Il russo "Orion" ha superato il turco "Bayraktar"


I successi del complesso militare-industriale russo nello sviluppo di UAV shock perseguitano la Turchia. notizia una pubblicazione di quel paese, chiamata Haber7, raccontava ai suoi lettori come il drone medio Orion abbia distrutto l'addestratore da combattimento cecoslovacco Aero L-39 Albatros durante un'esercitazione in Crimea come bersaglio a terra. Allo stesso tempo, i turchi notarono con evidente gelosia che i russi stavano usando una copia della loro bomba planante MAM-L, sviluppata dalla società ROKETSAN. Come dovreste trattare queste informazioni?


Da una parte, si possono capire i turchi. Orion e il loro Bayraktar appartengono alla stessa classe di UAV d'attacco. Solo quest'ultimo ha già ricevuto un battesimo del fuoco nelle campagne siriana, libica e del Karabakh, e il drone russo è ancora in fase di test in azione. Ma la tendenza non può che preoccupare Ankara: il nostro paese sta attivamente recuperando terreno con i suoi potenziali avversari, sviluppando UAV di tutte le classi, dal leggero al super pesante. Passeranno letteralmente 3-5 anni e il Ministero della Difesa della RF avrà velivoli senza pilota a tutti gli effetti, completamente prodotti nelle proprie strutture, il che non si può ancora dire, a proposito, della stessa Turchia.

D'altronde, un po 'toccato dalle lamentele dei turchi riguardo alla "copia" delle loro armi da parte dei russi. In primo luogo, l'aereo da combattimento Aero L-39 Albatros è stato effettivamente fatto saltare in aria dalla bomba aerea guidata russa KAB-20, sviluppata dalla Tactical Missile Armament Concern (KTRV). In secondo luogo, sia la Turchia che la Russia, quando hanno creato una linea interna di ricognizione e attacco UAV, sono state chiaramente ispirate da americani e israeliani tecnologia... E non c'è nulla di riprovevole in questo, al contrario: sia i turchi che i russi hanno tratto le giuste conclusioni dall'esperienza di altre persone e hanno cercato di sviluppare armi non meno efficaci, ma più economiche. E hanno ottenuto un certo successo in questo.


Non è un segreto che gli Stati Uniti siano i pionieri nel campo degli aerei senza pilota, ma non sono impegnati nell'ampia esportazione dei loro prodotti. Pertanto, nel mercato degli UAV, i principali attori sono Israele, Cina e Turchia, che stanno cercando di attirare l'attenzione su di loro in qualsiasi modo. Il problema principale dei droni è il costo piuttosto elevato di se stessi, così come le armi ad essi collegate. Ad esempio, il drone kamikaze israeliano di prima generazione Harop è costato all'acquirente da $ 100 a $ 800 ciascuno. L'UAV d'attacco americano della prima generazione MQ-1 Predator è stato utilizzato come vettore di missili a guida laser AGM-114 Hellfire, il cui costo variava da 65 a 98 mila dollari. Un piacere costoso.

Cosa hanno fatto i turchi? Non si sono limitati a prendere in prestito la tecnologia israeliana durante lo sviluppo del loro drone d'attacco. Inoltre, hanno creato due munizioni di scorrimento a budget corretto con un sistema di guida laser MAM-L e MAM-C basato su missili anticarro a lungo raggio L-UMTAS, rimuovendone costosi motori e aumentando l'area di coda. Il loro raggio di pianificazione è ora di 8 chilometri e la precisione della sconfitta è di 1 metro. Grazie a ciò, con caratteristiche tattiche e tecniche relativamente modeste del Bayraktar, Ankara ha ricevuto un'arma di alta precisione molto efficace e allo stesso tempo un denaro adeguato. Tuttavia, il grosso problema con questo UAV era che fino all'80% dei suoi componenti sono di origine straniera.

I creatori dell'Orion russo sono stati chiaramente ispirati anche dall'americano MQ-1 Predator. C'è una somiglianza nel design della cellula ei primi modelli erano equipaggiati con motori a pistoni Rotax 914 con 115 CV. prodotto negli Stati Uniti. A proposito, gli stessi sono stati installati a Bayraktars, e ora sia la Russia che la Turchia sono costrette a sostituire le importazioni. L'Orion è ora dotato di una centrale elettrica domestica APD-110/120 con una capacità di 120 CV. Il drone russo supera la controparte turca in alcune delle sue caratteristiche: l'apertura alare è più ampia e il carico scaricato è di 50 chilogrammi in più. Un altro vantaggio competitivo rispetto a Bayraktar è che sarà completamente localizzato in termini di produzione.

