Cosa c'è dietro le esplosioni nei depositi di armi nella Repubblica ceca


Le ultime due settimane, quasi il mondo intero politico la scena cerca di capire "Cosa o chi c'è dietro le esplosioni dei magazzini militari nella Repubblica Ceca?" Sebbene questa domanda sia inizialmente sbagliata. In primo luogo, era in piedi o in piedi, poiché l'eccesso stesso ha già più di sei anni. E in secondo luogo, anche se la portata dell'incidente, che per la stessa Repubblica Ceca era allora un'emergenza piuttosto grande, ma di certo non ha portato a un evento di livello mondiale, e all'improvviso, dopo un tempo simile, è letteralmente "esploso". tutta la politica europea (e non solo), vuol dire che qualcuno ne ha bisogno in questo momento.


Cioè, la domanda dovrebbe suonare qualcosa del genere: "Cosa o chi c'è dietro l'inaspettato gonfiarsi del caso di sei anni fa con l'esplosione dei magazzini militari nella Repubblica Ceca?" Questo è molto più vicino all'essenza dell'intero problema di oggi, dal momento che la storia stessa delle esplosioni sembrava già essere chiusa come un disastro causato dall'uomo, e quindi tutti erano soddisfatti di questa versione. A proposito, è stata confermata da tutte le azioni investigative, che sono durate circa due anni. E poi all'improvviso su di te! Petrov e Boshirov hanno lavorato di nuovo! E ancora, in qualche modo non di altissima qualità, se credi in tutte le versioni dei compagni occidentali ...

Per capire meglio cosa sta succedendo, è necessario considerare l'evento da diverse angolazioni. In questo caso, propongo, per così dire, tre assi di coordinate: il primo è l'incidente stesso, com'era, cos'è stato, quando, ecc., Il secondo è economico conseguenze, terzo - politico. Come è noto dalla matematica scolastica, avendo affrontato la posizione lungo questi assi, possiamo meglio comprendere la posizione dell '"oggetto nello spazio". Nel nostro caso, un evento specifico e le sue possibili cause e conseguenze reali.

Il primo sono le esplosioni


Questo, infatti, in tutta questa storia è l'unico fatto reale e pienamente confermato - lo erano. Per prima cosa, nell'area del magazzino di Vrbetice, nel sud-est della Repubblica Ceca, dopo un incendio il 16 ottobre 2014, il magazzino di armi n ° 16 è esploso, uccidendo due persone all'interno. Quindi, il 3 dicembre 2014, il magazzino n. 12 è volato in aria nella stessa area.
I magazzini in quel momento appartenevano ufficialmente al gruppo IMEX e, secondo i rappresentanti di questa azienda, contenevano munizioni di artiglieria di modelli sovietici obsoleti destinati alla vendita all'estero. La società disponeva delle licenze appropriate per il commercio di armi e anche l'acquirente era una società con licenza della Bulgaria. Questo schema è abbastanza standard per la moderna Europa orientale. Mi spiego il significato: nei magazzini dell'esercito della Repubblica Ceca, che ha aderito alla NATO, c'è un'enorme quantità di armi e munizioni, nell'ex "Patto di Varsavia" precedentemente destinato a fornire la linea del fronte in caso di conflitto con il Ovest, nella sua prima fase. Dal momento che sono stati proprio i territori della Cecoslovacchia e della DDR a essere presumibilmente il teatro principale di un tale conflitto. Dopo l'adesione all'Alleanza del Nord Atlantico, l'Occidente ha chiesto ai nuovi membri di passare ai loro standard. Anche questo è un enorme affare. E cosa fare con le armi "obsolete" esistenti del valore di molti milioni di euro? Ebbene, non distruggerlo?

Ma dai paesi "civili", che sono anche negli standard della NATO, nessuno ne ha bisogno per ovvie ragioni. Ma alcune persone hanno bisogno di un posto dove pagheranno tutto questo in modo notevole, ma il problema o sono zone di conflitto o paesi "non credibili per la comunità internazionale". Cioè, a livello statale, la vendita è impossibile. Quindi viene rilasciata una licenza a una società privata (come IMEX), i magazzini militari vengono affittati ad essa e con il contenuto "in vendita", e questa società sta già vendendo armi a un'altra società, dalla Bulgaria - anche questa è una NATO e Paese dell'UE, non ha conflitti sul suo territorio, nell'elenco degli stati terroristi non è elencato, in breve, secondo tutte le leggi, tutto è in ordine - i cechi non hanno nulla da mostrare. Inoltre, una società privata bulgara diventa proprietaria della merce, che nel frattempo non lascia nemmeno il magazzino ceco e la offre a qualcun altro. Se improvvisamente qualcuno fa reclamo alla Bulgaria per aver venduto armi dove è impossibile, la risposta è semplice: questa non è la Bulgaria, l'arma incriminata in Bulgaria non è stata prodotta, non è stata registrata e non è mai stata nemmeno trovata sul territorio bulgaro . La vendita è stata effettuata da una società privata a un'altra, e quella da una terza ex-territorialmente. Qualunque cosa. Le estremità sono nell'acqua, come si suol dire. Ebbene, naturalmente, dichiarano, ovviamente, principalmente varie munizioni di artiglieria, ecc., Che dicono non interessano vari rivoluzionari e terroristi, ma sono destinate a certi eserciti regolari di alcuni paesi terzi che sono armati di "obsoleti" Modelli. E se l'azienda è attratta, può essere “punita” o chiusa, per poi aprirne una nuova con una nuova licenza. In questo modo, armi eccellenti arrivano direttamente dai magazzini dell'esercito ceco (e non solo) in Siria, Libia, Ucraina, ecc. e non succede niente a nessuno per questo. Una semplice mossa a tre vie ...

