"Rocket May Day": come è atterrata la nostra difesa aerea americana "invulnerabile"


Il 1 maggio, come tutti sanno, è la Giornata della Solidarietà Internazionale dei Lavoratori. Tuttavia, 61 anni fa, questa data divenne una vacanza di un tipo completamente diverso per l'Unione Sovietica. Il 1 maggio 1960, un altro mito sulla superiorità tecnica degli Stati Uniti sull'URSS nella sfera militare fu distrutto: un aereo spia americano Lockheed U-2 fu abbattuto sugli Urali da un sistema di difesa aerea sovietico, fino a quel momento. era considerato assolutamente invulnerabile ai nostri sistemi di difesa aerea.


Oggi, nel momento del prossimo estremo aggravamento delle relazioni USA-Russia, sarà molto appropriato e in tempo per ricordare quell'episodio - con tutti i suoi dettagli eroici e tragici.

"Numerologia" nucleare


... Le colonne dei manifestanti del Primo Maggio che passavano davanti al Mausoleo di Lenin erano piene di bandiere e striscioni, molti dei quali illustravano le nuove imprese e le conquiste del lavoro del popolo sovietico. Tuttavia, in quel momento, il capo dell'URSS, che si stava spostando da un piede all'altro sulla piattaforma principale, non era all'altezza dei rapporti sul numero di nuovi ettari seminati, tonnellate di carbone estratto e metallo fuso. Si aspettava un rapporto completamente diverso. E solo quando il maresciallo Sergei Biryuzov, comandante in capo delle forze di difesa aerea dell'URSS, volò rapidamente al Mausoleo, non per grado, e iniziò a sussurrare qualcosa di animato all'orecchio di Nikita Krusciov, che sorrise a squarciagola e, sfilandosi il cappello, si asciugò la testa calva sudata. Bene, questo è tutto - ora questi americani sono con lui! Già mostrerà loro la madre di Kuzkin ... Una storia iniziata, i principali eventi in cui caddero il 1 maggio 1960, poco dopo la morte di Stalin, a metà degli anni '50.

Fu allora che gli Stati Uniti proposero per la prima volta il concetto di "cieli aperti" - voli di mutua familiarizzazione sui territori che erano in confronto tra l'Organizzazione del Patto di Varsavia guidata dall'URSS e i paesi della NATO. Nel loro processo, ciascuna parte potrebbe assicurarsi che il nemico più probabile non stia facendo preparativi militari febbrili che indicano un attacco imminente. Krusciov, che non era uno stratega, ma allo stesso tempo era un genio di bugie e intrighi, rifiutò questa opzione fuori dagli schemi. Questo ha messo a dura prova gli americani. Riguardava il bombardiere strategico 1954M (o M2 secondo il codice dell'ufficio di progettazione) che apparve in servizio con l'URSS nel 4. Secondo l'intelligence statunitense, queste macchine, perfettamente in grado di infliggere un attacco nucleare al territorio americano, erano una forma di diavoleria.

Voglio ricordarti che c'erano periodi apparentemente irrealistici nel cortile in cui i satelliti spia erano fantascienza, e per ottenere informazioni, i "cavalieri del mantello e del pugnale" dovevano o dirigersi personalmente verso oggetti segreti, o essere contento di quelle briciole che potrebbero essere ottenute di pubblico dominio ... Nel caso di 2M, gli americani erano più preoccupati per il loro numero. Il conteggio è stato effettuato in base ai numeri laterali delle auto, che potevano essere fotografati da qualche parte al di fuori dei loro aeroporti. E qui è iniziato l'incomprensibile e lo spaventoso. In un primo momento, secondo la numerazione, c'erano venti "strateghi". In un solo anno, il loro numero ha raggiunto i cinquanta. Tuttavia, un anno dopo, gli scout iniziarono a registrare aeroplani con ... numeri a tre cifre. Secondo loro, si è scoperto che l'Unione Sovietica aveva già costruito duecento e mezzo di queste macchine. E questo potrebbe significare solo una cosa: i russi si stanno preparando a bombardare gli Stati Uniti in mille pezzi. Oppure - bluffano, semplicemente schiaffeggiando più numeri sui propri bombardieri per spaventare gli americani. Andando avanti a me stesso, dirò che è esattamente così. In effetti, c'erano solo 2 32M seriali costruiti. Krusciov, riducendo l'esercito e non volendo spendere "soldi extra" su di esso, ha semplicemente cercato di "guidare per il naso" degli americani, ritenendoli sciocchi e contemporaneamente parlando di "disarmo".

