Israele ha costretto a passare alle operazioni militari contro il programma nucleare iraniano


Due giorni fa è avvenuta un'esplosione presso l'impianto nucleare iraniano di Natanz. Nessuno è rimasto ferito, ma i lavori di arricchimento dell'uranio sono stati sospesi. Non ci volle molto per cercare i colpevoli. Secondo il New York Times, l'esplosione è stata orchestrata dai servizi segreti israeliani. La "traccia ebraica" è stata confermata anche dall'edizione israeliana del Jerusalem Post, in cui si afferma che il "Mossad" potrebbe essere coinvolto nell'attacco. Perché, a differenza dell'assassinio dello scorso anno del principale fisico nucleare iraniano Mohsen Fakhrizadeh, i servizi segreti israeliani non stanno nemmeno cercando di nascondere il loro possibile coinvolgimento?


La radice del problema sta nel rapporto tra Iran e Israele, così come nel loro status "nucleare". Questi paesi, vicini del Medio Oriente, sono nemici mortali. Non hanno un confine comune, quindi l'IDF può solo infliggere attacchi aerei e gli aerei israeliani dovranno prima coprire quasi XNUMX chilometri attraverso altri paesi. Teheran risolve la questione in modo diverso, cercando costantemente di avvicinare la sua infrastruttura militare al nemico, posizionandola sul territorio della Siria e del Libano, mentre agisce per "procura". A complicare la situazione è che lo Stato ebraico segretamente, in violazione di tutte le norme internazionali, ha creato un arsenale nucleare, la cui presenza non conferma, ma non smentisce. La posizione di Tel Aviv un tempo su questo tema suonava così:

Non abbiamo armi nucleari, ma se necessario le useremo.

C'è da meravigliarsi che l'Iran sia interessato a sviluppare le proprie armi nucleari per stabilire la parità militare con il suo principale nemico in Medio Oriente? A rigor di termini, la Repubblica islamica è da tempo membro del club nucleare. Nel 1957 firmò un accordo di cooperazione con gli Stati Uniti chiamato Atoms for Peace. L'Iran è membro dell'AIEA sin dalla fondazione di questa organizzazione. Nel 1963 aderì al Trattato sul divieto degli esperimenti nucleari, ma la presenza di un avversario regionale con un arsenale nucleare costringe l'Iran a cercare di acquisirne uno proprio. In risposta, Israele sta perseguendo quello che Teheran chiama "terrore nucleare" contro il programma nucleare iraniano.

Nel 2007, in strane circostanze, il famoso fisico nucleare iraniano Ardeshir Hasanpour è stato gasato. Anche allora è stato annunciato il nome del servizio speciale israeliano "Mossad". Nel 2010, il professore di fisica Masoud Ali Mohammadi è stato ucciso dall'esplosione di una bomba. Nello stesso anno, ci furono altre due esplosioni sotto le auto degli scienziati iraniani Majid Shahriari e Fereydun Abbasi Davani, il primo fu ucciso e il secondo riuscì a sopravvivere. Nel 2011, "unknowns" ha fatto saltare in aria Mostaf Ahmadi Roushan, un impiegato del centro nucleare di Natanz. E nell'autunno del 2020, il famoso fisico nucleare Mohsen Fakhrizadeh, che ha guidato il progetto Amad per sviluppare una testata nucleare per un missile balistico, è stato colpito.

Teheran attribuisce tutte queste uccisioni ai servizi speciali israeliani e americani, che stanno cercando di dissanguare la direzione militare del programma nucleare iraniano. A proposito, nel dicembre 2020, Fahmi Hinawi è stato ucciso a Tel Aviv da "sconosciuti" nella sua auto, che la stampa mediorientale chiama un alto funzionario del Mossad coinvolto nell'organizzazione dell'attentato a Fakhrizada. A quanto pare, Teheran non si è "cancellata", come si aspettavano alcuni dei nostri ex compatrioti, emigrati in Israele e profondamente intrisi dello spirito locale.

Tuttavia, torniamo all'ultimo attentato terroristico a Natanz. Perché questa volta il "Mossad" si è quasi picchiato al petto, informando quasi direttamente attraverso i media americani e israeliani ad esso fedeli del suo possibile coinvolgimento? Questo è così diverso dal solito modo di lavorare per servizi speciali. Per rispondere a questa domanda, è necessario tenere conto del contesto generale.