Ma la cosa più importante non sono nemmeno le caratteristiche prestazionali, ma l'armamento di Orion. I nostri ingegneri della difesa hanno fatto affidamento su munizioni relativamente economiche. Invece di "raffinare" i missili anticarro, hanno creato la bomba aerea corretta KAB-50, la bomba aerea di pianificazione guidata UPAB-50 e la bomba aerea non guidata FAB-50 sotto l'UAV. Una bomba da 50 chilogrammi è in grado di distruggere qualsiasi veicolo corazzato, anche un carro armato. Inoltre, abbiamo anche il nostro analogo dell'americano AGM-114 Hellfire: il missile guidato X-50 con una testata a frammentazione ad alto esplosivo che pesa da 10 a 20 kg, nonché un analogo del turco MAM-C - il bomba aerea regolabile di piccole dimensioni KAB-20.

È interessante che la pubblicazione The Drive from the USA "abbia elogiato" i nostri "Orion" e "Bayraktar" nella chiave che non hanno concorrenti in questa nicchia di mercato. Allo stesso tempo, gli americani hanno sottolineato che questi droni derivano dal loro MQ-1 Predator, sviluppato nel secolo scorso, e gli Stati Uniti ora hanno un UAV molto più pesante e costoso, l'MQ-9 Reaper. Da parte mia, vorrei sottolineare che l'S-70 Okhotnik è già stato creato in Russia contro il "Reaper", il che è molto promettente. Per quanto riguarda le allusioni ironiche alla nostra presunta "arretratezza tecnologica", vale la pena ricordare che "l'arma della vittoria" non deve essere la più avanzata. Richiede semplicità e affidabilità, oltre al miglior rapporto qualità / prezzo. Ad esempio: sono state create molte macchine meravigliose, ma metà del mondo gira ancora con il nostro Kalashnikov e le sue derivate. Gli UAV domestici dovrebbero occupare questa particolare nicchia.
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. CARTA GEOGRAFICA Офлайн CARTA GEOGRAFICA
    CARTA GEOGRAFICA (Alexey Zigalov) Aprile 3 2021 17: 13
    -7
    Grazie Sergey per l'articolo. Ma la cosa principale è che lo stanno già producendo in serie, e siamo due o tre anni dopo. E molto costoso.
    1. margo Офлайн margo
      margo (margo) Aprile 8 2021 16: 37
      +1
      e saremo tra due o tre anni

      - da 10 anni si parla anche del Su 57
  2. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
    Raccoglitore (Myron) Aprile 3 2021 19: 19
    -9
    Alla vista del titolo dell'articolo, mi viene in mente un proverbio ucraino: "Non dire gop non saltare". I turchi, come ha giustamente osservato l'autore, hanno utilizzato con grande successo i loro droni in Siria, Libia e Karabakh, e l'Orione russo fino ad ora è stato in grado di colpire solo un bersaglio a terra fermo durante l'esercitazione. Quindi, prima dei turchi e di altri droni, utilizzati attivamente in vere operazioni militari, i russi devono ancora calpestare e calpestare, e "Orion" dell'autore presumibilmente ha già superato qualcuno lì. lol È troppo presto per una standing ovation e un ottimismo eccessivo. Anche se (il che è tutt'altro che un dato di fatto) il signor Marzhetsky ha ragione e in 3-5 anni l'esercito russo avrà a sua disposizione un certo numero di orioni, ciò non significa che i russi raggiungeranno i leader di aereo, assicuro responsabilmente il rispettabile pubblico che gli americani, gli israeliani, i cinesi e altri non se ne stanno a guardare ma lavorano duramente per creare nuovi UAV più efficienti e ottenere risultati impressionanti.
    Per quanto riguarda il paragone dell'autore del russo "Orion" con un fucile d'assalto Kalashnikov, posso solo ricordare le parole del compianto MM Zhvanetsky: "Se non ho visto nient'altro, allora anche lo Zaporozhets è una macchina". buono risata
    1. Chernomorr Офлайн Chernomorr
      Chernomorr (Roman Petrov) Aprile 4 2021 01: 02
      0
      E nessuno dubitava che tu e il tuo ... vi presentaste qui
      1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
        Raccoglitore (Myron) Aprile 4 2021 03: 39
        -4
        I tuoi dubbi o la loro mancanza sono come la neve dell'anno scorso per me.
      2. Vermon Офлайн Vermon
        Vermon (Aslan Tsoutiev) Aprile 4 2021 05: 41
        -2
        Citazione: Chernomorr
        E nessuno dubitava che tu e il tuo ... vi presentaste qui