Tuttavia, a quel tempo non c'erano sciocchi alla Casa Bianca, al Pentagono e alla CIA. Hanno deciso di ricontrollare i dati spaventosi nell'unico modo possibile, con l'aiuto della ricognizione aerea. Tuttavia, ciò richiedeva, prima di tutto, la creazione di un aereo che potesse condurlo, rimanendo fuori dalla portata dei sistemi di difesa aerea sovietici. Tutto è iniziato con la sua creazione, che è stata eseguita al ritmo più veloce possibile.

Il pilota vola alto ...


Una macchina del genere, in grado infatti di volare a un'altitudine di 21mila metri, è stata sviluppata davvero a tempo di record sotto la guida di uno dei migliori progettisti di aerei statunitensi, Kelly Johnson, Lockheed U-2. La velocità della sua creazione è stata pagata al prezzo più alto: tre piloti sono morti durante i voli di prova. L'U-2 anche prima della sua "nascita" ufficiale iniziò a guadagnare la fama di macchina "sfortunata". Tuttavia, già nel 1956, fece i primi voli e fu presto adottato dall'aeronautica americana. E, a proposito, rimane "in servizio" fino ad oggi. A quel tempo, questo velivolo possedeva incredibili capacità di spionaggio: una fotocamera unica, che conteneva quasi 2 chilometri di pellicola, consentiva di scattare foto da un'altezza di 20 chilometri, in cui oggetti di dimensioni inferiori a un metro erano perfettamente distinguibili.

Per convincere l'allora presidente degli Stati Uniti Dwight D.Eisenhower, inizialmente scettico sul progetto, l'U-2 sorvolò il suo ranch e sul tavolo del capo della Casa Bianca furono posate delle fotografie, in cui poteva contare tutte le mucche al pascolo. lì ... L'argomento principale a favore dell'inizio di una serie di voli di spionaggio era la convinzione dei progettisti di aerei che i russi non fossero qualcosa che "non lo raggiungerà" (il raggio massimo di distruzione dei nostri missili di difesa aerea era allora davvero 20 chilometri, e il "soffitto" dei combattenti era ancora più basso), ma non lo vedevano nemmeno sui loro schermi radar "scarpe di Bast". Non avrebbero dovuto pensarlo. In pratica, i primissimi voli di spionaggio sul territorio dell'URSS furono registrati dai radar della difesa aerea. Un'altra domanda è che non era davvero possibile raggiungere gli avvoltoi che si divertivano liberamente nel cielo sovietico.

Tuttavia, già nel 1956, l'Unione Sovietica, in una nota ufficiale indirizzata a Washington, chiedeva la fine della "illegalità" aerea. Ha funzionato, ma non per molto: i voli sono ripresi all'inizio del prossimo anno. Il Pentagono, la CIA e la Casa Bianca non hanno potuto resistere in alcun modo a una tentazione colossale - dopotutto, ogni invasione del nostro spazio aereo è durata da 2 a 4 ore e ha portato solo una colossale quantità di dati di intelligence sullo stato più segreto e, soprattutto, strutture militari. Il Cremlino era pieno di rabbia, ma non potevano fare nulla - fino a un certo momento. "Grazie" per questo valeva il più "caro Nikita Sergeevich", nel 1953, ha organizzato un vero e proprio pogrom nell'ufficio di progettazione, impegnato nello sviluppo del missile attrezzatura per la difesa aerea sovietica.

Il punto era che, su istruzioni personali di Stalin, che attribuiva grande importanza a questa direzione, Lavrenty Beria lo supervisionava personalmente. E una delle posizioni di primo piano nell'ufficio di progettazione, che ha sviluppato il Berkut, che proteggeva Mosca dagli attacchi aerei, è stata meritatamente (secondo le recensioni di numerosi scienziati e "tecnici") occupata da suo figlio Sergo. Dopo la morte di Stalin, Lavrenty Beria fu ucciso dagli scagnozzi di Krusciov e Sergo fu espulso sia dalla professione che da Mosca. Se non fosse stato per questo, forse il primo sistema di difesa aerea mobile S-75 "Dvina" sarebbe stato adottato non nel 1957, ma prima. Tuttavia, nel 1960, questi complessi, che erano già in grado di "competere" con l'U-2, erano in allerta. Gli americani sono rimasti delusi, come al solito, dalla loro testardaggine e fiducia in se stessi. Più di due dozzine di incursioni di spie riuscite li hanno convinti che anche questa volta andrà tutto bene. Ma non lo ha fatto ...

Bersaglio colpito!


