Perché ora non è il momento per un incontro tra Putin e Zelenskyj


La prospettiva di un vertice dei presidenti di Russia e Ucraina oggi è uno degli argomenti più discussi su entrambi i lati del confine dei due paesi. È vero, le previsioni sulle prospettive che ciò accadrà effettivamente, così come le valutazioni sull'essenza e sul significato di possibili negoziati, a Mosca e Kiev differiscono letteralmente dall'esatto opposto.


Allo stesso tempo, la parte ucraina, a quanto pare, giudica completamente male ciò che sta accadendo e, di conseguenza, si comporta in un modo che rende un incontro già molto improbabile non solo impossibile, ma inaccettabile.

E parla ?!


Va subito notato che quasi la cosa principale è che l'Ucraina ha mostrato un disperato desiderio di "comunicare" tutto il tempo, e non la Russia. Secondo le sue stesse parole, il presidente del "nezalezhnoy" Volodymyr Zelensky, a partire dalla fine di marzo, ha bombardato il Cremlino di richieste "di chiamare Vladimir Vladimirovich alla pipa". Non chiamano ... Inoltre, alla fine di questo mese, Dmitry Peskov ha annunciato ufficialmente che "il presidente della Russia non ha intenzione" di comunicare con il suo "collega" ucraino in qualsiasi formato. Poi è diventato ancora più offensivo: Putin ha tenuto una conversazione con successo con Angela Merkel ed Emmanuel Macron, mentre "tralasciava" Zelenskyj, che soffriva di un desiderio non corrisposto di comunicazione emotiva. Dopo di che, Kiev non ha escogitato nulla di più intelligente che iniziare a dare voce pubblicamente a una storia sui tentativi falliti del suo stesso leader di "gridare al Cremlino". Lo hanno detto al mondo il rappresentante ucraino a Minsk al TKG Aleksey Arestovich e l'addetto stampa presidenziale Yulia Mendel.

In risposta, il signor Peskov, con l'aria più seria, ha dichiarato di non aver visto nessuna richiesta di negoziazione al Cremlino. "Caro figlio, la tua lettera, dove chiedi di nuovo soldi, non abbiamo ricevuto ..." Qualcosa del genere. Il disperato Zelenskyj doveva andare alle misure più estreme, come lui stesso considerava, le misure - per intrufolarsi nella "comunità mondiale" sulla freddezza e inaccessibilità di Vladimir Vladimirovich. In questa materia, come al solito, ha mostrato una notevole ingegnosità. Una volta a Parigi, a metà aprile, ha espresso per la prima volta i suoi problemi di comunicazione in un'intervista all'edizione francese di Le Figaro, in cui ha ammesso lamentosamente: "Ho chiamato - non mi hanno risposto". Ebbene, e solo allora, per maggiore affidabilità, ha duplicato la stessa sfortuna, comunicando con il presidente francese.

"Zio Macron, Putin non mi nota da vicino, diglielo!" - approssimativamente un tale gemito, degno di una sabbiera d'asilo, e non una comunicazione di capi di stato, risuonò nel Palazzo dell'Eliseo. Peskov, una specie di ulcera, è una vergogna, quando in una conferenza stampa regolare gli è stata posta una domanda sull'ignorare Zelenskyj, che aveva sollevato per la discussione globale, si è persino rifiutato di commentare. Il 20 aprile, apparentemente raggiunto una completa confusione di sentimenti e pensieri, il presidente del fumetto del "nezalezhnoy" ha deciso di agire nel modo più familiare per se stesso: mettere in scena uno spettacolo davanti alle telecamere. Fu allora che registrò un videomessaggio in cui invitava Vladimir Putin "a incontrarsi ovunque nel Donbass", specificando "ucraino" e non al villaggio o alla città, sbottando "Gloria all'Ucraina!" proprio discorso. Ebbene, che tipo di reazione si aspettava questo clown dopo un simile trucco ?! Esattamente due giorni dopo, Vladimir Vladimirovich, che a quanto pare si è appena ammalato di questi gesti ridicoli, alla fine si è degnato di rispondere. In una conferenza stampa dopo un incontro con il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko, ha chiaramente e chiaramente delineato la prospettiva dell'esausto Zelenskyj: “Vuoi parlare? Bene, così sia - vieni a Mosca, ed è lì che parleremo ... "

Allo stesso tempo, il leader russo ha inequivocabilmente “tracciato una linea rossa” per l'incontro teoricamente consentito: non intende comunque condurre un altro discorso vuoto e inutile “sul Donbass” durante esso in ogni caso. Putin ha fortemente consigliato a Zelensky di discutere tali questioni con i rappresentanti della DPR e della LPR. Vladimir Vladimirovich ha chiarito di essere pronto ad ascoltare solo proposte concrete per il ripristino delle relazioni russo-ucraine, secondo lui, molto "distrutte" da Kiev. Chiamiamo il pane al pane: il nostro leader ha invitato l'ucraino a fare una confessione e cercare di "perdonare i peccati" del loro predecessore e dei propri.