        Perché sei offeso? Non si offendono per la verità ... come hanno detto in un film ...
      3. Alexander K_2 Online Alexander K_2
        Alexander K_2 (Alexander K) Aprile 4 2021 19: 53
        -7
        Ebbene, è inutile confrontare il “nuovo” drone russo con quello turco, ad esempio, si potrebbe paragonarlo allo Zimbabwe! Quindi in Russia, in generale, tutto è a livello africano, tutto è ECCELLENTE!
    2. Bigg arancione Офлайн Bigg arancione
      Bigg arancione (Alessandro ) Aprile 4 2021 09: 52
      -2
      Citazione: Bindyuzhnik
      Alla vista del titolo dell'articolo, mi viene in mente un proverbio ucraino: "Non dire gop non saltare". I turchi, come ha giustamente osservato l'autore, hanno utilizzato con grande successo i loro droni in Siria, Libia e Karabakh, e l'Orione russo fino ad ora è stato in grado di colpire solo un bersaglio a terra fermo durante l'esercitazione. Quindi, prima dei turchi e di altri droni, utilizzati attivamente in vere operazioni militari, i russi devono ancora calpestare e calpestare, e "Orion" dell'autore presumibilmente ha già superato qualcuno lì. lol È troppo presto per una standing ovation e un ottimismo eccessivo. Anche se (il che è tutt'altro che un dato di fatto) il signor Marzhetsky ha ragione e in 3-5 anni l'esercito russo avrà a sua disposizione un certo numero di orioni, ciò non significa che i russi raggiungeranno i leader di aereo, assicuro responsabilmente il rispettabile pubblico che gli americani, gli israeliani, i cinesi e altri non se ne stanno a guardare ma lavorano duramente per creare nuovi UAV più efficienti e ottenere risultati impressionanti.
      Per quanto riguarda il paragone dell'autore del russo "Orion" con un fucile d'assalto Kalashnikov, posso solo ricordare le parole del compianto MM Zhvanetsky: "Se non ho visto nient'altro, allora anche lo Zaporozhets è una macchina". buono risata

      Orion è stato testato con successo anche in Siria.

    3. margo Офлайн margo
      margo (margo) Aprile 8 2021 16: 40
      -3
      In quanti svantaggi ti ha stipato "Evviva patrioti". Ma non scoraggiarti
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) Aprile 4 2021 12: 17
    -5
    In generale, si vola e si sale anche su uno ssheniya immobile.
    Ma l'importante è prendere a calci i turchi, gli ameri, dicono, dicono che i diavoli non ci ammirano abbastanza ...
  4. gorenina91 Online gorenina91
    gorenina91 (Irina) Aprile 6 2021 06: 14
    -4
    L'Orion è ora dotato di una centrale elettrica domestica APD-110/120 con una capacità di 120 CV.

    - Alberi verdi (o alberi verdi) ... - dieci anni sono stati spesi eroicamente a copiare il ROTAX 912 dalla centrale elettrica austriaca ... e in qualche modo a creare un motore APD-110/120 "grezzo" sotto tutti gli aspetti ... - Cosa Il prossimo ???
    - Personalmente, sono assolutamente sicuro che ... cosa ... cosa - come abbiamo acquistato i motori per i nostri UAV dall'Austria ... - continueremo a comprare ... - È solo strano ... - ma per quanto riguarda il sanzioni ??? - O l'Austria sta contrabbandando i suoi motori in Russia ... -Hahah ...
    - Per quanto riguarda il rilascio dei loro UAV; allora tutto sembra semplicemente ridicolo (se non tragico) ...
    - Una volta, negli anni '20 e '30 del secolo scorso, i bolscevichi crearono OSOAVIAKHIM da zero ... - questa è la "Società per la promozione della difesa, dell'aviazione e della costruzione chimica" ... - Questo è un po 'diverso da quello di oggi tentativo teso di dieci anni concepire e dare vita alla propria produzione di massa di UAV domestici; ma preoccupato per qualcosa di completamente diverso ...
    - Questo è ... - che allora (cento anni fa) i bolscevichi non imitarono i tentativi, ma crearono tutto in tempo reale ...
    - Ma oggi in Russia si fa molto solo per divertimento ... - per creare l'apparenza di sforzi per creare qualcosa ... in questa o quella sfera o area ... - E oggi questo non esiste da nessun'altra parte in tutto il mondo.; quelli. nessun altro sta scherzando ... perché noi abbiamo ... - In breve, nel campo di un tale "idiota di produzione" oggi, la Russia semplicemente non ha analoghi in tutto il mondo ...
  5. margo Офлайн margo
    margo (margo) Aprile 8 2021 16: 36
    -3
    I successi del complesso militare-industriale russo nello sviluppo di UAV shock perseguitano la Turchia

    - qui non sai nemmeno piangere o ridere.