Washington e Tel Aviv, incapaci di sconfiggere l'Iran senza danni inaccettabili, hanno scommesso apertamente sull'Iran. economico strangolamento, e parecchi ci sono riusciti. Il presidente Donald Trump ha ritirato unilateralmente gli Stati Uniti dal piano d'azione per gli insediamenti globali del 2015 ripristinando le precedenti sanzioni statunitensi. Per la Repubblica islamica, questo è stato un colpo molto delicato, poiché ha perso la maggior parte dei proventi delle sue esportazioni di petrolio, e anche sullo sfondo delle restrizioni pandemiche. La situazione socioeconomica del paese si è drasticamente deteriorata. Tuttavia, entro il 2021, molto era cambiato. In primo luogo, i repubblicani alla Casa Bianca sono stati sostituiti dai democratici interessati a rilanciare l '"accordo nucleare". In secondo luogo, l'Iran ha compiuto due passi importanti verso la rottura del blocco occidentale. Teheran ha annunciato la sua disponibilità ad aderire all'Unione economica eurasiatica, dove avrà accesso al 200 milionesimo mercato. Pechino ha anche firmato un accordo di investimento da 400 miliardi di dollari con l'Iran nei prossimi 25 anni. Così, i piani di Israele di strangolare gradualmente il loro peggior nemico iniziarono a sgretolarsi.

Allora perché il Mossad si è effettivamente assunto la responsabilità dell'attacco di Natanz?

Probabilmente, l'obiettivo della leadership israeliana era quello di provocare Teheran in dure misure di ritorsione al fine di interrompere i suoi negoziati con Washington sulla rianimazione dell '"accordo nucleare". Tel Aviv comprende che la possibile revoca delle sanzioni e la ricezione di investimenti esterni nell'industria e nelle infrastrutture del nemico porterà al rafforzamento economico della Repubblica islamica e all'aumento delle sue capacità finanziarie per attuare programmi di armi. Israele non può sconfiggere l'Iran con mezzi militari senza danni inaccettabili e, molto probabilmente, non riuscirà a strangolarlo. Da qui la maggiore attenzione della stampa fedele al provocatorio attacco terroristico. E cos'altro resta per loro?
24 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk Aprile 13 2021 14: 58
    +2
    Nessuno ha forzato Israele. Israele semplicemente non sa come vivere pacificamente con i suoi vicini.
    1. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
      Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) Aprile 14 2021 21: 06
      -1
      Citazione: zzdimk
      Nessuno ha forzato Israele. Israele semplicemente non sa come vivere pacificamente con i suoi vicini.

      Per quanti anni, sia con i vicini che con i vicini, e ora "e attraverso la casa" con quelli lontani, Israele ha stabilito relazioni diplomatiche in pieno, un regime senza visti e una cooperazione globale. Con Egitto, Giordania, Sudan, Marocco, Bahrain, OUA. Lo stato musulmano "Repubblica del Kosovo" ha aperto un'ambasciata a Gerusalemme. Ne hai sentito parlare? Ma questo non significa che il tuo post sia vero.
  2. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
    Dukhskrepny (VA) Aprile 13 2021 15: 08
    +1
    Il piccolo stato con una bassa responsabilità sociale continua a impegnarsi nel terrorismo in Medio Oriente
  3. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
    Dukhskrepny (VA) Aprile 13 2021 15: 14
    +2
    Ora i cosacchi palestinesi inizieranno ad affermare di un "attacco preventivo" dei valorosi ebrei contro l'Iran, che produce una bomba atomica e sta per lanciarla sulle teste del piccolo sfortunato popolo di Israele "ignorante", e loro hanno il diritto di difendersi.
    1. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
      Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) Aprile 14 2021 21: 01
      -1
      Citazione: spirituale
      Ora i cosacchi palestinesi inizieranno ad affermare di un "attacco preventivo" dei valorosi ebrei contro l'Iran, che produce una bomba atomica e sta per lanciarla sulle teste del piccolo sfortunato popolo di Israele "ignorante", e loro hanno il diritto di difendersi.