Le esplosioni a Vrbetice hanno introdotto un problema inaspettato in questo sistema esaurito: in primo luogo, le merci stesse per una grande somma sono state distrutte, e in secondo luogo, i vigili del fuoco locali e gli articoli pirotecnici della polizia (loro stessi, ovviamente, non avevano nulla a che fare con questi schemi "grigi" ) improvvisamente ha scattato sì foto e video pubblicati di reperti sulla scena delle esplosioni - e lì, oltre alle munizioni di artiglieria solitamente dichiarate, ci sono mitragliatrici, mitragliatrici e lanciagranate, e molto più interessanti solo per i terroristi e per se stessi rivoluzionari in stile di tutte le strisce.

Inoltre, sono arrivate notizie che tutta questa bellezza si stava preparando per essere inviata all'estero, e non solo lì. Considerando che senza la partecipazione dei servizi speciali di questa stessa NATO, in un paese così trasparente come la Repubblica Ceca, niente del genere può essere fatto, è stato un fallimento solo per i servizi speciali coinvolti. Pertanto, a quanto pare, è stato allora che hanno cercato di mettere a tacere tutto ciò in modo altrettanto rapido e indolore per se stessi. Tuttavia, l'evento è stato rumoroso, le azioni investigative sono continuate per quasi due anni. Il verdetto "negligenza" poi è andato bene a tutti, e gradualmente, per così dire, ha dimenticato vari strani dettagli ... Ed è come se tutta questa tragica storia sarebbe stata dimenticata se non fosse stata improvvisamente riportata alla luce nel 2021. Sì, come tirato fuori! Si scopre che i magazzini di Vrbetice sono stati fatti saltare in aria da spie russe! Proprio perché sapevano dove e perché quest'arma avrebbe dovuto essere inviata, e questo era contrario agli interessi della Federazione Russa. Fu allora che tutti i dettagli quasi dimenticati del caso Vrbetitsa "riaffiorarono" di nuovo. Ma, sfortunatamente per coloro che hanno espresso questo fenomenale notizie I politici cechi, proprio tutti questi dettagli, non ancora completamente dimenticati dall'opinione pubblica, avevano più probabilità di smentire la nuova versione che viceversa. E quest'ultima versione è la seguente: proprio nel magazzino, i russi hanno piantato una specie di bomba nella "merce", che però avrebbe dovuto esplodere non nella Repubblica Ceca, ma da qualche parte lungo la strada o addirittura in Bulgaria. Ma qualcosa è andato storto ...

1. Il magazzino n. 16 è bruciato per un periodo piuttosto lungo prima di esplodere - almeno 30 minuti. Ciò è confermato dai certificati dei vigili del fuoco, foto e documentazione video dal sito. Non sembra affatto una bomba. I vigili del fuoco hanno anche riferito che al momento del loro arrivo le porte del magazzino erano spalancate, ma il personale non si vedeva da nessuna parte. E il fuoco in sé non era molto forte, sembrava diffondersi dalla parte centrale dell'edificio, accompagnato da una lenta combustione del tetto e da un forte fumo soffocante. Cioè, entrambi gli armaioli morti in questo magazzino erano morti o almeno gravemente feriti prima o durante l'incendio, poiché altrimenti avrebbero avuto abbastanza tempo per lasciare la struttura prima dell'esplosione.

2. Dopo l'esplosione, i resti sono stati trovati nel sito di non proprio quello che era stato dichiarato. Ed è difficile credere che la stessa IMEX abbia nascosto il contenuto dei magazzini: l'azienda li ha ricevuti dall'esercito insieme al contenuto. Cioè, il ministero della Difesa ceco non sapeva cosa c'era? E i servizi speciali locali non controllavano cosa e come viene venduto all'estero? È difficile da credere.

3. Dopo la tragedia, sono state effettuate ispezioni approfondite in tutti gli altri magazzini dell'area dopo la tragedia e sono state riscontrate molte violazioni del regime e dei requisiti di sicurezza antincendio. Non sono stati trovati dispositivi esplosivi o insetti. Ma sono state trovate mine antiuomo vietate, a seguito delle quali è stato persino aperto un procedimento penale. I rappresentanti della società IMEX, tuttavia, si sono subito giustificati con il fatto che le miniere non erano complete, ma solo i loro corpi, senza micce e riempitivo esplosivo. Tutti capiscono che le mine non sono immagazzinate in magazzini in condizioni attrezzate e pronte per il combattimento, ma non si sono concentrati su questo, così come su dove, in effetti, potrebbero mancare parti di queste miniere molto proibite. E poi, apparentemente per puro caso, proprio mentre erano in corso queste revisioni, il secondo magazzino è scoppiato all'improvviso. Fusibili e riempitivi per questi "corpi di mine" non furono mai trovati a Vrbetice in quel momento ... Come, tuttavia, non trovarono alcuna traccia di qualche tipo di attività di sabotaggio.

