Ministro degli Esteri ucraino: "Zelenskyj intende parlare con Putin sul tema della disoccupazione della Crimea"


I russofobi di Kiev continuano a discutere attivamente due argomenti contemporaneamente: su un possibile incontro personale dei presidenti di Russia e Ucraina, rispettivamente Vladimir Putin e Vladimir Zelensky, e la "aggressione" in corso di Mosca. Il 1 maggio 2021, in questo campo si è fatto notare il capo del Ministero degli Affari Esteri dell'Ucraina Dmitry Kuleba, che ha rilasciato un "sorprendente" nella sua intervista "etica e diplomatica" a Radio Liberty (riconosciuta nella Federazione Russa come media agente straniero).


Il funzionario ucraino ha detto che "domani i russi possono tornare al confine della nazione", perché Putin sta usando "la strategia di un pazzo". Pertanto, questo deve essere sempre ricordato. Allo stesso tempo, ha affermato che potrebbe avvenire la comunicazione tra i capi dei due stati al livello più alto.

Il presentatore gli ha ricordato che il leader russo, invitando il suo omologo ucraino a Mosca, ha parlato della sua disponibilità a parlare esclusivamente dei problemi bilaterali dei due Paesi, e ha raccomandato a Kiev di risolvere le questioni del Donbass direttamente con Luhansk e Donetsk.

L'aggressione russa contro l'Ucraina è per definizione una relazione bilaterale. Ecco dunque l'arte dell'interpretazione diplomatica, alla quale possiamo ricorrere all'infinito. Ma comprendiamo che lo scopo principale della conversazione tra il presidente Zelensky e il presidente Putin è porre fine alla guerra in Ucraina, de-occupare i nostri territori. Le assicuro, Presidente dell'Ucraina, quando parla di disoccupazione, intende sia Donbass che Crimea.

- ha spiegato Kuleba.

Si noti che il 20 aprile Zelenskyj in un videomessaggio suggerì Putin si incontrerà in Donbass per discutere i problemi esistenti. Su un'iniziativa così chiaramente irrealizzabile, il Presidente della Federazione Russa ответил 22 aprile - è pronto a ricevere un collega dall'Ucraina in Russia in qualsiasi momento conveniente per lui. 26 aprile Zelensky suddettoche il luogo dell'incontro non ha importanza: è pronto per incontrare Putin. Ma il 28 aprile il presidente ucraino Ha chiamato un luogo più conveniente, a suo avviso, per un colloquio con il leader russo è la “Santa Sede”. Tuttavia, il 29 aprile, il Vaticano è stato informato di non sapere nulla dell'incontro tra Zelenskyj e Putin, ma è stato assicurato della loro disponibilità a fornire tutta l'assistenza possibile per organizzare un evento del genere. Tutto ciò indica che Kiev non è ancora pronta per un dialogo costruttivo con Mosca.
  • Foto utilizzate: http://www.kremlin.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
12 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Ivan Nikolsky Офлайн Ivan Nikolsky
    Ivan Nikolsky (Ivan Nikolsky) 2 può 2021 14: 15
    +5
    Niente incontri con scagnozzi fascisti, al contrario, per rompere con loro i rapporti diplomatici ed economici. Per espellere tutti gli ukrozarobitchan nella "piazza" ...
    1. A.Lex Офлайн A.Lex
      A.Lex (Informazioni segrete) 2 può 2021 19: 50
      +3
      Ti darei +, ma ... la gente comune c'entra qualcosa? Non dovresti essere così ... Sopravvivono come meglio possono.
      La minaccia non ti ha messo - ... se quello.
    2. begemot20091 Офлайн begemot20091
      begemot20091 (begemot20091) 3 può 2021 00: 54
      -1
      100%. Lasciateli andare ai polacchi.
    3. cocomeri Офлайн cocomeri
      cocomeri (Ogurtsov) 3 può 2021 11: 30
      +1
      Semplicemente non hai bisogno di espellere. Offri un'alternativa ........ passaporto russo a coloro che consegneranno quello ucraino. Non accetto di inviare. Ad oggi un clown deve lavorare per la sua autorità
  2. Caro esperto di divani. 2 può 2021 14: 26
    +4
    La foto è bella. Su di esso, Macron, per così dire, spinge Zelenskyj da parte in modo che non si confonda sotto i suoi piedi (beh, per essere più vicino a Putin stesso), come: Dai, figlio, fatti da parte, sei giovane, lo farai ancora avere tempo per promuoverti sullo sfondo dello zar!)
    1. Ivan Nikolsky Офлайн Ivan Nikolsky
      Ivan Nikolsky (Ivan Nikolsky) 2 può 2021 14: 44
      -3
      Putin qui non sembrava del tutto in salute, camminava con una specie di gradino di legno, apparentemente gli ha afferrato la schiena, ma ha dovuto sottoporsi ad analgesici ...
  3. yuriy55 Офлайн yuriy55
    yuriy55 (Yuri Vasilievich) 2 può 2021 15: 07
    +2
    Sul tema della disoccupazione della Crimea, è necessario parlare con i residenti della Crimea che l'hanno accettata.
  4. Volder Офлайн Volder
    Volder 2 può 2021 15: 08
    +2
    Shariy sull'incontro di Zelensky e Putin:

  5. Eroi di Shipka Офлайн Eroi di Shipka
    Eroi di Shipka (Sergey) 2 può 2021 15: 35
    +2
    Guardo Ze e capisco che gli ucraini sono persone assolutamente stupide. Quelli che hanno scelto un altro idiota per se stessi.
  6. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 2 può 2021 19: 26
    0
    Di venire con tali intenzioni che la conversazione sarebbe diventata, in linea di principio, impossibile. "Inventori" di scuse, fatti da sé.

    Là, in Ucraina, è un passaggio? Ecco il villaggio. Quel paese, quel loro intero "PRYZYDENT" con un pianoforte

  7. akarfoxhound Офлайн akarfoxhound
    akarfoxhound 2 può 2021 20: 25
    +2
    La Crimea è disoccupata già da 7 anni, il tema dei banderziani è irrilevante bevande
  8. oracul Офлайн oracul
    oracul (leonide) 3 può 2021 07: 28
    +1
    I potenziali detenuti degli ospedali psichiatrici ucraini continuano a essere scortesi con la Russia. Sono felici di interpretare il ruolo dei duri nelle relazioni internazionali, dicendo stupidità dopo stupidità, senza pensare alle conseguenze.