La Bielorussia avrà un proprio terminal nel porto russo


Nell'agosto 2020 si sono tenute le elezioni presidenziali in Bielorussia, in cui Alexander Lukashenko ha ottenuto una vittoria schiacciante. Gli stati baltici non hanno riconosciuto i risultati della campagna presidenziale e il capo della Bielorussia ha minacciato di trasferire il transito dai porti baltici a quelli russi. Sembra che i piani di Lukashenka abbiano iniziato a prendere forma.


Il primo ministro bielorusso Roman Golovchenko ha dichiarato domenica 2 maggio che Minsk sta lavorando all'idea di creare un proprio terminal nei porti russi. Una questione importante, secondo Golovchenko, è il costo della logistica, che non dovrebbe causare danni l'economia RB. In conformità con i piani adottati in precedenza, i partner bielorussi hanno presentato determinati requisiti alla parte russa e la Federazione Russa fornirà i corrispondenti siti possibili per la costruzione dei terminali.

Se ci si addice, allora guardiamo molto positivamente all'opzione di implementare un tale progetto di investimento per creare i nostri terminal portuali nella Federazione Russa.

ha notato il Primo Ministro della Bielorussia in onda sul canale televisivo "Belarus 1".

Golovchenko ritiene che tali hub di merci nei porti russi garantiranno che le merci bielorusse non andranno perse. Sono inoltre in corso discussioni sul carico attualmente in transito nei porti dei paesi baltici (legname, prodotti di ingegneria, fertilizzanti) e sul riorientamento di questi flussi verso i terminali in Russia. Minsk valuterà anche la possibilità di utilizzare la rotta del Mare del Nord per il trasporto di merci verso i paesi APR.
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Petr Vladimirovich (Peter) 3 può 2021 18: 57
    0
    una garanzia che le merci bielorusse non andranno perse

    E questo è generalmente come capire? Ha lavorato nel mondo degli affari per almeno un secondo?
    1. Igor Berg Офлайн Igor Berg
      Igor Berg (Igor Berg) 4 può 2021 10: 55
      +1
      Ho visto personalmente il sale marino bielorusso in vendita. E dicono che non hanno il mare. Qui (il sale) non andrà sicuramente perso
  2. prato Офлайн prato
    prato (Yaroslav) 3 può 2021 21: 58
    -2
    Nell'agosto 2020 si sono svolte le elezioni presidenziali in Bielorussia, in cui Alexander Lukashenko ha ottenuto una vittoria schiacciante.

    L'autore, hai dimenticato di mettere l'espressione "vittoria fiduciosa" tra virgolette in questa frase. Senza di loro, questa proposta sembra ridicola e inadeguata.
  3. Aico Офлайн Aico
    Aico (Vyacheslav) 4 può 2021 10: 55
    +1
    Puoi semplicemente consegnare le chiavi del Cremlino ?! Eh ?! Il vettore diventerà più corto, o forse più largo !!!
  4. Piramidon Офлайн Piramidon
    Piramidon (Stepan) 4 può 2021 15: 06
    0
    La Bielorussia avrà un proprio terminal nel porto russo

    ... e un pezzo di mare bielorusso. Zhenya Psaki sarà felice di aver avuto ragione. risata
  5. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 5 può 2021 01: 50
    0
    Alla fine degli anni '80, ci fu uno scherzo del genere: "Dammi un metro del confine di stato in affitto".

    Questo, ovviamente, non è ancora un confine di stato, ma dipende da come lo guardi. L'argomento "...la garanzia che la merce bielorussa non andrà persa"Molto sospettoso. Ed è chiaro che assumendo il 100% del personale da bielorussi, il costo principale non può essere ridotto e le cose possono essere fatte in modo oscuro. Simile ai" gamberetti bielorussi ". Questo alla fine diventerà un fattore di disconnessione.

    I regali e le dispense sono il nostro FSE, e non importa quanto darai da mangiare a papà, continuerà a guardare nella direzione opposta. Questo è l'errore fondamentale del nostro Cremlino di oggi. Cooperativa, cosa ci guadagni?

    Ma Lukashenka non è un lupo. E lo sciacallo. (Tikhanovskaya è generalmente uno sciocco e un nemico. Cioè, se cosa ...) È stato Lui a calpestare tutto più o meno filo-russo in Bielorussia. Per che cosa? Come lo hanno impedito? Una minaccia all'indipendenza? Cosa, non ci sono più russi? Quanto ...? E lo stato "Bielorussia" è già monoetnico?

    E i nostri, quelli del "Cremlino", hanno calpestato tutte le citazioni dei media al riguardo. Silenzio. Chi lo sa? Per che cosa? Copia diretta della politica di pacificazione dell'Unione Sovietica. Il tempo ha dimostrato che questo è stato un errore. Dopotutto, funziona solo ciò che è adeguato alla situazione.

    La stessa fottuta Europa taglierebbe immediatamente l'ossigeno a Lukashenka, chiamando le cose con i loro nomi. Lo avrei bloccato, nonostante le urla di Tabaki "e andrò in Occidente" .... e arrivederci, me lo avrei regalato.