Esperto: la Cina quest'anno potrebbe condurre una "operazione in Crimea" a Taiwan


La crescente potenza militare della Cina potrebbe presto manifestarsi in un'espansione territoriale: Pechino quest'anno o nei prossimi due o tre anni potrebbe portare a termine un'operazione militare per riportare Taiwan "al suo porto di origine". Questa opinione è stata espressa dall'esperto russo della RPC Nikolai Vavilov sul suo canale YouTube.


La Cina sarà spinta a un tale sviluppo di eventi da ragioni sia esterne che interne, una delle quali è la presenza di gruppi filo-americani e filo-esercito nella leadership cinese. Il secondo, sotto la guida dell'attuale capo della RPC Xi Jinping, andrà a impadronirsi dell'isola ribelle. Una grave instabilità economica esterna sotto forma di un calo delle quotazioni mondiali potrebbe spingere le autorità a compiere questo passo, che inciderà negativamente sulla situazione in Cina. Fu allora che Xi Jinping offrì al suo popolo una "piccola guerra vittoriosa" sotto forma di "operazione di Crimea" a Taiwan.

Vavilov ritiene che parlare della guerra tra RPC e Taiwan sia già diventato una sorta di mainstream. Si tratterà infatti del ritorno dell'isola alla giurisdizione di Pechino, simile all'ingresso della Crimea in Russia, visto che la Cina ha sempre considerato Taiwan il suo territorio.

Sarà una guerra ibrida condotta da "pescatori ibridi" - centinaia di migliaia di riservisti in grado di portare a termine l '"operazione Taiwan" con il supporto della Polizia popolare armata subordinata alla Guardia costiera. A loro volta, le sue unità sono subordinate al comandante supremo in capo e fanno parte delle forze armate del paese dal 2018.

La possibile cattura di Taiwan cambierà completamente la situazione geopolitica nel mondo, e potranno essere imposte a Pechino. economico sanzioni. Ma l'esperienza dell'annessione della Crimea alla Federazione Russa dimostra che la Russia continua a svilupparsi. Ciò indica anche la capacità della RPC di resistere alle pressioni esterne, e ancor più della Russia.

La Cina ha creato un sistema economico globale che si concentra sulla Cina

- ha osservato Vavilov.

I forti legami industriali, commerciali e di investimento con altri paesi, il suo analogo di scambi e la forza dello yuan parlano a favore della stabilità dell'economia cinese e della sua capacità di superare le crisi che potrebbero seguire l '"operazione Taiwan". I paesi occidentali non oseranno combattere una potente potenza nucleare.

5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. acquario580 Офлайн acquario580
    acquario580 Aprile 7 2021 10: 18
    +2
    Se i cinesi si impadroniranno di Taiwan e l'amministrazione Biden non entrerà in guerra per Taiwan, sarà il crollo immediato e definitivo della Pax Americana. L'intera idea di un mondo amero-centrico si basa su un'idea semplice: "compri i nostri Treasury e noi ti forniamo un esercito, principalmente un ombrello nucleare". Se l'ombrello scompare, il resto degli alleati americani capirà che nessuno li proteggerà e l'intero sistema crollerà.
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) Aprile 7 2021 10: 18
    +3
    Lo sviluppo di una cintura, guidata dalla Cina, alla quale si unirà la Russia, e l'attenuazione di un'altra cintura, guidata dagli Stati Uniti, potrebbero semplicemente procedere. Tali eventi furono descritti dal famoso scrittore di fantascienza sovietico Efremov, che prevedeva molte cose.
  3. Solo un gatto Офлайн Solo un gatto
    Solo un gatto (Bayun) Aprile 7 2021 10: 22
    +4
    A Taiwan la popolazione è pronta ad entrare in Cina a seguito dei risultati del referendum, oppure la Crimea voleva sfuggire agli ucraini ed è stata rimpatriata con la forza in Russia? di che tipo di scenario della Crimea stiamo parlando? Questo Vavilov sembra essere un esperto di Cina tanto quanto un Bebik dell'architettura dell'antico Egitto.
  4. Alexander Betonkin Офлайн Alexander Betonkin
    Alexander Betonkin Aprile 7 2021 12: 44
    0
    Pienamente d'accordo con Just a Cat (Bayun)... Catturare il territorio e partecipare a un referendum è una grande differenza. Inoltre, come reagirà il popolo di Taiwan a questo evento è una grande domanda.
  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) Aprile 7 2021 18: 54
    +1
    Una grave instabilità economica esterna sotto forma di un calo delle quotazioni mondiali può spingere le autorità a compiere questo passo, che influirà negativamente sulla situazione all'interno della Cina.

    Le crisi del sistema capitalista mondiale e tutti i fatti di accompagnamento si sono verificati più di una volta, ma questo non ha in alcun modo spinto la RPC a risolvere con la forza la questione di Taiwan.
    Solo le azioni degli Sshasoviti e dei loro satrapi possono provocare, come la fornitura di armi, la creazione di basi militari, le relazioni diplomatiche, l'inclusione di Taiwan nel QUAD, ecc. In questo caso, la RPC non avrà scelta.
    Gli Sshasoviti lo capiscono e agiscono con cautela perché da un lato fungono da garante e, dall'altro, la RPC è la locomotiva dell'economia mondiale e gli Sshasoviti non possono restare indietro rispetto alla locomotiva a vapore.
    Pertanto, nel prossimo futuro, gli Sshasoviti continueranno a fare danni, a promuovere il separatismo, a screditare il Partito Comunista e a sostenere il Katay Eltsin nei ranghi del partito, segnalare, designare la presenza, organizzare provocazioni, mettere insieme un analogo della NATO