      Israele resta la calma olimpica di fronte al pericolo che proviene da te personalmente. Ma non rilassarti, non hai bisogno di rilassarti. Tirati su i pantaloni! E andrà tutto bene. E nelle relazioni israelo-iraniane c'è una completa comprensione reciproca. Ognuno svolge il proprio ruolo. Alcuni lo fanno e con successo, altri promettono di vendicarsi di ciò che hanno fatto. Tutto è in affari.
  4. Alexzn Online Alexzn
    Alexzn (Alexander) Aprile 13 2021 17: 06
    0
    La traccia ebraica "è stata confermata anche dal Jerusalem Post israeliano, che ha affermato che il Mossad potrebbe essere coinvolto nell'attacco.

    Così confermato o forse?

    C'è da meravigliarsi che l'Iran sia interessato a sviluppare le proprie armi nucleari per stabilire la parità militare con il suo principale nemico in Medio Oriente?

    Ne e 'valsa la pena! Israele non ha dichiarato l'Iran un nemico e non ha creato armi nucleari contro l'Iran. Perché hai bisogno della parità militare / nucleare con un paese che non ha confini, controversie territoriali o economiche con te? Questo non ti ha mai minacciato.
    Solo a Teheran e San Pietroburgo si può ritenere che l'intera situazione attuale sia stata creata da Israele che, per danno naturale, si scontra con l'Iran.
  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) Aprile 13 2021 18: 12
    +5
    Invece di cercare la pace, Israele cerca una scusa per usare la forza. Prima o poi, una tale politica si trasformerà in una guerra con l'intero mondo musulmano.
    1. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
      Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) Aprile 14 2021 20: 55
      0
      Citazione: Jacques Sekavar
      Invece di cercare la pace, Israele cerca una scusa per usare la forza. Prima o poi, una tale politica si trasformerà in una guerra con l'intero mondo musulmano.

      Il mondo musulmano è diverso. E controverso. Dal morbido Islam dell'Indonesia e della Malesia, ai fanatici ortodossi iraniani e afgani. E secondo lo sviluppo delle economie, della cultura, della storia, non c'è assolutamente unità. C'è sempre qualcuno tra di loro, ma sono ostili. Anche rappresentanti di una confessione: Iran - Azerbaigian, Arabia - Yemen, curdi - turchi. In Siria, in generale, chiunque si spaccherà la testa cercando di indovinare chi sta combattendo con chi e per cosa? Pertanto, Israele non incontrerà mai un "mondo musulmano unito". Per non parlare del fatto che ci sono sempre stati paesi musulmani (Egitto, Tunisia, Giordania, Marocco) che stavano negoziando segretamente con Israele alle spalle dei loro alleati. Ieri - l'OUA - il feroce nemico di Israele, e oggi - un regime senza visti, cooperazione economica e 40 miliardi di dollari in investimenti. Ma il mondo musulmano, in particolare il suo segmento arabo, ha una cosa in comune: solo la forza viene rispettata e compresa. Israele è rispettato e con esso è andato in pace, proprio per questo e solo per questo. L'Iran è più debole e quindi un emarginato nel mondo musulmano. Per questi motivi, non ci sarà mai una guerra con il mondo musulmano in presenza di un forte Israele. E gli ebrei, a differenza di te, lo sanno bene.
      1. isofat Офлайн isofat
        isofat (isofat) Aprile 14 2021 21: 21
        0
        Brodyaga1812, lo stesso si può dire dello stesso Israele, è pieno di contraddizioni e la minaccia esterna è una forza che gli impedisce di cadere a pezzi.
  6. Alexzn Online Alexzn
    Alexzn (Alexander) Aprile 13 2021 18: 28
    0
    Citazione: Jacques Sekavar
    Invece di cercare la pace, Israele cerca una scusa per usare la forza. Prima o poi, una tale politica si trasformerà in una guerra con l'intero mondo musulmano.

    Alla ricerca della pace con un paese che non riconosce il diritto di Israele di esistere? Questo umorismo è così?
    1. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) Aprile 14 2021 21: 15
      0
      Citazione: AlexZN
      Alla ricerca della pace con un paese che non riconosce il diritto di Israele di esistere? Questo umorismo è così?

