, ma che è stata distrutta dagli stessi governanti traditori. Fino a quando i nemici dell'URSS e i parassiti non furono distrutti ovunque, l'URSS esisteva. Stalin rinunciò e decise di rieducare nemici e parassiti, dopo la seconda guerra mondiale, a partire dal benderismo. Questo è l'inizio della fine dell'URSS.
    E ora, la Russia può comprendere il destino dell'URSS? Quando i deputati e i membri del governo hanno la cittadinanza dei paesi della NATO.

    Il vice primo ministro Dmitry Kozak è titolare di un permesso di soggiorno svizzero
    Il vice primo ministro Olga Golodets ha un permesso di soggiorno in Italia
    Il ministro dell'industria e del commercio Denis Manturov ha la residenza permanente in Spagna
    Il ministro del lavoro e della protezione sociale Maxim Topilin ha un permesso di soggiorno in Bulgaria
    Il viceministro dell'industria e del commercio George Kalamanov ha un permesso di soggiorno nel Regno Unito
    Il viceministro dello Sviluppo economico azero Talibov ha un permesso di soggiorno in Francia
    Il viceministro delle finanze Alexey Lavrov ha la residenza permanente in Italia
    Murad Kerimov, viceministro delle risorse naturali ed ecologia, ha residenza permanente in Francia e Cipro
    Il Vice Ministro della Cultura Nikolay Ovsienko ha un permesso di soggiorno in Bulgaria
    Amministrazione del Presidente della Federazione Russa

    Il primo vice capo dell'amministrazione presidenziale Sergei Kiriyenko ha una figlia che ha la cittadinanza francese.
    https://rusmonitor.com/spisok-deputatov-senatorov-ministrov-rf-s-grazhdanstvom-stran-nato.html Полный список сами смотрите и делайте выводы, кому они служат!
  5. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
    Xuli (o) Tebenado 20 March 2021 15: 06
    +2
    Nel 1990, oltre agli "orgogliosi baltici", Ucraina, Bielorussia, Armenia, Turkmenistan, Tagikistan, Kazakistan, Kirghizistan riuscirono a dichiarare la loro "indipendenza"

    12 giugno 1990 - Dichiarazione di sovranità statale della RSFSR.

    24 agosto 1991: atto di proclamazione dell'indipendenza dell'Ucraina.
    25 agosto 1991 - Dichiarazione di sovranità statale della SSR bielorussa.
    23 agosto 1990 - la proclamazione dell'indipendenza dell'Armenia.
    27 ottobre 1991 - la proclamazione dell'indipendenza del Turkmenistan.
    9 settembre 1991 - l'annuncio dell'indipendenza del Tagikistan dall'URSS.
    16 dicembre 1991: proclamazione dell'indipendenza del Kazakistan dall'URSS.
    31 agosto 1991 - dichiarazione di indipendenza dall'URSS.
    1. Boriz Офлайн Boriz
      Boriz (borizia) 20 March 2021 19: 41
      -1
      12 giugno 1990 - Dichiarazione di sovranità statale della RSFSR.

      E allora? L'abbiamo fatto bene. In precedenza, le persone erano semplici, ingenue, scarsamente informate. Non c'era Internet. È ora possibile aprire un motore di ricerca e segnare "chi ha nutrito chi in URSS". E tutto diventerà immediatamente chiaro. Il donatore era solo la RSFSR e, in alcuni anni, la Bielorussia. Il resto erano freeloader. Naturalmente, la Georgia era il detentore del record. È chiaro dalle tabelle "chi ha dato da mangiare a chi" che la Georgia mangiava 4 volte di più di quanto produceva. Ma il resto ha cercato al meglio delle proprie capacità e capacità. E nella vita nelle repubbliche era considerato una buona forma parlare dei russi come degli stupidi fannulloni e ubriaconi, incapaci di stabilire una vita normale. Ma i leader sapevano già chi valeva cosa. Nel paese dal 1919. e, praticamente, fino alla fine del potere sovietico (e, molto probabilmente, molto più tardi) governò il gruppo ucraino, che pompò risorse all'Ucraina, ma non dimenticò nemmeno le altre repubbliche. A nostre spese. Quindi Eltsin ha deciso di porre fine a questo. Era rimasta solo una leva. Partito Comunista.
      Quando arrivò il momento di distruggere l'Unione Sovietica, nel 1991. Gorbaciov ha avviato una riforma del PCUS. Dal 14 luglio è stato eletto il PB, composto da 24 persone. Di queste, 15 persone provenivano dalle repubbliche, 2 dall'Ucraina e una dal resto. Dalla RSFSR sono risultati 9 (incluso Gorbachev). Nella RSFSR c'erano 150 milioni di persone, in Estonia 1,5 milioni la differenza non è affatto 9 volte. Ma anche questo non ha funzionato secondo le proporzioni nel PB. Quando votavano per gli interessi egoistici di qualsiasi repubblica (e tutte insieme), le repubbliche votavano all'unisono per i propri. I russi sono in minoranza. Si tratta di come nell'UE ora, alcuni parassiti, come l'Estonia, tolgono i cervelli di Germania e Francia. Solo in PB è stato anche peggio. Al XXVIII Congresso del PCUS, che ha eletto una composizione allargata del Comitato Centrale (e che, a sua volta, il PB), Eltsin ha visto dove andavano le cose. In quanto apparatchik esperto, sapeva perfettamente come sarebbe andata a finire. Pertanto, ha lasciato il PCUS proprio al congresso.
      Questi passaggi erano completamente giustificati e adeguati.
      1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
        Xuli (o) Tebenado 20 March 2021 20: 46
        +2
        Sei qui da solo?
        Secondo me, non ti ho chiesto nulla. Persone strane qui :(
        1. Boriz Офлайн Boriz
          Boriz (borizia) 20 March 2021 21: 02
          -1
          Non sapevo che scrivessi commenti per te stesso.
          1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
            Xuli (o) Tebenado 20 March 2021 21: 04
            +1
            C'è un testo, in questo caso Necropny.
            Ho fatto un commento sul testo. Fai un'osservazione sull'osservazione, anche se non ti ho chiesto nulla. Pertanto, c'è la sensazione che tu sia qui da solo,
            Per un po ...
  6. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 20 March 2021 17: 38
    +2
    "Le miniere del tempo", che era l '"uguaglianza" delle repubbliche e il loro "diritto all'autodeterminazione" registrato nella sua prima Costituzione, adottata nel 1924