4. Se l'incendio e la successiva esplosione del primo magazzino rientrano ancora nella versione di negligenza e / o problemi tecnici durante lo stoccaggio e la movimentazione di materiale non sicuro (questo è il verdetto del tribunale nel 2016), allora nel secondo caso, sospetti immediatamente è sorto che qualcuno qualcosa che probabilmente volevo nascondere. Ma anche la seconda esplosione, dopo tutte le ispezioni, è stata riconosciuta come conseguenza di negligenza. Strano, eh? Ebbene, dopo la prima esplosione e alla presenza di tutti gli organi di controllo, probabilmente avrebbe dovuto in qualche modo irrigidire il regime in questa struttura? Tuttavia, e con tutte le stranezze che l'accompagnano, il caso è stato affrettato a chiudere. Nessuno è stato mai punito di conseguenza. Anche abbastanza strano. Le persone morirono lì, la vita di un intero insediamento rimase semplicemente paralizzata per diversi mesi, e la popolazione fu evacuata, e il danno materiale fu enorme ... Ma, a quanto pare, c'erano anche interessi più alti in questo anche allora.

Tutto quanto sopra è, come è di moda dire ora, materiale: ciò che è realmente accaduto e su cui sono sorte domande anche allora. Passiamo ora alla nuova teoria delle spie dell'aprile 2021.

Come ho già scritto su questo argomento e prima su "Reporter", con uno sguardo al contenuto di questi magazzini e alla geografia delle possibili destinazioni per questo "prodotto", l'interesse dei servizi speciali russi per questi oggetti sembra abbastanza probabile e giustificato . Ma tali metodi "partigiani" di influenza dell'SVR o del GRU della Federazione Russa su un oggetto situato nel centro dell'Europa, e non da qualche parte nella zona di conflitto in Medio Oriente, in qualche modo non rientrano nella mia testa. E la partecipazione dichiarata all'azione di personaggi come Petrov e Boshirov, sono Mishkin e Chepiga, ecc., In generale per me personalmente traduce tutto ciò che è descritto nel piano di un fumetto con una continuazione. Apparentemente, nei casi di "avvelenamento" di Navalny e del Boeing malese abbattuto sull'Ucraina, i loro colleghi occidentali non hanno registrato questi due, quindi non sembrerebbe affatto un'idiozia. Oppure hanno deciso seriamente di lavorare per i servizi segreti russi esclusivamente nel circuito esterno. E quindi tutto è molto simile: non ci sono prove o ci sono prove, ma così segrete che non possono essere pubblicate in alcun modo. Cioè, devi solo crederti sulla parola. Inoltre, coloro che sono stati ripetutamente coinvolti in bugie. A proposito, non sono mai riuscito a capirlo: beh, beh, non vuoi distribuire lavoro di intelligence, catene di flussi di informazioni, ecc., È chiaro, ma se stiamo parlando di uno scandalo internazionale con conseguenze di vasta portata, poi almeno i fatti stessi - foto, video, documenti di qualche tipo, risultati di test, corrispondenza, testimonianze di testimoni di terze parti, che provano la tua versione proposta, spettacolo ... Ma no, non mostrano assolutamente nulla della parola . E questo suggerisce inevitabilmente che non c'è niente, tranne che qualcuno in qualche modo proficuo accuse infondate.

Tuttavia, l'intera performance continua, e ai massimi livelli possibili nella politica mondiale. E con nessuno, niente e mai non provate simulazioni, anche il mondo rispettato ei media europei li stanno già trattando come se fossero fatti consolidati da tempo. Ad esempio, nello stesso spazio mediatico ceco e nelle dichiarazioni dei politici, un fatto così indiscutibile è il coinvolgimento di Petrov e Boshirov nell'avvelenamento degli Skripal in Inghilterra, nonché la loro solenne assegnazione personale a V.V. Putin per il salvataggio del presidente ucraino Yanukovich nel 2014. In tutta serietà e con piena responsabilità. Ho persino iniziato a dubitare di me stesso - forse mi sono perso questa notizia? Ho cercato dove avrei potuto avere almeno qualcosa su questo premio, ma a parte le informazioni del famigerato ed estremamente "indipendente" Bellingcat, che è stato poi ridacchiato da vari agenti stranieri di lingua russa come RBC, Meduza e altri come loro, io naturalmente non ha trovato nulla da nessuna parte ...

Nella stessa Repubblica Ceca, assolutamente tutti, con posizioni e spallacci, tranne, a quanto pare, il presidente Zeman e la sua cerchia più stretta, hanno assunto una dura posizione pro-governo, indipendentemente dalle assurdità che questo governo ha detto e non importa quale stupidità hanno fatto - posizioni e spalline a tutti costosi, così come il benessere associato. Pertanto, dichiarazioni più o meno adeguate, come di consueto, possono essere ascoltate solo da quegli ex funzionari che non sono più in servizio attivo e in posizioni elevate. Ad esempio, un generale dal nome clamoroso Andor Sandor, che fino al 2012 è stato il capo dell'intelligence militare ceca, che ha iniziato la sua carriera da ufficiale sotto il Patto di Varsavia, che successivamente si è formato in Occidente, ritiene che la versione sulla partecipazione di Petrov e Boshirov nell'azione con le esplosioni di magazzini militari non è plausibile ... Come scout, gli sembra estremamente strano che gli agenti impegnati in un incarico serio lungo il percorso scattino attivamente foto "selfie" con punti di riferimento locali, le inviano ai parenti e le pubblicano sui social network.