Salendo nei nostri cieli il 1 ° maggio, e anche alla vigilia dell'imminente incontro del presidente Eisenhower e di altri leader europei con Nikita Khrushchev a Parigi, al quale si erano recati per cinque lunghi anni e che avrebbe dovuto segnare l'inizio del l '"allentamento della tensione" tra Oriente e Occidente, non era solo super arroganza, ma anche vera e propria stupidità dal punto di vista geopolitico. Secondo alcuni rapporti, Eisenhower ha persino esitato prima di dargli il permesso. Ma l'ha fatto. Alle 5.35 ora di Mosca, un U-2 senza contrassegni sotto il controllo di Harry Francis Powers che decollò dalla base aerea di Peshawar finì comunque in territorio sovietico. Successivamente, dopo aver volato per quasi metà dell'Unione Sovietica, avrebbe dovuto atterrare in Norvegia, ma non è cresciuto insieme. Abbiamo individuato quasi subito un ospite indesiderato, ma cosa si poteva fare con lui ?!


La disperazione del comando sovietico raggiunse il punto che erano pronti a sollevare in aria l'unico veicolo in grado di competere con l'U-2: il caccia SU-9 distillato dal produttore. Il problema era che non aveva armi a bordo e il pilota non aveva nemmeno una tuta speciale per i voli ad altitudini ultra elevate. In effetti, gli era rimasta solo una cosa - andare dal montone con la garanzia al 2% della propria morte - salvarsi "nudo" da una tale altezza sarebbe stato un suicidio. Tuttavia, il pilota Igor Mentyukov ha riferito della sua disponibilità a completare il compito assegnato. Fortunatamente, non si è arrivati ​​a questo: l'ariete non è riuscito e il combattente ha finito il carburante e ha dovuto sedersi. Le controversie su ciò che ha ucciso quello sfortunato U-8.35 - se la sottovalutazione dei nostri sistemi di difesa aerea, o il calo all'altezza che lo ha reso accessibile, continua ancora oggi. Tuttavia, questi sono tutti dettagli. La cosa principale è che il volo spia delle XNUMX si è concluso nel modo più deplorevole.

L'americano fece sparare il primo missile dalla divisione C-75, comandata dal maggiore Mikhail Voronov, riducendo in mille pezzi gli alettoni di coda e danneggiando il motore. Purtroppo, i combattenti della difesa aerea scambiarono la dispersione dei suoi frammenti per lanciare trappole termiche (che l'U-2 semplicemente non aveva) e spararono molti altri missili all'inseguimento. Uno di loro ha colpito il combattente MiG-19 del tenente senior Sergei Safronov, che è stato sollevato in cielo a causa dell'incoerenza nelle azioni di vari tipi di truppe. Sfortunatamente, ci sono state alcune vittime da parte nostra ... Powers si è rivelato piuttosto vivo e vegeto, principalmente a causa della sua stessa subdola e diffidenza nei confronti dei capi della CIA. Dopo aver guardato in qualche modo sotto il sedile della catapulta U-2, il pilota, con sua sorpresa, trovò lì una carica di 20 chilogrammi di esplosivo. Successivamente, gli è stato spiegato che si tratta di un sistema di autodistruzione dell'aereo, che dovrebbe funzionare in un quarto d'ora dopo che ha lasciato accidentalmente l'aereo.

Tuttavia, gli astuti Poteri non presero il rischio e saltarono senza catapulta. È atterrato nella zona del villaggio di Kosulino nella regione di Sverdlovsk, i cui abitanti hanno già iniziato a celebrare il Primo Maggio con forza. I poteri (che avevano l'origine più proletaria e una faccia completamente "ryaziana") avrebbero potuto passare per i suoi, ma si rivolgevano scioccamente ai contadini collettivi in ​​un inglese puro. Beh, lo hanno legato, ovviamente. Durante la ricerca dell'aspirante spia, hanno trovato una pistola, un coltello e non solo fasci gonfi di rubli e dollari, ma anche una bracciata di anelli d'oro e orologi, destinati a corrompere i residenti locali in caso di emergenza. Ma l'ago avvelenato cucito nella tuta di volo per l'autodistruzione è stato prontamente dato dal pilota stesso al primo interrogatorio. Non voleva affatto morire per il "trionfo mondiale della democrazia", ​​e iniziò a dare il massimo, che nemmeno la testimonianza confessionale è molto volentieri e rapida.

Le sue rivelazioni andarono di traverso a Washington, e come. L'astuto Krusciov, nella prima dichiarazione ufficiale sull'U-2 abbattuto, fatta il 6 maggio 1960, non disse una parola che il pilota era vivo, dando agli americani piena opportunità di provare a uscire - cosa che fecero. Cominciarono a "scolpire" storie che l'aereo, a quanto pare, non apparteneva alla CIA, ma alla NASA, era scientifico, meteorologico - e si perse un po '. E i russi assetati di sangue lo presero e lo abbatterono, mostri! La cosa più spiacevole è che anche lo stesso Eisenhower ha espresso questa assurdità. Ed è stato qui che Krusciov, come si suol dire, ha inventato una carta vincente: ha mostrato al mondo intero non solo il relitto dell'aereo raccolto a un dado, ma anche un pilota vivace, che era pieno di un usignolo su tutto il dettagli del suo difficile servizio di spionaggio - fino all'entità dello stipendio che gli era stato assegnato a Langley ... Questo, ovviamente, è stato uno scandalo incantevole ... L'incontro a Parigi si è concluso quasi senza inizio - Krusciov ha chiesto scuse pubbliche al presidente degli Stati Uniti, ed è volato fuori dalla sala come una studentessa offesa come un proiettile. Nessuna "distensione" è avvenuta e il mondo ha continuato tranquillamente la sua "scivolata" verso la crisi dei missili cubani, durante la quale la sconfitta dei nostri S-75 per il successivo U-2 è quasi terminata nella terza guerra mondiale. Tuttavia, questa è una storia completamente diversa.