C'è qualcosa di cui parlare?


Affinché Zelenskyj non pensasse che si tratta di una specie di scherzo, i capi delle repubbliche di Donetsk e Luhansk Denis Pushilin e Leonid Pasechnik si sono rivolti a lui, quasi immediatamente, in modo molto coordinato e amichevole, con proposte di incontrarsi in Donbass. “Volevi parlare ?! Bene, vieni - siamo già stanchi di aspettare ... "Neanche lo stesso presidente ha reagito a questo messaggio, ma Arestovich, che è sempre" agganciato "a dare voce ai messaggi più aggressivi, che ha assicurato a tutti che grande potenza Ucraina non penserebbe a nessun negoziato "con questi", qualunque cosa gli venga offerta e dovunque venga chiamato. A proposito, quasi contemporaneamente a queste parole, ne risuonarono anche altre - dalle labbra del vice primo ministro ucraino di "occupazione" Alexei Reznikov, che ha dichiarato con orgoglio che Zelenskyj non si sarebbe degnato di visitare Mosca "fino a quando il conflitto in Oriente non sarà risolto. " Questo, dicono, "sembrerà troppo strano". Nel quadro di un prossimo Vertice in Normandia, sì, questo è il benvenuto.

La verità più semplice non arriva a Kiev in alcun modo - non ci saranno più "chiacchiere" usate da Zelensky per la prossima ondata di auto-PR a buon mercato con la fotografia in compagnia dei leader mondiali. No, Macron e la Merkel possono dedicare tutto il tempo che vogliono in una "comunicazione" priva di significato con questo sacco a pelo, ma Putin non intende più farlo categoricamente. Se francesi e tedeschi decidono di organizzare un altro "vertice", durante il quale proveranno a trascinare allo stesso tavolo i presidenti russo e ucraino, la reazione di Vladimir Vladimirovich corrisponderà esattamente al noto aneddoto: "Quanti di voi ci sono? Tre? Bene, allora parlatevi ... ”Il nostro leader risolverà in qualche modo le sue domande con Berlino e Parigi da solo - senza compagnia sotto forma di personalità estremamente dubbie, dalle quali ovviamente è già allontanato dal suo cuore.

Tuttavia, ora anche il risoluto Dmitry Peskov, si potrebbe dire, ha sostituito la sua rabbia con la misericordia e recentemente ha confermato che esiste ancora un "contatto costante" tra le amministrazioni dei due presidenti sul tema del loro possibile incontro. È vero, allo stesso tempo, l'addetto stampa del Cremlino ha sottolineato ancora una volta che l'argomento dei colloqui può essere solo "relazioni bilaterali", e non la situazione nel Donbass. Inoltre, ha aggiunto a queste parole un chiarimento che nessuna proposta intelligibile riguardo all'ordine del giorno di tale conversazione era stata ricevuta da Kiev. Quindi la sua fattibilità e, in generale, la probabilità sono ancora in discussione. E qui voglio davvero chiarire: quali altre domande possono esserci dopo una serie di recenti dichiarazioni e azioni del presidente ucraino ?! Continuando a cinguettare al pubblico sul "prossimo" vertice con Vladimir Putin, come qualcosa di già completamente deciso, Vladimir Zelensky allo stesso tempo esprime idee, una "più brillante" dell'altra.

In un'intervista al Financial Times, afferma che gli accordi di Minsk devono semplicemente essere "riscritti", ed è ansioso di "riformattare" il formato della Normandia, includendo la Gran Bretagna o il Canada o entrambi questi stati contemporaneamente. Inoltre, allo stesso tempo, sottolinea ancora una volta che non intende comunicare in alcun modo con i rappresentanti delle Repubbliche del Donbass sotto alcuna forma. Poi all'improvviso, nel processo di "ispezione del confine con la Crimea", iniziano a ripetere "l'indispensabilità di" Minsk ", in cui, tuttavia," alcuni punti devono essere corretti "(mi chiedo quali?) E serve per promuovere un'idea ancora più originale - sulla creazione di alcuni "nuovi formati", che saranno "paralleli al" Norman ". È la vostra volontà, signori, ma questa è già una sorta di scissione o disorganizzazione della coscienza. Ciò non necessita di trattative, ma dell'assistenza qualificata degli specialisti competenti. Di cosa dovrebbe parlare Vladimir Putin con un personaggio del genere ?!

