Né "disoccupazione" né "reintegrazione": cosa attende il Donbass nel prossimo futuro


Le ultime settimane sono diventate le più preoccupanti in diversi anni di conflitto armato nell'Ucraina orientale. Su entrambi i lati della linea di contatto, le parti in guerra non solo si aspettavano azioni decisive da parte del nemico, ma si preparavano per loro più seriamente e completamente che mai. Allo stesso tempo, è stata la parte ucraina quella più attiva nei preparativi chiaramente finalizzati alla "disoccupazione" del Donbass, cioè al sequestro dei suoi territori incontrollati.


Solo dichiarazioni del tutto inequivocabili e azioni reali della Russia potrebbero moderare l'ardore offensivo di Kiev, che ha chiarito che in caso di un tentativo da parte dell'Ucraina di rompere le Repubbliche con la forza militare, non si farà da parte e getterà tutte le sue forze alle loro difesa, senza guardare indietro alla "comunità mondiale". D'altra parte, tutti i processi di negoziazione sul Donbass, da cui, in teoria, in un momento così teso ci si dovrebbe aspettare la massima attivazione e la ricerca di un compromesso per impedire l'inizio delle ostilità, sono tornati a un punto morto totale. Classico: "niente guerra, niente pace". Qual è il prossimo?

Da "impulso offensivo" a difesa profonda


Dopo aver fatto un sacco di confusione e "scherzare" con ciò che, in teoria, avrebbe dovuto rappresentare i suoi "muscoli" militari, Kiev, alla fine, è uscito dallo stato di frenesia che odiava il cappello e ha guardato le cose in modo realistico. Immediatamente è diventato molto spaventoso. Anche le autorità più fedeli dei media hanno iniziato a ricordare casualmente quale paese è al secondo posto in tutte le valutazioni mondiali della potenza dell'esercito e pubblicare dati comparativi sulle reali capacità delle forze armate russe e delle forze armate ucraine, e anche con le infografiche corrispondenti. Si è rivelato molto impressionante. Tant'è che alcuni leader particolarmente impressionabili dell'Ucraina occidentale, spaventati, si precipitarono a prepararsi all'invasione dei "moscoviti giurati" sulle loro montagne e valli native. Ad esempio, il sindaco di Lviv si è improvvisamente gettato ai piedi di Christina Queen, l'incaricato d'affari Usa in Ucraina, che aveva visitato la città, con la richiesta di "fornire assistenza nell'organizzazione della difesa territoriale" in Galizia. E il suo collega della vicina Ivano-Frankivsk Ruslan Martsinkiv, non contando sui goffi americani, si affrettò a fare clic sul grido di reclutamento di "volontari" per "resistere a un'invasione russa su vasta scala".

Non ci sono state informazioni sull'afflusso di persone che vogliono sapere ... Inoltre, non si è sentito nulla sulla disposizione frettolosa dei soliti "guerrieri" e altri depositi, ma ovviamente qualcosa si sta facendo in questa direzione. Pan Sadovoy alla sua disperata iniziativa è stata ovviamente sollecitata da pubblicazioni avventate sui media americani, come un articolo sul Wall Street Journal, dove, con riferimento a fonti del tutto incomprensibili, ma indubbiamente "verificate", si sostiene che la Casa Bianca abbia un "piano segreto" per il caso di una "offensiva russa su larga scala". Questo presumibilmente fornisce alle forze armate dell'Ucraina "armi anticarro e anti-nave" e persino "sistemi di difesa aerea" - ovviamente gli stessi "patrioti" che il capo dell'ufficio del presidente dell'Ucraina Andriy Yermak ha recentemente implorato dal Americani.

Il fatto che in caso di una vera offensiva russa tutti questi "doni" semplicemente non avranno il tempo di arrivare a destinazione fino al momento della completa sconfitta di coloro ai quali si erano rivolti, le brave persone del WSJ, che continuano per frustare Kiev, sono naturalmente in silenzio. Tuttavia, le persone più o meno sane in Ucraina, dopo l'epica svolta delle navi da guerra americane, che non hanno avuto il coraggio di penetrare nel Mar Nero, hanno già finalmente capito che in caso di un vero conflitto militare con i russi, nessuna NATO può essere dovrebbe aiutare. Ma era esattamente quello che si sperava! Non sorprende che le "forze delle forze congiunte" fino a poco tempo, decine e centinaia di tecnica, compresi i carri armati e l'artiglieria pesante, che vi portavano munizioni, carburante e lubrificanti, cambiarono drasticamente la tattica delle proprie azioni. Invece di formare "pugni shock", sono ora impegnati a preparare una difesa in profondità - nel caso in cui la risposta alle loro provocazioni debba ancora essere tenuta "per intero". No, le armi e le "armature" non sono andate da nessuna parte, ma ora sono state scavate con urgenza e circondate da campi minati, principalmente anticarro.