Durante l'incidente di Salisbury, tra l'altro, hanno praticato la stessa cosa. Il fatto che l'edificio del magazzino n. 16 sia bruciato abbastanza a lungo ed sia esploso solo più tardi, come la prossima esplosione quasi un mese e mezzo dopo e dopo le ispezioni di queste strutture, sembra anche strano al generale, se consideriamo tutto come previsto sabotaggio dei servizi speciali russi. Altrettanto dubbia, dal suo punto di vista, è la versione della "bomba che avrebbe dovuto esplodere in seguito". Questo "dopo", secondo l'ex capo dell'intelligence militare ceca, potrebbe, in caso di attuazione di un piano simile, generalmente portare a conseguenze irreparabili - ad esempio, un'esplosione da qualche parte lungo la strada, Dio non voglia, in una stazione ferroviaria o tra edifici residenziali. Da questo punto di vista, l'eliminazione dell'eventuale obiettivo proprio nel magazzino in un oggetto sufficientemente isolato dalle persone è molto più ragionevole e fattibile.

Sulla base della versione proposta dal governo ceco, risulta che solo gli idioti e gli incompetenti lavorano nell'intelligence russa ... Per noi, come membro della NATO, questa sarebbe sicuramente una notizia positiva, ma in realtà non è affatto vero

- ha detto il generale ceco.

L'intervista con lui si intitola: "Perché i russi lo fanno così stupido?" Un altro specialista militare non meno famoso nella Repubblica Ceca - la prima persona nell'esercito, dopo il comandante in capo (presidente), l'ex capo di stato maggiore generale, il generale dell'esercito Jiri Shedivy, al contrario, considera il possibile versione con la partecipazione di Petrov e Boshirov. È vero, a condizione che questi due fossero o un gruppo che conduceva una sorta di falsa pista, o addirittura dirigeva il processo senza parteciparvi personalmente.

Tuttavia, con o senza spie russe, tutto questo era inizialmente piuttosto oscuro ed era già stato così diligentemente messo a tacere da qualcuno, la storia con le esplosioni dei magazzini militari vicino alla Repubblica Ceca Vrbetice è emersa di nuovo. E non c'è niente di buono per i cechi in questo - a parte il fatto che in qualche modo devono ancora comprovare accuse così gravi contro la Russia, prima o poi dovranno rispondere a tutti gli altri argomenti "confusi" così riusciti: e su cosa è ci è stato effettivamente mantenuto; e su dove ea chi è stato venduto; e perché c'erano miniere proibite; e su chi e come tutto è organizzato, sotto la cui copertura, e molto su cos'altro.

E se i cechi tuttavia in qualche modo dimostrano la partecipazione dei servizi speciali russi in questo caso, allora con lo stesso confermeranno i fatti della vendita delle loro armi nel luogo in cui non dovrebbero ...

Il secondo è l'economia


In risposta a nessuno e nulla ancora non provate azioni ostili della Russia contro la Repubblica Ceca, il governo di quest'ultima ha immediatamente rilasciato una serie di dure dichiarazioni, la cui essenza, in breve, è che tutti i grandi progetti congiunti precedentemente pianificati nel la sfera economica e gli accordi su di essi scadono effettivamente. Degli ultimi tali progetti e accordi a livello interstatale, e quelli che sono più ampiamente ascoltati, non si può non menzionarne due: la fornitura pianificata del vaccino russo contro COVID-19 Sputnik-V alla Repubblica Ceca, nonché il possibile produzione di questo farmaco nel territorio ceco e partecipazione della società statale "Rosatom" alla gara per la costruzione di un nuovo reattore nucleare per la centrale nucleare ceca di Dukovany. Cioè, i cechi, infatti, hanno rifiutato il vaccino, direttamente secondo lo scenario ucraino - non si può, dicono, prenderlo da un paese aggressore. E lo stesso primo ministro Babish ha annunciato l'esclusione di Rosatom dalla gara, citando "requisiti di sicurezza" - in nessun caso il sistema energetico dello stato dovrebbe dipendere dal paese aggressore.

All'inizio, letteralmente nelle primissime ore dopo l'annuncio del governo, il fallimento di questi due progetti è stato presentato come il comportamento orgoglioso e indipendente di un paese orgoglioso e indipendente che è stato offeso. Può essere. Sei anni fa. Ma né il primo né il secondo, così come il reato in sé, e chi l'ha offeso non è ancora certo: l'indagine è in corso. Alcuni individui che non sono particolarmente dotati di intelligenza continuano a sostenere questa tesi sul comportamento indipendente e orgoglioso della Repubblica cecena. I più intelligenti hanno subito visto nel comportamento del governo ceco un “colpo al piede” nell'interesse di alcuni terzi. In questo caso, le principali società farmaceutiche americane - produttrici di vaccini, nonché la società americano-canadese Westinghouse, che stava per partecipare anche alla gara per la costruzione di un nuovo reattore nucleare ceco, si sono posizionate come "terze parti ".