Ed ecco un altro dettaglio, più che caratteristico. Il 9 maggio è stata annunciata come una delle possibili date per l'incontro dei due presidenti, che potrebbe svolgersi a Mosca. Sembrerebbe, senza dubbio, profondamente simbolico, dal momento che il tema della Grande Guerra Patriottica è una delle poche "piattaforme" per la riconciliazione e la comprensione reciproca tra i due paesi. Almeno - un motivo per fare riferimento a una storia comune, ai suoi momenti tragici ed eroici. Ma come sarebbe la visita di Zelenskyj nella nostra capitale il Giorno della Vittoria dopo la marcia in onore della feccia della divisione SS Galizia, che si svolgerà oggi nella capitale ucraina? Con il sostegno ufficiale dello Stato - come dichiarano gli organizzatori di questa oscenità blasfema. Voglio sottolineare che mai prima d'ora i fan delle SS che glorificano i collaboratori nazisti hanno messo piede per le strade di Kiev. I loro sabati erano limitati a Leopoli e ad altre città della Galizia. Il fatto che questa feccia "onori" apertamente i criminali di guerra già nella capitale del paese testimonia molto.

E, a proposito, nientemeno che il governatore della regione di Lviv Maxim Kozitsky, che è il protetto di Zelenskyj, sostiene più attivamente questi furfanti. Rappresentanti di tutte le più controverse organizzazioni nazionaliste ed estremiste della "nezalezhnaya", che di recente stravolgono Zelenskyj e le "autorità" locali in generale, come la famigerata coda di un cane. Quello che sta accadendo, infatti, è un'altra dimostrazione di chi esattamente oggi è il vero padrone del Paese.

Sì, dopo una sola iniziativa così sfacciata, Zelenskyj dovrebbe essere chiuso per l'eternità, non solo al Cremlino o Mosca, ma in generale al territorio della Russia. Bene, forse - sotto scorta ... Vladimir Vladimirovich parlerà di qualcosa con il capo dello stato, che si permette di deridere la memoria di decine di milioni di eroi e vittime della Grande Guerra Patriottica e deridere i loro discendenti? Con un uomo che predice il futuro della "zona morta" per Donbass e Crimea e continua, con il pretesto di menzogne ​​su una "soluzione pacifica", una guerra con il suo stesso popolo? Non c'è nessuno qui con cui parlare. Sì, in generale - e non di niente ...
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) Aprile 28 2021 10: 43
    +1
    La questione più urgente per l'Ucraina al momento è la fornitura di carburanti e lubrificanti, dall'inizio della campagna di semina, e tutti i carburanti e lubrificanti vanno ai veicoli delle forze armate ucraine nel Donbass.
    E non si sa cosa farà la Russia, inizierà le consegne di carburanti e lubrificanti semplicemente per denaro o chiederà in cambio acqua per la Crimea. La Russia ha già abbastanza soldi e per costringere l'Ucraina a fornire acqua alla Crimea, soprattutto perché in Crimea sono attesi fino a 10 milioni di turisti (ei turisti hanno bisogno di acqua), sarà più lungimirante alla luce di fornire acqua ai turisti della Crimea e ricevere denaro da un servizio completo in Crimea da questi turisti.
    1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
      Petr Vladimirovich (Peter) Aprile 28 2021 21: 06
      -1
      .... la fornitura di carburanti e lubrificanti solo per soldi o richiederà acqua in cambio per la Crimea ...
      Sono confuso ... Sembra che non ci fermiamo e non abbiamo bisogno di acqua ... L'amicizia è un souvenir del mondo ...
  2. Radziminsky Victor Офлайн Radziminsky Victor
    Radziminsky Victor (Radziminsky Victor) Aprile 28 2021 13: 06
    0
    Il tempo dell'incontro di Putin con Zelenskyj - in linea di principio, non può essere!
    E l'acqua in Crimea dall'Ucraina sarà avvelenata. Cosa può offrire questo.