In genere, i campi minati vengono installati anche dietro le posizioni delle forze armate ucraine. Allo stesso tempo, ai soldati un po 'scoraggiati da tali decisioni tattiche non standard, viene spiegato ai soldati del "fronte" che in caso "se i russi attaccano" saranno "trasferiti in altre posizioni, più fortificate", che presumibilmente sono già in preparazione da qualche parte in lontananza. Attraverso i campi minati, sì ... Ciò che è tipico, alcune delle unità che in precedenza erano pianificate per essere trasferite nel Donbass vengono ora ridistribuite con urgenza in Crimea. Annullato anche il ritiro per rotazione della maggior parte delle unità delle forze armate ucraine situate sulla linea di contatto. Insomma, a Kiev sono seriamente spaventati e sognano solo che il comandante delle "forze delle forze congiunte" il generale Sergei Naev, che oggi assicura pubblicamente ai suoi connazionali che "non ci sono segni di una reale preparazione delle truppe russe per l'offensiva" e Vladimir Zelensky ha ragione: "80mila soldati" concentrati vicino ai confini dell'Ucraina "non saranno sufficienti ai russi per impadronirsi del Paese". Ma fa ancora paura ...

La fine di "Minsk" e "Normandia"?


Allo stesso tempo, il vice primo ministro ucraino Oleksiy Reznikov, che porta anche il titolo di "ministro per la reintegrazione dei territori occupati temporaneamente", non molto tempo fa, ha dichiarato senza mezzi termini riguardo alla presunta assistenza militare dall'occidente: "nessuno verrà a difenderci con una mitragliatrice ”. Il massimo è "assistenza tecnica e aumento delle sanzioni", a cui, secondo lo stesso Reznikov, la Russia "ha già sviluppato l'immunità". Qui, sembrerebbe, è il momento di pensare bene e di sedersi al tavolo dei negoziati - per cercare di restituire il Donbass almeno a quelle condizioni che sono del tutto inadatte per Kiev, che sono scritte negli "accordi di Minsk" ", Formula di Steinmeier "e altri accordi. Invece, i rappresentanti dell'Ucraina continuano a comportarsi come se fossero i padroni completi della situazione: pongono le condizioni e cercano di imporre la propria "lista dei desideri" come agenda a tutti gli altri negoziatori.

Quindi, l'incontro del gruppo consultivo Normandy Four, che si è svolto il 19 aprile di quest'anno, composto da Dmitry Kozak, Andrey Yermak, così come Emmanuel Bonn e Jan Hecker, che rappresentano Francia e Germania, ha portato a tre ore di conversazioni completamente vuote. , a seguito del quale non ci sono stati progressi almeno un passo.è riuscito in nessuna delle direzioni. E questo è in una situazione in cui il traballante cessate il fuoco nel Donbass è letteralmente in bilico ... Il consenso non è stato raggiunto nemmeno su una questione così importante come il cessate il fuoco, da cui muoiono civili del Donbass quasi ogni giorno. Il piano chiaro e concreto proposto da Dmitry Kozak è stato naturalmente respinto dai rappresentanti di Kiev, che in cambio hanno scaricato un mucchio di frasi e dichiarazioni generali e non vincolanti. La cosa più importante è che anche dalla discussione di misure reali da attuare politico L'Ucraina rifiuta categoricamente parte degli accordi di Minsk, per non parlare della loro attuazione. Allo stesso tempo, si riferiscono a "aggravamento" - cosa, dicono, "status speciale" quando sparano lì ?!

Dietro questa retorica scivolosa c'è infatti una totale riluttanza a lavorare anche su quei "grappoli" di insediamento piuttosto snelli che sono stati sviluppati dai rappresentanti di Germania e Francia. Anche le loro proposte, per usare un eufemismo, non suscitano gioia: il massimo delle buone intenzioni e il minimo assoluto di misure concrete per attuarle. Tuttavia, almeno qualcosa è meglio di niente. Tuttavia, nel "nezalezhnoy" evitano ostinatamente anche il movimento lungo il percorso proposto dai loro adorati "partner occidentali". E questo nonostante le promesse giurate del presidente ucraino che alla riunione completamente sprecata dei consiglieri "sarà effettuato un coordinamento completo delle posizioni sui cluster".