Ma in effetti, dopo uno sguardo approfondito ai fatti reali, le cose si sono rivelate anche peggio. Il gabinetto di Andrei Babish, con le sue dichiarazioni avventate, non si è solo “sparato al piede”, o meglio non se stesso, ma l'intero Paese a lui affidato. Se continuiamo questa allegoria, allora hanno sparato a entrambi i piedi contemporaneamente, rischiando di rendere la Repubblica Ceca un completo invalido economico per molto tempo, se non per sempre.

Per quanto riguarda lo Sputnik-V, è ovviamente vantaggioso per la Russia promuovere il suo vaccino all'estero. Ma il rifiuto della piccola Repubblica Ceca da tali forniture può arrecare alla Federazione Russa un danno solo morale, e anche allora minimo, rispetto al danno reale della stessa Repubblica Ceca. Il fatto è che il vaccino manca gravemente solo in Europa. I contratti conclusi a livello centrale tramite le autorità dell'UE vengono annullati uno ad uno. Inoltre, ci sono già forti domande sulla qualità di alcuni farmaci e sugli effetti collaterali. A causa delle covide restrizioni che si sono protratte per il secondo anno, l'economia ceca è già in uno stato piuttosto deplorevole. Non c'è un posto dove pagare i risarcimenti costantemente richiesti dall'azienda: non ci sono riserve, il debito pubblico è già alto. E tutto quello che è già stato pagato o si sta raccogliendo, come è già diventato chiaro a tutti, in un prossimo futuro lo Stato vorrà recuperare attraverso un aumento delle varie aliquote. E finora vengono vaccinati solo i gruppi a rischio, gli over 65 e il personale di alcuni servizi vitali per la popolazione.

Per coloro che stanno solo facendo l'economia reale - normali persone di mezza età in buona salute, la coda per le vaccinazioni si profila tra circa un anno. In questa situazione, anche un milione di dosi del vaccino russo, di cui si discuteva originariamente, in un paese di dieci milioni di persone potrebbe servire come un servizio eccellente per il più rapido recupero della situazione nel senso letterale di queste parole. Inoltre, la Repubblica ceca ha tutte le capacità necessarie per distribuire la produzione di vaccini di cui c'è tanto bisogno in tutto il mondo. E la Federazione Russa offre questa opportunità. E non si tratta solo di aiutare le persone, ma anche dello sviluppo economico che è così necessario per l'intero paese, nuovi posti di lavoro e in una delle aree più high-tech. Rifiutare un'offerta del genere è più che una semplice stupidità, è un crimine contro il proprio popolo e il proprio stato. Con il vaccino tutto è chiaro. Ma qui c'è, anche se la peggiore in termini di qualità e meno in quantità, ma comunque almeno una sorta di alternativa alle forniture occidentali.

Ma il reattore è ancora più interessante. Fortunatamente, le condizioni della competizione per un'opera d'arte ad alta tecnologia come un'unità di energia nucleare non sono scritte da politici, ma da specialisti specializzati: scienziati nucleari. Il prezzo dell'emissione è di circa 6 miliardi di euro di fondi pubblici, è in gioco l'indipendenza energetica dell'intero Paese per i decenni a venire, cioè la decisione è estremamente responsabile. E gli esperti locali lo hanno contattato in modo estremamente responsabile. Da qui nacquero le condizioni della gara in cui, ad eccezione di Rosatom con la sua chiaramente la migliore offerta da tutte le parti, nessun altro avrebbe potuto vincere. Non so se gli scienziati nucleari cechi ne abbiano informato i loro politici, ma non appena hanno sentito quanto si diceva sull'esclusione di Rosatom dal bando per la costruzione di un propulsore, questi stessi esperti hanno immediatamente annunciato che in questo caso , una nuova unità di potenza nella Repubblica Ceca nel prossimo futuro non sarà affatto. E tutti i discorsi sulla decisione a favore della concorrenza occidentale sono solo chiacchiere inutili. Inizialmente, avrebbero dovuto partecipare alla gara cinque società di cinque paesi: Cina, Russia, Stati Uniti, Francia e Corea del Sud. I cinesi, per così dire, sono caduti immediatamente, da un lato, sotto la pressione degli americani e dell'UE, dall'altro, poiché il loro della tecnologia nel campo nucleare in Europa sono considerati gli stessi russi, solo non i più avanzati e peggiori in termini di qualità delle prestazioni. Aziende francesi e sudcoreane hanno esperienza e progetti per la costruzione di reattori da 1600 e 1400 MW, rispettivamente, a Dukovany la capacità richiesta è di 1200 MW. Per coreani e francesi, se scelto, sarebbe stato un prototipo mai testato in precedenza da nessuna parte. Di tutti i partecipanti, tali reattori sono già stati costruiti solo da due: "Rosatom" e "Westinghouse". Ma quest'ultimo è appena passato attraverso la procedura fallimentare, avendo due unità di potenza non finite proprio sul territorio degli Stati Uniti. Inoltre, il nuovo reattore dovrà funzionare, seppur separatamente, ma nello stesso circuito di controllo delle vecchie unità sovietiche, e solo Rosatom potrà garantire pienamente sicurezza e sincronizzazione. Inoltre, nell'ambito del contratto, la Federazione Russa offre anche lo smaltimento completo del combustibile nucleare esaurito sul proprio territorio. In caso di qualsiasi altra esibizione, i cechi dovranno costruire un deposito nucleare o pagare un pazzo denaro per il trasporto e lo smaltimento di materiale radioattivo. Entrambi sono molto problematici.