      Entro il 2020, Israele non ha ricevuto riconoscimenti da 18 paesi. Non elencherò questi paesi, sono principalmente i vicini di Israele.
  7. Raccoglitore Online Raccoglitore
    Raccoglitore (Myron) Aprile 14 2021 09: 05
    0
    Signor Marzhetsky, lei, tra le altre cose, sta ripetendo nel testo un falso mediocre che lo spacciatore arabo ucciso in una resa dei conti criminale è un impiegato di alto rango del Mossad, ha mai pensato all'assurdità di una simile affermazione? Sì, se gli agenti iraniani fossero davvero in grado di distruggere i dipendenti delle sue strutture di intelligence sul territorio di Israele, allora lo stato ebraico semplicemente non esisteva. Ad ogni modo, solo una persona completamente ignorante può credere che un alto ufficiale dell'intelligence israeliana possa portare il nome Fahmi Hinawi. ingannare Stai ancora facendo analisi? risata risata risata Ti darò consigli su questo argomento: Gli iraniani non diventeranno mai proprietari di armi nucleari - ricorda questa semplice verità come una tavola pitagorica, questo è un assioma! hi
    1. Petr Vladimirovich (Peter) Aprile 14 2021 16: 29
      0
      Kume Miron! Shalom! L'arabo Gaster ha dipinto la casa, piantato le piantine?
      Ho chiesto al tuo connazionale Mikhail di inviarti le mie foto, se non puoi direttamente ...
  8. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) Aprile 14 2021 10: 56
    +2
    Se il New York Times fa trapelare la partecipazione di Israele a un attacco terroristico in territorio iraniano, significa mettere l'Iran contro Israele. Perché gli Stati Uniti lo stanno facendo?
  9. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
    Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) Aprile 14 2021 19: 42
    +1
    È significativo che durante le festività del Giorno dell'Indipendenza di Israele, il suo "ammiratore" di lunga data S. Marzhetsky, abbia deciso di sottolineare le sue pubblicazioni anti-israeliane. E non fa paura. Né lui, tanto meno Israele. È chiaro che ognuno scrive come sente. Ma non nella stessa misura può essere assente dal mulo. Voglio dire, almeno una sorta di rispetto per i fatti, il loro silenzio o semplicemente distorsione. Tuttavia, in ordine. La base del ragionamento di un combattente per tutti i buoni contro tutti i cattivi è che Iran e Israele sono nemici mortali. Chi sosterrebbe. Ecco solo una domanda, anche due:
    - da quando ?;
    - perché all'improvviso?
    Senza una risposta a questa domanda fondamentale, tutte le ulteriori formazioni vengono fischiate. È completamente incomprensibile: perché gli ebrei dovrebbero volare in terre lontane per bombardare l'Iran ei persiani per scavare ai confini israeliani. L'affermazione audace che Israele subirà danni inaccettabili se solo osa colpire la testa dell'abile Ayatollah con le nocche di ottone non è specifica. E se confrontiamo i bilanci, compresi i bilanci militari dell'Iran impoverito e del ricco Israele, non sono convincenti. Soprattutto sullo sfondo dei colpi all'orgoglio iraniano e delle immutabili vuote promesse di Teheran ai sionisti astratti;
    a) vendicarsi;
    b) fa paura vendicarsi.
    Inoltre. All'occhio azzurro si afferma che un atto terroristico sarebbe stato commesso proprio ora a Natanz. Ricordo che l'autore sosteneva di avere una laurea in giurisprudenza. Non posso crederci. Perché per un avvocato non è difficile distinguere un atto di terrorismo dal sabotaggio. Almeno sul lato soggettivo. In particolare, il motivo era sparito. Sono completamente diversi nelle sosiave indicate. Per non parlare del fatto che Israele non si è assunto la responsabilità per l'incidente menzionato, l'assenza di una decisione giudiziaria finale. O almeno il riconoscimento del fatto dell'Onu. E le fonti a cui si riferisce l'autore non sono affatto una dichiarazione ufficiale a nome dello Stato. E sono chiaramente di importanza inferiore alla presunzione di innocenza. Oppure diciamo questo passaggio (cito):

    A proposito, nel dicembre 2020, Fahmi Hinawi è stato ucciso a Tel Aviv da "sconosciuti" nella sua auto, che la stampa mediorientale chiama un alto funzionario del Mossad coinvolto nell'organizzazione dell'attentato a Fakhrizad. A quanto pare, Teheran non si è "cancellata", come si aspettavano alcuni dei nostri ex compatrioti, emigrati in Israele e profondamente intrisi dello spirito locale.