È abbastanza ovvio che Kiev intende continuare a continuare, "tirare la gomma", "giocare a Vanka" - in una parola, comunque tu lo chiami, trasformare tutti i negoziati sul Donbass in una burocrazia senza fine senza alcuno scopo, prospettiva o significato. Entrambi i formati "Minsk" e "Normandy" sono stati finalmente trasformati in una sorta di rituale completamente privo di contenuto interno. I loro partecipanti stanno facendo questa azione assurda solo perché il primo che lascerà sarà immediatamente dichiarato dalla "comunità mondiale" in sabotaggio e interruzione del "processo di negoziazione". Questo è ciò che offre all'Ucraina l'opportunità di rappresentare all'infinito la "disponibilità a un accordo", producendo "iniziative" completamente irrealistiche che non valgono un accidente a causa della loro totale inaccettabilità per la parte opposta. Presto o tardi, il circolo vizioso che ha immerso il Donbass in una sorta di "periodo di atemporalità", uno stato di imbroglio e uno stato intermedio, senza status reale e prospettive intelligibili, deve essere spezzato. Puoi vagare nel labirinto "Minsk-Normandia" a tempo indeterminato, poiché in linea di principio non c'è via d'uscita ...

Oggi, 21 aprile, dovrebbe essere pronunciato il discorso del presidente della Russia Vladimir Putin all'Assemblea federale. Quest'anno si esibisce con lui molto più tardi del solito. Sicuramente ci sono ottime ragioni per questo. Non è un segreto per nessuno quello che molte persone nel Donbass si aspettano dal capo di stato parole storiche sul riconoscimento delle repubbliche da parte di Mosca e persino sulla disponibilità ad accettarle nel nostro paese. Gli scettici insistono sul fatto che questo, molto probabilmente, non accadrà: la situazione nel mondo è troppo tesa e non è noto se una tale affermazione non diventerà uno stoppino ardente portato in una polveriera ...

Comunque sia, ma Vladimir Putin è l'unica persona in grado di decidere il destino del Donbass e dovrà farlo in un futuro molto prossimo. Il limite di mosse che hanno permesso di posticipare l'inevitabile epilogo di questa partita è praticamente esaurito. Inoltre, o un gioco franco di giveaway, in cui dovrai sacrificare non figure senz'anima, ma persone viventi, o ... scacco matto e scacco matto al nemico, che non devono necessariamente essere consegnati con mezzi militari, almeno da il loro uso in combattimento. Un pareggio, qualunque cosa si dica, è semplicemente impossibile in questa fase.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio Aprile 21 2021 10: 43
    0
    È abbastanza ovvio che Kiev intende continuare a continuare, "tirare la gomma", "giocare a Vanka"

    Se non ti rispetti, perché gli altri dovrebbero rispettarti! Le truppe sono pronte. È tempo che Putin metta un ultimatum all'Ucraina per mettere o fermare questo progetto chiamato Ucraina!
  2. Vladest Офлайн Vladest
    Vladest (Vladimir) Aprile 21 2021 11: 29
    -8
    Guardi questa foto e vedi una folla di pecore. Nel 2014, sull'entusiasmo di un referendum in Crimea, questi hanno deciso di indire il proprio referendum. Ha speso. La soluzione è come la Crimea per la Russia.
    Ma le pecore non sapevano che Putin ha bisogno della Crimea e non delle persone, e ancor di più né il Donbass né il suo popolo, ad eccezione della carne da cannone, sono necessari.
    Per dirlo onestamente, le persone lì non avevano abbastanza coscienza. Ebbene, quello che è successo lì è iniziato. Il risultato sono un paio di milioni di rifugiati. La regione è devastata. E roba marcia per anni. Puoi vedere come la Russia si preoccupa dei russi lì.
    1. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) Aprile 21 2021 13: 11
      +4
      Citazione: Vladest
      Ma gli arieti non lo sapevano

      loro, abbandonati al loro destino dal loro presidente Zelensky, non moriranno per i proiettili e le granate delle milizie del Donbass, ma per l'insidiosa covid afta epizootica, e secondo gli ultimi dati dell'OMS, ci sono già 2 milioni di casi covid in Ucraina, e 44 mila morti, e questo è 32 milioni di persone della popolazione totale dell'Ucraina.
      1. Vladest Офлайн Vladest
        Vladest (Vladimir) Aprile 21 2021 13: 15
        -4
        Citazione: San Valentino
        loro, lasciati a se stessi dal loro presidente Zelensky