E la nuova unità di potenza della Repubblica Ceca è necessaria come l'aria. Fino ad ora, il paese ha un surplus di elettricità, che viene persino venduta per l'esportazione, principalmente nella vicina Germania. Ma il consumo è in aumento, mentre le centrali elettriche tradizionali a carbone stanno chiudendo a causa delle normative ambientali dell'UE. Il paese si trova di fronte a una scelta: espandere la propria energia nucleare o dipendere dai prezzi e dalle forniture energetiche dall'estero. Anche se non teniamo conto del fatto che la produzione di elettricità è l'ultima grande industria in cui la Repubblica Ceca è ancora relativamente indipendente e ci guadagna ancora, il semplice fatto che i prezzi dell'elettricità nel paese saranno dettati dall'esterno lo farà portare ad un aumento del prezzo del prodotto interno, aumento delle bollette e, di conseguenza, un forte calo del tenore di vita dei cittadini. Ora, e con salari relativamente bassi per gli standard europei, i cechi non vivono affatto in povertà a causa dei costi delle utenze piuttosto bassi. Cioè, "magnificamente e orgogliosamente" spifferare qualcosa al mondo intero è una cosa, ma la dura realtà è ben un'altra. E se, ancora una volta, per la Russia la perdita di un contratto da 6 miliardi di euro è un problema significativo, ma non vitale, allora le conseguenze di tutto questo per la stessa Repubblica Ceca possono essere più che deplorevoli su scala nazionale e per lungo tempo. .

Terzo: la politica


Tutti sanno dell'espulsione di 18 diplomatici russi da Praga e 20 diplomatici cechi da Mosca, che ha fortemente limitato il lavoro di entrambe le ambasciate. Tutto ciò difficilmente aiuterà la ripresa del reciproco flusso turistico, così gravemente decimato dalla pandemia. Gli specialisti e gli imprenditori cechi che lavorano sul territorio della Federazione Russa sono inoltre fortemente consigliati dal proprio Ministero degli Affari Esteri di valutare la necessità della loro visita in Russia o della loro presenza, con uno sguardo alla mancanza pratica di supporto consolare. Sullo sfondo di ciò che sta accadendo, i sentimenti russofobici nella società ceca sono nettamente aumentati, sono ripresi gli attacchi a monumenti, ambasciate e strutture consolari della Federazione Russa, ecc. L'atteggiamento nei confronti della Repubblica Ceca tra i russi non è chiaramente migliorato a causa di tutto ciò che sta accadendo. Poiché i cechi "si sono lamentati" delle azioni dei russi nell'UE e nella NATO, e hanno invitato i loro vicini alla solidarietà, la questione, naturalmente, non si è conclusa con il deterioramento delle sole relazioni ceco-russe. Ma questo è tutto il lato visibile della medaglia.

Ce n'è anche un altro, non così evidente. Riguarda il motivo per cui la leadership ceca ha fatto tutto in questo modo, e proprio ora, cinque anni dopo il completamento dell'indagine ufficiale, nel settimo anno dopo l'incidente, che di per sé non era una catastrofe globale. Se non altro a partire dal fatto che i tribunali cechi per tutto questo non hanno punito nessuno così gravemente. Sebbene alcuni dei partecipanti avessero inizialmente 12 anni e le aziende furono liquidate. Il risultato è zero, negligenza, nessuno è da incolpare, tranne le vittime stesse ...

Tutti coloro che hanno visto i discorsi dei principali politici cechi il 17, 18 e 19 aprile hanno avuto la chiara impressione che queste persone fossero molto spaventate e molto nervose. Il primo ministro Babish stesso ha cambiato la sua versione degli eventi tre volte in tre giorni, quasi balbettando, il che è estremamente insolito per lui. Sembrava che tutto ciò che è stato descritto fosse accaduto non più di sei anni fa, ma in questo momento, e una terribile minaccia aleggia letteralmente nell'aria ... Di minuto in minuto, qualcosa esploderà di nuovo ...

Come i due generali che ho citato prima, un altro noto esperto di sicurezza, politico, diplomatico, ex ambasciatore della Repubblica cecena in India e Bhutan, Jaromir Novotny, appartiene a quelle persone che letteralmente con i propri sforzi hanno portato la Repubblica Ceca alla NATO, cioè sospettarli di una qualche simpatia per la Russia, beh, in nessun modo. Ma rileva anche la reazione estremamente inadeguata del gabinetto all'incidente, nonché il momento molto sospetto che è stato scelto per l'annuncio e la situazione nervosa generale, che non corrisponde in alcun modo alla portata dell'incidente stesso, tanto meno al tempo trascorso dall'incidente. Novotny ritiene inoltre che il governo Babis sia stato apertamente e duramente pressato dall'esterno con l'aiuto del servizio di intelligence ceco BIS, che è stato a lungo in stretta collaborazione con la CIA statunitense. Vero, a suo avviso, ciò è dovuto proprio alla gara per il completamento della centrale nucleare - proprio in quel giorno, sembra che i documenti per i controlli di sicurezza dovessero essere inviati a tutti i partecipanti, Rosatom era tra i destinatari, nonostante il evidente dispiacere degli Stati Uniti.