    Francamente non è dignitoso lanciare una resa dei conti tra gruppi etnici arabi con l'omicidio del boss del crimine arabo Fahmi Hinawi da Lod per l'eliminazione di quasi il capo del Mossad da parte dei servizi speciali iraniani. E per dessert - una perla. Trump se n'è andato e Biden sta per dare una pacca sulla testa all'Iran. E dalla paura dell'ascesa di Teheran
    Israele è andato tutto fuori. Sebbene non siano solo i risultati dei negoziati, non c'è traccia dei negoziati stessi. Inoltre, i Democratici hanno promesso che l'Iran non avrà un club nucleare. Perché i fiammiferi per bambini non sono un giocattolo. Ho solo una domanda per l'autore: qual è la pubblicazione stessa, composta da omissioni, errori legali e falsi veri e propri?
  10. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
    Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) Aprile 15 2021 00: 50
    -1
    Citazione: isofat
    Brodyaga1812, lo stesso si può dire dello stesso Israele, è pieno di contraddizioni e la minaccia esterna è una forza che gli impedisce di cadere a pezzi.

    Le contraddizioni di Israele fanno parte della mentalità e della cultura ebraica. Sono sempre stati, come elemento integrante e costruttivo delle relazioni intrafamiliari. Non vengono mai portati fuori dalla capanna. Mai. Cattivo gusto. Quindi non esagerare. Su tutte le questioni che richiedono unità (non necessariamente una minaccia esterna), gli ebrei sono sempre monolitici. Prendi l'epidemia di corona nel mondo. È stato Israele, nonostante tutte le controversie, il primo al mondo a uscire dall'epidemia a testa alta. Senza alcun problema, sistematicamente, nel più breve tempo possibile, 5 milioni di persone sono state vaccinate con due porzioni di vaccino. Su 9. La popolazione adulta è vaccinata al 75%. Israele ha già, ancora una volta il primo al mondo, a ottenere l'immunità di gregge. Quindi non solo una minaccia esterna è il fondamento dell'unità della nazione. Qui, se non vengono portati all'esercito per motivi di salute, il coscritto va in tribunale per essere arruolato. Perché è vergognoso non servire. Non capiranno in questo modo. "Ci sono molte cose nel mondo, amico Horatio, che sono al di fuori del controllo della tua mente." E nessuno in Israele va in estasi dopo aver bevuto un litro ...)
    1. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) Aprile 15 2021 01: 46
      +1
      Citazione: Rogue1812
      Su tutte le questioni che richiedono unità (non necessariamente una minaccia esterna), gli ebrei sono sempre monolitici.

      I romani assediarono Gerusalemme, in cui risultò che, secondo Giuseppe Flavio, circa 1 ebrei si erano radunati per la festa. Il motivo: gli ebrei hanno deciso di non pagare le tasse.

      Con un esercito considerevole, gli ebrei potevano combattere i romani. Potevano arrendersi e accettare di pagare le tasse: i romani accettarono la pace. Potrebbero anche provare a sedersi dietro le potenti mura che proteggevano la città.

      Gli ebrei decisero, invece, di mettere insieme tutta la loro follia. Si divisero in tre eserciti - due - eserciti di guerra e uno - di pace, e iniziarono una guerra civile nella città assediata. Gli estremisti - i Sicarii - bruciarono le scorte di generi alimentari e gli assediati morirono di fame. I 100 sopravvissuti furono venduti come schiavi.
      risata amiamo
      1. Brodyaga1812 Офлайн Brodyaga1812
        Brodyaga1812 (Vagabondo 1812) Aprile 15 2021 06: 22
        0
        Il collegamento non è corretto. Sai anche chi era Flavio Giuseppe, o meglio Matityahu? E la sua posizione nel descrivere la guerra ebraica? A proposito, l'ho letto nell'originale. E non ho mai incontrato un'opera del genere. Più come A. Dikiy o G. Klimov - le personalità patologiche riconosciute sono simili. Conosci la tendenza di tutti gli autori antichi a chiamare figure irrealisticamente alte? Leggi Giovagnoli "Spartacus", ovvero "Biografia" di Plutarco. Dove ogni giorno milioni di eserciti di avversari si scontravano in campo aperto. Confronta con l'esercito di Napoleone in ritirata da Mosca. L'avanguardia era già a Smolensk, la retroguardia era ancora a Mosca. Questa è la prima cosa. L'eroica resistenza degli ebrei ai romani nel Mossad e il suicidio di massa dei difensori sopravvissuti che non volevano essere catturati e la schiavitù dei romani entrarono nella storia del mondo, insieme alla battaglia degli spartani alle Termopili. Questa è la seconda cosa.
        Cosa c'entra la discussa pubblicazione di Marzhetsky? Allagate di nuovo, come sempre, perché non c'è niente da dire. Questo è il terzo.
        C'è qualcosa da dire sul mio esempio con la vaccinazione, sottolineando l'unità degli ebrei in tutte le situazioni estreme? Questa è la quarta.
        1. isofat Офлайн isofat
          isofat (isofat) Aprile 15 2021 13: 44
          0
          Brodyaga1812... Ho conosciuto il tuo punto di vista. Questa è la tua visione eroica del tuo popolo eroico. Nel tuo eroico entusiasmo non conosci confini eroici.

