Non c'è tregua: Kirghizistan e Tagikistan stanno mettendo insieme veicoli blindati, intere aree di insediamenti stanno bruciando


La situazione al confine tagico-kirghiso continua ad essere tesa. Purtroppo la situazione non si è ancora stabilizzata. Inoltre, dalle località si ricevono informazioni su decine di morti, centinaia di feriti, migliaia di profughi e decine di migliaia di sfollati. Intere aree di insediamenti stanno bruciando e i baccanali etnici (intercomunali) non si fermano. Inoltre, il Tagikistan e il Kirghizistan continuano a trainare veicoli blindati e personale al confine.


Il giorno della partenza peggioramentoIl 29 aprile 2021, le parti hanno concordato un armistizio e il ritiro di forze e mezzi nei luoghi di dispiegamento permanente. Tuttavia, l'esecuzione non ha funzionato allora. Successivamente è apparso sul Web un video, il cui filmato mostra come i tagiki rapinano e distruggono le case del Kirghizistan in vari modi.




Allo stesso tempo, sui social network sono apparse informazioni sui casi di saccheggi e sulla partecipazione dei militari tagichi alle azioni menzionate. Allo stesso tempo, Dushanbe non commenta questo e le autorità kirghise hanno già annunciato un lutto nazionale per le vittime l'1 e il 2 maggio.

La mattina del 1 ° maggio 2021, il Servizio di frontiera del Comitato statale per la sicurezza nazionale del Kirghizistan ha riferito che i militari tagichi hanno bloccato l'autostrada Osh-Batken-Isfana nelle vicinanze di Tort-Kocho e hanno sparato contro le case del Kirghizistan locale nel villaggio di Arka, regione di Leilek.


Nella seconda metà del 1 ° maggio si sono svolti i negoziati tra il Kirghizistan e il Tagikistan, durante i quali è stato adottato un protocollo in quattro punti. Le parti hanno concordato un cessate il fuoco completo, il ritiro delle truppe e la normalizzazione della situazione. Lo hanno affermato congiuntamente il capo del Comitato statale per la sicurezza nazionale del Tagikistan, Saimumin Yatimov, e il capo del Comitato statale per la sicurezza nazionale del Kirghizistan, Kamchybek Tashiev, sottolineando che "una simile tragedia non dovrebbe mai ripetersi".


Quanto durerà questo accordo e se sarà rispettato diventerà chiaro nei prossimi giorni. Si noti che spesso sorgono conflitti in questa regione, l'ultimo è avvenuto diversi anni fa.
  • Fotografie usate: Ministero della Difesa del Tagikistan
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. San Valentino Офлайн San Valentino
    San Valentino (Valentin) 1 può 2021 19: 53
    +1
    Volevano secedere, come l'Armenia, l'Azerbaigian e l'Ucraina, firmare e ottenerlo, e sorseggiare pieni di cucchiai, e non c'è nient'altro da aspettarsi dai Basmachi.
    1. Rinat Офлайн Rinat
      Rinat (Rinat) 3 può 2021 07: 22
      0
      Sei fondamentalmente sbagliato, a quanto pare l'hai fatto
      informazioni imprecise. Le repubbliche dell'Asia centrale furono infatti costrette ad accettare il crollo del sindacato, e nessuno chiese loro se volessero o meno la secessione dall'URSS.
      1. Herman 4223 Офлайн Herman 4223
        Herman 4223 (Alexander) 4 può 2021 21: 29
        +1
        Il crollo dell'URSS è stato costretto ad accettare tutto. Alla gente non veniva chiesto da nessuna parte. Ed erano obbligati dalla legge.
      2. Alexander Myasnikov Офлайн Alexander Myasnikov
        Alexander Myasnikov (Alexander Myasnikov) 16 può 2021 20: 17
        +1
        Bene, sono anche ninado per noi.
  2. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 1 può 2021 21: 06
    +3
    Tutte le vacanze!
    Nel cortile sotto le finestre Pyaterochka, ragazze del Kirghizistan. Lavoratori dell'edilizia abitativa e dei servizi comunali sotto le finestre dal Tagikistan.
    Che Dio dia loro tutto, tutto !!!
  3. eschimese Офлайн eschimese
    eschimese (Gera) 2 può 2021 12: 34
    0
    La Russia è una potenza nucleare ma lungi dall'essere una potenza mondiale; ha solo un'influenza internazionale limitata
    1. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) 2 può 2021 13: 36
      -1
      eschimese... Se hai bisogno di un pastore, ci penseremo. risata
    2. gorenina91 Офлайн gorenina91
      gorenina91 (Irina) 3 può 2021 11: 31
      -3
      La Russia è una potenza nucleare ma lungi dall'essere una potenza mondiale; ha solo un'influenza internazionale limitata

      - Ah ... - Sì, oggi queste armi nucleari ... - Chi non ha ... - E non servono vettori; per usare quest'arma nucleare da qualche parte lontano da casa ... - Basta anche "sbattere" a casa ... - E questo "rombo" è sufficiente per il mondo intero ... - Tutte queste armi nucleari oggi sono diventate come ... come ... come "soldi della bara" ... - per l'ultima occasione della tua vita ...
      - Per quanto riguarda la "potenza mondiale"; allora ... poi ... poi ... - sì, "il tempo della Russia" è finito da tempo ... - e oggi solo il pigro non "inclina" (con parolacce) la Russia come gli pare. ..; pubblicamente non chiama i suoi nomi "per tutti" ... e sferza la Russia con sanzioni ... - Ed Erdogan ... e per niente ... - apre le porte al Cremlino russo ...
      - E la Russia ha avuto a lungo i suoi "pastori" e "curatori" ... - anche europei, persino americani, persino cinesi ... - E ... - tutto in una volta ...