Ma solo né Jaromir Novotny, né generali noti e rispettati, che nella Repubblica Ceca, tra l'altro, possono essere contati sulle dita, né altri esperti, né giornalisti locali, e ancora di più né lo stesso governo ceco da nessuna parte e non ha mai menzionato due ragioni più importanti solo su scala globale, che, forse, ha ordinato dall'esterno di "coprire" i cechi sparandosi a entrambi i piedi con l'incidente con l'esplosione a Vrbetitsy - il primo è, ovviamente, il colpo di stato in Bielorussia sventato dai servizi speciali della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia con un attentato alla vita del presidente Lukashenko e della sua famiglia, e secondo - i fatti che sono emersi di nuovo, confermando sempre più l'origine artificiale del nuovo coronavirus, ovvero una fuga di notizie in uno dei misteriosi laboratori biologici dell'esercito americano sparsi per il mondo.

E anche la reazione degli stessi Stati Uniti a queste cose è indicativa: non sappiamo niente, non sentiamo niente, e "le nostre teste sono nella sabbia" ... È strano che siano interessati ai diritti dei gay in La Cecenia o ogni brufolo sul culo di Navalny, che si trova in una meritata prigione, e lo sanno tutti nei dettagli - ed ecco un colpo di stato, un attentato alla vita del presidente di un paese europeo non più piccolo e di un mondo incubo sotto forma di pandemia, e negli Stati Uniti improvvisamente non sanno nulla e non sanno nulla di niente ...
E i metodi per condurre le "indagini", sia sull'origine del coronavirus che sulle esplosioni nella Repubblica Ceca, sono in qualche modo dolorosamente simili - non sono stati inventati nello stesso posto? In entrambi i casi, si afferma ufficialmente che "si lavora con una sola versione". Nella variante dell'esplosione dei magazzini - spie russe e con un virus - solo ragioni naturali per l'aspetto.

Solo, a mio avviso, è difficilmente possibile chiamare un certo processo una conseguenza con una risposta predeterminata a tutte le domande. Infatti, in questa versione, si considerano solo quelle prove che una versione data in precedenza, almeno indirettamente, è confermata, e quelle che la confutano direttamente non vengono prese in considerazione. E questo è già diventato una sorta di norma: basta adeguare i "risultati dell'indagine" a una risposta predeterminata ...

Ma non importa quanto gli esperti dell'OMS cerchino di soddisfare l'ordine e giustificare questa unica versione, la catena "qualcuno - un pipistrello - un pangalin - una persona" nel senso di una trasmissione diretta del virus non funziona bene, anche se supponiamo che si siano mangiati tutti a vicenda e crudi, la genetica del virus stesso interferisce, così come le preferenze alimentari di tutti i partecipanti. E i laboratori biologici militari americani sono top secret, non lasceranno entrare nessuno e non diranno niente a nessuno.

Sì, e con i magazzini cechi c'è anche un problema simile: se consideriamo la stessa, l'unica versione accettabile, allora da tutte le parti si scopre l'idiozia e tutti i fatti sembrano essere contrari. E quelli che sono "per" non dovrebbero essere mostrati a nessuno, sono così segreti ...

In qualche modo tutto questo è molto simile. Direttamente la grafia è la stessa - gli attacchi chimici in Siria, lo Skripali, il Boeing malese abbattuto, alle cui indagini gli stessi malesi non sono stati affatto ammessi - non importa cosa sia stato rovinato nella versione precedentemente adottata, l '"avvelenamento". di Navalny, le esplosioni dei magazzini cechi e ... il coronavirus ...

E in quest'ultimo caso, se si scopre che qualcuno prova l'opposto della versione "generalmente accettata", allora questo qualcuno se la passerà molto male, nonostante tutti i titoli e le opportunità dei superpoteri. Apparentemente, è qui che finiranno. Ma ci vorrà del tempo.

