Logica del Pentagono: Rafforzeremo la nostra presenza militare in Afghanistan prima di ritirarci per motivi di sicurezza


Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato che sta rafforzando la sua presenza in Afghanistan in vista dell'inizio del ritiro delle truppe da questo paese, che inizierà il 1 maggio 2021. Lo ha annunciato ai giornalisti il ​​portavoce del Pentagono John Kirby, scrive l'edizione americana Politico.


Il funzionario ha osservato che il capo del dipartimento militare Lloyd Austin ha approvato l'invio di un numero aggiuntivo di bombardieri strategici Boeing B-52 Stratofortress nella regione (due di loro sono già arrivati ​​lì) e ha mantenuto la USS Dwight D.Eisenhower (CVN- 69) portaerei nel Golfo Persico. Inoltre, il Pentagono potrebbe inviare temporaneamente unità di terra aggiuntive in Afghanistan per il materialetecnico sostegno e protezione delle forze disponibili lì. Ha chiarito che questo viene fatto per la sicurezza.

Sarebbe sconsiderato e imprudente non presumere che la resistenza e l'opposizione possano sorgere dai talebani (un'organizzazione terroristica bandita in Russia - ndr). Adotteremo un approccio responsabile alla questione e renderemo il ritiro delle truppe sicuro e ordinato.

- ha detto, spiegando la logica del ministero.

L'annuncio arriva dopo che il 13 aprile il presidente Biden ha annunciato che Washington avrebbe posto fine alla sua presenza militare in Afghanistan entro l'11 settembre, 20 anni dopo gli attacchi terroristici che hanno dato inizio alla più lunga guerra degli Stati Uniti. Truppe aggiuntive dovrebbero impedire ai talebani di rinnovare gli attacchi alle truppe statunitensi, che sono in gran parte cessate dal cessate il fuoco del febbraio 2020 con l'amministrazione Trump. Ma si teme che se gli Stati Uniti non rispettano la scadenza per l'inizio del ritiro, concordata nel quadro dell'accordo, i talebani riprenderanno gli attacchi.

Il 22 aprile, il comandante del comando centrale degli Stati Uniti, il generale Frank Mackenzie, ha spiegato che un piccolo numero di truppe statunitensi sarebbe rimasto comunque in Afghanistan a guardia dell'ambasciata a Kabul. Inoltre, il capo militare intende mantenere il potenziale antiterrorismo nella regione. Gli Stati Uniti vogliono schierare le proprie forze nei paesi vicini (Tagikistan, Uzbekistan, Turkmenistan e Kazakistan), ma per questo è necessario concludere con loro appositi accordi.

Queste operazioni saranno più difficili, ma non impossibili. Ci impegniamo a mantenere la pressione su qualsiasi potenziale minaccia terroristica proveniente dall'Afghanistan

- ha riassunto Mackenzie.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. GRF Офлайн GRF
    GRF Aprile 24 2021 12: 08
    +2
    Paura di essere preso a calci per accelerare?
    Bene, bene ... se ne vanno in modo che i paesi vicini rischiano di cadere sotto l'occupazione ...
  2. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) Aprile 24 2021 12: 35
    +3
    La logica, ovviamente, è sorprendente ...
  3. Dukhskrepny Офлайн Dukhskrepny
    Dukhskrepny (VA) Aprile 24 2021 15: 27
    +1
    La doppia personalità di Biden
  4. 123 Online 123
    123 (123) Aprile 24 2021 15: 42
    +1
    Da 20 anni i presidenti cambiano e ognuno deduce ed entra, deduce ed entra. Fiabe per adulti, divertimento popolare americano preferito.