          Anche le sciocchezze che porti alle masse sacrificando la tua reputazione sono eroiche!

          PS Ti auguro una vacanza oggi, congratulazioni. E ti avevo avvertito che il sionismo è il male.
    2. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
      Dukhskrepny (VA) Aprile 15 2021 05: 37
      0
      Perché sei randagio per Israel pop..u vomit?
      1. isofat Офлайн isofat
        isofat (isofat) Aprile 15 2021 13: 29
        0
        Dukhskrepny, hanno una posizione - non invidierete.

        Il sionismo è sopravvissuto alla sua utilità, i compiti fissati dai sionisti sono stati completati. Si spera che i sionisti saranno i becchini della loro prole.

        PS La mia opinione soggettiva.
  11. Alexzn Online Alexzn
    Alexzn (Alexander) Aprile 15 2021 07: 41
    0
    Citazione: isofat
    Citazione: AlexZN
    Alla ricerca della pace con un paese che non riconosce il diritto di Israele di esistere? Questo umorismo è così?

    Entro il 2020, Israele non ha ricevuto riconoscimenti da 18 paesi. Non elencherò questi paesi, sono principalmente i vicini di Israele.

    Fondamentalmente, questi non sono vicini, ma paesi musulmani. Solo 2 su 18 confinano con Israele. Il criterio è proprio il non riconoscimento da parte dell'Islam del diritto di uno Stato non musulmano ad esistere in questa regione.
  12. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) Aprile 22 2021 13: 05
    +1
    Israele provoca una guerra con insistenza e prima o poi la otterrà.
  13. Boris Ioselevich_2 Офлайн Boris Ioselevich_2
    Boris Ioselevich_2 (Boris Ioselevich) 8 può 2021 10: 22
    -1
    Il patriottismo è una questione delicata, ma non richiede delicatezza, soprattutto se interpretato da sciocchi. Alla fine, sono affari loro, ma in politica non ci sono questioni così personali che non riguardano nessuno. Pertanto, ai patrioti della Russia, per i quali l'antisemitismo è la forma più alta della sua manifestazione, i paesi che si trovano su questa piattaforma collaudata sembrano loro essere i loro migliori amici. Anche se altrimenti rappresentano una minaccia diretta per il proprio paese. Penso che il Cremlino sia ben consapevole del fatto che l'Iran è un nemico pronto a mettere piede in ogni momento. Ma quando ci sono molti nemici aperti, anche i potenziali nemici sembrano una benedizione, anche se temporanea. Quanto all'Iran, l'Iran ha chiaramente dichiarato la sua insostituibile formula politica: "Non siamo contro gli ebrei, ma contro Israele". E, naturalmente, la loro distruzione è considerata il loro compito principale. Per capire la completa mancanza di senso dell'umorismo in un paese che ha dato molti buoni esempi di questa proprietà, se i ragazzi russi hanno sentito che qualcuno non è contro la Russia, ma non ama i russi, senza contare che vuole distruggerli ? Quindi il desiderio di Israele di ritardare il più possibile la realizzazione dei sogni musulmani, con dolore degli antisemiti russi e dei loro complici in Iran, è del tutto legittimo. Per quanto riguarda la mancanza di prove che gli ebrei abbiano una bomba atomica, lascia che seguano il loro esempio e non picchi un cucchiaio da minestra sul corpo di un sogno che non è stato ancora creato.