Nel frattempo, osserveremo cosa faranno dopo le autorità ceche, che a loro volta hanno così stupidamente portato in una trappola il loro stesso paese - torneranno in sé e gireranno la "retromarcia" o finiranno questo suicidio rituale per la gloria le idee degli altri e il benessere degli altri. Non hanno davvero molto tempo per prendere decisioni.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Petr Vladimirovich Офлайн Petr Vladimirovich
    Petr Vladimirovich (Peter) 8 può 2021 11: 18
    +3
    Caro autore! Grazie per l'articolo!
  2. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
    alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 8 può 2021 11: 31
    0
    L'articolo è lungo. Ho letto solo il titolo. Anch'io un binomio di Newton. I magazzini furono saccheggiati e i resti furono fatti saltare. Classici del genere. Non sono i primi.
    1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) 8 può 2021 12: 51
      +3
      Se avessi letto un po 'di più, saresti diventato un po' più intelligente e più informato.
      Sebbene chi scrive commenti sugli articoli, leggendo solo i titoli, in genere è difficile parlare della mente ... negativo.
      1. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
        alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 10 può 2021 07: 38
        0
        Non cercare un gatto nero in una stanza buia ... a proposito, l'antica saggezza cinese. La risposta a qualsiasi indovinello è in bella vista. Sembra che all'inizio degli anni '90, i magazzini in Russia siano stati strappati regolarmente. Sebbene il la guerra non sembrava essere stata combattuta, poi a denti stretti hanno ammesso ... rapimenti prepotente Mi chiedo. Con un intelletto così potente e il talento di un analista, perché non sei nello stato maggiore. Gerasimov V. chiaramente ti manca. lingua
        1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
          Pishenkov (Alex) 10 può 2021 12: 25
          +2
          ... perché sono davvero esplosi ora è una questione secondaria. Il primo è molto probabilmente reale a causa della negligenza, il secondo è coprire qualcosa ... o la mancanza di qualcosa, o qualcosa che non avrebbe dovuto esserci ...
          Ma ora tutto questo ha preso una direzione completamente diversa, puramente politica. E perché c'è qualcosa che è davvero esploso non interessa a nessuno. Questa domanda ha già ricevuto risposta nel 2016 e quindi tutti erano contenti della risposta.
          Non adesso. Quindi non si tratta di "allora", ma solo di "ora" ...
  3. Strannik039 Офлайн Strannik039
    Strannik039 8 può 2021 12: 34
    +6
    Le armi dai magazzini nell'Europa orientale andarono nell'Ucraina fascista, dove dovevano essere usate per distruggere i russi. Se le forze speciali russe hanno distrutto queste munizioni, la Federazione Russa ha fatto la cosa giusta.
  4. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 8 può 2021 12: 56
    0
    sì, ci sono molti bukaff, l'autore dovrebbe ricordare che la brevità è la sorella del talento, e l'intera opera potrebbe essere suddivisa in due paragrafi
    1. Kofesan Офлайн Kofesan
      Kofesan (Valery) 9 può 2021 21: 13
      +2
      Ma per me è facile da leggere. E non è affatto un peccato per un paio di minuti in più
      1. Faccia da poker Офлайн Faccia da poker
        Faccia da poker (Cyril) 14 può 2021 00: 13
        +1
        Mi è piaciuto anche, le informazioni sono dettagliate, presentate in modo logico e convincente.
  5. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 9 può 2021 21: 11
    +1
    ... chiunque abbia visto i discorsi dei principali politici cechi il 17, 18 e 19 aprile, aveva la chiara impressione che queste persone fossero molto spaventate e molto nervose ...

    In effetti, sembrava così. Soprattutto quando Zeman ha parlato con evidenti dubbi sull'adeguatezza della versione dei russofobi. Ma fu calpestato e i russofobi diventarono più rumorosi. Il Cremlino ha pronunciato un discorso conciliante. Questo è stato un chiaro tentativo di abbassare il grado ...

    Inoltre, quando i cechi hanno continuato ad aggravare ulteriormente, si è creata l'impressione che il Cremlino non volesse soffiare sul fuoco stesso, e ... dopo già dopo il "livellamento" delle missioni diplomatiche, dopo un po ', la "spaventata "divenne più audace e iniziò a chiedere solidarietà più forte e più fiduciosa agli alleati.

    E poi sono arrivate le richieste di risarcimento. Finora, solo $ 47 milioni. E già nessuno fa la domanda: "... perché ne hanno bisogno?"

    La domanda è già "Fino a che punto sono disposti ad andare, rompendo chiaramente tutte le relazioni?" E quando si fermeranno?
    Cosa farà Putin? Pagherà?

    E un'altra domanda? Cosa può fare la Russia per soffocare l'odio? Che sta già diventando pericoloso. Troppo infiammati e infiammati gli altri "nostri", non finiti in 45, "soci". Che include la Repubblica Ceca ...
    1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) 10 può 2021 12: 20
      +1
      E un'altra domanda? Cosa può fare la Russia per soffocare l'odio? Che sta già diventando pericoloso.

      Al momento c'è solo una possibilità reale per questo: una cattura esemplare dell'Ucraina con l'uso di un minimo di manodopera e un massimo di armi moderne in una versione non nucleare.
      Allora tutti si innamoreranno subito.
      Beh, non funziona diversamente ... sfortunatamente ...
      1. Kofesan Офлайн Kofesan
        Kofesan (Valery) 10 può 2021 19: 39
        +2
        Veramente !!!!!!!!!! Non riesco nemmeno a crederci !!!!!! Considera che in onore del 9 maggio mi hai fatto un regalo. Probabilmente ora sarò molto amichevole con le vostre pubblicazioni e commenti, magari sacrificando anche l'obiettività. Perché la penso allo stesso modo ... È molto bello che non sia l'unico a pensarla così ... Buone vacanze!

        La fonte di tutti i problemi è l'oscillazione della massima leadership russa tra interessi nazionali e aziendali. L'Occidente lo sente e sta cercando di spingere il Cremlino verso le priorità favorevoli a Usa e NATO con la pressione ... Da qui la serie di accuse succhiate dal dito ...
  6. Alexey Klimov Офлайн Alexey Klimov
    Alexey Klimov (Alexey Klimov) 10 può 2021 23: 43
    +2
    Zeman è un'anatra zoppa. L'uomo consegna davanti ai nostri occhi. Non è più considerato apertamente. Il deterioramento delle relazioni interstatali è una questione per il prossimo futuro. Quindi è tempo che il nostro ministero degli Esteri, perseguendo l'espulsione e l'inclusione nella lista, aggiunga una "ciliegina sulla torta" - di vietare alle aziende con partecipazione statale qualsiasi cooperazione con paesi dalla lista dei "paesi ostili". I cechi non solo avranno mal di testa dalla centrale nucleare, ma diventeranno anche "capri espiatori" tra i loro simili.