    Qual è il significato dell'uguaglianza delle nazioni e dei popoli?
    Lo stato è un'organizzazione politica della classe dominante, il cui scopo è preservare il suo dominio e le conquiste esterne - territoriali, economiche, politiche, tecnologiche, culturali, linguistiche.
    1. L'uguaglianza capitalista dichiara l'uguaglianza di tutti davanti alla legge, preservando lo sfruttamento di alcune persone da parte di altri. Questo porta alla disuguaglianza di proprietà e influenza direttamente tutto, inclusa la responsabilità davanti alla legge, non importa quanto l'industria della propaganda "la spinga fuori".
    2. La concezione marxista dell'uguaglianza è stata data da J.V. Stalin, che consiste nella distruzione delle classi e nello sfruttamento delle persone da parte delle persone. Allo stesso tempo, le opinioni delle persone non possono essere le stesse per tutti in caso di disuguaglianza di proprietà, che predetermina la necessità della subordinazione della minoranza alla maggioranza, ad es. la dittatura del proletariato e lo Stato come suo strumento nella costruzione del socialismo sotto la guida del partito del proletariato.
    3. Il diverso livello di sviluppo sociale, sociale, economico e di altro tipo degli Stati delle nazioni e dei popoli predetermina l'impossibilità della vittoria simultanea del proletariato in tutti i paesi.
    4. La vittoria della Grande Rivoluzione Socialista d'Ottobre ha provocato il rovesciamento degli oppressori in tutto l'impero russo, e questo ha predeterminato la formazione dell'Unione degli Stati Socialisti - le repubbliche dell'URSS preservando le loro differenze e gli uguali diritti. L'essenza dell'uguaglianza e quindi la costituzione prevedeva il diritto alla secessione dall'URSS. Nessun altro paese al mondo ha mai avuto e non ha tale diritto.

    In linea di principio, nessun plebisciti dovrebbe essere tenuto se Mosca avesse reagito inizialmente alle primissime manifestazioni di separatismo

    Karl Marx ha fornito uno studio scientifico esauriente del capitalismo, ma non ha detto una parola sui modi e sui metodi per costruire il socialismo - una società di un nuovo tipo.
    Lenin ha colmato questa lacuna e ha scritto una "road map" sotto forma di una nuova politica economica, che in appena un paio d'anni di applicazione ha mostrato risultati brillanti, ma è stata ridotta sotto la minaccia di fattori esterni.
    Dopo la morte di J.V. Stalin, la leadership del partito e dello stato aveva carrieristi di partito, una classe dei cosiddetti. intoccabili, le alte sfere degli attivisti del partito sono state separate dal popolo e dalla socializzazione formale del lavoro, che ha inevitabilmente portato al decadimento e alla completa decomposizione dello stato sul pericolo di cui Lenin ha avvertito, dicendo che la sconfitta economica è la più terribile e pericoloso.
    Ed è proprio quello che è successo, si sono creati tutti i segni di una situazione rivoluzionaria, quando le classi superiori non sono state in grado di mantenere inalterato il loro potere, e la popolazione ha iniziato a mostrare un malcontento diffuso e massiccio a causa dell'aggravarsi dei bisogni.
    Vladimir Putin una volta ha detto di quel periodo: non sapevano cosa fare.
    In questo contesto, iniziò la confusione e il vacillamento nelle file del partito, si dispiegò una lotta per il potere nelle regioni e le contraddizioni nazionali e il tradimento di Eltsin pose fine all'URSS.

    Cosa succede se?

