In che modo UKSK 3S14 aumenterà notevolmente le capacità di combattimento della flotta russa


Non è un segreto che la marina russa stia attraversando tempi difficili oggi. La sua componente di superficie è francamente debole, c'è una grave carenza di navi in ​​grado di trasportare il "Calibro", "Onyx" e promettenti "Zirconi" ipersonici. Il sottomarino, dove è attualmente in costruzione una serie di sottomarini nucleari di quarta generazione del progetto Yasen, ha un aspetto migliore. L'ultima decisione del Ministero della Difesa della RF è in grado di rettificare rapidamente la situazione in mare a favore della nostra Marina Militare.


I sottomarini nucleari del progetto 885 e 885M "Ash" dovrebbero diventare la base delle forze sottomarine russe. Ce ne saranno dieci nella serie. I sottomarini di quarta generazione sono equipaggiati con missili da crociera Kalibr e missili anti-nave Onyx e possono trasportare Zirconi ipersonici. Questo rende i nostri SSGN davvero polivalenti: possono combattere simultaneamente i sottomarini nemici, distruggere navi di superficie e oggetti costieri. Ci sono già tre "Ash" nei ranghi, altri sei sono in costruzione. Ma presto la flotta russa amplierà in modo significativo le sue capacità per contrastare la Marina americana e l'intero blocco NATO.

In primo luogo, nel prossimo futuro, è in fase di completamento la creazione di una costellazione satellitare denominata "Liana". Si tratta di un sistema di ricognizione navale e di designazione degli obiettivi, che darà al Ministero della Difesa RF la capacità di rilevare le navi nemiche in qualsiasi parte degli oceani e puntare precisamente su di esse "Calibre" e "Zircon". Non c'è posto senza un'efficace designazione dell'obiettivo. Inoltre, la Russia sta attivamente sviluppando UAV da ricognizione, che aumenteranno in modo significativo le capacità della nostra marina e dell'aviazione da combattimento.

In secondo luogo, oltre al già citato "Ash", la Marina russa potrà aumentare rapidamente il numero di vettori di missili da crociera e ipersonici. E lo aiuterà in questo il complesso di tiro universale navale 3S14 (UKSK), sviluppato qualche tempo fa da una divisione della preoccupazione Almaz-Antey. Cosa ci darà? Il dipartimento militare si è offerto di equipaggiarli con numerosi sottomarini russi della precedente terza generazione del Progetto 971 "Shchuka-B" e del Progetto 949A "Antey".

I sottomarini del progetto 971 "Schuka-B" sono una versione "d'acciaio" del "Barracuda" in titanio. Erano i nostri principali sottomarini polivalenti prima dell'inizio della produzione di "Ash". Questa è la terza generazione di sottomarini nucleari, ma, grazie alla modernizzazione, le loro caratteristiche potrebbero avvicinarsi alla quarta. Le armi principali dello Shchuk sono i sistemi di missili siluro, sono progettati per combattere i sottomarini e le navi di superficie, ma possono colpire obiettivi terrestri con missili da crociera ad alta precisione.

Anche i sottomarini nucleari del progetto 949A "Antey" appartengono alla terza generazione. Il loro armamento principale sono i potenti missili da crociera anti-nave P-700 Granit e tubi lanciasiluri. Il sottomarino multiuso è stato concepito per distruggere i gruppi d'attacco delle portaerei nemiche. Al momento, i sottomarini nucleari vengono aggiornati al livello di 949AM Antey, dopodiché possono diventare vettori dei missili da crociera Calibre, dei missili anti-nave Onyx e dei promettenti Zircons. Entro il 2023, il Ministero della Difesa prevede di avere sette Anteyev in servizio.

Il comandante in capo della marina russa, l'ammiraglio Evmenov, ha affermato che la durata dei sottomarini di questi due progetti raddoppierà dopo la modernizzazione:

Posso affermare con sicurezza che questi sottomarini acquisiranno nuove caratteristiche in termini di armi e attrezzature tecniche. Ciò aumenterà l'efficienza delle missioni di questi sottomarini nella situazione attuale nell'Oceano Mondiale.


Quanto alle "caratteristiche delle armi", questo è merito del già citato complesso di tiro universale 3S14 (UKSK). È un lanciatore verticale in grado di lanciare simultaneamente tutti i tipi di missili da crociera e anti-nave russi, oltre a quelli promettenti. Inizialmente è stato creato per la flotta di superficie, ma è stata creata anche una modifica per il sottomarino. I famosi lanci di "Zircons" dalla fregata "Admiral Gorshkov" sono stati effettuati proprio dal complesso 3S14. Tutte le nuove navi russe sono immediatamente dotate di questo sistema.

E ora il Ministero della Difesa ha deciso di dotare la Pike e l'Antei di questi lanciatori universali. Ciò aumenterà notevolmente la loro efficacia in combattimento, poiché i vettori del "Calibre", "Onyx" e "Zircon" ora non saranno solo sottomarini di quarta e terza generazione. Grazie a ciò, la marina russa sarà in grado di colpire contemporaneamente con cinquecento missili da crociera e ipersonici. Questo è già molto grave, considerando che non è stato ancora inventato un antidoto efficace contro gli Zirconi. Dopo la fine del programma di riarmo e ammodernamento del nostro intero sottomarino, il potenziale nemico dovrà davvero fare i conti con lui.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
    Dukhskrepny (VA) 27 March 2021 05: 17
    +2
    L'unica cosa rimasta è equipaggiarli con i sottomarini. Sotto Putin, una fiaba racconta velocemente, ma ci vuole molto tempo
  2. lavoratore dell'acciaio 27 March 2021 12: 52
    0
    Entro il 2023, il Ministero della Difesa prevede di avere sette Anteyev in servizio.

    Se non fosse per le "galosce" dell'URSS, cosa modernizzerebbe Putin ora?

    Ci sono già tre "Ash" nei ranghi, altri sei sono in costruzione.

    20 anni al potere, ma le loro "galosce" non possono costruire tutto! Mediocrità !!