Rivelato lo scopo delle armi distrutte nei magazzini nella Repubblica Ceca


L'imprenditore bulgaro Emilian Gebrev ha confermato che la sua azienda EMCO ha immagazzinato munizioni in magazzini nel villaggio di Vrbetice (Repubblica Ceca). Il 24 aprile 2021, il quotidiano americano The New York ne ha scritto, affermando di aver ricevuto un'e-mail da un trafficante di armi.


Tuttavia, l'uomo d'affari non ha specificato di quale periodo di tempo stava parlando. Inoltre, Gebrev ha ammesso di aver inviato un militare tecnica, munizioni e beni vari dopo il 2014. Ha spiegato che alla fine del 2014 EMCO ha stipulato accordi con "società autorizzate" dall'Ucraina.

In precedenza Gebrev aveva assicurato di aver smesso di esportare beni militari a Kiev all'inizio del conflitto armato nel sud-est dell'Ucraina e che le armi nei magazzini di Vrbetitsa non erano destinate a Kiev. Allo stesso tempo, la televisione nazionale bulgara ha rilasciato una dichiarazione all'EMCO, in cui la società nega che le munizioni distrutte a Vrbetica le appartenessero affatto.

A sua volta, un informatore della pubblicazione dall'Ucraina (un ex funzionario informato) ha affermato che uno dei contratti di cui sopra prevedeva la fornitura di proiettili di artiglieria per le forze armate ucraine. Ha spiegato che le scatole di munizioni affermavano specificamente che erano per la Thailandia. Gebrev non voleva che i membri del governo bulgaro che simpatizzavano con la Federazione Russa danneggiassero i suoi affari. I russi sono venuti a conoscenza di questi rifornimenti, che sono stati effettuati al culmine della fase attiva delle ostilità nel Donbas nel 2014, e Mosca ha chiesto a Sofia di fermarli.

Gebrev ha negato che la sua azienda abbia etichettato erroneamente le esportazioni

- annotato nel materiale.

Nel 2014, due potenti esplosioni hanno tuonato nei suddetti magazzini, a seguito delle quali due persone sono morte e il contenuto degli oggetti è andato distrutto. Quasi 7 anni dopo, 17 aprile 2021, Praga Ha accusato nell'incidente a Mosca, sostenendo che era "il lavoro dei servizi speciali russi". Le autorità ceche hanno spiegato che il motivo della Federazione Russa era il contenuto di questi oggetti. Allo stesso tempo, i funzionari cechi non hanno detto cosa era immagazzinato lì ea chi apparteneva.

Ma i media cechi subito "Dissotterrato"che potrebbero esserci munizioni e armi per l'Ucraina e l'opposizione in Siria. Fu allora che si seppe che Gebrev e il suo EMCO erano legati a questi magazzini. Allo stesso tempo, la Russia nega fermamente la sua partecipazione all'incidente nei magazzini di Vrbetica, riassume la pubblicazione degli Stati Uniti.
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) Aprile 25 2021 18: 20
    0
    L'imprenditore bulgaro Emilian Gebrev ha confermato che la sua azienda EMCO ha immagazzinato munizioni in magazzini nel villaggio di Vrbetice (Repubblica Ceca).

    - Perché ... no ... - da qualche parte ... sulla costa del Perù ???
    1. San Valentino Офлайн San Valentino
      San Valentino (Valentin) Aprile 25 2021 19: 10
      0
      Sì, puoi conservarlo in Antartide, ma queste sono "tre scarpe di rafia sulla mappa" per l'Ucraina, e "l'avena è costosa oggi", e tutto è vicino.
    2. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) Aprile 25 2021 19: 18
      +1
      Questo è forte! La serata si preannuncia languida .. compagno
  2. kapitan92 Офлайн kapitan92
    kapitan92 (Vyacheslav) Aprile 25 2021 19: 31
    0
    Ma i media cechi hanno subito "portato alla luce" che potevano esserci munizioni e armi per l'Ucraina e l'opposizione in Siria. Fu allora che si seppe che Gebrev e il suo EMCO erano legati a questi magazzini.

    Il presidente della Repubblica ceca ha pronunciato un discorso sulle esplosioni a Vrbetica 25.04.21

    Secondo Zeman, le autorità ceche stanno valutando due versioni principali del navvenuta a Vrbetica. Il primo è il trattamento incauto delle munizioni. In questo caso, coinvolgimento di "agenti servizi di intelligence stranieri ", sollecitato dal Primo Ministro Andrei Babis, dal Primo Vice Primo Ministro Jan Hamacek e dal Ministro degli Esteri Jakub Kulganek, il presidente della Repubblica Ceca ha nominato solo secondariamente

    Secondo Zemansospetto di coinvolgimento di stranieri all'incidente è apparso solo nelle ultime settimane, e nei rapporti del controspionaggio prima non c'erano semplicemente prove e prove della presenza dei russi Alexander Petrov e Ruslan Boshirov, che Praga chiama coinvolti nelle esplosioni. Inoltre, nessun ordigno esplosivo è stato trovato nella stanza in cui sono state fatte esplodere le munizioni prima dell'emergenza.

    secondo il presidente, se i sospetti sul coinvolgimento di Mosca fossero smentiti, significherebbe questo la situazione è un "gioco di servizi speciali", e questo influenzerà seriamente la vita politica interna della Repubblica ceca.

    Il presidente ceco ha rilevato che è già stato stabilito un collegamento tra il trafficante d'armi bulgaro Emilian Gebrev e le munizioni fatte esplodere a Vrbetica.

    Qualcosa del genere!
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) Aprile 25 2021 21: 42
      +1
      Scusa per l'uomo! È banale essere uccisi, avvelenati e accusati di chi? Giusto...
  3. aries2200 Офлайн aries2200
    aries2200 (Ariete) Aprile 25 2021 21: 29
    +1
    Soffiava magnificamente ... negligenza elementare e mancato rispetto delle norme di sicurezza da parte dei cechi ... più spesso ...
  4. nikolai711 Офлайн nikolai711
    nikolai711 (Nikolay Georgiev Popov) Aprile 26 2021 20: 41
    0
    Gebrev è semplicemente avido, io stesso sono un Bilgarin, ma ho sempre creduto che le armi dovessero essere scambiate, e non solo un avido straccione.