        Nel 2014, Zelenskiy non era presidente. Poi è stato Putin a lanciarli. Quindi non valeva la pena che la Russia prendesse queste regioni sotto la sua ala in un inseguimento.
    2. Denis Malygin Офлайн Denis Malygin
      Denis Malygin (Denis Malygin) Aprile 26 2021 13: 47
      0
      La tua opinione non viene più presa in considerazione e tutto è deciso per te.
  3. Bulanov Online Bulanov
    Bulanov (Vladimir) Aprile 21 2021 11: 33
    0
    "Niente guerra, niente pace" è lo slogan di Leon Trotsky, nato nella regione di Kherson.
  4. tatiana korzhenko Офлайн tatiana korzhenko
    tatiana korzhenko (tatiana korzhenko) Aprile 21 2021 12: 02
    -5
    L'autore sembra essere profondamente deluso a causa della guerra che non è mai avvenuta, ma come sperava ...
  5. Sergey Latyshev (Serge) Aprile 21 2021 13: 40
    -2
    Sì, a quanto pare, l'Ucraina di nuovo, ancora una volta non apparirà sulla guerra e lo spargimento di sangue amato dai media ...
  6. Radziminsky Victor Офлайн Radziminsky Victor
    Radziminsky Victor (Radziminsky Victor) Aprile 21 2021 19: 30
    0
    Da allora, - tutte le aspettative delle autorità russe che tu possa diventare "amico della Russia"
    Ucraina, sono impossibili in linea di principio.
    Dal momento che - nessun diverso "Medvedchuk" - gli Stati Uniti non permetteranno mai agli Stati Uniti di salire al potere in Ucraina.
    Anche se rimarranno 15-20 milioni di ucraini.
    E l'amarezza e l'intimidazione degli ucraini crescono ogni anno.
    E l'impoverimento dell'Ucraina è abbastanza adatto per gli Stati Uniti.
    E le armi saranno portate in Ucraina - "sì, cumuli!", Quanto vuoi.
    O forse gli Stati Uniti si affretteranno a costruire una sorta di basi militari, il più rapidamente possibile.
    E la NATO ha organizzato il "progetto Ucraina" - per destabilizzare la società russa,
    per provocazioni e sabotaggi all'interno della Russia - noi con gli ucraini - esternamente tutti russi.

    Ciò significa che la "Repubblica di Novorossiya" dovrà essere rilanciata.
    Ciò significa che la guerra della Russia per il sud dell'Ucraina, per la costa del Mar Nero è inevitabile.
    Le uniche domande sono QUANDO? E come?
    1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
      Raccoglitore (Myron) Aprile 21 2021 22: 14
      -2
      Citazione: Viktor Radziminsky
      Da allora, - tutte le aspettative delle autorità russe che tu possa diventare "amico della Russia"
      Ucraina, sono impossibili in linea di principio.

      La gente dice: "Man mano che si avvicina, risponderà". In primo luogo, la Federazione Russa annette la Crimea, organizza separatisti nel Donbass e rifiuta effettivamente parte dei territori delle regioni di Donetsk e Luhansk, e dopo che i russi sperano di ottenere un'Ucraina amica? richiesta Tali azioni non saranno dimenticate nemmeno tra cento anni, c'è e non sarà mai un'Ucraina amichevole ...
      1. kapitan92 Офлайн kapitan92
        kapitan92 (Vyacheslav) Aprile 21 2021 23: 32
        +3
        Citazione: Bindyuzhnik
        La gente dice: "Man mano che arriva, risponderà.

        Citazione: Bindyuzhnik
        Tali azioni non saranno dimenticate nemmeno tra cento anni, c'è e non sarà mai un'Ucraina amichevole ...

        Felice tu, istruttore di educazione fisica ebreo di razza di Odessa. risata
        Lascia che la periferia sia neutra, andrà bene a tutti.
        Perché cento anni? Tuo fratello è stato distrutto in Ucraina, Polonia durante la seconda guerra mondiale, te ne sei dimenticato !!! E 80 non sono passati.

        Israele è indignato per l'eroizzazione di Stepan Bandera e ricorda la partecipazione di Bandera all'Olocausto. Hanno sparato a "ebrei" a Babi Yar, ucciso bambini ebrei a Bila Cerkva. Nella sola Ucraina occidentale, i nazionalisti hanno ucciso circa 28mila ebrei.

        Qui Israele è oltraggiato! Che razza di razza sei e persino ebreo? risata
        1. Raccoglitore Офлайн Raccoglitore
          Raccoglitore (Myron) Aprile 22 2021 10: 35
          -3
          Citazione: kapitan92
          Tuo fratello è stato distrutto in Ucraina, Polonia durante la seconda guerra mondiale, te ne sei dimenticato !!!

          Nostro fratello è stato anche distrutto dai Vlasoviti russi e dai cosacchi russi delle unità delle SS cosacche e dai russi della Repubblica di Lokot, ma per qualche motivo non ne scrivi. E ricordiamo ...
  7. Marzhetsky Офлайн Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) Aprile 22 2021 09: 33
    +2
    Citazione: kapitan92
    Qui Israele è oltraggiato! Che razza di razza sei e persino ebreo?

    Questo è un normale opportunista ipocrita