    Se Eltsyn avesse radunato il partito e guidato il corso leninista di Deng Xiaoping, tutto avrebbe potuto essere diverso.
    Invece, il partito è stato sciolto, la proprietà pubblica è stata trasferita alla proprietà privata e si è creata una classe di grandi oligarchi capitalisti, il proletariato è stato declassificato ei suoi leader sono stati soggetti a ostruzioni, che hanno manifestato tutto l'odio di classe per gli insegnamenti di Marx-Lenin.
    1. UrraletZ Офлайн UrraletZ
      UrraletZ (Andrew) 2 può 2021 12: 05
      0
      Un traditore antisovietico non è in grado di mobilitare nessuno. Un burattino come Eltsin è speciale.
  7. Yuri Bryansky Офлайн Yuri Bryansky
    Yuri Bryansky (Yuri Bryanskiy) 20 March 2021 20: 18
    -1
    Molto bene. Grazie. Va solo notato che Blank ha tagliato la Russia su indicazione dei suoi mecenati occidentali.
  8. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 21 March 2021 01: 20
    -2
    E lo dici ai cinesi, che sono riusciti non solo a trasferire la propria economia nazionale su un binario completamente orientato al mercato, ma anche a creare l'economia più forte del mondo, pur non abbandonando l'ideologia comunista, senza tradire la loro storia, senza sputare. sul loro paese e sui loro grandi leader. Era del tutto possibile salvare l'Unione Sovietica - in effetti, non aveva bisogno di alcuna salvezza. Era semplicemente necessario prevenire tutti quei processi che hanno portato alla sua distruzione. Tuttavia, ciò avrebbe dovuto essere fatto non nel 1991, ma molto prima.

    Non puoi discuterne. Avrebbe dovuto essere molto prima, da qualche parte alla fine degli anni '20, quando la NEP fu disattivata.
  9. Marzhetsky Online Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 22 March 2021 16: 45
    +1
    Citazione: Rogue1812
    E che brillante compagno. Stalin, che ha visto molte mosse avanti, ha mancato l'attacco di Hitler, poiché ha brillantemente distrutto l'agricoltura.

    Hmm, e anche ai brillanti americani mancava Pearl Harbor. Perchè vorresti?
    A proposito, Pol Pot non era un comunista, veniva chiamato solo uno.
    1. Cyril Офлайн Cyril
      Cyril (Cyril) 25 March 2021 23: 19
      -1
      Hmm, e anche ai brillanti americani mancava Pearl Harbor. Perchè vorresti?

      Nessuno chiama il genio americano.

      A proposito, Pol Pot non era un comunista, veniva chiamato solo uno.

      Un argomento molto strano. Pol Pot era un maoista e nella forma peggiore. Il maoismo è una sorta di ideologia comunista come il leninismo, il marxismo, lo stalinismo, ecc.

      Chi è dunque il "vero comunista"?
  10. Anton Sibiryak Офлайн Anton Sibiryak
    Anton Sibiryak (Anton Sibiryak) 28 March 2021 10: 23
    0
    L'errore è stato commesso proprio all'inizio della costruzione del socialismo, e consisteva nel fatto che il popolo, come prima, era rimasto impotente, come i sovietici, che si trovavano sotto il "tallone" della dittatura del PCUS.
    In una società socialista, la politica non dovrebbe e non sarà affatto necessaria, è necessaria solo nel sistema statale borghese.
    1. UrraletZ Офлайн UrraletZ
      UrraletZ (Andrew) 2 può 2021 12: 04
      -1
      Ebbene, sì, la dittatura del Vitello d'Oro è "la cosa vera"))
  11. Anton Sibiryak Офлайн Anton Sibiryak
    Anton Sibiryak (Anton Sibiryak) Aprile 24 2021 13: 09
    -2
    È possibile salvare un bambino morto?
  12. Gerome Офлайн Gerome
    Gerome (Giorgio) Aprile 29 2021 13: 30
    -1
    Dobbiamo partire dal fatto che il comunismo è un'utopia, che nessuno è riuscito a costruire. Ebbene, non chiameremo la Cina con i suoi miliardari e i diritti sui mezzi di produzione il paese che ha costruito il comunismo.
    Il massimo che si potrebbe spremere negli anni '80 è rivolgersi all'esperienza della Cina, portando elementi di capitalismo in URSS. Alya il politico della nuova NEP. Ma i nostri leader del sakhi non sono usciti con la mente per tali revisioni delle basi e per la flessibilità nel risolvere i problemi reali. Ma erano di origine corretta, proletaria.
    1. UrraletZ Офлайн UrraletZ
      UrraletZ (Andrew) 2 può 2021 12: 03
      -1
      Settant'anni non erano un'utopia, ma ora lo sono. Frena il tuo miserabile biancore, fan della "Russia per i russi" ...
  13. UrraletZ Офлайн UrraletZ
    UrraletZ (Andrew) 2 può 2021 12: 02
    0
    Di nuovo urla di Bulkokhrustas sui "sanguinari bolscevichi" con "il dono dell'atomico di Lenin". Non è colpa di Lenin con Stalin se i discendenti si riveleranno mediocri idioti che hanno perso tutto ciò che i bolscevichi hanno difeso per settant'anni consecutivi.
    Non c'è bisogno di incolpare lo specchio se la tazza è storta, fan di whitewater ...