Harry Francis Powers, che ha ricevuto 10 anni di carcere per spionaggio, ha scontato solo un anno e mezzo ed è stato scambiato con il leggendario ufficiale dell'intelligence sovietica Rudolf Abel. A casa, ha ricevuto un'accoglienza tutt'altro che calorosa: ha ricevuto molti dei più alti riconoscimenti militari statunitensi postumo. A proposito, Powers morì dopo la sua visita infruttuosa in URSS, dopo aver rotto con l'intelligence e l'esercito, nel 1977 a seguito di un incidente in elicottero, che, secondo alcune fonti, portò via i bambini che giocavano a terra. È vero, suo figlio ha sempre creduto che ciò che accadde fosse la vendetta della CIA per gli eventi del 1960 ...
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 1 può 2021 11: 13
    -9
    Se solo gli U2 non fossero diminuiti in modo significativo, non sarebbero stati abbattuti e lì gli americani si sarebbero assicurati in qualche modo ..
    e le perdite dal loro stesso fuoco sono generalmente ... tuttavia, in Siria, tutto si è ripetuto
    1. Petr Vladimirovich (Peter) 1 può 2021 18: 01
      0
      L'U-2 è stato abbattuto da un missile alla massima gittata, mentre successivamente sparava all'aereo: verso le 9:00 il pilota è stato accecato da un forte lampo in coda all'aereo a quota 21 metri

      In Vick così ...
    2. Ulisse Офлайн Ulisse
      Ulisse (Alex) 1 può 2021 19: 07
      +1
      e le perdite dovute al loro stesso fuoco sono generalmente ... comunque

      Powers non era un bastardo.
      Ho capito che durante il tentativo di espulsione, non solo l'aereo sarebbe stato distrutto. sentire
      1. pischak Офлайн pischak
        pischak 7 può 2021 15: 38
        +2
        Per quanto mi ricordo, fin dall'epoca sovietica, secondo lo stesso Powers (che, questo è un "fatto ostinato", non era affatto "bastardo"! strizzò l'occhio ) - lui, essendo un pilota militare esperto (e probabilmente sapeva bene che nella seconda guerra mondiale i bombardieri americani avevano speciali minicariche sovversive sotto la vista di un bombardiere super segreto, una stazione radio e alcune altre "parti segrete" di equipaggiamento che l'equipaggio era stato istruito da avviare in caso di emergenza in uscita dall'aereo o in caso di atterraggio forzato su territorio nemico, a quanto pare, e sui bombardieri strategici americani B-29 che furono costretti ad atterrare sull'Estremo Oriente sovietico "alleato", messo fuori combattimento durante i bombardamenti del Giappone, queste minicariche che gli equipaggi degli aerei non si sono dimenticati di far esplodere subito prima del loro "internamento" al nostro aeroporto, sebbene gli effetti personali, e anche il fotik appeso sullo schienale del sedile del pilota, allo stesso tempo si siano dimenticati ?! ) e ricordando per quale "ufficio tranquillo" lavora, ha privilegiato soprattutto il tecnico aeronautico che si occupa della manutenzione degli strumenti in cabina di pilotaggio, proprio per conoscere meglio i "segnalibri" e le sue possibilità di sopravvivenza "in tal caso" ...
        Il tecnico dell'aereo fu lusingato da un atteggiamento così amichevole nei suoi confronti da parte del pilota d'élite nello stato di un "celeste super-super segreto" e in risposta, "sotto un grande segreto", fece capire al suo amico che quando tentava di espellere , era "garantito" che morisse per l'esplosione di una carica speciale (inizialmente un potente esplosivo nell'aereo spia - in modo che né il pilota né i dispositivi segreti cadessero nelle mani del nemico, queste cariche dovevano esplodere non solo la cabina di pilotaggio e il vano strumenti con l'attrezzatura fotografica al momento del "bailout", ma anche il motore e gli elementi chiave dell '"aliante U-2" "in modo da deframmentare il più possibile l'aereo, per rendere impossibile il suo relitto identificare e "reengineer") sotto il sedile.