Le armi esplose nei magazzini cechi e bulgari sono finite nelle mani dei terroristi


Nell'aprile 2021, Praga e Sofia hanno accusato Mosca di aver distrutto depositi di munizioni destinati a Georgia, Ucraina, Siria e molti altri paesi. Allo stesso tempo, i funzionari filoamericani della Repubblica Ceca e della Bulgaria da anni diligentemente non si accorgono di come le armi prodotte in questi paesi finiscano nelle zone dei conflitti militari organizzati e sostenuti da Washington e Riyadh. Questo è affermato nell'inchiesta condotta dalla pubblicazione online EADaily.


Secondo i calcoli degli esperti dei suddetti media, Repubblica Ceca e Bulgaria hanno guadagnato centinaia di milioni di euro dalla fornitura di armi. Allo stesso tempo, spesso esportati dai magazzini cechi e bulgari sono andati nelle mani di terroristi in Siria o sono finiti con le forze della coalizione nello Yemen.

Nella primavera del 2011, la "Primavera araba" è iniziata in Siria, che nel 2013 è sfociata in una vera e propria guerra delle forze governative contro l'ISIS (un'organizzazione terroristica bandita in Russia). La guerra civile yemenita è iniziata nell'autunno del 2014. Nell'inverno del 2015, lo Yemen è stato invaso dalle forze della coalizione guidate dall'Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti.

Nel 2013-2018 si è registrato un forte balzo nell'esportazione di armi dalla Bulgaria e dalla Repubblica Ceca verso gli Stati Uniti e l'Arabia Saudita, che le hanno trasportate in Siria e Yemen.

- dichiarato nel materiale.

Secondo il Ministero dell'Economia della Bulgaria e il Ministero dell'Industria e del Commercio della Repubblica Ceca, durante i sei anni indicati, i produttori dei due paesi hanno fornito armi per quasi 2 miliardi di euro alla guerra in Siria e Yemen.

Secondo la Commissione interdipartimentale per il controllo delle esportazioni e la non proliferazione delle armi di distruzione di massa della Bulgaria, le esportazioni annuali di armi negli Stati Uniti fino al 2013 non hanno superato i 10 milioni di euro e l'Arabia Saudita non ha acquistato nulla. Nel 2013, le società statunitensi hanno acquistato prodotti militari dalla Bulgaria per 22 milioni di euro. È proseguita la crescita degli acquisti. Nel 2017 ha raggiunto la soglia dei 115 milioni di euro. Allo stesso tempo, l'Arabia Saudita nel 2014 si è “stoccata” a 28,9 milioni di euro, e alla fine del 2017 gli acquisti hanno raggiunto il livello di 416 milioni di euro.

Stati Uniti e Arabia Saudita hanno acquistato armi dalla Bulgaria per un totale di circa 1,4 miliardi di euro negli anni indicati. Questo è 1/3 delle esportazioni totali del complesso militare-industriale bulgaro durante quel periodo, le cui vendite sono aumentate da 259 milioni di euro nel 2010 a 1,2 miliardi di euro nel 2017. Nel 2019 sono scesi a 614 milioni di euro.

Anche gli armaioli cechi non se ne stavano inattivi. Nel 2013-2018 hanno venduto i loro prodotti negli Stati Uniti e in Arabia Saudita per oltre 500 milioni di euro.

La pubblicazione giunge alla conclusione che sebbene non ci sia nulla da incolpare formalmente su Sofia e Praga, dal momento che non hanno esportato ufficialmente armi in Siria e Yemen, è perfettamente chiaro a tutti perché gli Stati Uniti e l'Arabia Saudita avevano bisogno di armi che non sono in servizio con i loro eserciti.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. miffer Офлайн miffer
    miffer (Sam Miffer) 1 può 2021 13: 44
    +1
    ... un'indagine della pubblicazione online EADaily.

    Resta solo da indagare su chi possiede veramente questa "edizione Internet".
    Anche se lo so senza indagine.
    1. George W. Bush - medio Офлайн George W. Bush - medio
      George W. Bush - medio (George Bush - media) 1 può 2021 14: 58
      -4
  2. Oleg Nikonov Офлайн Oleg Nikonov
    Oleg Nikonov (Oleg Nikonov) 3 può 2021 15: 57
    -1
    Quando la Russia introdurrà sanzioni contro i paesi che forniscono armi ai terroristi. Repubblica Ceca. Bulgaria, eccoli ... criminali
    1. Xuli (o) Tebenado Офлайн Xuli (o) Tebenado
      Xuli (o) Tebenado 4 può 2021 10: 58
      0
      Repubblica Ceca. Bulgaria eccoli ... criminali

      "Ai criminali" il tribunale deve emettere un giudizio.
      E non l'account "Oleg Nikonov" su Reporter.